La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le competenze in ambito scientifico Anno scolastico 2008/2009 Anna Locchi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le competenze in ambito scientifico Anno scolastico 2008/2009 Anna Locchi."— Transcript della presentazione:

1 Le competenze in ambito scientifico Anno scolastico 2008/2009 Anna Locchi

2 Formazione sulle competenze in ambito scientifico 25 novembre gennaio gennaio gennaio 2009 Anna Locchi Con la partecipazione di 27 docenti di 4 circoli didattici e di 5 scuole secondarie di primo grado

3 Anna Locchi Non partiamo dal nulla … Gruppi di ricerca interni agli istituti Gruppi di ricerca Piano Insegnare Scienze Sperimentali Progetto Scuole aperte

4 Anna Locchi Progetto Pollen seed science on the cities Piano Insegnare Scienze Sperimentali Progetti Scuole Aperte

5 Scuola del curricolo Scuola delle competenze = - Cosa significa costruire competenze scientifiche - Quali relazioni si possono rintracciare tra le competenze e il curricolo - Quali difficoltà si incontrano nella selezione dei contenuti - Cosa si intende per didattica laboratoriale Anna Locchi

6 La scuola del curricolo, cioè delle competenze …. I riferimenti istituzionali L’autonomia scolastica si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione miranti allo sviluppo della persona umana” I teorici della cultura del curricolo: Dewey, Bruner.. Ma anche Holton, Bernardini, De Mauro, Berlinguer … Le sue caratteristiche: - È la scuola della complessità che si basa sulla difficoltà estrema di far raggiungere alla maggior parte degli alunni le competenze da base per affrontare il futuro Anna Locchi

7 Alcuni ingredienti per un insegnamento significativo... Tempi lunghi, adeguati all'argomento trattato o condividere insieme, per sviluppare il gusto di conoscere; Strutturazione di una forma mentis che sappia riconoscere le relazioni precise fra i concetti e usare il lessico scientifico, progettando percorsi in cui vivere situazioni problematiche per appropriarsi di un nuovo concetto; Approfondire circolarmente le conoscenze procedendo per acquisizioni graduali e coerenti con contenuti che si diversificano e si “complicano” Anna Locchi

8 Oltre la quantità... la scelta dei saperi di base L'importanza culturale – disciplinare delle problematiche individuate Anna Locchi L'accessibilità cognitiva Un insegnamento in cui si propongono saperi dove gli studenti possano muoversi I contenuti da proporre Saperi che possono essere trattati in modo laboratoriale, poveri di teoria, vicini all’esperienza degli alunni, alla loro capacità di osservazione

9 La didattica laboratoriale permette ad ogni età di sviluppare le seguenti competenze: Saper individuare problematiche di un fenomeno o di un esperimento e focalizzare l’attenzione su un aspetto del problema. Osservare (qualità e quantità). Raccogliere ed organizzare dati, costruire ipotesi Elaborare e confrontare ipotesi in modo argomentato Realizzare esperienze e interpretarle (percorso e risultati), Costruire modelli. Utilizzare analogie e metafore Sintesi e formalizzazione iconica/verbale/matematica, Comunicare processi e risultati, Applicare le competenze acquisite ad altri contesti fase individuale fase dell’’osservazione fase della discussione collettiva fase della correzione fase della produzione corretta Anna Locchi

10 Insomma l'individuo è competente quando.... Possiede un bagaglio strutturato di conoscenze; È capace di utilizzare le conoscenze in contesti diversi; Sa e sa fare; Riflette con senso critico sui saperi acquisiti Ha il gusto di conoscere Anna Locchi

11 Cercando perciò di definire il concetto di competenza ….. La capacità di padroneggiare una conoscenza, una abilità a tal punto di saperla trasferire e riutilizzare anche in ambiti diversi da quello di acquisizione. La capacità di utilizzare il metodo acquisito per conoscere, per accrescere la cultura, per studiare, per relazionarsi con gli altri

12 Pertanto la competenza è trasversale alle discipline… Mostrare atteggiamenti di cura verso gli altri e l'ambiente Individuare il problema/fenomeno, porsi domande per comprenderne le caratteristiche Formulare ipotesi e previsioni con la capacità di ascoltare anche altri punti di vista Osservare, registrare, classificare, creare proprie opinioni Esporre con argomentazione le proprie idee prospettando eventuali soluzioni

