La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

04/02/11 I - Decisioni emotive. 2 Cominciamo dalla complessità della nostra mente La nostra mente gestisce la complessità e ci semplifica la vita, ma…

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "04/02/11 I - Decisioni emotive. 2 Cominciamo dalla complessità della nostra mente La nostra mente gestisce la complessità e ci semplifica la vita, ma…"— Transcript della presentazione:

1 04/02/11 I - Decisioni emotive

2 2 Cominciamo dalla complessità della nostra mente La nostra mente gestisce la complessità e ci semplifica la vita, ma… Il nostro cervello non è specializzato per cercare, nuove soluzioni ma per ricercare soluzioni che già erano presenti nella nostra memoria, cioè pregiudizi!

3 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - La nostra mente è plasmabile dai professionisti della comunicazione! L'unico modo di resistere è di conoscere i metodi che usano per condizionare le nostre scelte e imparare a ragionare come fanno tecnici, scienziati e imprenditori e come dovrebbero fare i politici 3 (Ci propongono soluzioni facili, attraenti e facilmente memorizzabili)

4 4 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - Prendere una decisione razionale 1) Direzionale (Linguaggio direttivo, gestionale) in cui si stabiliscono gli obiettivi 2) Tecnico (Linguaggio tecnico) in cui si stabilisce il metodo e le risorse necessari per raggiungere gli obiettivi 3) Operativo (Linguaggio operativo, pratico) in cui si realizza quanto deciso ai livelli superiori 4 La nostra attenzione può essere rivolta a poche cose contemporaneamente, perciò le decisioni sono prese in livelli, tipicamente tre:

5 1)Coscienza memoria 2) Pregiudizi, istruzione 3) Istinto, abitudine 5 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - La decisione spontaneaè completata in modo subconscio a livello tecnico e operativo 5 S u b c o n s c i o

6 6 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - I contratti tra livelli decisionali Dettagli Sintesi Particolare Generale 6 La quantità di informazione gestibile da una persona è limitata di conseguenza è necessario lavorare su parte dell'informazione (i contratti) e controllare la componente emotiva che completa le informazioni

7 7 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - La magia è passare direttamente da livello direzionale a livello operativo saltando il livello tecnico! 1)Direzionale (Linguaggio direttivo, gestionale) in cui si stabiliscono gli obiettivi e le risorse necessarie a ottenerli 2) Tecnico (Linguaggio tecnico) in cui si stabilisce il metodo col quale raggiungere gli obiettivi 3) Operativo (Linguaggio operativo, pratico) in cui si realizza quanto deciso ai livelli superiori I maghi del marketing fanno abbondante uso del linguaggio magico! Topolino voleva una bacchetta magica Il marketing convince che basta guardare il marchio! 7

8 1)Coscienza memoria 2) Pregiudizi, istruzione 3) Istinto, abitudine 8 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - Le decisioni magiche sono fortemente influenzate dal temperamento della persona. 8 S u b c o n s c i o

9 9 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - Ideologia è prendere una soluzione tecnica a scatola chiusa Topolino non aveva bisogno di magia, aveva bisogno di una pompa! Ideologia è prendere la prima pompa che capita (che può funzionare o meno. Lideologia somiglia molto alla magia!) 1) Direzionale (Linguaggio direttivo, gestionale) in cui si stabiliscono gli obiettivi e le risorse necessarie a ottenerli 2) Tecnico (Linguaggio tecnico) in cui si stabilisce il metodo col quale raggiungere gli obiettivi 3) Operativo (Linguaggio operativo, pratico) in cui si realizza quanto deciso ai livelli superiori 9

10 10 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - Razionalità è usare scienza e calcolo per trovare la soluzione tecnica efficace Per essere razionale Topolino avrebbe dovuto calcolare (e costruire) la pompa. 1) Direzionale (Linguaggio direttivo, gestionale) in cui si stabiliscono gli obiettivi e le risorse necessarie a ottenerli 2) Tecnico (Linguaggio tecnico) in cui si stabilisce il metodo col quale raggiungere gli obiettivi 3) Operativo (Linguaggio operativo, pratico) in cui si realizza quanto deciso ai livelli superiori 10

11 1)Coscienza memoria 2) Pregiudizi, istruzione 3) Istinto, abitudine 11 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - 11 Analisi La decisione Razionale analizza e verifica tutti i dettagli

12 12 IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri - 12 Raramente siamo in grado di considerare razionalmente tutti i dettagli. Di conseguenza la maggior parte delle nostre decisioni sono emotive

13 13 Nel processo decisionale occorre tener conto delle emozioni, i pregiudizi e l'istruzione delle persone coinvolte. Solo con queste premesse è possibile stabilire obiettivi raggiungibili e architettare delle soluzioni efficaci. Decidere razionalmente è un' operazione complessa! Perché si litiga? Perchè si litiga? In famiglia, in azienda e... col computer © Giorgio Misuri 2010 ISBN Multimage, Associazione Editoriale Via Romagnosi 15r Firenze Tel/fax IDEOCOORDINATE Giorgio Misuri -


Scaricare ppt "04/02/11 I - Decisioni emotive. 2 Cominciamo dalla complessità della nostra mente La nostra mente gestisce la complessità e ci semplifica la vita, ma…"

Presentazioni simili


Annunci Google