La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 D. Lgs. 81 del 9.4.2008 come modificato dal D.Lgs. 106 del 3.8.09 MIGLIORAMENTO SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO MIGLIORAMENTO SICUREZZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 D. Lgs. 81 del 9.4.2008 come modificato dal D.Lgs. 106 del 3.8.09 MIGLIORAMENTO SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO MIGLIORAMENTO SICUREZZA."— Transcript della presentazione:

1 1 D. Lgs. 81 del come modificato dal D.Lgs. 106 del MIGLIORAMENTO SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO MIGLIORAMENTO SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO TITOLO I - Sezione V SORVEGLIANZA SANITARIA

2 2 Definizioni - (Art. 2) TITOLO I - Sezione V Sorveglianza Sanitaria SORVEGLIANZA SANITARIA: insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro,ai fattori di rischio professionali e alle modalita' di svolgimento dell'attivita' lavorativa MEDICO COMPETENTE: medico in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali previsti dalla legge,che collabora con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei rischi ed e' nominato dallo stesso per effettuare la sorveglianza sanitaria e per tutti gli altri compiti di cui al presente decreto

3 3 OBBLIGHI di DATORE DI LAVORO e DIRIGENTE inerenti la Sorveglianza sanitaria ( Art. 18 comma 1) OBBLIGHI di DATORE DI LAVORO e DIRIGENTE inerenti la Sorveglianza sanitaria ( Art. 18 comma 1) a) Nominare il medico competente nei casi previsti c) Affidare i compiti ai lavoratori tenendo conto delle capacità e condizioni degli stessi in rapporto alla loro salute e sicurezza bb) Vigilare che i lavoratori soggetti alla sorveglianza sanitaria non vengano adibiti alla mansione senza il giudizio di idoneità g) Inviare i lavoratori alla visita medica entro le scadenze previste dal programma di sorveglianza sanitaria e richiedere al MC losservanza degli obblighi previsti a suo carico g-bis ) nei casi di sorvelgianza sanitaria dellart.41, comunicare tempestivamente al MC la cessazione del rapporto di lavoro

4 4 OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE - (Art. 25) Collabora con il DDL e il SPP alla valutazione dei rischi, alla predisposizione delle misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei lavoratori, allattività di formazione, informazione e alla organizzazione del primo soccorso Collabora alla attuazione e valorizzazione di programmi volontari di promozione della salute Programma ed effettua la sorveglianza sanitaria di cui allart.41 attraverso protocolli sanitari definiti in funzione dei rischi specifici e tenendo in considerazione gli indirizzi scientifici più avanzati.

5 5 OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE - (Art. 25) Istituisce, aggiorna e custodisce, sotto la propria responsabilità, una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore su formato cartaceo o informatizzato. La cartella è conservata con salvaguardia del segreto professionale presso il luogo di custodia concordato al momento della nomina, salvo il tempo strettamente necessario per lesecuzione degli accertamenti e la trascrizione dei risultati. Consegna al DDL, alla cessazione dellincarico, la documentazione sanitaria in suo possesso, con salvaguardia del segreto professionale Consegna al lavoratore, alla cessazione del rapporto di lavoro, copia della cartella sanitaria e di rischio. Loriginale della cartella va conservato da parte del datore di lavoro per almeno dieci anni.

6 6 Fornisce informazioni ai lavoratori e al RLS sul significato della sorveglianza sanitaria e sulla necessità di sottoporsi ad accertamenti anche dopo la cessazione dellattività in caso di esposizione ad agenti con effetti a lungo termine Informa ogni lavoratore dei risultati della sorveglianza sanitaria, e a richiesta dello stesso gli rilascia copia della documentazione Comunica per iscritto, in occasione della riunione periodica, al DDL, allRSPP e allRLS i risultati anonimi collettivi della sorveglianza sanitaria e fornisce indicazioni sul significato di detti risultati ai fini dellattuazione delle misure di prevenzione OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE - (Art. 25)

