La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Legge 190/2012 Il regime autorizzatorio Integrazioni allart. 53 del d.lgs. N. 165/2001.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Legge 190/2012 Il regime autorizzatorio Integrazioni allart. 53 del d.lgs. N. 165/2001."— Transcript della presentazione:

1 Legge 190/2012 Il regime autorizzatorio Integrazioni allart. 53 del d.lgs. N. 165/2001

2 Legge 190/2012 Il regime autorizzatorio

3

4 c. 14

5

6 La Pec per comunicare Art. 1, comma 29, legge Ogni amministrazione pubblica rende noto, tramite il proprio sito web istituzionale, almeno un indirizzo di posta elettronica certificata cui il cittadino possa rivolgersi per trasmettere istanze ai sensi dell'articolo 38 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445, e successive modificazioni, e ricevere informazioni circa i provvedimenti e i procedimenti amministrativi che lo riguardano.

7 La pubblicità legale La Legge n. 69 del 18 giugno 2009 riconosce l'effetto di pubblicità legale solamente agli atti e ai provvedimenti amministrativi pubblicati dagli Enti Pubblici sui propri siti informatici. In particolare lart. 32, comma 1 della legge ha sancito che a far data dal 1 gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati. Il successivo comma 5 dello stesso art. 32 precisa a decorrere dal 1 gennaio 2010 le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale. (termine prorogato al 1° gennaio 2011 n.d.r.)

8 Art. 32. (Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea) 1. A far data dal 1º gennaio 2010, gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati. 2. Dalla stessa data del 1º gennaio 2010, al fine di promuovere il progressivo superamento della pubblicazione in forma cartacea, le amministrazioni e gli enti pubblici tenuti a pubblicare sulla stampa quotidiana atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o i propri bilanci, oltre all'adempimento di tale obbligo con le stesse modalità previste dalla legislazione vigente alla data di entrata in vigore della presente legge, ivi compreso il richiamo all'indirizzo elettronico, provvedono altresì alla pubblicazione nei siti informatici, secondo modalità stabilite con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per le materie di propria competenza. 35. A decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale, ferma restando la possibilità per le amministrazioni e gli enti pubblici, in via integrativa, di effettuare la pubblicità sui quotidiani a scopo di maggiore diffusione, nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio.

9 La pubblicità legale

10

11 Modalità di pubblicazione dei documenti allAlbo on line La pubblicazione online deve garantire: Autorevolezza e autenticità del documento pubblicato; Conformità alloriginale, cartaceo o informatico; Preservazione del grado di giuridicità dellatto, cioè non degradazione dei valori giuridici e probatori degli atti pubblicati sul sito web; Inalterabilità del documento pubblicato; Possibilità di conservazione, a norma di legge, del documento nel tempo che ne preservi la validità giuridica e probatoria

12 Autorevolezza e autenticità del documento pubblicato In osservanza ai principi di garanzia della Privacy i dati personali da diffondere devono essere pertinenti e non eccedenti. Inoltre, mentre sullalbo cartaceo il trattamento ha carattere locale, sullalbo on line ha carattere ubiquitario. Pertanto, concluso il periodo di affissione è opportuno che i dati spariscano dal web, senza che i motori di ricerca mantengano le informazioni

13 Caratteristiche del processo di pubblicazione I documenti devono essere in formato elettronico; Il formato deve garantire limmodificabilità del contenuto; I documenti devono essere firmati con la firma elettronica o digitale da parte del responsabile del procedimento o dal Responsabile del procedimento di pubblicazione; Quando il contenuto degli atti non è compatibile con laccessibilità, occorre fornire le indicazioni per laccesso alle informazioni; I documenti rimangono pubblicati per tutto il tempo previsto dalla normativa; La consultazione dei documenti deve contenere le seguenti informazioni: a)Lente che ha pubblicato latto; b)La data di pubblicazione; c)La scadenza; d)La descrizione; e)La lista degli allegati consultabili Lalbo online deve prevedere i meccanismi per la pubblicazione e la rimozione/archiviazione degli atti; Tutti i documenti devono essere numerati automaticamente dal sistema in ordine cronologico;

14 Caratteristiche del processo di pubblicazione Lattività dellAlbo consiste nella pubblicazione di tutti quegli atti sui quali viene apposto un referto di pubblicazione, cioè: Delibere, determine, avvisi, gare, concorsi che devono essere portati a conoscenza del pubblico come atti emessi dalla PA

15 Caratteristiche del processo di pubblicazione Art. 14, c. 7 dpr 275/1999 I provvedimenti adottati dalle istituzioni scolastiche, fatte salve le specifiche disposizioni in materia di disciplina del personale e degli studenti, divengono definitivi il quindicesimo giorno dalla data della loro pubblicazione nell'albo della scuola. Entro tale termine, chiunque abbia interesse può proporre reclamo all'organo che ha adottato l'atto, che deve pronunciarsi sul reclamo stesso nel termine di trenta giorni, decorso il quale l'atto diviene definitivo. Gli atti divengono altresì definitivi a seguito della decisione sul reclamo.

