La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pont Saint Martin 1 Aprile 2008 I Disturbi dellUmore: la Depressione Dr. Paolo Calvarese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pont Saint Martin 1 Aprile 2008 I Disturbi dellUmore: la Depressione Dr. Paolo Calvarese."— Transcript della presentazione:

1 Pont Saint Martin 1 Aprile 2008 I Disturbi dellUmore: la Depressione Dr. Paolo Calvarese

2 Attuale abuso del termine Depressione un tempo si utilizzava la definizione Esaurimento Nervoso

3 ۞ Prospettiva Trasversale ۞ Episodio Depressivo Maggiore ۞ Prospettiva Longitudinale ۞ Disturbo Depressivo maggiore Disturbo Distimico

4 Disturbo Depressivo Maggiore episodio singolo Disturbo Depressivo Maggiore episodio ricorrente Distimia

5 Episodio Depressivo maggiore Cluster sintomatologico Emotivo- Affettivo Tristezza- abbattimento-morte interiore-pesantezza dolorosa- irritabilità-anedonia-ansia Cluster sintomatologico Cognitivo-Percettivo Memoria-attenzione-poco lucido-idee di colpa-arresto temporale-scarsa-idee di morte-stima-ipocondria-lentezza psi Cluster Psicomotorio dei sintomi Rallentamento motorio-inattività- trascurato nelligiene-catatonia- mutacismo-mimica-agitaz.psicomot. Cluster dei sintomi Somatovegetativi Variazioni dellappetito e peso- astenia-ritmo sonno/veglia-calo della libido-gastrointestinali-cardiaci Cluster dei sintomi Cronobiologici Insonnia ritardata-sofferenza mattutina-stagionalità

6 Sottotipi di Depressione Maggiore Per caratteristiche sintomatologiche Cluster sintomatologico Depressione melancolica Sintomi cronobiologici Sintomi psicomotori Depressione psicotica Sintomi Cognitivo- percettivi Depressione atipica SintomiSomatovegetativi-inversi Depressione catatonica Sintomi psicomotori

7 Sottotipi di Depressione Maggiore Per caratteristiche di decorso Peculiarità di decorso clinico Depressione postpartum Esordio entro 4 settimane dal parto Depressione stagionale Esordio/remissione stagionale Depressione cronica Durata superiore ai 2 anni

8 Disturbo Distimico Tono dellumore basso Tono dellumore basso Differenze quantitative rispetto al normale Differenze quantitative rispetto al normale Irritabilità Irritabilità Bassa soglia di tolleranza a frustrazioni Bassa soglia di tolleranza a frustrazioni Bassa soglia di tolleranza alla sofferenza Bassa soglia di tolleranza alla sofferenza No anedonia No manifestazioni psicotiche No anedonia No manifestazioni psicotiche No sintomi cronobiologici No sintomi psicomotori No sintomi cronobiologici No sintomi psicomotori Affaticabilità mentale Affaticabilità mentale Stile cognitivo pessimista Stile cognitivo pessimista Difficoltà a prendere decisioni Difficoltà a prendere decisioni Ansia libera e somatizzata Ansia libera e somatizzata Preoccupazioni ipocondriache ed economiche Preoccupazioni ipocondriache ed economiche Scarsa stima di sé e sentimenti di inadeguatezza Scarsa stima di sé e sentimenti di inadeguatezza Ritardo nelladdormentamento e risvegli multipli Ritardo nelladdormentamento e risvegli multipli

9 Comprensione Psicodinamica La depressione coinvolge una pluralità di forze, compresi fattori stressanti di natura psicologica, interpersonali, biologica e ambientale, che agiscono sul cervello. Nella patogenesi, sono coinvolte, in risposta a fattori eziologici, reali disfunzioni cerebrali. MODELLO BIO-PSICO-SOCIALE

10 Comprensione Psicodinamica Dolorosi eventi esistenziali come precoci separazioni e perdite possono esnsibilizzare i siti recettoriali in modo tale che idee e immagini associate con stati depressivi possono agire in ultima analisi, come stimoli condizionati capaci di elicitare un episodio depressivo maggiore, anche senza una perdita reale o uno stressor esterno ambientale. Questo modello è coerente con le osservazioni psicoanalitiche secondo le quali immaginare una perdita o percepire una discrepanza tra le aspettative idealizzate e la realtà può far precipitare in una depressione.

