La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Informazione sanitaria e disease mongering Come tutti i mercati, anche lindustria della salute per crescere deve moltiplicare i prodotti, spingere a consumi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Informazione sanitaria e disease mongering Come tutti i mercati, anche lindustria della salute per crescere deve moltiplicare i prodotti, spingere a consumi."— Transcript della presentazione:

1 Informazione sanitaria e disease mongering Come tutti i mercati, anche lindustria della salute per crescere deve moltiplicare i prodotti, spingere a consumi crescenti e reclutare nuovi clienti, soprattutto tra coloro che non hanno disturbi o si ritengono sani.

2 Dal resoconto del Reuter Business Insight per i dirigenti di case farmaceutiche - Datamonitor, PLC …Una delle principali strategie di vendita è cambiare il modo in cui la gente pensa ai propri mali consueti, trasformando processi naturali in patologie mediche. Le persone devono poter essere persuase che problemi che prima accettavano come un semplice inconveniente ora vanno considerati degni di un intervento medico.….. gli anni futuri assisteranno in misura crescente alla creazione di malattie sponsorizzate dalle società farmaceutiche. Dallintervista a Fortune di Henry Gadsden ex direttore della Merck - giugno Il mio cruccio maggiore è che il mercato della mia società sia limitato solo alle persone malate e non a qualsiasi persona sana, come per le gomme da masticare della Wrigleys. Alluscita del Mevacor, la prima statina per il colesterolo, 10 anni dopo, fu annunciato alla convention degli azionisti della stessa Merck, che tale sogno poteva cominciare finalmente a realizzarsi. Seguì una standing ovation di 20 minuti. Dal libro Selling Sicknessdi Ray Moynihan giornalista del British Med Journ.e di Lancet, 2007 Secondo le direttive dei National Institutes of Health statunitensi del 1995, 13 milioni di americani avrebbero avuto bisogno di essere curati con le statine. Nel 2001 gli stessi istituti fecero salire a 36 milioni la stima di tali persone ( 5 dei 14 membri del direttivo avevano legami finanziari con i produttori di statine). Nel 2004 unaltra commissione sottolineò che più di 40 milioni di americani potevano trarre beneficio dallassunzione di tali farmaci. (otto dei nove esperti che hanno redatto tali direttive erano consulenti, relatori o ricercatori di 4 delle ditte produttrici, uno ha preso i soldi da tutte e dieci). Il sogno di Gadsden si sta realizzando del tutto:da soli tali farmaci rendono oggi circa 30 miliardi di dollari allanno.

3 Il direttore del New England, Marcia Angell, nel 2007, ha rivisto tutti gli articoli pubblicati nella sezione Drug Therapy degli ultimi 3 anni, per analizzare se ci fossero rapporti tra gli autori e le aziende farmaceutiche: in 19 casi gli autori avevano legami con le aziende che producevano i farmaci che erano stati chiamati a commentare. Nei tre anni, nella sezione Drug Therapy sono uscite 41 revisioni. Ciò significa che quasi un articolo su due aveva alla base un grave conflitto dinteressi. E questo, si badi bene, sulla rivista più importante del mondo in medicina Richard Smith - ex Direttore del British Medical Journal - "La ricerca medica è inattendibile per colpa delle case farmaceutiche" Smith afferma che il 70% delle ricerche pubblicate dalle cinque maggiori riviste mediche sono finanziate dalle case farmaceutiche e già nel 2003 uno studio pubblicato su JAMA (Journal of the American Medical Association) mostrava che un terzo degli autori aveva interessi economici nella propria ricerca. E aggiunge che per di più i ricercatori non dichiarano di essere condizionati da un conflitto di interesse. In unintervista a Il Messaggero (30 Ottobre 2005), Silvio Garattini, fondatore e direttore dellIstituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ha dichiarato che su 8500 farmaci usciti dalla ricerca e disponibili sul mercato italiano solo 100 sono efficaci.

