La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola media Secondaria di primo grado statale MICHELE FERRAJOLO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI SECONDE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola media Secondaria di primo grado statale MICHELE FERRAJOLO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI SECONDE."— Transcript della presentazione:

1 Scuola media Secondaria di primo grado statale MICHELE FERRAJOLO ANNO SCOLASTICO CLASSI SECONDE

2 DEFINIZIONE: Il minimo comune multiplo (abbreviato mcm) di due o più numeri naturali a e b è il più piccolo numero naturale che è multiplo sia di a che di b. Milena di sarno 2°i Anno scolastico 2010/2011

3 Il calcolo del minimo comune multiplo tra diversi numeri è un'operazione che sta alla base di diversi problemi matematici. E' necessario riuscire ad effettuare il calcolo senza errori, e far questo non è per niente complicato. E' necessario semplicemente avere bene a mente la definizione di minimo comune multiplo, ed una buona conoscenza delle tabelline e della scomposizione in fattori primi. La nozione di minimo comune multiplo è molto importante nello studio della matematica, perché permette, ad esempio, di poter calcolare la somma algebrica di due o più frazioni con denominatore diverso. m.c.m

4 Per calcolare il m.c.m. bisogna scomporre i numeri in fattori primi ed estrarre i fattori comuni e non comuni una sola volta con l'esponente più alto. ESEMPIO Calcolare il minimo comune multiplo di 8,12 e 24. multipli di 8 sono: 8,16,24... multipli di 12 sono: 12,24,... Così, [8,12] = 24. Calcolo del m.c.m

5 Raffaella Carannante 2ªI Anno scolastico:2010/2011. La Risposta è Semplice: Per Calcolarci Il Massimo comun Divisore è necessario prima scomporre i numeri dati in fattori primi e poi scegliere solo i fattori che hanno in comune, presi una sola volta e col minimo esponente. In questo modo abbiamo ottenuto il M.C.D.! La Risposta è Semplice: Per Calcolarci Il Massimo comun Divisore è necessario prima scomporre i numeri dati in fattori primi e poi scegliere solo i fattori che hanno in comune, presi una sola volta e col minimo esponente. In questo modo abbiamo ottenuto il M.C.D.! Come Si Calcola Il M.C.D??

6 Esempio: Calcoliamoci il M. C. D. tra 32 e = 2 x 2 x 2 x 2 x 2 = = 2 x 2 x 2 x 3 = 3 x 2 3 Il M.c.d fra questi due numeri è 8

7 Quadrati Perfetti (di Domenico Vitale) I PRIMI 10 QUADRATI PERFETTI – 4 – 9 – 16 – 25 – 36 – 49 – UN NUMERO PER ESSERE UN QUADRATO PERFETTO DUNQUE DEVE FINIRE ALMENO CON UNA DI QUESTE CIFRE : MA QUESTO NON BASTA, BISOGNA COMUNQUE VERIFICARE CHE IL NUMERO E' UN QUADRATO PERFETTO

8 Geogebra (di Altamura Martina)

9 Calcolo delle aree di Carmela Tufano & Marialaura Passaro

10 Calcolo delle aree Noi ragazzi del Pon Matematicando, per calcolare larea dellaula in cui lavoriamo abbiamo usato alcuni strumenti come il METRO rigido e la FETTUCCIA, per misurare le dimensioni dellaula e disegnarla sul foglio. L'aula ha una forma di un pentagono irregolare; quindi abbiamo calcolato larea della sua superficie suddividendo la figura in 3 parti: un quadrato e due triangoli. Lo stesso esercizio è stato anche realizzato con l'applicativo Geogebra

11 FORMULE Area del QUADRATO= LATO x LATO Area del TRIANGOLO RETTANGOLO= CATETO MAGGIORE x CATETO MINORE/2 Area del TRIANGOLO= (BASE x ALTEZZA)/2

12

13 Tridimensionale dellaula

14 Tridimensioninale

15 Algoritmo radice quadrata (di Susy Casalino 2 D) ANNO SCOLASTICO 2010/2011

16 Algoritmo radice quadrata Regola pratica per calcolare il valore della radice quadrata : Estraiamo la radice quadrata di Consideriamo il numero di cui vogliamo calcolare la radice quadrata: Dividiamolo in gruppi di 2 cifre a partire da destra 75˙48 - Possiamo subito dire che la radice è: Rad(75.48) = 8? + resto (? è la seconda cifra della radice di 7548) 75.48=8?