11 S. Freud Non sono amato Perdita della stima di sé e del valore della propria persona Rabbia verso le persone amate che mi rifiutano Super Io severo che punisce tali sentimenti La rabbia viene rivolta verso sé stessi autosvalutandosi e deprimendosi Emergono sentimenti di colpa

12 Bibring 1953 La depressione come emergente dalla tensione tra ideali e realtà. Tre aspirazioni fondamentali: valere ed essere amato-essere forte e superiore-essere bravo e amorevole. La consapevolezza della proprio incapacità rispetto a questi tre parametri porta lindivio alla depressione e ad un sentimento di debolezza e scarsa autostima.

13 Il Suicidio Karl Menninger, 1933: desiderio di uccidere- desiderio di essere ucciso-desiderio di morire; Karl Menninger, 1933: desiderio di uccidere- desiderio di essere ucciso-desiderio di morire; Fenichel, 1945: unione narcisistica con unamata figura superegoica; Fenichel, 1945: unione narcisistica con unamata figura superegoica; Dorpat, 1973: desiderio regressivo di una riunione con una perduta figura materna (senso di pace e conclusione della sofferenza) Dorpat, 1973: desiderio regressivo di una riunione con una perduta figura materna (senso di pace e conclusione della sofferenza)

14 Suididio Fattori predittivi Fattori predittivi 1. Attacchi di panico 2. Ansia psichica 3. Perdita di piacere e interesse 4. Agitazione depressiva con passaggi rapidi da ansia- depressione-rabbia 5. Abuso di alcool 6. Insonnia totale 7. Diminuita concentrazione Testistica Testistica 1. Incapacità di riconoscere e accettare il proprio bisogno di dipendenza 2. Visione sobria e ambivalente rispetto alla morte 3. Aspettative verso se stessi eccessivamente alte 4. Ipercontrollo dellaffettività/aggressività

15 Plutarco Descrivendo il Re antioco, innamorato della giovane matrigna…. Ogni minimo malessere è ingrandito dagli spettri pensosi della sua ansietà, guarda se stesso come un uomo che gli Dei odiano, il medico o lamico consolatore vengono allontanati, siede fuori dalla porta avvolto di stracci. Di tanto in tanto si trascina nello sporco e confessa quello o quel peccato. Vegli o dorma è seguito dagli spettri della sua angoscia, sveglio non fa uso della ragione, addormentato non ha tregua delle sue paure. In nessun luogo trova scampo dai terrori immaginari.

16 Epidemiologia Disturbo Depressivo Maggiore Disturbo Depressivo Maggiore 5% - 12% 5% - 12% 10% - 25% 10% - 25% Familiarità la % raddoppia Familiarità la % raddoppia Esordio tra 20 e 30 anni Esordio tra 20 e 30 anni I° episodio resta isolato 50% I° episodio resta isolato 50% II° episodio il III° 70% II° episodio il III° 70% III° episodio il IV° 90% III° episodio il IV° 90% Distrubo Distimico Distrubo Distimico Prevalenza del 6% Prevalenza del 6% Esordio sfumato Esordio sfumato Decorso fluttuante Decorso fluttuante Rilevanza di eventi stressanti Rilevanza di eventi stressanti

17 Terapia della depressione Terapia farmacologica Psicoterapia

18 La Depressione nel Paziente Anziano Pseudodemenza Depressiva Uomini Uomini Somatizzazioni Somatizzazioni Irritabilità: scarsa tolleranza delle frustrazioni Irritabilità: scarsa tolleranza delle frustrazioni Scarsa partecipazione alla vita sociale Scarsa partecipazione alla vita sociale Disturbi cognitivi Disturbi cognitivi Donne Donne Ansia Ansia Irritabilità: rivendicazioni Irritabilità: rivendicazioni Abbandono delle attività domestiche Abbandono delle attività domestiche Disturbi cognitivi Disturbi cognitivi

19 Pont Saint Martin 1 Aprile 2008 I Disturbi dellUmore: la Depressione Dr. Paolo Calvarese


Scaricare ppt "Pont Saint Martin 1 Aprile 2008 I Disturbi dellUmore: la Depressione Dr. Paolo Calvarese."

Presentazioni simili


Annunci Google