4 Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA CONFLITTI DINTERESSI NELLA RICERCA BIOMEDICA E NELLA PRATICA CLINICA Approvato nella Seduta Plenaria dell8 Giugno 2006 …..non sempre i ricercatori osservano quelle regole che dovrebbero costituire il fondamento etico della loro professione. Secondo alcune valutazioni circa i 3/4 delle ricerche biomediche che vengono condotte attualmente sarebbero sostenute dallindustria ……. In un documento pubblicato il 22 Marzo 2005, unapposita commissione istituita dalla Camera dei Deputati del Parlamento del Regno Unito ha dichiarato che: linfluenza dellindustria si è estesa a tal punto che ormai numerose attività si muovono contro il pubblico interesse …. …….in una recente indagine effettuata negli Stati Uniti condotta su 3247 ricercatori ha messo in luce come un numero rilevante degli intervistati abbia ammesso di aver proposto interpretazioni non corrette dei dati ottenuti e come circa il 15% abbia confessato di aver modificato il proprio studio su pressione degli sponsor commerciali (Corriere della Sera )..…..Non è certamente un mistero che un numero considerevole di ricerche mediche applicate viene effettuato su iniziativa o addirittura su commissione di industrie che sono fortemente interessate allaffermazione di nuovi farmaci….Appare evidente che in alcuni casi la figura del medico-ricercatore può divenire subalterna a quella del committente.

5 Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA CONFLITTI DINTERESSI NELLA RICERCA BIOMEDICA E NELLA PRATICA CLINICA Considerazioni finali 1) lindustria spesso non fornisce ai medici uninformazione neutrale e completa, ma uninformazione già indirizzata, creata nei propri uffici. 3) lindustria controlla e indirizza la ricerca attraverso i finanziamenti che elargisce allUniversità. 4) lindustria in certi casi distorce una ricerca in corso, sostituendo gli obiettivi (end points) primari con obiettivi surrogati. 5) naturalmente, per quanto in questa sede venga trattata particolarmente la terapia farmacologica, analoghe considerazioni bioetiche valgono per ogni tipo di terapia e per le procedure diagnostiche. 6) lindustria, in quanto proprietaria dei risultati, non pubblica i risultati negativi o non favorevoli. 8) lindustria condiziona, attraverso la pubblicità, le maggiori riviste mediche, i cui referees spesso hanno rapporti di dipendenza economica dalle aziende. 9) i medici che redigono le rassegne o le linee-guida sovente non sono davvero indipendenti dalle industrie. 10) anche le pubbliche amministrazioni spesso non sono indipendenti dagli interessi delle industrie.

6 AstraZeneca. Il colosso farmaceutico anglo-svedese ha annunciato ieri la maggiore acquisizione della sua storia, comprando la società americana MedImmune per 15,6 miliardi di dollari in contanti. Quattro dei dieci medici della Japan Lung Cancer Society, incaricata nel 2005 dal governo di Tokyo di preparare le nuove linee guida per l'utilizzo del farmaco Iressa, indicato contro il tumore polmonare avanzato e sospettato di aver causato 734 morti tra il luglio 2002 e il marzo di quest'anno 2008, hanno ricevuto compensi dalla casa produttrice del medicinale.Lo scrive il quotidiano giapponese The Mainichi Daily News. --il Crestor (anticolesterolo) avrebbe causato morti. --Nove società sono indagate nel procedimento sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (legge 231 del 2001) per una presunta farma-truffa da 20 milioni di euro ai danni del Servizio sanitario nazionale. Con Astrazeneca salgono quindi ad otto le aziende che hanno chiesto il patteggiamento. Le sette società che avevano chiesto di patteggiare - Bracco, GlaxoSmithKline, Biofutura, Novartis, Lusofarmaco, Ricordati e Bristol - hanno già versato all'Erario oltre tre milioni di euro.La Pfizer non ha ancora deciso in tal senso. Bayer. Ben 22mila pazienti oggi sarebbero ancora vivi se le autorita' regolatorie americane avessero rimosso piu' velocemente dal mercato Trasylol*(aprotinina), un farmaco utilizzato per fermare le emorragie durante le operazioni a cuore aperto, ritirato a novembre 2007 su ordine della Food and Drug Administration (Fda). E' la grave denuncia che un ricercatore, Dennis Mangano, ha fatto davanti alle telecamere della televisione statunitense Cbs, Ely Lilly. Già nel 2005 ha pagato 690 milioni di dollari per rimborsare circa persone che hanno contestato alla casa farmaceutica di non aver adeguatamente informato i pazienti sul rischio di iperglicemia e di diabete, legato all'assunzione del Zyprexa. La casa farmaceutica Eli Lilly ha patteggiato il pagamento di 62 milioni di dollari a 33 Stati Usa, per chiudere un'inchiesta avviata dai Procuratori generali dell'Illinois e dell'Oregon, in cui era accusata di aver promosso l'antipsicotico Zyprexa anche per patologie diverse dalla schizofrenia e dai disturbi bipolari, le sole per le quali ha ricevuto l'autorizzazione dalla Food and Drug Administration (FDA). Zyprexa veniva promosso, ad esempio, anche per l'uso pediatrico e per la demenza nei pazienti anziani, nei quali aumenta il rischio di morte. La compagnia ha già patteggiato la chiusura di circa cause promosse da pazienti che hanno utilizzato lo Zyprexa, pagando 1,2 miliardi di dollari di risarcimenti. Si stima che, a partire dal 1996, quando fu autorizzato per la prima volta negli Usa, lo Zyprexa sia stato prescritto a 26 milioni di pazienti nel mondo. Attualmente l'antipsicotico, autorizzato solo per i pazienti al di sopra dei 18 anni, è commercializzato in oltre 80 paesi ed è il farmaco più venduto da Eli Lilly, con ricavi, nel 2007, pari a 4,8 miliardi di dollari.