13 Ma anche di tipo più strettamente disciplinare... Le conoscenze di uno specifico contenuto, se concorrono alla costruzione di competenze, non si riferiscono a singole attività di breve termine Necessitano di procedure che utilizzano alcuni criteri di base: –Coerenza tra gli obiettivi –Coerenza tra gli argomenti –Gradualità –Adeguatezza rispetto alle capacità dell'alunno –Attenzione a verificare le conoscenze apprese

14 Partendo dalla scuola primaria... un possibile itinerario CONOSCERE LA DIFFERENZA TRA I VARI GENERI DI ANIMALI PER GIUNGERE AL CONCETTO DI ORGANISMO ANIMALE (Analizzare forme, comportamenti, bisogni di alcuni animali per individuare i caratteri essenziali che li connotano usando tabelle di sintesi – primo approccio alla classificazione) CONOSCERE LA PIANTA NELLE SUE VARIE MANIFESTAZIONI NATURALI (partire dal macro o dal seme?) COMPARARE PIANTE E ANIMALI PER SOMIGLIANZE E DIFFERENZE PER GIUNGERE AL CONCETTO DI ESSERE VIVENTE ( cosa li lega, in cosa sono diversi: movimento, nascita, …) PER CONFRONTO, INDIVIDUARE LE CARATTERISTICHE DEI NON VIVENTI (analizzare il comportamento di vari materiali, ferro, roccia, vetro,.. anche in relazione alla morte della materia organica, marcimenti, ecc.) INDIVIDUARE LE RELAZIONI DI PREDA-PREDATORE (approccio alla catena alimentare) CONOSCERE IL FENOMENO DELLA COMBUSTIONE CONOSCERE IL FENOMENO DEL CICLO DELL'ACQUA

15 COME? POSSIBILI PERCORSI caratteristiche morfologiche e comportamentali negli animali MANGIA, E’ MANGIATO... Quelli che mangiano solo altri animali Quelli che mangiano solo piante o parti di piante Quelli che mangiano sia carne che piante Difendersi e cacciare: Osservare e descrivere comportamenti di difesa / offesa negli animali PERCORSO DIDATTICO SULL’EVAPORAZIONE LA COMBUSTIONE LA GERMINAZIONE Le condizioni di sopravvivenza LE PIANTE osservazione e classificazione dei vegetali e individuazione delle caratteristiche comuni VIVENTI E NON VIVENTI Muffe,compost e comportamento di materiali non viventi

16 … LA SCUOLA SEC. DI I° GRADO... SI COMPLETA IL PERCORSO CONOSCERE LA CARATTERISTICHE GLOBALI DI UN ECOSISTEMA (le caratteristiche di uno specifico ecosistema analizzato, prato, giardino, bosco, …..micro e macro e per comparazione analizzare altri ecosistemi attraverso immagini o video) ANALISI DEI VARI ORGANISMI SINGOLARMENTE PRESI, CHE STANNO DENTRO L’ECOSISTEMA (dal grande al piccolo?) LE RELAZIONI: LA CATENA ALIMENTARE ( produttori, consumatori primari e secondari dal micro al macro) AVERE CHIARE LE DIVERSE POPOLAZIONI PRESENTI IN UN DETERMINATO AMBIENTE (dal livello microscopico a quello macroscopico) ANALIZZARE SOVRABBONDANZA DI POPOLAZIONI E SQUILIBRIO ECOSISTEMICO

17 COME? QUALI ARGOMENTI La tabella della germinabilità I fiori e l’erbario Ambienti e reti alimentari Classificazione di vegetali in un habitat Classificazione di animali in un habitat La fotosintesi Classificazione per specie, genere, ordine Gli organismi unicellulari La cellula animale La cellula vegetale Andamento delle popolazioni all’interno di un ecosistema il mondo abiotico Acqua, suolo, aria, luce Relazioni e squilibri tra popolazioni, specie autoctone e alloctone Predazione Commensalismo Parassitismo ….

18 Bruner ci dice.... “ È importante “fare significato”, cioè creare una consapevolezza dei diversi significati che possono essere attribuiti alla cosa studiata, in altri termini, procedere ad interpretazioni plurime, contestualizzate anche storicamente, per giungere all'esattezza di una particolare interpretazione attraverso la dimostrazione, la concordanza, la coerenza. Far diventare competenza una conoscenza, quindi, implica che l'obiettivo dell'istruzione non sia tanto l'ampiezza quanto la profondità”. Anna Locchi


Scaricare ppt "Le competenze in ambito scientifico Anno scolastico 2008/2009 Anna Locchi."

Presentazioni simili


Annunci Google