La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Casi di tubercolosi familiare prevenzione nelle scuole Ponte di Piave 17 dicembre 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Casi di tubercolosi familiare prevenzione nelle scuole Ponte di Piave 17 dicembre 2012."— Transcript della presentazione:

1 Casi di tubercolosi familiare prevenzione nelle scuole Ponte di Piave 17 dicembre 2012

2 Cosa è successo Il 6 dicembre è stato segnalato un sospetto caso di TB in una donna i controlli successivi hanno identificato ammalati due figli ( 1 e 3 anni ) bambino di 9 anni (baby sitter) altri familiari infetti nelle due famiglie coinvolte

3 Situazione conclusiva Lindagine nei gruppi familiari interessati si è conclusa con gli ultimi accertamenti venerdì scorso 1 caso in un bambino della classe 1^ b della scuola materna 1 caso in un bambino della classe 4^ C della scuola elementare Il caso nel bambino della scuola media è stato escluso: solo infezione e non malattia

4 Rischio familiare La coabitazione nello stesso appartamento e in partico- lare nello stesso locale con il malato è considerata lesposizione con maggior rischio dinfezione. Nellambiente di questi pazienti possono essere infettate fino a metà delle persone che entrano in contatto con loro e le indagini possono evidenziare anche altri casi di tubercolosi.

5 Rischio di diffusione a scuola Il rischio di diffusione a scuola della tubercolosi è limitato: non è confrontabile con il rischio di contagio familiare. <

6 Come si trasmette M. tuberculosis è un infezione trasmissibile per via aerea. Linfezione avviene tramite piccolissime goccioline di secreto bronchiale («droplet nuclei»), che vengono disperse nellaria nel momento in cui la persona infetta tossisce. La trasmissione dellinfezione tubercolare viene determinata da alcune caratteristiche del caso fonte (come la concentrazione di microrganismi nellescreato, la presenza di lesioni cavitarie, la frequenza e lintensità della tosse)

7 Bambini malati NON contagiosi I bambini ammalati di tubercolosi non sono di regola contagiosi (quanto più giovani sono, tanto meno sono contagiosi) perché fisiologicamente non liberano nellaria espettorato (secreto bronchiale) con i colpi di tosse e non hanno caverne multibacillari per cui molto difficilmente emettono batteri.

8 Rischio di diffusione molto limitato Il rischio di diffusione in questo particolare caso è molto limitato perchè

9 E importante la prevenzione Anche se il rischio di diffusione è molto limitato è importante fare la prevenzione Perché. La tubercolosi è una malattia importante La tubercolosi è prevenibile anche dopo il contagio (trattamento infezione latente) La tubercolosi è curabile (terapia)

10 Infezione latente Quando una persona viene a contatto con il battere della tubercolosi può infettarsi e avere uninfezione che però, in genere non dà malattia, ma rimane latente Nei successivi 5 anni linfezione latente può evolvere verso una forma di malattia nel 5 % dei casi La persona con infezione latente è asintomatica e non è infettiva e nel 90 % dei casi non si ammalerà in tutta la sua vita

11 Infezione latente Linfezione latente viene trattata con successo in oltre il 95% dei casi usando un farmaco che si chiama isoniazide

12 Bambini età inferiore uguale a 5 anni I neonati e i bambini di età <= 5 anni hanno la possibilità di sviluppare una forma tubercolare ancor prima che linfezione sia accertabile perciò oltre alleffettuazione dei test e raccomandata una visita e un trattamento con isoniazide

13 Escludere-identificare linfezione Le persone esposte frequentano la stessa classe vengono sottoposti a test tubercolinico secondo Mantoux per verificare uneventuale infezione latente Test cutaneo: iniezione intradermica sul lato interno dellavambraccio Positivo se indurimento >= 5 mm

14 2^ Mantoux dopo 8 settimane Esiste un periodo di latenza con un tempo massimo di otto settimane prima che uninfezione latente possa essere evidenziata Il test Mantoux viene quindi ripetuto dopo otto settimane. Il secondo test negativo esclude completamente che si sia avuta uninfezione.

15 2^ Mantoux dopo 8 settimane Il secondo test negativo esclude si sia avuta uninfezione. Bambini età inferiore a 5 anni si interrompe il trattamento con isoniazide.

16 Bambini età uguale inferiore 5 anni 1^ Mantoux tempo 0 Visita medica Risultato < 5 mm 2^ Mantoux dopo 8 settimane Risultato < 5 mm Risultato >= 5 mm Interruzione terapia infezione Isoniazide Routine valutazione

17 Bambini età superiore a 5 anni Nei bambini di età > 5 anni, il rischio di una malattia e solo successivo allinfezione latente In questa fascia detà vanno effettuati solo i test. Se il diametro dellindurimento cutaneo del test della tubercolina e <5 mm, il test viene ripetuto dopo otto settimane.

18 Bambini età SUPERIORE 5 anni 1^ Mantoux tempo 0 Risultato < 5 mm 2^ Mantoux dopo 8 settimane Risultato < 5 mm FINE Risultato >= 5 mm Routine valutazione

19 Bambini positivi Mantoux >= 5 mm 1^ Mantoux tempo 0 2^ Mantoux dopo 8 setimsne Visita Radiografia Tb attiva ? Risultato >= 5 mm SI Trattamento della TB NO Trattamento infezione latente

20 Isoniazide in dose singola quotidiana per i bambini di 10 mg/kg fino ad un massimo di 300 mg. Durata del trattamento nei bambini di età inferiore a 6 anni è di 8 settimane fino a ripetizione della Mantoux Trattamento con isoniazide

21 Controindicazioni pregresse reazioni da ipersensibilità allisoniazide presenza di una grave epatopatia assunzione di altri farmaci epatotossici Attenzione anche se: terapia con farmaci anticonvulsivanti, benzodiazepine, anticoagulanti orali, vitamina D, acido valproico malnutrizione diabete e insufficienza renale cronica Controindicazioni isoniazide

22 Molto rari e contenuti nel bambino Lo sciroppo può provocare diarrea Il danno epatico è raro nel bambino Neuropatie periferiche, rarissime, possono comparire in caso di carenza di vitamina B6 (lattanti, malnutruizione) Effetti collaterali isoniazide

23 Domani mattina verranno eseguite le Mantoux ai bambini e agli insegnanti delle due classi interessate Scuola elementare alle ore 9.00 Scuole materna alle ore VENERDI MATTINA LA LETTURA Operatività

24 MERCOLEDI 19 GIOVEDI 20 pomeriggio visita pediatrica presso ambulatorio vaccinale Ponte di Piave Bambini scuola materna età inferiore 5 anni

25 Bambini positivi: visita e radiografia del torace Negativi età inferiore 5 anni: consegna sciroppo isoniazide Negativi età superiore 5 anni: fine prima parte Venerdì lettura Mantoux

26 Il controllo a distanza di 8 settimane verrà eseguito il giorno martedì 12 febbraio e sarà letto venerdì 15 febbraio 2^ test Mantoux

27 Comunicazioni Incontro con genitori e scuola per spiegare e rispondere alle domande Relazione per i genitori e la scuola alla fine della prima valutazione sabato o lunedì mattina. sia accertabile


Scaricare ppt "Casi di tubercolosi familiare prevenzione nelle scuole Ponte di Piave 17 dicembre 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google