La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paolo Panteghini Assessorato alle Risorse dell’Ente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paolo Panteghini Assessorato alle Risorse dell’Ente."— Transcript della presentazione:

1 Paolo Panteghini Assessorato alle Risorse dell’Ente

2 Equilibrio fondamentale Entrate correnti Uscite correnti  Tributi (ad es. IMU, addizionale comunale IRPEF, fondo sperimentale di riequilibrio statale)  Trasferimenti (da Stato, Regioni, UE etc.)  Extratributarie (tariffe e canoni di servizio etc.)  Spese per il personale per il funzionamento del Comune  Spese per servizi  Contributi a privati, enti e associazioni

3 Entrate e conto capitale: non servono a coprire il disavanzo corrente Entrate in c/capitale Spese in c/capitale  Derivano ad esempio dalla vendita di un bene del Comune.  Investimenti: possono essere finanziati con la vendita di beni del Comune o con l’avanzo di parte corrente

4 Squilibrio di parte corrente Entrate correnti Spese correnti Disavanzo di parte corrente

5 Nota del Settore Bilancio e Ragioneria a tutta la Giunta (maggio 2012): il disavanzo di parte corrente è di : 37,9 milioni

6 Investimenti del bilancio di previsione 2012 Nella Nota del Settore Bilancio (maggio 2012), oltre al forte disavanzo di parte corrente, si segnala: > La Giunta che fa? Promette e spende. (sede unica, parcheggio Castello ( Euro già spesi), OMB ).

7 Manovra del settembre 2012  Nota della ragioneria (maggio 2012): ““[G]li equilibri di parte corrente del bilancio (previsionale) 2012 …. possono dirsi garantiti solo attraverso entrate straordinarie e non ripetibili nel futuro per un importo pari a 43,9 milioni di euro”.  La Giunta incrementa l’IMU (+27,1 milioni).

8 Ma la manovra è insufficiente:  Viene “formalmente” raggiunto il pareggio nel rendiconto 2012;  Ma senza le entrate straordinarie, il risultato sarebbe di -16,1 milioni.  Ergo, lo squilibrio persiste e si ripropone nel 2013.

9 Bilancio di previsione 2013: La Giunta Paroli riceve altre sollecitazioni:  un’altra Nota dal Settore Bilancio (marzo 2013) dalla Ragioneria (il disavanzo tendenziale corrente è di 31,6 milioni).  Cartellino giallo dai Revisori (aprile 2013): preoccupazione per gli squilibri strutturali.

10 La Giunta Paroli sceglie di non scegliere Si ha l’esercizio provvisorio: “Gli enti locali possono effettuare, per ciascun intervento, spese in misura non superiore mensilmente ad un dodicesimo delle somme previste nel bilancio deliberato”.

11 Le conseguenze dell’esercizio provvisorio  La spesa corrente già prenotata o impegnata è di poco inferiore al 90% della spesa dell’anno precedente.  Questo ingessa la macchina amministrativa e riduce la sua operatività.

12 Inoltre …  Brescia e le sue controllate hanno un elevato debito (400, in buona parte dovuti alla Metro);  La Giunta Paroli non ha presentato un piano di alienazioni (eppure la Metro non è una sorpresa!)  Ad esempio, l’entrata in funzione della Metro era ben nota già nel 2009, quando cominciò la vicenda poco chiara della OMB.

13 Che fare?  L’inerzia della Giunta Paroli peserà sul 2013;  Noi presenteremo un bilancio previsionale nelle prossime settimane, per sbloccare gli effetti perversi derivanti dall’esercizio provvisorio.  In ogni caso, stiamo già operando con razionalizzazioni sulle Ente (ad es. quella sul Comune) ed interventi sulle partecipate: vogliamo vederci chiaro.  Aggrediremo il debito.

14 In ogni caso  Per i bresciani sarà cruciale il piano di dismissioni che stiamo già elaborando;  Obiettivo: riduzione del debito e, con esso, riduzione della spesa corrente.

15 Inoltre …  Presenteremo un bilancio preventivo 2014 a fine dicembre o, al massimo, a gennaio  Questo sarà il punto di inizio strategico della Giunta Del Bono.

16 Antoine de Rivarol >.

17 La Giunta Paroli ne ha purtroppo abusato ed ora tutti noi ne paghiamo le conseguenze.


Scaricare ppt "Paolo Panteghini Assessorato alle Risorse dell’Ente."

Presentazioni simili


Annunci Google