7 GlaxoSmithKline (GSK). La casa farmaceutica ha patteggiato negli Usa (2006) il pagamento di 63,8 milioni di dollari, per chiudere una class action, che l'accusava di promozione illegale dell'antidepressivo Paxil per l'utilizzo pediatrico, pur essendo in possesso di informazioni negative sull'efficacia e la sicurezza del farmaco su bambini e adolescenti. --La Glaxo Smith Kline è nuovamente alla luce dei riflettori negli USA per una causa sull'utilizzo di Paroxetina su minori, i cui marchi più noti in Italia sono Paxil, Serotax, Sereupin. ll giudice Michael Davis (USA) ha approvato l'accordo finale di 40 milioni di dollari di sanzione contro la GSK basandosi su un documento interno della GSK (Glaxo Smith Kline) che dimostra che GSK ha promosso il Paxil come uno psicofarmaco per bambini e adolescenti a dispetto di comunicazioni interne che confermavano che la sperimentazione clinica di Paxil nella depressione pediatrica non superava l'effetto placebo delle pastigliette di zucchero, ed anzi la molecola ha mostrato un tasso di suicidalità molto superiore al placebo (ideazione suicidaria su minori mai prima d'ora affetti da turbe psichiatriche autolesioniste, ndr). -- Riguardo a Hycomtin antitumorale (1850 euro a scatola),un indagine sui direttori IRCCS della guardia di finanza ha portato a 4400 denunce per comparaggio Merck. Dopo il Ritiro del Viox, che avrebbe causato circa 100 mila eventi cardiovascolari, la ditta potrebbe affrontare 575 processi. Merck è già stata denunciata, per gli stessi motivi, da altri sei Stati americani: Alaska, Louisiana, Mississippi, Montana, Texas e Utah. USA - 09/11/2007 – Merck pagherà 4,8 miliardi per i danni da Vioxx - Washington - Nel 1999 si scoprì che un suo vaccino per l'epatite B infantile era stabilizzato con Thimerosal, il noto fungicida al mercurio sospettato di provocare l'autismo nei bambini La Merck continua a proporre ed imporre - spingendo le autorità sanitarie a renderlo obbligatorio - il suo vaccino contro il cancro cervicale Gardasil, consigliandolo non solo alle fanciulle, ma anche ai ragazzi, di sicuro poco esposti al cancro dell'utero – Nell'agosto 2007, il National Vaccine Information Center ha informato che l'uso del vaccino Gardasil ha rivelato effetti dannosi in casi, fra i quali 5 fanciulle morte, 51 invalidate, ricoverate d'urgenza (e 451 non ancora guarite nel luglio 2007). Roma, 13 dic 07- In rosso a Wall Street la farmaceutica Merck, che dovrà ritirare un consistente numero di vaccini, perchè ritenuti dannosi per la salute dei bambini. Si tratta di 1 milione di dosi del vaccino contro l'HIb, che sono state ritenute pericolose per possibile contaminazione.