16 La legge n. 190/2012 e il d.lgs. attuativo PUBBLICITATRASPARENZADIFFUSIONE DECRETO LEGISLATIVO PER IL RIORDINO DELLA DISCIPLINA RIGUARDANTE GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITA, TRASPARENZA E DIFFUSIONE DI IN FORMAZIONI DA PARTE DELLE PPAA

17 Il d.lgs. N. 33/2013 Oggetto: Obblighi di trasparenza concernenti lorganizzazione e lattività delle pubbliche amministrazioni e le modalità per la sua realizzazione PUBBLICAZIONE NEI SITI ISTITUZIONALI DEI DOCUMENTI, DELLE INFORMAZIONI E DEI DATI CONCERNENTI LORGANIZZAZIONE E LATTIVITA DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

18 Il d.lgs. N. 33/2013 I limiti alla trasparenza I dati personali che devono obbligatoriamente essere pubblicati, comportano la possibilità di una diffusione dei medesimi attraverso i siti istituzionali (art. 4, 1° c.) Nel caso di pubblicazione obbligatoria di atti o documenti, si devono rendere non intellegibili i dati personali non pertinenti o, se sensibili o giudiziari non indispensabili rispetto alle finalità di trasparenza della pubblicazione (art. 4, c. 4) Le notizie concernenti lo svolgimento delle prestazioni di chiunque sia addetto a una funzione pubblica e la relativa valutazione sono rese accessibili dallamministrazione di appartenenza

19 Il d.lgs. Attuativo della legge n. 190/2012 Principi generali Obblighi di pubblicazione concernenti lorganizzazione delle PPAA Obblighi di pubblicazione concernenti luso delle risorse pubbliche Obblighi di pubblicazione concernenti le prestazioni offerte e i servizi erogati Obblighi di pubblicazione in settori speciali Dati di gestione del bilancio Tempi di pagamento, dati su procedimenti amministrativi Dati sui contratti conclusi Dati sullorganizzazione Accesso civico

20 Laccesso civico Documenti, informazioni, dati, cui corrisponde il diritto di chiunque di accedere ai siti direttamente ed immediatamente, senza autenticazione ed identificazione ACCESSO CIVICO Chiunque ha il diritto di richiedere i documenti che la PA non ha pubblicato. La richiesta non è sottoposta ad alcuna limitazione, non deve essere motivata, è gratuita. LAmministrazione ha 30 giorni di tempo per procedere alla pubblicazione e trasmetterlo contestualmente al richiedente. PRINCIPI

21 Laccesso civico Posto che le pubbliche amministrazioni sono tenute a pubblicare documenti, informazioni o dati, nel caso in cui la pubblicazione sia stata omessa, chiunque ha diritto di richiedere i medesimi. La richiesta è gratuita, non va motivata e non vi sono limiti quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. Si tratta dellestensione massima del diritto di accesso, svincolato, in questo caso, dallinteresse diretto concreto e attuale e finalizzato ad un vero controllo sociale delloperato della PA.

22 Il tempo della pubblicazione I documenti sono pubblicati per 5 anni decorrenti dal 1° gennaio dellanno successivo a quello da cui decorre lobbligo di pubblicazione. PRINCIPI

23 Come si fa AMMINISTRAZION E TRASPARENTE PRINCIPI

24 Programma triennale per la trasparenza NON PUO RIGUARDARE LA SINGOLA SCUOLA PERCHE: È collegato con la programmazione strategica (che è del MINISTRO) e con il piano della Performance (che per la scuola non è previsto) PRINCIPI

25 Come si fa AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE PRINCIPI Riferimenti normativi e atti di organizzazione che riguardano listituzione

26 I DATI connessi alla pubblicazione relativa allorganizzazione e allattività Composizione organo di indirizzo e organo di gestione Articolazione degli uffici, competenze e risorse assegnate; Illustrazione dellorganizzazione dellamministrazione, mediante organigramma o altre rappresentazioni grafiche Elenco completo dei numeri di telefono e caselle di posta elettronica Dati org.ne

