La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Proprietà dei materiali meccaniche modulo elastico carico di snervamento resistenza a trazione durezza tenacità tenacità a frattura resistenza a fatica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Proprietà dei materiali meccaniche modulo elastico carico di snervamento resistenza a trazione durezza tenacità tenacità a frattura resistenza a fatica."— Transcript della presentazione:

1 Proprietà dei materiali meccaniche modulo elastico carico di snervamento resistenza a trazione durezza tenacità tenacità a frattura resistenza a fatica resilienza modulo di creep tempo di rilassamento fisiche superficiali tribologiche produttive estetiche economiche

2 Sforzo: Rapporto tra la forza (F) applicata ad un corpo e la sezione (A) su cui essa agisce.

3 Stati semplici di sforzo trazione semplicecompressione semplice taglio semplice compressione uniforme

4 (1) trazione semplice e compressione semplice (2) taglio semplice (3) compressione uniforme

5

6

7

8 Deformazione: risposta del materiale allo sforzo applicato

9 Stato di sforzo determinato da due forze applicate lungo la stessa direzione, uguali ed opposte. TRAZIONE: se il corpo tende ad allungarsi COMPRESSIONE: se il corpo tende ad accorciarsi 1. Trazione e compressione semplice

10 Consideriamo un corpo di sezione resistente A 0 e lunghezza l 0 sottoposta ad una forza F, che si allunga fino a raggiungere la lunghezza l : sforzo (nominale) = Sforzo nominale (  n ) sezione (iniziale) forza Unità di misura (sistema SI) forza Newton N sforzo Pascal (Pa) N/m 2 spesso... MPa MN/m 2 o N/mm 2

11 Consideriamo un corpo di sezione resistente A 0 e lunghezza l 0 sottoposta ad una forza F, che si allunga fino a raggiungere la lunghezza l, la risposta del materiale allo sforzo applicato è data da: deformazione (nominale) = Deformazione nominale (  n ) lunghezza (iniziale) lunghezza finale- lunghezza iniziale Unità di misura (sistema SI) adimensionale m/m mm/mm

12

13 Comportamento elastico

14 Modulo elastico Misura della entità della deformazione elastica di un materiale in seguito all’applicazione di uno sforzo. Cosa è ?

15 Relazione sforzo-deformazione In campo elastico per piccole deformazioni, la deformazione è proporzionale allo sforzo applicato (legge di Hook). Il coefficiente di proporzionalità è il MODULO di YOUNG e misura la resistenza dei materiali alla deformazione elastica per stati di sforzo di trazione o compressione semplice.  = sforzo applicato (MPa)  = deformazione (adimensionle) Modulo di Young

16

17 Valori del modulo di Young (E) La deformazione che un materiale subisce dipende dal tipo di materiale. metalli…… GPa ceramici…… GPa diamante… GPa polimeri…… 2-8 GPa legno……… GPa

18 Modulo di Poisson ( ) Unità di misura adimensionale Deformazione longitudinale Deformazione trasversale o laterale

19 l0l0 l A0A0 F F x z y

20 Valori del modulo di Poisson (  ) materiali metallici  = materiali polimeri 0.4 <  < 0.5 elastomeri (o gomme)  = 0.5

21 2. Taglio Stato di sforzo determinato da una coppia di forze (S) che agisce su due superfici parallele di area A Sforzo di taglio= forza di taglio sezione Unità di misura (sistema SI) sforzo Pa N/m 2 sforzo MPa MN/m 2

22 Deformazione di taglio Il materiale soggetto ad uno sforzo di taglio si deforma spostando uno rispetto all’altro i due piani. Il rapporto tra lo spostamento a che si verifica tra due piani a distanza h è definita deformazione di taglio (  ).  (radianti) angolo di scostamento tra le due superfici (per angoli piccoli  Unità di misura (sistema SI) adimensionale m/m mm/mm

23 Relazione sforzo-deformazione  = G  In campo elastico per piccole deformazioni, la legge di Hook correla lo sforzo di taglio (  ) alla deformazione (  ) : Modulo elastico di taglio

24 (c) sollecitato a taglio (a) non sollecitato (b) sollecitato a trazione (c) sollecitato a taglio Variazione di volume

25 (a) trazione o compressione Per un generico provino di dimensioni iniziali X 0 Y 0 Z 0 Sviluppando e trascurando i termini infinitesimi del secondo ordine o superiori si ottiene:

26 coefficiente di Poisson zzzz

27 a c b d (b) taglio semplice Deformazione di taglio  aa’/ad, l’allungamento lungo db è equivalente alla contrazione lungo ac.

28 Relazione tra moduli e coefficiente di Poisson

29 Stati semplici di sforzo trazione semplicecompressione semplice taglio semplice compressione uniforme

30 3. Compressione uniforme Sforzo (P) Deformazione  Modulo elastico comprimibilità 

31 Il modulo elastico dipende dalla forza dei legami interatomici e dalla struttura del materiale. Modulo elastico Da cosa dipende ?

32 Le forze che tengono uniti gli atomi (legami interatomici) agiscono come piccole molle. La struttura è determinata dalla disposizione degli atomi e dal numero di legami per unità di volume.

33

34 r0r0 rDrD r0r0 rDrD attrazione repulsione


Scaricare ppt "Proprietà dei materiali meccaniche modulo elastico carico di snervamento resistenza a trazione durezza tenacità tenacità a frattura resistenza a fatica."

Presentazioni simili


Annunci Google