La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il principio di Pari Opportunità e Non Discriminazione nellattuazione del P.O. FESR 2007-2013 Patto Sociale di Genere - Bari Legacoop Puglia Confcooperative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il principio di Pari Opportunità e Non Discriminazione nellattuazione del P.O. FESR 2007-2013 Patto Sociale di Genere - Bari Legacoop Puglia Confcooperative."— Transcript della presentazione:

1 Il principio di Pari Opportunità e Non Discriminazione nellattuazione del P.O. FESR Patto Sociale di Genere - Bari Legacoop Puglia Confcooperative Puglia C.I.R.P.A.S. A.I.E.C.S. Regione Puglia Assessorato al Welfare

2 Il contesto di riferimento Regione Puglia Assessorato al Welfare Città di Bari Imprenditoria Cooperativa Servizi Pubblici e Privati erogati ai cittadini Contesto Orientare in ottica di genere limplementazione della componente etica nei processi economici Motivazioni

3 Regione Puglia Assessorato al Welfare Idea guida del Patto Sperimentazione di azioni per la conciliazione, flessibilità dellorario di lavoro, fruizione dei servizi della città Partecipazione del partenariato pubblico e privato e delle organizzazioni sindacali Sensibilizzazione ed animazione territoriale per la promozione della pari opportunità di genere Processo pro-reattivo per incidere in ottica di genere sulla programmazione ed interventi per lo sviluppo territoriale Exertise Partenariato: LEGACOOP CONFCOOPERATIVE: Associazioni datoriali per la promozione e sostegno della cooperazione. Le loro Commissioni promuovono le Pari Opportunità di Genere nelle imprese. A.I.E.C.S.: Associazione impegnata sul territorio attraverso i consultori nella promozione della salute e benessere delle donne C.I.R.P.A.S.: Centro Interuniversitario di Ricerca impegnato nello studio dei fenomeni evolutivi della società e nella individuazione di soluzioni per il miglioramento della qualità della vita

4 Regione Puglia Assessorato al Welfare Le azioni da realizzare ObiettiviAzioni Conciliazione dei tempi di vita e lavoro e stabilità lavorativa Concertazione tripartita tra Enti Datoriali, Sindacati e Pubblica Amministrazione per linserimento nella contrattazione di II Livello di strumenti di conciliazione per lavoratrici e lavoratori impegnati nei servizi socio sanitari educativi In-formazione sulla normativa in tema di organizzazione e tempo di lavoro Sperimentazione lavoro flessibile Miglioramento dellofferta dei Servizi del Piano Sociale di Zona Ricerca sui bisogni di servizi e tempi di erogazione nellambito del PSZ e della Programmazione dei Tempi e degli spazi della Città interventi informativi e formativi rivolti ai cittadini e agli operatori dei servizi socio – sanitari ed educativi, sulla salute e benessere delle donne

5 Regione Puglia Assessorato al Welfare Le azioni da realizzare ObiettiviAzioni Promozione e benessere delle donne e degli uomini e Costituzione della Consulta per la Salute delle Donne Informazione e sensibilizzazione Analisi e verifica delle attività di sostegno alle famiglie che abbiano figli ospedalizzati e delle donne madri in condizioni di fragilità Concertazione e programmazione di interventi a favore della salute delle donne

6 Regione Puglia Assessorato al Welfare I risultati attesi Tavolo Permanente per le Politiche di genere Città di Bari Consulta cittadina per il Benessere delle Donne Tavolo Tripartito tra Associazioni datoriali, Sindacati, PA Informazione sui temi del benessere e della salute delle donne Sperimentazione di forme innovative di organizzazione del lavoro e conciliazione


Scaricare ppt "Il principio di Pari Opportunità e Non Discriminazione nellattuazione del P.O. FESR 2007-2013 Patto Sociale di Genere - Bari Legacoop Puglia Confcooperative."

Presentazioni simili


Annunci Google