27 I DATI connessi alla pubblicazione relativa allorganizzazione e allattività Tutti i dati relativi agli incarichi conferiti o autorizzati ai propri dipendenti con relativi compensi; Tutti i dati relativi alla contrattazione collettiva integrativa: Contratti integrativi Relazione tecnico-finanziaria Relazione illustrativa

28 I DATI connessi alla pubblicazione relativa allorganizzazione e allattività I PROVVEDIMENTI FINALI DEI PROCEDIMENTI DI: Autorizzazione o concessione; Scelta del contraente per laffidamento di lavori, servizi e forniture; Concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi…; Concorsi e prove selettive; Accordi stipulati dallamministrazione con soggetti privati o con altre AAPP Scheda sintetica per ogni provvedimento: contenuto Oggetto Eventuale spesa Estremi principali documenti del procedimento

29 I DATI (Pubblicazione relativa a procedimenti amministrativi e controllo sulle dichiarazioni sostitutive) AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Es. procedimento Breve descrizione Unità organizzativa responsabile Nome responsabile procedimento Atti da allegare, modulistica, soggetti ai quali rivolgersi con relativo num di tel. Termini di conclusione del procedimento Procedimenti il cui provvedimento finale può essere sostituito da una dichiarazione dellinteressato o che si possono concludere con il silenzio assenso Le modalità e gli strumenti di tutela ………..

30 l. 190/2012

31 Obblighi di pubblicazione concernenti i contratti Bando Determina aggiudicazione definitiva Informazioni su: struttura proponente oggetto della determina a contrarre importo aggiudicazione Aggiudicatario Eventuale base dasta Procedura di scelta del contraente Num. offerenti che hanno partecipato alla gara Tempi Importo somme liquidate Eventuali modifiche contrattuali Decisioni di ritiro e recesso contratti Pubbl. sett. spec

32 La visione finale della trasparenza documentale sul sito istituzionale AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ARCHIVIO DATI ORGANIZZAZIONE E ATTIVITA DELLA SCUOLA OBBLIGHI CONCERNENTI LE PRESTAZIONI OFFERTE E I SERVIZI EROGATI DALLA SCUOLA CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Albo on line Delibere oo.cc. Bandi e Avvisi Graduatorie Esiti scolastici

33 La visione finale della trasparenza documentale sul sito istituzionale AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

34 Note organizzative Pubblicazione sul sito web Individuazione dellufficio responsabile per tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l'accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti. Misure organizzative adottate per l'efficiente, efficace e tempestiva acquisizione d'ufficio dei dati e per l'effettuazione dei controlli medesimi, nonche' le modalita' per la loro esecuzione.

35 Procedimento di accertamento dufficio e controlli delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del d.p.r. n. 445/2000 da pubblicare sul sito Web (esempio) Il responsabile dellaccertamento dufficio e dei controlli in materia di dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del d.p.r. n. 445/2000, opera con le seguenti modalità: 1.acquisizione delle richieste di controllo da parte dellAmministrazione procedente. Tale acquisizione può avvenire via fax, mail, posta; 2.istruttoria documentale; 3.eventuale comunicazione allAmministrazione procedente di false dichiarazioni rese negli atti di cui agli artt. 46 e 47 del d.p.r. n. 445/2000; 4.risposta alle richieste dellAmministrazione procedente entro il termine procedimentale fissato dalla norma (30 giorni). 5.Al fine di un efficace svolgimento del procedimento di accertamento e controllo, le Amministrazioni procedenti devono fornire gli elementi essenziali utili allindividuazione del documento. 6.Dati identificativi del documento 7.dati anagrafici del dichiarante 8.Referente del procedimento: 9.Mail 10.Fax

36 NormaFattispecieResponsabilitàVigenzanote Art. 11, c. 13 d.lgs. 163/2006 I contratti sono stipulati, nessuno escluso, in modalità elettroniche Nullità del contratto Responsabilità amministrativa e dirigenziale 1/01/2013 Art. 3 bis d.lgs. 82/2005 Obbligo di comunicazioni con cittadino tramite PEC, se comunica lindirizzo Parametro di valutazione della Performance dirigenziale 01/01/2013 Delibera AVCP art. 3 c. 2 lett. B) Obbligo di PEC personale per il RUP 01/01/2013 Art. 47, c. 1, 1 bis d.lgs. 82/2005 Le comunicazioni fra PA avvengono mediante lutilizzo di posta elettronica o in cooperazione applicativa Eventuale danno erariale, responsabilità dirigenziale e disciplinare 01/01/2013

37 Art. 47, c. 3 dlgs 82/2005 Le comunicazioni fra PA e propri dipendenti avvengono tramite posta elettronica, previa informativa agli interessati in merito alla riservatezza Eventuale danno erariale, responsabil ità dirigenziale e disciplinare 01/01/2013 Art. 52, c.1 e 4 dlgs 82/2005 Pubblicazione sul sito web sezione trasparenza, valutazione e merito del catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati e dei regolamenti che disciplinano lesercizio della facoltà daccesso telematico e il loro riutilizzo 1/01/2013 Art. 54, c. 2 ter dlgs 82/2005 e art. 1, c. 29 l. 190/2012 Pubblicazione sul sito web di un indirizzo istituzionale di PEC a cui il cittadino può rivolgersi per qualsiasi richiesta rendendo noti I tempi di risposta 01/01/2013 Art. 57 d.lgs. 82/2005 Definizione e disponibilità per via telematica della documentazione richiesta per i singoli procedimenti, moduli e formulari tipo, anche ai fini autocertificativi Parametro di valutazione della Performance dirigenziale 01/01/2013Questo articolo va connesso allobbligo di pubblicazione dei procedimenti ex art. 1,c. 15 l. 190/2012

38 Deliber a AVCP Inserimento dati e consultazione obbligatoria Banca dati contratti pubblici per contratti=> nel settore ordinario Contratto nullo 01/01/2013 (facoltà di deroga transitoria fino al 30/06/2013) Art. 7, c.2 d.lgs. 82/2005 Relazione sulla qualità dei servizi resi e sulla soddisfazione dellutenza riguardo alluso delle tecnologie informatiche Parametro di misurazione e valutazione della performance organizzativa e di quella individuale del dirigente. Responsabilità dirigenziale ex art. 21 d.lgs. 165/ /05/2013 Art. 5 d.lgs 82/2005 Accettazione pagamenti a favore della scuola con modalità telematiche. Onere di pubblicazione sul sito web codice IBAN identificativo del conto 10/06/2013 Deliber a AVCP Inserimento dati e consultazione obbligatoria Banca dati contratti pubblici per contratti=> anche MEPA Contratto nullo 01/07/2013 (facoltà di delega transitoria fino al 31/12/2013) Art. 1 dpcm 22/2011 Obbligo esclusivo di comunicazioni con le imprese tramite PEC Parametro di misurazione e valutazione della performance organizzativa e di quella individuale del dirigente 01/07/2013

39 art. 54 dlgs 82/2005 e art. 1 c. 15 l. 190/2012 Contenuti minimi dei siti: Organigramma, articolazione uffici, nomi dirigenti, settore normativo di riferimento e relativa normativa, elenco tipologie di procedimento, termine di conclusione del procedimento, nome del RUP e del sostituto in caso di inerzia, elenco caselle posta elettronica e PEC, elenco servizi inerenti disponibili, bandi di gara e concorso Parametro di misurazione e valutazione della performance individuale del dirigente 2012Da inserire nella sezione Amministrazio ne trasparente

40 Art. 32 d.lgs. attuativo l. 190/2012 Per ogni contratto assegnato vanno pubblicati il bando, la determina di aggiudicazione definitiva e le seguenti informazioni: struttura proponente; oggetto del bando; loggetto delleventuale delibera a contrarre; limporto di aggiudicazione; laggiudicatario; leventuale base dasta; la procedura e la modalità di selezione per la scelta del contraente; il numero degli offerenti che hanno partecipato al procedimento; i tempi di completamento dellopera, servizio o fornitura; importo delle somme liquidate; eventuali modifiche contrattuali; decisioni di ritiro e recesso de contratti. Per i contratti con importo inferiore a euro la pubblicazione analitica di tutte le informazioni è effettuata in forma aggregata con cadenza trimestrale Art. 32 l. 69/2009 Albo pretorio solo online 01/01/2 011 Da collocare a parte sul sito web e nel quale pubblicare bandi, avvisi (es. per creare un albo fornitori) concorsi, delibere, esiti scolastici

41 Alla prossima occasione……………… Anna Armone


Scaricare ppt "Legge 190/2012 Il regime autorizzatorio Integrazioni allart. 53 del d.lgs. N. 165/2001."

Presentazioni simili


Annunci Google