La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Università degli Studi di Siena Corso di Perfezionamento per Esperti in Legislazione Ambientale Siena, 17.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Università degli Studi di Siena Corso di Perfezionamento per Esperti in Legislazione Ambientale Siena, 17."— Transcript della presentazione:

1 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Università degli Studi di Siena Corso di Perfezionamento per Esperti in Legislazione Ambientale Siena, 17 marzo 2009 I Principi Internazionali e Comunitari nel Diritto Ambientale Prof. Massimiliano Montini Università degli Studi di Siena

2 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond I fondamenti del Diritto Internazionale dellAmbiente Il Diritto Internazionale dellAmbiente (Diritto Internazionale per la protezione dellAmbiente) è basato su tre principali tipi di strumenti: Le Dichiarazione di Principi (Soft Law) La Giurisprudenza (Decisioni dei Tribunali e delle Corti Internazionali) I Trattati e le Convenzioni Internazionali

3 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Le dichiarazioni di principi Dichiarazioni di Principi (Soft Law) La Conferenza di Stoccolma (1972) Il Rapporto Brundtland (1987) La Conferenza di Rio (1992) La Conferenza di Johannesburg (2002)

4 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond La giurisprudenza La giurisprudenza (Decisioni dei Tribunali e delle Corti Internazionali) I primi casi: Fonderia di Trail (USA c. Canada – Tribunale Arbitrale 1941) I casi più recenti: Parere sulla Legalità delluso della forza (ICJ-1996) Caso Gabickovo - Nagymaros (ICJ-1998) Caso US Gamberetti/Tartarughe (1998)/ CE Ormoni (1998)/ CE Amianto (2001)/ CE Biotech (2006) (WTO)

5 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Trattati e Convenzioni Internazionali (I) Primo tipo di trattati e convenzioni internazionali: Trattati aventi ad oggetto inquinamenti transfrontalieri La Convenzione sullinquinamento atmosferico transfrontaliero a grande distanza (UNECE-1979) Le Convenzioni sui corsi dacqua (UNECE-1992 and UN- 1997) La Convenzione di Basilea sui movimenti transfrontalieri di rifiuti (UNEP-1979)

6 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Trattati e Convenzioni Internazionali (II) Secondo tipo di trattati e convenzioni internazionali: Trattati aventi ad oggetto questioni ambientali globali La Convenzione di Vienna per la protezione dello strato di ozono (1985) + il Protocollo di Montreal (1987) La Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (1992) + il Protocollo di Kyoto (1997) La Convenzione sulla Biodiversità (1992) + il Protocollo di Cartagena sulla Biosicurezza (2000) La Convenzione sulla Desertificazione (UN-1994)

7 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il ruolo dei principi Recentemente il Diritto Internazionale dellAmbiente si è sviluppato fondamentalmente attraverso i principi più che attraverso la giurisprudenza o nuovi trattati e convenzioni. Per questa ragione, unanalisi dei più importanti principi giuridici è rilevante ed appropriata per comprendere come funziona il Diritto Internazionale per la tutela dellambiente.

8 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond I principi del diritto internazionale dellambiente Il principio 21 (sovranità permanente degli Stati sulle loro risorse naturali e obbligo di non causare danni allambiente di altri Stati) Il principio di cooperazione Il principio dello sviluppo sostenibile Il principio precauzionale

9 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio 21 Il principio 21 della Dichiarazione di Stoccolma è composto da due elementi: sovranità permanente degli Stati sulle loro risorse naturali, conformemente alle loro politiche ambientali (e di sviluppo); obbligo di non causare danni allambiente di altri Stati (o ad aree al di là dei limiti della giurisdizione nazionale degli Stati).

10 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio di cooperazione Il principio di cooperazione (principio 24 – