La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Telecom Italia Information Technology

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Telecom Italia Information Technology"— Transcript della presentazione:

1 Telecom Italia Information Technology
Incontro OO.SS. e RSU – 6 febbraio 2014 1 1 1 1

2 Piano IT 2014-2016 – Digital Telco: perché ora
I paradigmi di ''mercato stabile'' e ''ciclo di vita del prodotto'' sono ormai terminati per il mercato delle Telecomunicazioni Le conseguenze derivanti da cd. mondo ''Digital Services'' offrono alle Telco opportunità ben oltre il modello di business che la prima generazione di internet ha offerto Le aspettative di Customer Experience sono modellate da quello che forniscono azienda come Apple, Google e Facebook Gli Operatori devono quindi adeguare il proprio modello verso la cd. Digital Customer Experience Il paradigma ''Digital Telco'' incoraggia l’Azienda ad innovare per creare nuovi modelli di business che massimizzano i vantaggi della tecnologia Una indagine Gartner condotta su oltre aziende a livello mondiale, indica che la digitalizzazione abilita maggiore crescita, efficacia ed efficienza rispetto ad attori Telco non ''Digital'' 2

3 Piano IT 2014-2016 – Razionali per l’indirizzo degli investimenti
L’infrastruttura IT di Telecom Italia è caratterizzata da elevata complessità, negli ultimi anni ha subito un’evoluzione per accrescimento che non ha potuto indirizzare i problemi strutturali ma ne ha ulteriormente aumentato la complessità Le sfide che i Telco Service Providers (TSP) dovranno affrontare nel futuro, in un mercato maturo e caratterizzato da margini sotto pressione e crescente competitività, richiedono un cambio di paradigma e la drastica riduzione dei costi operativi e di sviluppo, ed una agilità e flessibilità superiore all’attuale Le condizioni attuali consentono di generare, attraverso azioni straordinarie di contenimento dei costi operativi, le risorse necessarie per implementare un piano organico, strutturato ed aggressivo di trasformazione delle infrastrutture e dei sistemi Non cogliere questa opportunità adesso comporterebbe il rischio di dover attuare in futuro le iniziative proposte in condizioni (economiche e di mercato) più difficili per l’Azienda e con una dimensione tecnica del problema ulteriormente accresciuta 3

4 Piano IT 2014-2016 – Le priorità IT verso la ''Digital Telco''
Occorre pertanto abilitare l’Azienda a competere efficacemente fornendo gli elementi necessari al business quali: La gestione integrata del cliente, sfruttando i canali innovativi (Web, Apps, Social) I processi di business ''near-real-time'' (''quasi in tempo reale'') La gestione efficace ed integrata del patrimonio di dati interni all’azienda (IT e Rete), e l’integrazione dei dati provenienti dai canali esterni (Web, Social) La gestione proattiva (e non reattiva) dei clienti La rapidità di esecuzione, efficienza ed efficacia nei processi operativi e di sviluppo dell’IT, per ridurre il time-to-market L’agilità e flessibilità dell’IT ottenuta attraverso l’elevata standardizzazione e semplificazione delle infrastrutture La standardizzazione dei servizi forniti all’esterno, attraverso interfacce ai servizi (APIs) ben definite, secondo modelli di integrazione e modelli di business flessibili 4

5 Piano Straordinario di contenimento dei costi operativi 2013 / 16
Piano IT – Opportunità dagli investimenti Cogliere l’opportunità di utilizzare con la massima focalizzazione le risorse rese disponibili dalla riduzione dei costi operativi per indirizzare i temi strategici indicati Sviluppare le ''Priorità'' necessarie per la ''Digital Telco'' Semplificare ed aggiornare le infrastrutture informatiche e l’architettura applicativa Attivare un ciclo virtuoso che favorisca il miglioramento della efficienza e dell’efficacia di TI IT per sostenere le strategie di business Progetti Trasformazione/ Innovazione Semplificazione Efficienza Recupero Risorse Piano Straordinario di contenimento dei costi operativi / 16 5

6 Piano IT 2014-2016 – Incidere sui Costi Operativi per sostenere i Progetti di Trasformazione
-8,1 % Macro Direttrici Trasformazione Evoluzione Running 785 +86% 657 Tra - Razionalizzazione / Evoluzione Sistemi 632 610 - 58% 22,9% - 25,2 % -22% - 7,8 % (*) Capex 632 529 524 507 Opex 153 128 108 103 Dati in mln€ (*) = 3°FCST = Variazione 2016 vs 3°FCST2013 = CAGR % 6

7 Piano IT 2014-2016 – Sintesi dei Progetti di Trasformazione 1/3
Nuovo Sistema Commerciale (NEXT STEP) il Cliente al Centro Prepagato OpeRA – Operational Reporting Analytics WFM/FAS – Work Force Management / Field Access System Reporting Business Next Generation Workplace EFBM (Evoluzione Fatt. Business Mobile) EFBF (Evoluzione Fatt Business Fisso) Dynamic Inventory NGOM – Next Generation Order Manager Attivi nel 2013 Trasformazione Infrastrutturale (Paradigma CLOUD) Automazione Operations Big Data Sistemi Documentali Decommissioning Mainframe Programma Strutturato di Sicurezza 7

8 Piano IT 2014-2016 – Sintesi dei Progetti di Trasformazione 2/3
Descrizione Automazione Operations Incremento dell’automazione e riduzione della manualità e dell’effort, fonti di costo e potenziali errori. Tale obiettivo è reso possibile dall’evoluzione dei sistemi e dei tools di supporto ai processi; in particolare: Gestione integrata degli asset (Hw, Sw) e dei servizi (Catalogo integrato IT),Gestione configurazioni (sistema di Configuration Management DB) Delivery e Change Management Infrastrutturali (sistema di Data Center Automation), ecc. NUOVO SISTEMA COMMERCIALE (Next Step) – Cliente Digitale Nuovo modello operativo per la Clientela Mass Market (Consumer e Microbusiness):Interventi in ambito organizzativo e processivo per l’introduzione di un nuovo modello di presidio e sviluppo della Clientela e Interventi in ambito tecnologie e strumenti Trasformazione Infrastrutturale (PRIVATE CLOUD) Trasformazione delle infrastrutture tecniche con adozione di piattaforme standard /open source, consolidamento basi dati in logica ''as a service'' e degli ambienti di collaudo, de-comissioning sw infrastrutturale PROGRAMMA STRUTTURATO DI SICUREZZA a) Accelerazione delle attività di realizzazione dei requisiti nei profili di sicurezza per le appl. di business b) Realizzazione delle azioni di rientro per aspetti di sicurezza e compliance, c) Evoluzione delle soluzioni / piattaforme di sicurezza centralizzate (DDOS, Evoluzione Accessi alla Rete di Gruppo, ecc.) a protezione delle infrastrutture, dei sistemi e dei dati. BIG DATA Programma mirato al consolidamento e alla razionalizzazione dei sistemi di DWH per la realizzazione di una nuova soluzione basata sul paradigma architetturale ''Big data'' DECOMMISSIONING MAINFRAME Programma mirato alla riduzione dei costi correnti sui Mainframe, progetto di replatforming delle applicazioni in particolare delle filiere del Credito Fisso e della fatturazione Mobile per i clienti post-pagati Prepagato Upgrade della piattaforma in uso , Riduzione del numero di componenti, semplificazione architetturale e dismissione di gran parte dei legacy SISTEMI DOCUMENTALI Programma mirato a superare i limiti dell’attuale architettura attraverso il consolidamento degli attuali sistemi su un’unica piattaforma di Document Management 8

9 Piano IT 2014-2016 – Sintesi dei Progetti di Trasformazione 3/3
Progetti dal 2013 Descrizione OpeRA – Operational Reporting Analytics Trasformazione degli attuali sistemi di monitoring e reporting presenti nell’area OSS WFM/FAS Evoluzione e consolidamento architetturale dei sistemi di gestione della forza lavoro in ambito Technology. Reporting Business Sviluppo di un nuovo sistema di Reporting Operativo della divisione Business per la gestione dei processi dei canali operativi Sales e COP Next Generation Workplace Virtualizzazione delle Postazioni di lavoro EFBM (Evoluzione Fatturazione Business Mobile) EFBF (Evoluzione Fatturazione Business Fisso) Evoluzione dall’attuale piattaforma di Rating e Billing Mobile NBS per assicurare l’allineamento tecnologico alla piattaforma Consumer Fisso con futura convergenza F/M Evoluzione dall’attuale piattaforma di Rating e Billing Fisso per assicurare l’allineamento tecnologico alla piattaforma Consumer e maggior efficienza sull’operatività Dynamic Inventory Realizzazione di una nuova ed unica piattaforma di Network Inventory con la dismissione dei sistemi UNICA-RA/T/D/C/, DBR, EDM e Service Inventory NGOM – Next Generation Order Manager Realizzazione di una nuova ed unica piattaforma di Order e Job Management per gestire i nuovi servizi di rete fissa, semplificare l’architettura con il progressivo superamento dei sistemi ATOM, Designer e OM, superare i problemi di obsolescenza, difettosità e bassa configurabilità della attuale catena 9

10 Ricadute in TI IT La manovra di contenimento dei costi operativi necessaria per sostenere i progetti di trasformazione, anche a fronte della diminuzione complessiva del budget per attività IT prevista per il 2014, si sostanzierà nelle seguenti linee di azione: Diminuzione spesa MOI (circa – 18% vs. 2013), sia sulle attività di Design e Sviluppo sia su quelle di Gestione Applicazioni e Infrastrutture Ottimazione dell’allocazione delle risorse interne Proseguimento dell’attività di adeguamento/sviluppo delle competenze Internalizzazione di attività svolte da personale esterno 10

11 Focus 1 – Ottimizzazione dell’allocazione delle risorse interne
Ribilanciamento dei diversi domini in ambito ADM per ottimizzazione presidio dei processi/attività a seguito minor presenza MOI, attraverso la ricollocazione di 300/500 persone Le ricollocazioni verranno realizzate secondo un piano – i cui dettagli sono in fase di definizione – coerente sia con le date di avvio dei progetti, sia con le necessità di adeguamento/sviluppo delle competenze e i relativi tempi Il Dominio che sarà maggiormente interessato è ERP (-30%/-50%), le cui persone andranno ad alimentare i progetti di trasformazione (in primis Next Step) o altri Domini dove è previsto minor ricorso a MOI (OSS, Integration & Testing) Razionalizzazione dei presidi su alcune sedi di minori dimensioni con tendenziale concentrazione delle relative attività su un unico Dominio Alimentazione di altre Funzioni aziendali con persone di provenienza ADM per favorire l’internalizzazione di attività (in particolare Demand & Assurance Management e Technical Security) 11

12 Focus 2 – Adeguamento/sviluppo delle competenze
OPERATIONS Totale 2013 di cui per internalizzazioni GG/P di partecipazione: 12.500 10.200 82% Aliquote: 5.530 4.390 79% GG/docenza: 1.300 1.110 85% Coverage: 50% ECONOMICS 70% 12

13 PREVISTE DALL'ACCORDO 16 APRILE 2013
Focus 3 – Internalizzazioni realizzate nel 2013 – 1/3 INTERNALIZZAZIONI 2013 FUNZIONE REALIZZATE PREVISTE DALL'ACCORDO 16 APRILE 2013 APPLICATION DEVELOPMENT & MANAGEMENT 85 51 TECHNICAL SECURITY 11 INFRASTRUCTURES 19 7 TOTALE 115 58 13

