La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STRETCHING AREA FENDERL VITTORIO VENETO 4 MAGGIO 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STRETCHING AREA FENDERL VITTORIO VENETO 4 MAGGIO 2011."— Transcript della presentazione:

1 STRETCHING AREA FENDERL VITTORIO VENETO 4 MAGGIO 2011

2 Più stretching per tutti!!! Donneee… È arrivato lo «stretchino»!

3 Venditori di certezze Ci sono più venditori di certezze che certezze Quali sono le certezze sullo stretching?

4 Un po’ di storia Il 95% di tutto quello che oggi sappiamo dell’anatomia umana lo si conosceva già all’inizio del 900. L’attività muscolare era nota ( pilates ). Lo stretching è una “pratica” giovane

5 Un po’ di storia To stretch=allungare, stirare Bob Anderson milioni di copie u.s.a. 24 lingue in tuto il mondo

6 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

7 Molleggia e vedrai come ti allunghi! Stretching balistico

8 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

9 Allunga dolcemente, quando senti tensione fermati, respira e mantieni la posizione per almeno 20’’ Stretching statico

10 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

11 Sport dinamici azione antaganista slanci controllati Stretching Dinamico

12 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

13 Slanci con estensione importante del movimento contrazione isometrica degli agonisti Stretching statico attivo

14 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

15 Massimo allungamento contrazione isometrica per ” rilascio 5” allungamento per 30” x2 volte Propriocezione neuromuscolare facilitata

16 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

17 Crac = contract relax antagonist contract Crs= contrazione rilassamento stretching

18 Tipi di stretching Balistico Statico Dinamico Statico attivo Pnf Crac Crs Stretching globale decompensato

19 Lavora sulle catene muscolari pancafit Stretching globale decompensato

20 "Leggi" dello stretching Riscaldamento generale prima dello stretching. Abbigliamento comodo. Ambiente non rumoroso. Suolo non freddo. Concentrazione. Non confrontarsi con altri. Controllo del respiro. Alternare l'estensione dei muscoli agonisti con quelli antagonisti. Rilassarsi. Programma sviluppato da personale qualificato.

21 Benefici sul sistema muscolare e tendineo - Aumenta la flessibilità e l'elasticità dei muscoli e dei tendini. - Migliora la capacità di movimento. - È un'ottima forma di preparazione alla contrazione muscolare. - In alcuni casi diminuisce la sensazione di fatica. - Può prevenire traumi muscolari ed articolari. Benefici sulle articolazioni - Attenua le malattie degenerative. - Stimola la "lubrificazione" articolare. -Mantiene "giovani" le articolazioni, rallentando la calcificazione del tessuto connettivo.

22 Benefici sul sistema cardiocircolatorio e respiratorio - Diminuisce la pressione arteriosa. - Favorisce la circolazione. - Migliora la respirazione. - Aumenta la capacità polmonare. Benefici sul sistema nervoso - Sviluppa la consapevolezza di sé. - Riduce lo stress fisico. - Favorisce la coordinazione dei movimenti. - È rilassante e calmante.

23 Il 95% di tutto quello che oggi sappiamo dell’anatomia umana lo si conosceva già all’inizio del 900.

24 Trasformazione dell’attività elettrica in movimento biomeccanico Sistema nervoso centrale – alfa motoneuroni – contrazione muscolare

25 Fibre muscolari a gruppi – un alfa motoneurone – 5, 10 mm = 15,30 unità motorie ( ogni unità molti gruppi di fibre ) FF= fibre rapide FR= fibre intermedie FS= fibre lente

26 Sequenza normale Fs – fr – ff Fusione muscolare tra 8 e 40 hz contrazione volontaria, 150 hz per pochi secondi, balistico Piccoli muscoli Grandi muscoli = allenamento

27 Rapporto lunghezza tensione Rapporto forza velocità

28 Sistemi di elaborazione delle vie sensitive Incosciente = midollo spinale Progetti motori = cervelletto Cosciente = corteccia cerebrale

29 PROPRIOCETTORIRecettori muscolari Recettori articolari Meccano recettori cutanei

30 RECETTORI MUSCOLARI Fusi neuromuscolari Organi dendinei del golgi Recettori di pacini

31 Fuso neuromuscolare

32 Sensibilità 50micromillimitri Risposta non lineare Effetto postumo

33 Organi tendinei del golgi Attività simile ai fusi neuromuscolari Danno il Senso di movimento

34 Recettori articolari e cutanei Danno il Senso di posizione

35 RIFLESSI Riflesso miotatittico ( ROT ). Base per lo Stretching dinamico Meccanismo di servofreno = protezione durante lo stiramento del muscolo dovuto all’azione dell’agonista Inibizione reciproca. Base per lo stretching statico/passivo Meccanismo di facilitazione del movimento = inibisce il fuso neuromuscolare

36 Cosa fa lo stretching? “Imbroglia” il sistema nervoso per poter allungare la materia elastica che compone la muscolatura ( tessuto connettivo, tendini, fascie ) Migliora l’elasticità

37 A cosa serve per il runner?

38

39

40

41

42

43


Scaricare ppt "STRETCHING AREA FENDERL VITTORIO VENETO 4 MAGGIO 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google