7 7 Visita gli ambienti di lavoro almeno una volta allanno, o a cadenza diversa stabilita in base alla valutazione dei rischi; la periodicità diversa dallannuale va comunicata al DDL ai fini della annotazione nel DVR Partecipa alla programmazione del controllo dellesposizione dei lavoratori i cui risultati gli sono forniti con tempestività OBBLIGHI DEL MEDICO COMPETENTE - (Art. 25) Autocertifica al Ministero della Salute il possesso dei titoli e dei requisiti di cui allart.38 (in prima applicazione entro il 15 novembre 2008)

8 8 Titoli necessari per svolgere le funzioni di medico competente: a) specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica; b) docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia e igiene del lavoro o in clinica del lavoro; c) autorizzazione di cui all'articolo 55 del decreto legislativo 277/ 1991; d) specializzazione in igiene e medicina preventiva o in medicina legale d-bis) con esclusivo riferimento a FFAA, CC, PS, GdF, svolgimento di attività di medico nel settore del lavoro per almeno 4 anni TITOLI E REQUISITI DEL MEDICO COMPETENTE (Art. 38) I medici in possesso dei titoli di cui al comma 1, lettera d), sono tenuti a frequentare appositi percorsi formativi universitari (a meno che non svolgessero la attività al 15/5/08 o lavessero svolto per almeno 1 anno nel triennio precedente) Per lo svolgimento delle funzioni di medico competente e' altresì necessario partecipare ai programmi di formazione ECM (almeno 70% dei crediti nella disciplina medicina del lavoro) Viene istituito un elenco dei medici competenti presso il Ministero della salute.

9 9 SVOLGIMENTO DELLATTIVITA DI MEDICO COMPETENTE (Art. 39) L'attivita' di medico competente e' svolta secondo i principi della medicina del lavoro e del codice etico della Commissione internazionale di salute occupazionale (ICOH). Il medico competente svolge la propria opera in qualita' di: a) dipendente o collaboratore di una struttura esterna pubblica o privata, convenzionata con l'imprenditore; b) libero professionista; c) dipendente del datore di lavoro. Il dipendente di una struttura pubblica, assegnato agli uffici che svolgono attivita' di vigilanza, non puo' prestare, ad alcun titolo e in alcuna parte del territorio nazionale, attivita' di medico competente.

10 10 SVOLGIMENTO DELLATTIVITA DI MEDICO COMPETENTE (Art. 39) Il datore di lavoro assicura al medico competente le condizioni necessarie per lo svolgimento di tutti i suoi compiti garantendone l'autonomia. Il medico competente può avvalersi, per accertamenti diagnostici, della collaborazione di medici specialisti scelti in accordo con il datore di lavoro che ne sopporta gli oneri. Nei casi di aziende con piu' unita' produttive, di gruppi d'imprese nonche' qualora la valutazione dei rischi ne evidenzi la necessità, il datore di lavoro può nominare più medici competenti individuando tra essi un medico con funzioni di coordinamento.

11 11 RAPPORTI DEL MEDICO COMPETENTE CON IL S.S.N. (Art. 40) Il medico competente trasmette ai SPSAL competenti per territorio le informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, elaborati evidenziando le differenze di genere (secondo modello in allegato 3B) La trasmissione deve essere fatta esclusivamente per via telematica entro il primo trimestre dell'anno successivo. Entro il 31/12/09 con DM saranno definiti i contenuti degli allegati 3A e 3B e le modalità di trasmissione delle informazioni dellallegato 3B. Gli obblighi di redazione e trasmissione dellallegato 3B decorreranno dallentrata in vigore del DM. Le Regioni a loro volta trasmettono le informazioni, aggregate dalle aziende sanitarie locali, all'ISPESL.

