La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bordighera 8 maggio 2009 Dr.ssa Claudia Casella

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bordighera 8 maggio 2009 Dr.ssa Claudia Casella"— Transcript della presentazione:

1 Bordighera 8 maggio 2009 Dr.ssa Claudia Casella

2 •Frequenza bassa (0,04% circa) •Alta percentuale di incidenti “minori” •Rischio sopravvalutato dall’opinione pubblica Ma… •Rischio sottovalutato dagli operatori •Possibile morte o danni permanenti, spesso risolvibili se trattati adeguatamente Si considera potenziale incidente subacqueo ogni sintomo fino a 24 ore dopo l’immersione!

3 •Uso di attrezzatura inadeguata •Errata programmazione dell’immersione •Inesperienza •Eccesso di confidenza •Sottovalutazione del rischio •Preparazione inadeguata all’immersione •Disidratazione

4

5 •Immersioni ripetitive in curva di sicurezza •Immersioni a yo-yo •Immersioni profonde •Acqua fredda •Risalite veloci •Sforzo fisico e affaticamento •Superamento dei propri limiti •Immersioni “ricreative avanzate”

6 IncidenteCauseSintomi Colpo di ventosa Mancata compensazione della maschera Cefalea, emorragia congiuntivale Barotrauma auricolare Mancata o inefficiente compensazione Dolore auricolare, ovattamento, ronzii Barotrauma dei seni paranasali Ostruzione nasale, sinusite cronica Dolore mascellare, cefalea Sovradistensione addominale Dilatazione dei gas intestinali in risalita Dolore addominale, nausea Barotrauma polmonare Risalita a glottide chiusa, asma, bronchite Dolore toracico, tosse, sintomi neurologici

7 IncidenteCauseSintomi Narcosi da azoto Discesa rapida con aumento improvviso della pN 2 Sintomi simili all’abuso di alcool Iperossia Utilizzo di miscele arricchite ad alte pO 2 o per tempo eccessivo Fascicolazioni, parestesie, tosse, crisi convulsiva Ipercapnia Affaticamento respiratorio, lavoro eccessivo Cefalea, confusione Ipocapnia Iperventilazione Senso di testa vuota, perdita di coscienza Intossicazione da monossido (CO) Inquinamento dell’ariaCefalea, nausea

8

9 Gas inerti nei tessuti Decompressione Bolle tissutali Gas venoso In soluzione Bolle venose Bolle arteriose Accrescimento per Diffusione di gas Tessuti -- bolle Perdita di gas Inerte con la respirazione Accrescimento per coalescenza Effetti meccanici: •deformazione tissutale •ischemia •ostruzione linfatica Bends articolari Osteonecrosi Disordini orecchio interno Effetti ematologici Interazione alla Interfacies sangue-gas: •Aggregazione piastrinica •Attivazione coagulazione •Attivazione del Complemento Perdita transcapillare di fluido Diminuito volume di plasma Riduzione gettata cardiaca Ipertensione arteriosa polmonare Chokes respiratori Scompenso ventricolo dx Stasi venosa spinale Insulto midollare Paraplegia Shock Aumentata resistenza del flusso Riduzione flusso di sangue Aumentata viscosità del sangue Aumento ematocrito

10 SINTOMI SEVERI - dolore articolare - dolore toracico - rash cutaneo diffuso e doloroso - disequilibrio - cefalea e nausea - calo del visus - vertigine invalidante, ipoacusia, acufeni - deficit di forza o altri segni neurologici - dispnea, tosse, sangue nell’espettorato SINTOMI LIEVI - spossatezza estrema - rash cutaneo localizzato - prurito

11 1. Chiamare il Somministrare O 2 alla massima concentrazione possibile (utilizzare una maschera con reservoir ed erogare a 15l/min) indipendentemente dalla Sat O 2 3. Raccogliere il profilo di immersione (durata, profondità) ed indagare eventuali problemi insorti durante l’immersione 4. NO ASPIRINA! 5. Invitare il soggetto cosciente a bere acqua IN TUTTI GLI INCIDENTI DECOMPRESSIVI

12 Il paziente ha respirato aria o altri gas sott’acqua? NON E’ UN INCIDENTE DECOMPRESSIVO SOLO SINTOMI LIEVI? - spossatezza estrema - rash cutaneo localizzato - prurito - dolore articolare - dolore toracico - rash cutaneo doloroso - disequilibrio - cefalea e nausea PRESENZA DI SINTOMI SEVERI OPPURE IMMERSIONE TECNICA O PROF >50m - calo del visus - vertigine invalidante, ipoacusia - deficit di forza o altri segni neurologici - dispnea/tosse o emoftoe Inviare presso il PS più vicino, segnalare l’arrivo del paziente Inviare automedica sul posto, probabile trasferimento in camera iperbarica entro 4-6 ore Inviare automedica ed elicottero per trasferimento immediato del paziente

13 SCOPO: riconoscimento della compromissione delle funzioni vitali e loro supporto fino all’arrivo del soccorso avanzato OBIETTIVO: prevenzione dei danni cerebrali anossici in un paziente che -ha perso coscienza -non respira -non ha segni di circolo

14 CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA

15 - Ambiente - Aiuto - Airways - Breathing - Circulation


Scaricare ppt "Bordighera 8 maggio 2009 Dr.ssa Claudia Casella"

Presentazioni simili


Annunci Google