La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROTOCOLLO ASSISITENZIALE PER SINDROME INFLUENZALE – SEPSI – SEPSI GRAVE STRUTTURA COMPLESSA MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E URGENZA Direttore Dott.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROTOCOLLO ASSISITENZIALE PER SINDROME INFLUENZALE – SEPSI – SEPSI GRAVE STRUTTURA COMPLESSA MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E URGENZA Direttore Dott."— Transcript della presentazione:

1 PROTOCOLLO ASSISITENZIALE PER SINDROME INFLUENZALE – SEPSI – SEPSI GRAVE STRUTTURA COMPLESSA MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E URGENZA Direttore Dott. Vito Procacci SURVIVING SEPSIS CAMPAIGN 2008

2 PERCORSO DIAGNOSTICO – TERAPEUTICO – ASSISTENZIALE PER PAZIENTI CON SINDROME INFLUENZALE PRETRIAGE (al Paziente Viene fornita la mascherina): AMBULATORIO CODICI BIANCHI: -Visita -SaO2 -Terapia Antipiretica Infusionale(Se necessario) -Rx Torace (Se necessario) TRIAGE -Dispnea? -Broncospasmo? -SaO2<95%? -TC>39°c? NO SI INDICAZIONI AL RICOVERO? NO -Annotazione delle generalità su registro -Compilazione di scheda ambulatoriale -Applicazione del Ticket per codice bianco CODICE ROSSO INTENSIVA PS. (Area Rossa) - Stabilizzazione invasiva o non invasiva -Ev. Consulenza rianimatoria CODICE GIALLO SALA CODICI GIALLI -Visita -Emogas -Rx Torace -Terapia Antipiretica SI RICOVERO REPARTO PNEUMOLOGICO O MAL INFETTIVE Invio al curante con terapia domiciliare Ricovero in Rianimazione O UTIR O MAR n.b. In caso di Pazienti Pediatrici, l’Ambulatorio codici bianchi viene sostituito da un percorso Fast track con invio del paziente direttamente in Pediatria

3 INDICAZIONI AL RICOVERO PER SINDROME INFLUENZALE Insufficienza Respiratoria Documentata in PS con SaO2 o EGA Crisi di Broncospasmo Addensamento Polmonare Versamento Pleurico Grave stato di disidratazione in soggetti Anziani Sepsi grave e/o Shock settico (Criteri Surviving Sepsis Campaign positivi) Complicanze Menigitiche e/o Meningoencefalitiche Temperatura Corporea > 40°C Coesistenza di Gravi Fattori di Rischio Cardiovascolari, Metabolici, Bronco-Polmonari, Ematologici, Neurologici

4 Protocollo paz.con sepsi grave o shock settico Prima parte: riconoscimento ed identificazione precoce del paziente (Strumento di Screening fornito dall’ Institute for Healthcare Improvement (IHI)) Seconda parte relativa al trattamento dell’EGDT(early goal directed therapy) vera e propria

5 STRUMENTO DI SCREENING PER LA VALUTAZIONE DELLA SEPSI GRAVE La storia del paziente e’ suggestiva di una nuova infezione? Polmonite/empiema Infezioni tratto urinario Infezione addominale acuta Meningite Infiammazione della cute/tessuti molli Infezione delle ossa/articolazioni Infezioni di ferita Infezione di dispositivo impiantabile Endocardite Altra infezione

6 Strumento di screening per valutazione sepsi grave qualsiasi dei seguenti sintomi e segni di infezione sono presenti e nuovi per il paziente? ipertermia>38.3 c ipotermia<36 c Alterazione acuta dello stato mentale Brividi scuotenti Tachicardia >90 bpm Tachipnea>20 apm Leucocitosi>12.000gb Leucopenia<4.000gb Iperglicemia >120mg/dl in assenza di diabete

7 Strumento di screening per valutazione della sepsi grave qualsiasi dei seguenti criteri di disfunzione d’organo sono presenti in un sito remoto dal sito di infezione che non siano considerati dovuti a una condizione cronica? Pas<90 mmhg o pressione media <65 mmhg Riduzione della pressione sistolica >40 mmhg del valore usuale Creatinina >2 mg/dl o riduzione della diuresi <0.5 mL /Kg/ora per 2 ore Bilirubina >2mg/dl Conta piastrinica < /ml lattato> 2mmol/L COAGULOPATIA (INR>1,4 o aPTT >60sec) Infiltrati polmonari bilaterali con PaO2/Fio2<300 Infiltrati polmonari bilaterali con una nuova (o aumentata) necessita’di O2 per mantenere SpO2 >90%

8 Infezione certa o sospetta-sirs -sepsi severa * OSSIGENAZIONE Per mantenere SpO2>90% o PaO2>60mmhg -Ventimask O2 4-10l/m oppure FIO % -Considerare l’intubazione precoce nei pazienti ad alto rischio *CIRCOLO In caso di ipotensione e o lattati>4mmol/l -somministrare minimo 20 ml/kg di cristalloidi in 30 m per mantenere PAS>90 mmhg Se persiste PAS 4mmol/l -accesso venoso centrale (misurarePVC e SvO2) -considerare dopamina o noradrenalina -continuare infusione di liquidi secondo PVC(se il pazientenon ha un accesso venoso centrale, monitorare la PVC con l’ECO Vena Cava Inferiore secondo protocollo) *METABOLISMO -Mantenere glicemia entro il range di normalita’ o <150mg/dl -Se SvO2 30% Se persiste SvO2 <70% -somministrare dobutamina a partire da 2,5microg/kg/min - ANTIBIOTICOTERAPIA AD AMPIO SPETTRO ENTRO 3 H DALL’INGRESSO IN PS * EMOGASANALISI ARTERIOSA -SCAMBI GASSOSI -LATTATI -GLICEMIA *PRELIEVO VENOSO -EMOCROMO -CRET.AZOT..ELETT. -AST. BILIRUB. FOSFAT ALC. -INR.PTT. D DIMERI -PCR *COLTURE -ALMENO 2 EMOC -COLTURE DI LIQUOR, URINE, FERITE SECREZ.RESPIRATORIE *DIAGNOSTICA PER IMMAGINI -RX TORACE -ECOGRAFIA /TC DIAGNOSITERAPIA


Scaricare ppt "PROTOCOLLO ASSISITENZIALE PER SINDROME INFLUENZALE – SEPSI – SEPSI GRAVE STRUTTURA COMPLESSA MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E URGENZA Direttore Dott."

Presentazioni simili


Annunci Google