La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’IMPRESA E L’ECOSISTEMA Le problematiche relative ai rifiuti Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Economia “Federico Caffè” Corso di economia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’IMPRESA E L’ECOSISTEMA Le problematiche relative ai rifiuti Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Economia “Federico Caffè” Corso di economia."— Transcript della presentazione:

1 L’IMPRESA E L’ECOSISTEMA Le problematiche relative ai rifiuti Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Economia “Federico Caffè” Corso di economia ambientale impresa sostenibile Ing. Maurizio Piacentini

2 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti Produzione rifiuti U.E.: 2 miliardi di tonnellate/anno I più virtuosi I più inadempienti Regno Unito Grecia Irlanda Italia Danimarca Olanda Lussemburgo Svezia

3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti RACCOLTA DIFFERENZIATA RACCOLTA INDIFFERENZIATA Fraz. organiche Rifiuti domestici Potature Fraz. secche Carta Cartone Plastica Vetro Compost Impianti di selezione AgricoloRiciclaggio TBM Mat. ferrosi Vetro Fraz. SeccaFraz. umida RicicloCDRDiscarica

4 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia

5 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Discarica:49% Trattamento Meccanico Biologico (TBM):23% Incenerimento:10% Produzione di compost:6% Altro:12% Discarica:Nord: 29%Centro: 68%Sud: 80%

6 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Discarica:  Sito di confinamento di rifiuti solidi e liquidi provenienti dalle città e dalle industrie Spesso ex cave Impermeabilizzazioni del suolo  Requisiti specifici del sito:  Importanti opere preliminari: Rete raccolta e fuoriuscita biogas  Importanti opere preliminari: Copertura con terreno vegetale  Reintegrazione nell’ambiente

7 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Produzione di CDR ( Combustibile Derivato dai Rifiuto)  È uno dei prodotti derivato dal trattamento meccanico biologico (TBM) QUANTITATIVI AMMESSI (in peso) ≤ 50%  Elevato potere calorico dato dalla presenza di plastiche, carta e prodotti derivati dal petrolio  Soluzione in evidente contrasto con le politiche del riciclaggio ECOBALLE  Confezionato in blocchi simili a balle di fieno: INCENERITORI - TERMOVALORIZZATORI  Destinazioni ECOBALLE:

8 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Quale è la differenza tra Inceneritore e Termovalorizzatore? Opera solo una distruzione dei rifiuti TERMOVALORIZZATORE Produce energia INCENERITORE

9 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Modalità di smaltimento oggetto di contestazioni TERMOVALORIZZATORE Produce energia Energia necessaria per incenerire : 3 – 4 volte superiore a quella che si riesce ad ottenere dal processo Non avrebbe mercato se non fosse incentivata da denaro pubblico Produzione di diossina ed altri gas dannosi per l’ambiente

10 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia TERMOVALORIZZATORE Produce energia 1 Tonnellata di rifiuti: Circa 500 kWh di energia Rifiuti Camera di combustione Temp. di esercizio: 800 – 1000 °C Permanenza: 1 h° Fumi caldiCaldaiaVapore TurbinaENERGIA Metalli Filtro Discarica Rilascio in atmosfera

11 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia Processo aerobico di decomposizione biologica COMPOST Processo di decomposizione Degradazione della frazione organica ad opera di funghi e batteri Sviluppo di temperatura Processo aerobico Presenza di ossigeno nel processo di decomposizione I fase:Fase MesofilaTemperatura tra i 20 – 45 °C II fase:Fase TermofilaTemperatura tra i 70 – 80 °C MATURAZIONE:9-12 MESI

12 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia  Industriale SISTEMI DI COMPOSTAGGIO Tecnica del cumulo  Domestico VantaggiSvantaggi Necessita di un certo spazio tipo giardino o orto Soluzione semplice e più vicina al processo naturale

13 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia SISTEMI DI COMPOSTAGGIO Composter  Domestico VantaggiSvantaggi Rischio di ristagni d’acqua Piccoli spazi Tempi di maturazioni più rapidi del cumulo No contributo da microorganismi del terreno

14 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia BIOCOMBUSTIBILE  Fonte di energia rinnovabile ottenuta dalla conversione dei rifiuti organici di natura vegetale o animale in combustibili per mezzi di trasporto Non sufficienti i soli rifiuti organiciPiante di canna da zucchero o cereali Produzione non piu finalizzata al nutrimento RIPERCUSSIONI ECONOMICHE SUL MERCATO DEI CEREALI, GRANO E LORO DERIVATI

15 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia BIOCOMBUSTIBILE 900 Kg di Biocombistibile 1 ha di terreno agricolo Consumo medio veicolo:1000 Kg/anno Veicoli circolanti in Italia:Circa Sup. terreno coltivabile:Circa ha Intera superficie del territorio italiano, non sufficiente a soddisfare il fabbisogno del parco macchine Ricerca di territorio coltivabile in paesi in via di sviluppo

16 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia BIOCOMBUSTIBILE GRANO - CEREALI Ricerca di territorio coltivabile in paesi in via di sviluppo Diminuzione dei terreni destinati alla produzione alimentare PANE - PASTA AUMENTO DELLA POVERTA E DELLA FAME NEL MONDO

17 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Lo smaltimento dei rifiuti in Italia BIOCOMBUSTIBILE ENORME IMPATTO AMBIENTALE : Aumento della deforestazione per ricavare aree coltivabili Enorme dispendio di risorse idriche CONVENIENZA? INCENTIVI EUROPEI Molto più elevati di quelli destinati all’agricoltura Richiesta di combustibili alternativi dovuta all’ aumento del greggio Grazie agli incentivi: prezzo di produzione/litro del biocombustibile del tutto paragonabile se non inferiore a quello tradizionale

18 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l.

