La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

(BLS) Dr. Lucio Romandino. IL SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI (BLS) rianimazione cardiopolmonare (RCP) necessarie per soccorrere un paziente che:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "(BLS) Dr. Lucio Romandino. IL SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI (BLS) rianimazione cardiopolmonare (RCP) necessarie per soccorrere un paziente che:"— Transcript della presentazione:

1 (BLS) Dr. Lucio Romandino

2 IL SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI (BLS) rianimazione cardiopolmonare (RCP) necessarie per soccorrere un paziente che:  ha perso coscienza  ha una ostruzione delle vie aeree o si trova in stato di apnea per altri motivi  è in arresto cardiaco

3 OBIETTIVO PRINCIPALE  prevenzione dei danni anossici cerebrali PROCEDURE FINALIZZATE A:  prevenire l'evoluzione verso l'arresto cardiaco in caso di ostruzione respiratoria o apnea  provvedere alla respirazione e alla circolazione artificiali in caso di arresto di circolo.

4 SEGNI DI ALLARME DELL'ATTACCO CARDIACO Dolore o senso di oppressione al centro del torace o localizzato alle spalle, al collo, alla mandibola o alla parte superiore dell'addome in corrispondenza dello stomaco Dolore o senso di oppressione al centro del torace o localizzato alle spalle, al collo, alla mandibola o alla parte superiore dell'addome in corrispondenza dello stomaco Sudorazione Sudorazione Nausea Nausea Sensazione di "mancanza di respiro" e di debolezza Sensazione di "mancanza di respiro" e di debolezza I sintomi possono comparire in qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento, sia che il paziente stia facendo uno sforzo, sia che si trovi a riposo. I sintomi possono comparire in qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento, sia che il paziente stia facendo uno sforzo, sia che si trovi a riposo.

5 LA MORTE IMPROVVISA cessazione brusca ed inaspettata dell'attività circolatoria e respiratoria. cessazione brusca ed inaspettata dell'attività circolatoria e respiratoria. IL DANNO ANOSSICO CEREBRALE IL DANNO ANOSSICO CEREBRALE La mancanza di apporto di O2 alle cellule cerebrali (anossia cerebrale) produce lesioni che diventano irreversibili dopo circa 4-6 minuti di assenza di circolo. La mancanza di apporto di O2 alle cellule cerebrali (anossia cerebrale) produce lesioni che diventano irreversibili dopo circa 4-6 minuti di assenza di circolo. Le procedure del BLS atte a mantenere una ossigenazione d'emergenza possono interrompere la progressione verso una condizione di irreversibilità dei danni tissutali. Le possibilità di prevenire il danno anossico dipendono dalla rapidità e dalla efficacia delle procedure di soccorso, ed in particolare dalla corretta applicazione della Le procedure del BLS atte a mantenere una ossigenazione d'emergenza possono interrompere la progressione verso una condizione di irreversibilità dei danni tissutali. Le possibilità di prevenire il danno anossico dipendono dalla rapidità e dalla efficacia delle procedure di soccorso, ed in particolare dalla corretta applicazione della "Catena della sopravvivenza".

6 La "Catena della sopravvivenza" accesso precoce al sistema di emergenza inizio precoce delle procedure di BLS (con particolare riferimento al BLS messo in atto dalle persone presenti) defibrillazione precoce, cioè arrivo precoce sul posto di un'equipe in grado di praticare la defibrillazione inizio precoce del trattamento intensivo.

7 LA SEQUENZA DEL BLS  Sicurezza dello scenario  incolumità personale  incolumità personale  possibilità di azione  possibilità di azione

8 LA SEQUENZA DEL BLS stato di coscienza e prime vie aeree ==> A stato di coscienza e prime vie aeree ==> A presenza di attività respiratoria ==> B presenza di attività respiratoria ==> B presenza di attività circolatoria ==> C presenza di attività circolatoria ==> C A. Apertura delle vie aeree (Airway) B. Bocca-a-bocca (Breathing) C. Compressioni toraciche (Circulation) SEQUENZA VALUTAZIONE

9 VALUTAZIONE DELLO STATO DI COSCIENZA  chiama a voce alta  scuotila delicatamente.   chiama aiuto   posiziona la vittima su un piano rigido o a terra, allineando il capo, il tronco e gli arti.

10 A (airway) - APERTURA DELLE VIE AEREE POSIZIONE: Inginocchiati alla testa del soggetto  palmo delle mani sulle tempie  pollici sulla fronte  le altre dita sulla mandibola AZIONE: ruotando tutta la testa sul piano sagittale piano che decorre in senso antero-posteriore mediano, perpendicolare alla superficie di appoggio del corpo  iperestensione del capo ISPEZIONE: notare se bocca e naso sono liberi  liberare le cavità se ostruite  Utilizzare mezzi aggiuntivi se necessario

11

12 B (breathing) - ATTIVITA' RESPIRATORIA POSIZIONE: Inginocchiati lateralmente al capo del soggetto  mantieni il mento sollevato ed il capo esteso  avvicina la guancia alla bocca e al naso della vittimaAZIONE  inizia la manovra del GAS che deve durare  inizia la manovra del GAS che deve durare 10 secondi circaISPEZIONE  Valutazione ventilazione efficace GAS guarda se il torace si muove ascolta il passaggio di aria senti il fiato sulla pelle

13  attività respiratoria presente  utilizzare la posizione laterale di sicurezza  mantenere l'estensione del capo (quindi la pervietà delle vie aeree)  prevenire la penetrazione nelle vie aeree di materiale presente nella bocca (es. vomito), che può defluire all'esterno  mantenere la stabilità (il corpo non rotola).

14

15  a aa attività respiratoria non presente  respirazione bocca-bocca o bocca-naso Posizionarsi a capo e lateralmente alla vittima mantieni il capo esteso tenendo una mano sulla fronte (pollice ed indice ostruiscono le narici) e solleva il mento con due dita dell'altra mano appoggiare la tua bocca bene aperta sulla bocca della vittima soffia due volte lentamente nelle vie aeree della vittima in modo da gonfiare i suoi polmoni mentre insuffli osserva che il torace si alzi tra un'insufflazione e l'altra osserva che la gabbia toracica si abbassi 30:2  effettuare 2 insufflazioni in circa 2 sec (circa ml ognuna) e proseguire con 30 compressioni toraciche fino a 100 al minuto sempre con un rapporto di 30:2 (nuove linee guida ERC 2005)

16  Notare che il pollice e l'indice della mano sulla fronte stringono il naso nel momento dell'insufflazione

17 C (circulation) - COMPRESSIONI TORACICHE (massaggio cardiaco esterno) POSIZIONE: Inginocchiati lateralmente al torace del soggetto  parte prossimale del palmo sinistro al centro del torace (ATTENZIONE: sullo sterno e non sulle coste!!!)  sovrapporre l'altra mano alla prima  intrecciare le dita delle due mani sovrapposte  stendere i gomiti (braccia e spalle su verticale dell'area della compressione sfruttando il peso del tronco) AZIONE  comprimere ritmicamente il torace (frequenza di /min)  abbassare la parete toracica anteriore di 4-5 cm  compressione e rilasciamento devono avere la stessa durata  alternare 30 compressioni a 2 insufflazioni se sei solo; se i soccorritori sono due si alternano 5 compressioni toraciche ad 1 insufflazione ISPEZIONE  Valutazione ripresa polso carotideo e ventilazione efficace

18

19

20 Manovra di Heimlich Se la vittima è a terra: Se la vittima è a terra: viene messa in posizione supina  viene messa in posizione supina il soccorritore si posiziona in ginocchio a cavalcioni delle cosce della vittima  il soccorritore si posiziona in ginocchio a cavalcioni delle cosce della vittima appoggia il "calcagno" di una mano tra l'ombelico e l'estremità dello sterno della vittima e l'altra mano sopra la prima  appoggia il "calcagno" di una mano tra l'ombelico e l'estremità dello sterno della vittima e l'altra mano sopra la prima esercita ripetutamente delle brusche spinte verso l'alto (il diaframma viene spinto in direzione della testa).  esercita ripetutamente delle brusche spinte verso l'alto (il diaframma viene spinto in direzione della testa). OSTRUZIONE VIE AEREE

21

22 Manovra di Heimlich Condizioni particolari.  Nel caso di paziente gravemente obeso o di gravidanza avanzata, non essendoci spazio sufficiente sotto lo sterno per esercitare spinte addominali, vengono effettuate spinte toraciche sullo stesso punto utilizzato per il massaggio cardiaco; se la vittima è a terra il soccorritore si posiziona in ginocchio a fianco del torace.


Scaricare ppt "(BLS) Dr. Lucio Romandino. IL SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI (BLS) rianimazione cardiopolmonare (RCP) necessarie per soccorrere un paziente che:"

Presentazioni simili


Annunci Google