La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FAMIGLIA ED ECONOMIA Luigi Campiglio Università Cattolica del Sacro Cuore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FAMIGLIA ED ECONOMIA Luigi Campiglio Università Cattolica del Sacro Cuore."— Transcript della presentazione:

1 FAMIGLIA ED ECONOMIA Luigi Campiglio Università Cattolica del Sacro Cuore

2 UN FONDAMENTALE PRINCIPIO DI EFFICIENZA ECONOMICA PREZZO PRIVATO = PREZZO SOCIALE VALORE PRIVATO = VALORE SOCIALE

3 MERCATO, FAMIGLIA E IMPRESA. LIMPRESA DISTRIBUISCE RISORSE SULLA BASE DEL MERITO E DELLEFFICIENZA LA FAMIGLIA DISTRIBUISCE RISORSE SULLA BASE DEL BISOGNO FAMIGLIE E IMPRESE, SE EFFICIENTI, RISOLVONO INSIEME IL TRADE-OFF FRA EFFICIENZA ED EQUITA

4 FAMIGLIA E STATO STAZIONARIO UNA ECONOMIA IN CUI LA NATALITA E 2,1 FIGLI IN MEDIA PER FAMIGLIA HA UNA POPOLAZIONE STAZIONARIA E LA CRESCITA ECONOMICA E DOVUTA ESCLUSIVAMENTE ALL AUMENTO DELLA PRODUTTIVITA

5 PRODUTTIVITA E TENORE DI VITA SE LA NATALITA E MOLTO INFERIORE A 2 IL MIGLIORAMENTO DEL TENORE DI VITA RICHIEDE UN AUMENTO DI PRODUTTIVITA ANCORA MAGGIORE (GIAPPONE) LA PRODUTTIVITA IN ITALIA NON CRESCE E IL POTERE DI ACQUISTO DELLE FAMIGLIE E IN DIMINUZIONE

6 LORIGINE DELLA PRODUTTIVITA L AUMENTO DI PRODUTTIVITA DIPENDE DAL MIGLIORAMENTO TECNOLOGICO DEL CAPITALE MATERIALE E SOPRATTUTTO DEL CAPITALE UMANO

7 CAPITALE UMANO E FAMIGLIA IL CAPITALE UMANO SI COMPONE DI: ABILITA COGNITIVE (SCUOLA, UNIVERSITA) ABILITA NON-COGNITIVE (TENACIA, SICUREZZA DI SE, CARATTERE) LA FAMIGLIA E CRUCIALE NELLA FORMAZIONE DELLE ABILITA COGNITIVE E DECISIVA PER QUELLE NON-COGNITIVE, PERCHE SI FORMANO NEI PRIMI ANNI DI VITA DELLA PERSONA

8

9 L

10 L AUMENTO DELLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

11 RELAZIONE PRO-CICLICA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE E NATALITA

12 SPESA PUBBLICA PER LA FAMIGLIA E NATALITA

13 USA, UK, SVEZIA – FRANCIA, GERMANIA – ITALIA, GIAPPONE

14

15

16 UNA DIMINUZIONE DI 6,8 MILIARDI 2008 A SFAVORE DELLE FAMIGLIE DAL 1996 DALL1/1/1996 L ALIQUOTA CONTRIBUTIVA PER ASSEGNI FAMILIARI DAL 6,2% AL 2,48%: I CONTRIBUTI DIMINUISCONO DI 4,6 MILIARDI DALL1/1/1996 LALIQUOTA CONTRIBUTIVA PER MATERNITA DALL1,23% ALLO 0,66%: I CONTRIBUTI DIMINUISCONO DI 0,6 MILIARDI. IN TOTALE UNA DIMINUZIONE DI 5,2 MILIARDI DALL1/1/1996 LALIQUOTA PER IVS AUMENTA DAL 27,57% AL 32,7%.

17 DIMINUZIONE DEL 3,2% - CIRCA 4,6 MILIARDI 2008 (3,8 MIL. PREZZI 1999) DALL1/1/1999 DIMINUISCE DALLO 0,1% A ZERO L ALIQUOTA CONTRIBUTIVA PER ASILI NIDO DALL1/1/1999 DIMINUISCE DAL 2,01% (NEL 1995) A ZERO LALIQUOTA CONTRIBUTIVA PER TBC DALL1/1/1999 DIMINUISCE DALL1,05% (NEL 1995) A ZERO LALIQUOTA CONTRIBUTIVA GESCAL

18 UN PAESE ANZIANO PER ANZIANI ? LA DIMINUZIONE DI RISORSE A SFAVORE DELLE FAMIGLIE E A FAVORE DELLE PENSIONI, E IN PARTE MINORE DELLE IMPRESE E QUANTIFICABILE IN CIRCA 11,4 MILIARDI (PREZZI 2008) LO SQUILIBRIO GENERAZIONALE, CONSEGUENZA DEL DECLINO DELLA NATALITA, E LA CAUSA DI UN PAESE ANZIANO PER ANZIANI, SPESSO POVERI

19 ALIQUOTE INPS

20 UNA POLITICA FISCALE PER LE FAMIGLIE: CONDIZIONI ISTITUZIONALI UNA POLITICA FISCALE CHE SEGUA I PRINCIPI COSTITUZIONALI DOVREBBE SEGUIRE IL PRINCIPIO DELLA CAPACITA CONTRIBUTIVA E DELLA PROGRESSIVITA UNA POLITICA FISCALE PER LA FAMIGLIA CHE MIGLIORI IL REDDITO PERMANENTE DEVE ESSERE SEMPLICE E NON DISCREZIONALE (FRANCIA E SVEZIA SONO ESEMPI)

21


Scaricare ppt "FAMIGLIA ED ECONOMIA Luigi Campiglio Università Cattolica del Sacro Cuore."

Presentazioni simili


Annunci Google