8 La Merck ammette l'inoculazione del virus del cancro - La divisione vaccini della farmaceutica Merck, ammette l'inoculazione del virus del cancro per mezzo dei vaccini. La sconvolgente intervista censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackwell Science, è stata tagliata dal libro "The Health Century" a causa dei sui contenuti. L'ammissione è che la Merck ha intenzionalmente iniettato il virus (SV40 ed altri) nella popolazione di tutto il mondo. Questo filmato contenuto nel documentario "In Lies We Trust: The CIA, Hollywood & Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dr. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista al maggior esperto di vaccini del mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perché la Merck ha diffuso lAIDS, la leucemia e altre orribili piaghe nel mondo : NOVARTIS. Nei primi nove mesi di quest'anno il gruppo svizzero ha realizzato un fatturato mondiale di 31,38 miliardi di dollari, con un aumento del 12% rispetto allo stesso periodo del 2007.Questa ha un portafoglio di 2600 farmaci. Pfizer. Nigeria: il governo chiede i danni per la morte di 200 bambini. Il colosso farmaceutico è accusato di aver sperimentato un farmaco sotto la copertura di un progetto umanitario. LAGOS: Il governo di Abuja ha chiesto al gigante farmaceutico un indennizzo pari a sette miliardi di dollari. Wyeth. Per la prima volta, la società e' stata condannata a versare 134 milioni di dollari a tre donne colpite da cancro al seno dopo un trattamento ormonale sostitutivo. La casa farmaceutica Wyeth è stata condannata da un tribunale di Philadelphia a risarcire 2,5 milioni di dollari a tre donne, che avevano subito danni alle valvole cardiache in seguito allassunzione dei dietetici Pondimin e/o Redux, ritirati dal mercato nel 1997 a causa dei rischi cardiaci e polmonari connessi al loro uso. DAL SITO DIRETTORE MARCELLO PAMIOWWW.DISINFORMAZIONE.IT-

9 Linvadenza della medicina Estensione del dominio della medicina - SUL PIANO QUANTITATIVO (abbassamento della soglia) - SUL PIANO TEMPORALE (diagnosi precoce) - SUL PIANO QUALITATIVO (nuove malattie) Tabelle concesse dal Dr. Roberto Satolli, direttore di ZADIG Agenzia critica di Medicina, Scienze ed Ambiente

10 the National Cholesterol Education Program Adult Treatment Panel III Valore soglia per decidere se iniziare un trattamento farmacologico Categoria di Rischio NCEP III 1993 NCEP III 2001 NCEP III 2004 Per Target Iniziare Per Target Iniziare Per Target Iniziare 0 o 1 Fdr >2 Fdr >= 190 <160 <=160 <130 >=190 <160 >=160 <130 >=130 >=190 <160 >=160 <130 >=130 CDH >=130 <100 >=130 <100 >=100 <70 AMERICANI COINVOLTI 12 MILIONI 36 MILIONI 43 MILIONI

11 Normalità al ribasso

12 SE RIUSCIAMO A STABILIRE CHE UN SEGNO O UN VALORE DI RIFERIMENTO SONO SBAGLIATI O CHE UN PROCESSO DELLORGANISMO E MALE O PERICOLOSO PER LA NOSTRA SALUTE, LA LOGICA CI DICE CHE E BENE, O ASSOLUTAMENTE NECESSARIO, CORREGGERLI O ESTIRPARLI……. E ANCHE…. CHE PRIMA LO SCOPRIAMO MEGLIO E. IN REALTA NON HA ALCUN SENSO DIAGNOSTICARE PRIMA UNA PATOLOGIA O UN FATTORE DI RISCHIO, COSI COME INTRAPRENDERE UNA TERAPIA, SE CIO NON HA COME RISULTATO UN ALLUNGAMENTO DELLASPETTATIVA DI VITA E/O DELLA QUALITA DELLA STESSA.

13

14

15

16 Rischio relativo Se anticipo la diagnosi la sopravvivenza a 5 anni aumenta, anche se non è vero. I casi di recidive dopo i 5 anni sono spesso classificati come nuovi casi Perché la sopravvivenza è stimata a 5 anni (non a 10o20)?

