La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paesaggi Rurali Arch.Silvana Garufi Associazione RURALIA Responsabile Nodo nord-Ovest.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paesaggi Rurali Arch.Silvana Garufi Associazione RURALIA Responsabile Nodo nord-Ovest."— Transcript della presentazione:

1 Paesaggi Rurali Arch.Silvana Garufi Associazione RURALIA Responsabile Nodo nord-Ovest

2

3

4

5 Paesaggio…..riflettiamo un attimo su questo termine; si parla molto di paesaggio sopratutto negli ultimi ventanni: paesaggio agrario, paesaggio urbanizzato, paesaggio periurbano,….. si moltiplicano convegni, mostre, incontri….. parlano gli esperti e si coinvolge la popolazione come vuole la Convenzione Europea del Paesaggio che invita alla partecipazione, alla condivisione, al rispetto delle popolazioni e delle tradizioni locali. Ma di paesaggio ne parla anche la nostra Costituzione allart.9 ed i Codice dei Beni Culturali che modificando le precedenti leggi di tutela stabilisce ruoli e modalità per applicare la tutela stessa, la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali tra cui è compreso anche il paesaggio. Ma di quale paesaggio parliamo, certamente di quello che ci circonda, di quello che abbiamo sotto gli occhi quotidianamente, di quello che luomo ha costruito nei secoli, perché il paesaggio che è pervenuto a noi oggi, non è un paesaggio naturale, ma un paesaggio antropizzato, costruito, modificato e spesso stravolto e mortificato.

6

7 Sotto questo aspetto la nozione di paesaggio che noi possiamo assumere è quella della forma che luomo imprime al paesaggio per sviluppare la sua attività produttrice ed il concetto di paesaggio evolutivo.

8

9 È dunque questo concetto che noi adottiamo soprattutto alla luce della CEP, convezione europea del paesaggio, bisogna percepire che si può gestire il territorio nellidentità del paesaggio, vale a dire allinterno del frutto del lavoro di generazioni di agricoltori, legati a motivazioni di sviluppo e scelte di utilizzo del territorio.

10

11 Di conseguenza le azioni di protezione del paesaggio, non devono essere solo forme di protezione dei valori estetici ma devono perseguire il controllo e la direzione degli interventi.

12

13

14

15

16

17

18 Se percorriamo lItalia dalla val dAosta alla Sicilia abbiamo un susseguirsi di immagini e percezioni diverse, perché il paesaggio cambia ad ogni kilometro, colline, pianura, montagna, mare laghi, fiumi è una ricchezza incommensurabile, una peculiarità che gli altri ci invidiano e che abbiamo lobbligo morale di mantenere per trasmetterlo alle generazioni future.

19

20 Ma la diversità dei nostri paesaggi è dovuta anche alla diversificazione delle colture: mais, vigna, grano olivi ortaggi noccioli castagne …è così che siamo in grado di comprendere se siamo in un territorio di pianura, di collina o di montagna, ma gli odori hanno il loro valore nelle nostre valutazioni di gradimento di un paesaggio: ci colpisce il profumo della legna bruciata o lodore del mare.

21

22 La campagna ci da il trascorrere del tempo con la successione delle stagioni :lo stesso paesaggio in primavera estate autunno inverno assume colori e forme diverse

23

24

25

26

27

28 Ma ancora lo stesso prodotto è coltivato con tecniche diverse a seconda della regione che lo produce, vigneti a reggipoggio o a ritocchino, su pergola o filari; grano in grande distese in Basilicata o in piccoli appezzamenti, frutteti ad andamento naturale, a filari, a spalliera. Abitati rurali sparsi o raggruppati in piccoli borghi.

29

30 Labbandono e Il degrado

31

32

33

34

35

36

37

38 TUTTO CIO RAPRESENTA UNA RICCHEZZA ED UNOPPORTUNITA Ma anche leterno contendere tra il costruito ed il rurale, per gli urbanisti il territorio non edificato è solo suolo necessario alla nuova espansione urbana, non è campagna produttrice di alimento e come tale indispensabile alla città oltre che alla ricchezza dellanima. Il patrimonio storico di cascine ed edificato rurale è stato svenduto come materiale da demolire per far posto al nuovo edificato. Si assiste ogni giorno al degrado e poi al crollo di innumerevoli architetture rurali di pregio lasciate in ABBANDONO senza manutenzione volontariamente in attesa che crolli. Peggio ancora….quando in virtù di una necessaria nuova espansione si aggredisce e consuma il paesaggio,scavando monti e fiumi.

39

40 Riconoscere la propria identità

41

42

43

44

45

46

47

48

49

50 IDENTITA E importante raggiungere la consapevolezza dei valori che ci appartengono, per poterli conservare e valorizzare COMPRENDERE CHE IL PAESAGGIO PUO ESSERE una RISORSA. RURALIA Diffondere la conoscenza anche con gli auguri Sensibilizzare la amministrazioni pubbliche (Cassagna) Innovare i prodotti (api in vacanza) Informare e formare fin da piccoli Spingere alla scelta di specie autoctone Manutenzionare i boschi e spingere per una nuova politica della montagna Proteggere le colture BUONE PRATICHE Riserve naturali Recupero dei borghi agricoli :tipologie, tecniche e materiali Nuove funzioni dellagricoltura: agriturismo latte crudo KM zero, vendita diretta orto in affitto… Allevamento anche in case storiche Restauro del paesaggio

51

52 Buone pratiche

53

54

55

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67 La Bagaggera

68

69

70

71 Nuove ESIGENZE Serve quindi tener conto anche della nuova domanda della società perché il paesaggio è un valore che dobbiamo GESTIRE (LIRE)in termini di economia e di valorizzazione estetica e culturale legata ad una domanda di sviluppo di nuovi servizi. PRODOTTI TIICI E GASTRONOMIA

72

73

74 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Paesaggi Rurali Arch.Silvana Garufi Associazione RURALIA Responsabile Nodo nord-Ovest."

Presentazioni simili


Annunci Google