17 Scriviamo 8 nello spazio del risultato e 64 (=8x8) sotto il 75. Eseguiamo quindi la sottrazione e scriviamo il risultato sotto il 64. Abbassiamo accanto al resto il secondo gruppo di cifre, 48. V75.48=8? Moltiplichiamo per 20 la prima cifra del risultato (8*20=160) e la trascriviamo nello spazio calcoli, aggiungiamo un +, uno spazio, un x, uno spazio e un =. Chiediamoci: qual è il numero n tale che (16 + n) * n è il più vicino possibile per difetto a 1148? Bisogna procedere per tentativi! Il numero cercato è 6. E' la seconda cifra del risultato! Trascriviamolo vicino all'8! Trascriviamolo inoltre negli spazi, eseguiamo i calcoli e trascriviamo il risultato sotto il Calcoliamo la differenza e trascriviamola sotto il 996. Questa è il resto della radice!

18 Filomena Del Prete 2 D Anno Scolastico 2010/2011

19 La Frazione Generatrice I numeri decimali si distinguono in : 1) Numeri Decimali Finiti 2)Numeri Decimali Periodici Semplici 3) Numeri Decimali Periodici Misti

20 La Frazione Generatrice Numeri Decimali Finiti La Frazione Generatrice di un Numero Decimale Finito si ottiene mettendo al numeratore tutte le cifre senza la virgola e al denominatore l1 seguito da tanti zeri quante sono le cifre significative dopo la virgola ESEMPIO: La Frazione Generatrice di 3,22 è 322/100

21 La Frazione Generatrice La Frazione Generatrice di un Numero Decimale Periodico Semplice si ottiene mettendo al numeratore la differenza tra il numero costituito da tutte le cifre senza la virgola e il numero prima della virgola e al denominatore tanti 9 quante sono le cifre del periodo Numeri Decimali Periodici Semplici

22 La Frazione Generatrice La Frazione Generatrice di un Numero Decimale Periodico Semplice si ottiene mettendo al numeratore la differenza tra il numero senza la virgola e la parte non periodica e al denominatore tanti 9 quante sono le cifre del periodo seguiti da tanti zero quante sono le cifre dellantiperiodo Numeri Decimali Periodici Misti

23 Pon matematicando Il tangram

24 Realizzazione di un tangram: dividere un quadrato in sette figure regolari. TAGLIARE E RISISTEMARE I PEZZI COMPONENDO ALTRE FORME

25 La maggior parte degli esperti ritiene che la parola tagram sia derivata dall'unione della parola "tang" o "tan", che significa "cinese", e "gram" che significa "immagine". Quasi tutti gli studiosi concordano nel collocare le origini di questo gioco agli inizi dell'Ottocento. Tuttavia, anche se non si è trovato alcun libro sul Tangram anteriore all'Ottocento, non si può escludere che il gioco sia nato precedentemente e che nell'Ottocento un rinnovato interesse abbia portato alla pubblicazione di libri su un argomento fino allora tramandato oralmente.

26

27 Cera una volta un cane di nome Tan, che stava sempre seduto su una sedia fuori casa sua con una pipa in bocca, a guardare il tramonto.

28 Una sera mentre guardava il tramonto gli venne voglia di andare a fare una gita in barca. Tan andò a visitare Amalfi,Ischia,Procida e tante altre isole,e quando tornò tre giorni dopo portò tanti bei regalini a tutti i suoi amici che ne furono molto contenti

29 Realizzato Da Anelio Mazzuoccolo

30 Il tangram 25 cm² 12,5 cm² 25 cm² 12,5 cm² 6.25 cm² 6.25 cm²

31 Mosaici

32

33

34

35 Le Nostre Avventure! Ed EccO A vOì..

36 Matematicando!! Un giorno siamo andati in palestra, forniti di carta, penna e cronometro. Dopo aver preso appunti sul concetto di velocità, abbiamo misurato sia il tempo impiegato da ognuno di noi, sia il numero di passi compiuti, nel percorrere un lato della palestra prima camminando e poi di corsa. Abbiamo dopo calcolato le velocità.

37 Numero passi Distanza percorsa (metri) Tempo impiegato (secondi) Velocit à (metri al secondo) 23125,472, ,571, ,132, ,532, ,682, ,292, ,772, ,772, ,622, ,812,494

38 Matematicando Formula: Velocità = Distanza percorsa / Tempo Impiegato

39 19/04/11 DOMANDA: Qual è la tua meta per le prossime vacanze? A.MARE 12 B.MONTAGNA 2 C.VIAGGIO CULTURALE 2 D.VACANZA STUDIO 1

40 BUONE VACANZE!!!


Scaricare ppt "Scuola media Secondaria di primo grado statale MICHELE FERRAJOLO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI SECONDE."

Presentazioni simili


Annunci Google