14 TITOLO DI CUI ACCORDO OO.SS.
Focus 3 – Internalizzazioni realizzate nel 2013 – 2/3 FUNZIONE II LIVELLO TITOLO DI CUI ACCORDO OO.SS. Prev. Acc. OO.SS. di cui 2013 Realizzato 2013 Delta FASE DI PROCESSO FORMAZIONE Argomenti/Tematiche Tipologia Part.ti Di cui Sedi ADM ADM.C CRM WHOLESALE 14 7 12 5 SD/SF/AM SIEBEL; TIBCO Aula 47 Bari (8); Napoli (25); Roma (14) CRM DYNAMICS 11 6 MS DYNAMICS CRM 2011; MS DYNAMICS EXTENDING 37 Bari (13); Napoli (6); Roma (18) ADM.E SAP MM-SCM-SRM -2 SAP MM; SAP SCM; SAP SRM TOJ, Aula 58 Milano (1); Napoli (25); Roma (32) DOCUMENTALE TOP 3 2 -1 FILENET CONTENT MANAGER E PLATFORM 5.0; JAVA; SOLUZIONI ENTERPRISE E WEB CON JAVA Bari (3); Napoli (2); Roma (9) NGOM 16 8 TIBCO 78 Bari (12); Bologna (2); Napoli (30); Roma (27); Trento (6); Torino (1) CCS TOP PEGA Aula, eLearning 19 Bari (3); Napoli (6); Roma (10) ADM.B FRAUD - PROCESSI E TECNOLOGIE IN AMBITO FRODI 9 1 SD/SF OVERVIEW FUNZIONALE DEI SISTEMI ANTIFRODE; SOLUZIONI ANTIFRODE; BUSINESS INTELLIGENCE; ORACLE 35 Bari (5); Napoli (1); Roma (1); Trento (3); Venezia (25) BANKING - PROCESSI E TECNOLOGIE IN AMBITO BANCKING 4 SF PROCESSI DEL BANKING; EXISTBUS; ORACLE Napoli (1); Trento(8) BILLING PREPAGATO AM ORGA BASE; APPLICATIVI PREPAID; TOOL DI CONFIGURAZIONE OPSC 18 Napoli (11); Padova (1); Roma (6) ADM.O/ADM.D OPERA 13 APPLICATIVI IBM; APPLICATIVI MICROSOFT; ORACLE 71 Bari (12); Roma (45); Trento (14) ADM.D DWH SISTEMI DWH CREDITO 63 Bari (31); Milano (3); Roma(29) ADM.IT CC FFP&TOOLS SHAREPOINT 2010 Napoli(1); Trento(2); Roma (1) TOTALE ADM 131 51 85 34 14

15 Focus 3 – Internalizzazioni realizzate nel 2013 – 3/3
FUNZIONE II LIVELLO TITOLO DI CUI ACCORDO OO.SS. Prev. Acc. OO.SS. di cui 2013 Realizzato 2013 Delta FASE DI PROCESSO FORMAZIONE Argomenti/Tematiche Tipologia Part.ti Di cui Sedi INF. I.CT CONTROL ROOM (INIZIATIVA INCIDENT & PROBLEM MANAGEMENT) 2 INCIDENT MANAGEMENT; REINGEGNERIZZAZIONE TOOL GESTIONE DEI TICKET; ATTIVITÀ DI DELIVERY & OPERATIONS SOLARIS; MYSQL; WINDOWS Aula, aula virtuale 37 Bari (12);Roma (23); Cagliari (2) CONTROL ROOM (INIZIATIVA INFRASTRUCTURAL MANAGEMENT) 4 I.DC DATA CENTER 6 INTERNALIZZAZIONI ATTIVITÀ DI VAS (VALUE ADDED SERVICES) SOLARIS; MYSQL; WM WARE; SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE; SISTEMI OPERATIVI (LINUX; WINDOWS) Aula 74 Bari (3); Bologna (5); Firenze (7); Padova (11); Milano (9); Roma (24); Napoli (15) I.UC SERVICE DESK CAGLIARI 7 n.a. PROCESSI DI SERVIZIO; STRUMENTI DI LAVORO; PROBLEM SOLVING; ISTRUZIONI OPERATIVE Aula, Affian.to Cagliari (7) TOTALE INFRASTRUCTURES 19 12 TS TS.SA BACK-OFFICE APPLICATIVO 8 ARCHITETTURE DEL BACKBONE IP E DDOS Roma ESTRAZIONE E FORNITURA EVIDENZA PRO CERTIFICAZIONE 3 CONTRASTO DEL MALWARE; PROTEZIONE DELLE PDL; DNS SECURITY-DNS OVERVIEW; ARCHITETTURA DI SICUREZZA LTE E BACKBONE IP E DDOS MITIGATION; MOBILE MALWARE ; PROCESSO DI RISK MANAGEMENT TOTALE TECHNICAL SECURITY 11 TOTALE TIIT 161 58 115 57 15


Scaricare ppt "Telecom Italia Information Technology"

Presentazioni simili


Annunci Google