17 DIAGNOSI PRECOCE E STAMPA un esempio Agli inizi di marzo 2007 venne recapitato un invito ai giornali dalla Fondazione Istituto nazionale dei tumori di Milano che annunciava per il 7 dello stesso mese la presentazione dei risultati di 3 studi condotti da ricercatori americani e italiani. Relatori: Ugo Pastorino, direttore della chirurgia toracica dellIstituto nazionale dei tumori di Milano; Carlo La Vecchia, epidemiologo dellUniversità di Milano e Piergiorgio Zuccaio dellIstituto Superiore di sanità. I dati, pubblicati quel giorno sulla prestigiosa rivista scientifica Journal of American Medical Association, ripresi da tutta la stampa internazionale, Economist e New York Times in testa, dimostravano per lennesima volta che la diagnosi precoce del tumore al polmone, in qualsiasi modo venga fatta (con radiografia, esame dello sputo o Tac spirale), non allunga la vita. Anzi, lo studio pubblicato su Jama e leditoriale dimostravano che la diagnosi precoce nel caso del tumore al polmone aumenta addirittura il rischio di morte dei fumatori. Ma quello stesso 7 marzo a pagina 34 di Repubblica, un giornalista che di solito non si occupa di salute intervistava su 5 colonne (a richiesta dellinteressata?) Giulia Veronesi, figlia del noto chirurgo e direttore dellIstituto Europeo di Oncologia, cioè la concorrenza privata del pubblico Istituto dei tumori, che ribadiva la tesi contraria: sosteneva infatti la ricercatrice che «con la tac spirale e con la Pet, la Tomografia a emissione di positroni è possibile diagnosticare i tumori del polmone nella loro fase iniziale, quando le possibilità di guarigione sono molto elevate» e ancora che «il 90% dei tumori scoperti è risultato operabile e che il 70% dei tumori identificati sono allo stadio uno, lo stadio a miglior prognosi; correlato a una sopravvivenza dei pazienti tra l80 e il 90%». Da dove avesse attinto quei dati non si sa.

18 NUOVE MALATTIE FATTORE COMUNE: Promozione della paura (della morte, del deficit ecc) TRASFORMARE PROCESSI NATURALI IN PATOLOGIE: innanzitutto le risposte neurovegetative di difesa e guarigione (febbre, dolori, stanchezza ecc.), gravidanza, difficoltà sessuali, menopausa, calvizie, osteoporosi……. DARE UN NUOVO NOME AD UN VECCHIO DISTURBO: depressione, disturbo ossessivo compulsivo, sindrome del colon irritabile, sindrome delle gambe senza riposo, disturbo di attenzione degli adulti, sindrome da affaticamento cronico, fobia sociale, sindrome premestruale, disordine da stress postraumatico, disturbo da deficit di attenzione e iperattività dei bambini, cleptomania, disturbo da shopping compulsivo, disturbo da disfunzione erettile, disturbo bipolare. In questi casi di solito un farmaco già esistente viene dimostrato efficace per una nuova sindrome che prima non esisteva. TRASFORMARE FATTORI DI RISCHIO IN MALATTIE: ipertensione, colesterolo, glicemia. Da Farmaci che ammalano di Ray Moyniahan e Alan Cassels, 2005

19 Come nasce una malattia Costituire un Advisory board con opinion leader riconosciuti Sviluppare Linee Guida di Buona Pratica Diffondere una News Letter tra i medici Avviare un programma di sostegno ai pazienti Promuovere associazioni di malati Convincere tutti che si tratta di malattia seria e credibile

20 Setacciare a tappeto Oncologici Pap test Mammografia Cancro al colon Cancro alla prostata Cancro al polmone Melanoma Non oncologici Ipertensione Dislipidemia Diabete Osteoporosi Glaucoma Aneurisma aortico

21

22 La medicina ufficiale terza causa di morte nei paesi occidentali Questi dati sono stati presi da uno studio di Ron Law basato su statistiche ufficiali degli USA. Con minime differenze numeriche da paese a paese, essi rispecchiano la stessa situazione per tutte le nazioni "occidentali". Le medicine testate, autorizzate, prescritte e normalmente usate,incidono per il 5,18% delle cause di morte; (Fonte: Journal of theAmerican Medical Association, dalle alle morti annue).Ogni giorno in USA muoiono 46 persone a causa degli effetti della semplice aspirina. Le disgrazie mediche evitabili (errori) incidono per il 2,40% (Fonte CDC - Center for Disease Control, dalle alle persone). In Australia muoiono persone all'anno a causa di errori medici evitabili. (Fonte, Australian Medical Journal). Per contro quando i medici scioperano il numero delle morti diminuisce nettamente !! Vediamo ora gli atti medici non necessari. Ricoveri ospedalieri non necessari ogni anno Terapie non necessarie ogni anno Totale

23


Scaricare ppt "Informazione sanitaria e disease mongering Come tutti i mercati, anche lindustria della salute per crescere deve moltiplicare i prodotti, spingere a consumi."

Presentazioni simili


Annunci Google