19 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l.

20 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l.

21 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Attività di produzione:Costruzione e Demolizione Attività economica Rifiuti speciali Il produttore ha due possibilità:  Smaltimento  Recupero Discarica Impianto di recupero

22 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Discarica:Costruzione e Demolizione  Sono localizzate in cave dismesse  Recupero della morfolocia originaria del terreno tramite un ripristino ambientale  Vengono riempite fino a completamento  Ultimi 2 metri di terreno vegetale  Coltivazione non destinata ad uso alimentare Duplice scopo:  Smaltimento del rifiuto

23 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Post Operam Ante Operam

24 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Impianti di recupero: Carico Frantumazione Sistema di pulizia Vagliatura Frazioni Ferrose Frazioni Leggere Scarto Recupero Produzione di Materie Prime Seconde (MPS)

25 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Impianti di recuperoImportante valenza ambientale  Le discariche si esauriscono, così come i siti idonei ad ospitarle  Sostituzione da parte delle MPS degli inerti naturali in alcuni campi di applicazione Minore utilizzo delle risorse naturali e quindi minor degrado del paesaggio Campi di utilizzo delle MPS:  Calcestruzzo a bassa resistenza  Riempimenti  Sottofondi stradali

26 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Impianti di recuperoBenefici economici  Il produttore non paga la tassa sui rifiuti (cosa di cui è obbligato se smaltisse i rifiuti in discarica)  L’aggregato riciclato (MPS) ha un prezzo di acquisto nettamente inferiore rispetto a quello naturale MINOR COSTO DI SMALTIMENTO

27 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti IMPIANTO DI RECUPERO VSDISCARICA

28 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Impianto di recuperoDiscarica 5/6 addetti2/3 addetti AltoContenuto Macchinari e delle pale meccaniche Solo pale meccaniche Infinito…7-8 anni..se bastano!! Relativamente breve…circa 2 anni Costo del personale Investimento iniziale Manutenzione Iter autorizzativo

29 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Un esempio concreto: la gestione dei rifiuti inerti Impianto di recuperoDiscarica DifficileFacile Reperimento sito idoneo Durata Limitata alla capacità della discarica Illimitata (il 98% dei rifiuti viene recuperato in MPS, il 2% è ferro, carta e plastica) In sintesi: Discarica conveniente nel breve periodo ma è un investimento destinato ad un termine Un impianto di recupero dura nel tempo ma gestirlo richiede una capacità imprenditoriale e rappresenta una vera e propria attività commerciale

30 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l.

31 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Il fenomeno dell’abusivismo Investe qualsiasi soggetto ai più svariati livelli, non soltanto la criminalità organizzata  Imprenditore di una attività  Trasportatore dei rifiuti  Gestori degli impianti di smaltimento/recipero  Persone comuni

32 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Il fenomeno dell’abusivismo  Abbandono sul territorio  Riutilizzo illegale nei cantieri edili o nelle cave  Abbandono nei cassonetti Smaltire regolarmente i rifiuti ha un costoSi risparmia nell’irregolarità Modalità di smaltimento “alternativo”

33 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Il fenomeno dell’abusivismo Produzione pro capite annuale rifiuti da C&D (dati ANPAR 2001)540kg/anno Media 510kg/anno Centro Abitanti Comune di Roma (dati 2008) Rapporto Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile kg/anno Produzione di rifiuti da C&D da parte del Comune di Roma t

34 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Il fenomeno dell’abusivismo Produzione pro capite annuale rifiuti da C&D (dati ANPAR 2001)540kg/anno Media 510kg/anno Centro Abitanti Comune di Roma (dati 2008) Rapporto Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile kg/anno Produzione di rifiuti da C&D da parte del Comune di Roma t Rifiuti da C&D smaltiti ( dati 2008) Rifiuti da C&D smaltiti nei normali cassonetti ( dati AMA) t 53% VIENE SMALTITO IRREGOLARMENTE t t

35 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 Corso di Economia Ambientale Università degli studi di Roma 3 L’IMPRESA E l’ECOSISTEMA – Le problematiche relative ai rifiuti Ing. Maurizio Piacentini Soc. ECO LOGICA 2000 S.r.l. Il fenomeno dell’abusivismo Ripercussioni economiche sulla collettività Bonifica terreno rifiuti smaltiti abusivamente€ Danno Ambientale € Rifiuti da C&D smaltiti nei normali cassonetti70 €/t € Discarica9.72 €/t € €/t


Scaricare ppt "L’IMPRESA E L’ECOSISTEMA Le problematiche relative ai rifiuti Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Economia “Federico Caffè” Corso di economia."

Presentazioni simili


Annunci Google