12 12 SORVEGLIANZA SANITARIA (Art. 41) La sorveglianza sanitaria e' effettuata dal medico competente: a) nei casi previsti: - dalla normativa vigente direttive europee) - dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva art.6 (eliminato il riferimento alle direttive europee) b) qualora il lavoratore ne faccia richiesta e la stessa sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi lavorativi. La sorveglianza sanitaria comprende: a) visita medica preventiva b) visita medica periodica (di norma una volta l'anno) c) visita medica su richiesta del lavoratore, d) visita medica in occasione del cambio della mansione e) visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti e-bis) visita medica preventiva in fase preassuntiva e-ter) visita medica precedente alla ripresa del lavoro, a seguito dellassenza per motivi di salute di durata superiore a 60 gg.

13 13 SORVEGLIANZA SANITARIA (Art. 41) Le visite mediche possono essere svolte in fase preassuntiva, su scelta del datore di lavoro, - dal medico competente - o dai dipartimenti di prevenzione delle ASL. La scelta dei dipartimenti di prevenzione non è incompatibile con lart. 39 comma 3

14 14 SORVEGLIANZA SANITARIA (Art. 41) Le visite mediche non possono essere effettuate: a) per accertare stati di gravidanza; b) negli altri casi vietati dalla normativa vigente. (sanzione a carico sia del MC che del DDL) Le visite mediche sono a cura e spese del datore di lavoro e comprendono gli esami clinici e biologici e indagini diagnostiche mirati al rischio ritenuti necessari dal medico competente. Nei casi ed alle condizioni previste dall'ordinamento, sono ANCHE finalizzate alla verifica di assenza di condizioni di alcol-dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti (escluse quelle su richiesta del lavoratore e a fine rapporto di lavoro). Entro il 31/12/2009 verranno rivisitate le condizioni e le modalità per laccertamento della tossicodipendenza e dellalcoldipendenza

15 15 Sulla base dei risultati delle visite mediche il MC esprime il giudizio di idoneità alla mansione specifica Tutti i giudizi di idoneità devono essere espressi per iscritto e consegnati in copia a DDL e lavoratore Avverso tutti i giudizi del medico competente, compresi quelli in fase preassuntiva, e' ammesso ricorso, entro trenta giorni dalla data di comunicazione del giudizio medesimo, all'organo di vigilanza In caso di giudizio di inidoneità temporanea vanno precisati i limiti temporali di validità. SORVEGLIANZA SANITARIA e IDONEITA (Artt. 41) Gli esiti della V.M. vanno allegati alla cartella sanitaria e di rischio secondo i requisiti minimi dellallegato 3 A, predisposta su formato cartaceo o informatizzato Sulla base dei risultati delle visite mediche il MC esprime il giudizio di idoneità alla mansione specifica Tutti i giudizi di idoneità devono essere espressi per iscritto e consegnati in copia a DDL e lavoratore Avverso tutti i giudizi del medico competente, compresi quelli in fase preassuntiva, e' ammesso ricorso, entro trenta giorni dalla data di comunicazione del giudizio medesimo, all'organo di vigilanza In caso di giudizio di inidoneità temporanea vanno precisati i limiti temporali di validità. SORVEGLIANZA SANITARIA e IDONEITA (Artt. 41) Gli esiti della V.M. vanno allegati alla cartella sanitaria e di rischio secondo i requisiti minimi dellallegato 3 A, predisposta su formato cartaceo o informatizzato

16 16 Il datore di lavoro in relazione ai giudizi di idoneità attua le misure indicate dal MC e, in caso di inidoneita' alla mansione specifica adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni equivalenti o, in difetto, a mansioni inferiori, garantendo il trattamento corrispondente alle mansioni di provenienza. Non è più scritto espressamente in questo articolo ma ovviamente la nuova mansione deve essere compatibile con lo stato di salute del lavoratore SORVEGLIANZA SANITARIA e IDONEITA (Art. 42)


Scaricare ppt "1 D. Lgs. 81 del 9.4.2008 come modificato dal D.Lgs. 106 del 3.8.09 MIGLIORAMENTO SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI SUL LUOGO DI LAVORO MIGLIORAMENTO SICUREZZA."

Presentazioni simili


Annunci Google