La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OBIETTIVI La finalità di questo esperimento consiste nel valutare la validità delle formule che forniscono la resistenza equivalente relativa a resistori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OBIETTIVI La finalità di questo esperimento consiste nel valutare la validità delle formule che forniscono la resistenza equivalente relativa a resistori."— Transcript della presentazione:

1

2 OBIETTIVI La finalità di questo esperimento consiste nel valutare la validità delle formule che forniscono la resistenza equivalente relativa a resistori collegati fra di loro in serie oppure in parallelo.

3 MATERIALE UTILIZZATO due resistenze; cavi di collegamento; generatore; amperometro; voltmetro.

4 CONTENUTI TEORICI Resistenze in serie: quando due o più resistori sono disposti in un circuito consecutivamente uno allaltro in modo da essere attraversati dalla stessa intensità di corrente, diciamo che essi, o le loro resistenze, sono collegati in serie. Resistenze in parallelo: quando due o più resistori sono disposti, in un circuito, in parallelo, risulta che la d.d.p. ai loro estremi assume lo stesso valore per entrambi.

5 PRIMA PARTE: RESISTENZE IN SERIE Montiamo il circuito senza effettuare ancora il collegamento con il generatore; lingresso (+) del circuito è collegato con lingresso di R, mentre la sua uscita è connessa con luscita di R, la quale va al polo negativo del generatore. Alimentiamo il circuito con il generatore fino a raggiungere nel voltmetro il valore della d.d.p. desiderato; successivamente leggiamo sullamperometro il valore dellintensità con il relativo errore.

6

7 SECONDA PARTE: RESISTENZE IN PARALLELO Montiamo il circuito ma senza effettuare ancora il collegamento con il generatore; questa volta bisogna collegare fra loro gli ingressi dei due resistori, così come le rispettive uscite. Il voltmetro è in parallelo sia con R che con R. Alimentiamo il circuito fino a raggiungere nel voltmetro il valore della d.d.p. desiderato; leggiamo sullamperometro il valore dellintensità di corrente e la sua incertezza.

8

9 RACCOLTA DEI DATI ΔV (V)Δx(ΔV) (V)I (A)Δx(I) (A)R=ΔV/I (Ω) R2,500,050,1550,00516,1 R2,500,050,1100,00523 Re (serie)2,500,050,0650,00538 Re(parallelo)2,500,050,2400,00510,4 N.B.= con Re indichiamo la resistenza equivalente sperimentale, mentre quella teorica, che ricaveremo con il calcolo a partire da R e R, la indichiamo con Ret. Inoltre, è necessario precisare che il valore dellerrore diminuisce con laumentare della d.d.p. fornita dal generatore in quanto la resistenza che oppongono i cavi di collegamento è sempre la stessa.

10 ELABORAZIONE Per verificare la validità delle formule di calcolo della resistenza equivalente, dobbiamo confrontare i risultati sperimentali con quelli teorici notando la loro vicinanza.

11 VALORI SPERIMENTALI Riprendendo i valori della Re, riportati in tabella, abbiamo: Re (in serie) = 38 Re (in parallelo) = 10,4

12 VALORI TEORICI Applicando le formule studiate, abbiamo: In serie Ret = R+R= 16,1 + 23= 39,1 In parallelo Ret = (R R)/(R+ R)= = (16,1 23)/(16,1+23)=9,47059 P.S.= nonostante la riuscita dellesperimento, erano possibili eventuali riscontri negativi dovuti a: instabilità nellalimentazione elettrica; riscaldamento dei componenti; contatti non ottimali.

13 Esperimento realizzato da: Di Mario Carlo & Turi Annalisa Corso P.N.I. – Classe VB A.s. 2008/2009 Docente di Fisica: prof. Piccolo Orazio


Scaricare ppt "OBIETTIVI La finalità di questo esperimento consiste nel valutare la validità delle formule che forniscono la resistenza equivalente relativa a resistori."

Presentazioni simili


Annunci Google