La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lequatore terrestre e la forma della terra. Schema riassuntivo dellinterno della terra Nucleo: raggio 3400 Km – composizione : ferro e nichel Mantello:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lequatore terrestre e la forma della terra. Schema riassuntivo dellinterno della terra Nucleo: raggio 3400 Km – composizione : ferro e nichel Mantello:"— Transcript della presentazione:

1 Lequatore terrestre e la forma della terra

2 Schema riassuntivo dellinterno della terra Nucleo: raggio 3400 Km – composizione : ferro e nichel Mantello: raggio 2900 Km – composizione: silicati di ferro e magnesio Crosta: spessore: 35 Km (cont.), 6-10 Km (oc.) LITOSFERA: complesso crosta-parte sup. mantello ASTENOSFERA: zona del mantello sottostante la litosfera, parzialmente fusa

3 SCOPRIAMO IL TERRITORIO il flusso di calore il flusso di calore i moti convettivi del mantello i moti convettivi del mantello La formazione della crosta terrestre: la teoria della tettonica a placche La formazione della crosta terrestre: la teoria della tettonica a placche Lorogenesi Lorogenesi Le rocce Le rocce

4 il flusso di calore Il calore che si registra sulla superficie terrestre, a parte quello dovuto alleffetto dellirraggiamento solare, è fatto di due componenti: Il calore che si registra sulla superficie terrestre, a parte quello dovuto alleffetto dellirraggiamento solare, è fatto di due componenti: 1. Lattività degli isotopi radioattivi 2. calore formato allinterno della terra, per processi di transizione di fase

5 I moti convettivi del mantello Il processo di transizione di fase. Il processo di transizione di fase. Il ferro che costituisce il nucleo, a causa dellelevata temperatura, fonde, e per densità minore risale verso il mantello, si lega con il silicio con conseguente liberazione di calore. Il ferro che costituisce il nucleo, a causa dellelevata temperatura, fonde, e per densità minore risale verso il mantello, si lega con il silicio con conseguente liberazione di calore.

6 I moti convettivi del mantello Le rocce che costituiscono la parte più profonda del mantello si riscaldano (diventano meno dense) e risalgono verso lalto Questo materiale in risalita è sostituito dalle rocce più superficiali del mantello che, più fredde, (quindi più dense) scendono verso il basso. Conseguenza: si innescano questi moti convettivi (qualche cm/anno) che determinano il movimento della crosta terrestre.

7 La formazione della crosta terrestre: la teoria della tettonica a placche Questa teoria ci spiega come avviene il processo di formazione della crosta terrestre, sia di quella oceanica che di quella continentale, partendo dal presupposto fondamentale: il motore del movimento delle placche crostali è dato dai moti convettivi nel mantello.

8 Le dorsali oceaniche: formazione di nuova crosta

9

10 Veduta aerea di una faglia a Thingvelli, Islanda, dove la dorsale medio-oceanica si eleva al di sopra del livello del mare.

11 Le fosse oceaniche: la distruzione della crosta

12 Sistema dorsali – arco fossa

13 Lorogenesi E' l'insieme dei fenomeni geologici che portano alla formazione delle catene montuose, spiegabile con varie ipotesi, tra le quali quella della tettonica a zolle. E' l'insieme dei fenomeni geologici che portano alla formazione delle catene montuose, spiegabile con varie ipotesi, tra le quali quella della tettonica a zolle. tettonica a zolletettonica a zolle Dallo studio delle rocce, risulta che in passato si sono avute molte orogenesi: Dallo studio delle rocce, risulta che in passato si sono avute molte orogenesi: le più antiche risalgono a 2,5 miliardi di anni fa: si sono formate le montagne dell'America settentrionale e dell'Africa le più antiche risalgono a 2,5 miliardi di anni fa: si sono formate le montagne dell'America settentrionale e dell'Africa 2 miliardi di anni fa: Asia 2 miliardi di anni fa: Asia 1,2 miliardi di anni fa: Europa settentrionale (le Alpi, si parla in questo caso di "orogenesi alpina"). 1,2 miliardi di anni fa: Europa settentrionale (le Alpi, si parla in questo caso di "orogenesi alpina"). orogenesi alpinaorogenesi alpina

14 Schema tipico di una zona di orogenesi

15 Le rocce che costituiscono il pianeta terra DEFINIZIONI Una roccia è un aggregato di minerali. Un minerale è una fase pura che risponde a una precisa formula chimica Le rocce ignee Le rocce ignee Le rocce metamorfiche Le rocce metamorfiche Le rocce sedimentarie Le rocce sedimentarie

16 Le rocce ignee Sono rocce che si formano dalla solidificazione di un magma Sono rocce che si formano dalla solidificazione di un magma Il magma è una massa di materiale per lo più silicatico con una serie di elementi volatili, fusa e ad elevata temperatura. Il magma è una massa di materiale per lo più silicatico con una serie di elementi volatili, fusa e ad elevata temperatura.

17 Le rocce ignee Le rocce ignee si dividono in: Rocce effusiveRocce eruttive Rocce acide : o sialiche, derivanti da magmi ricchi di Si e Al Rocce basiche: o femiche, derivanti da magmi ricchi di Fe, Mg e Ca

18 Le rocce ignee 1. Esempio di basalto 2. Esempio di quarzo

19 Le rocce metamorfiche Sono rocce che derivano da variazioni di rocce preesistenti, che subiscono cambiamenti a causa di condizioni di pressione e temperatura elevate. La roccia più antica mai ritrovata è uno GNEISS (roccia metamorfica) che è stata datata esattamente 3,962 MLD di anni.

20 Gneiss archeani, di circa 2800 Ma di età – affioranti a Nensen Bugt, Umivik, Groenlandia

21 Le rocce sedimentarie Sono rocce formate a spese di rocce preesistenti. Sono rocce formate a spese di rocce preesistenti. I processi che portano allaccumulo dei materiali derivanti dal disfacimento delle rocce preesistenti si chiamano processi sedimentari. I processi che portano allaccumulo dei materiali derivanti dal disfacimento delle rocce preesistenti si chiamano processi sedimentari. I processi che portano alla trasformazione dellaccumulo in roccia sono chiamati processi diagenetici. I processi che portano alla trasformazione dellaccumulo in roccia sono chiamati processi diagenetici.

22 Le rocce sedimentarie Le rocce sedimentarie di dividono in: Rocce clastiche o detritiche (Arenarie, argille, calcari detritici, piroclastiti ecc) Rocce organogene o biogene (Calcari organogeni, carbon fossili ecc) Rocce di origine chimica (calcari, dolomie, tarvertino)

23 Le rocce sedimentarie 1. Esempio di roccia calcarea 2. Esempio di arenaria


Scaricare ppt "Lequatore terrestre e la forma della terra. Schema riassuntivo dellinterno della terra Nucleo: raggio 3400 Km – composizione : ferro e nichel Mantello:"

Presentazioni simili


Annunci Google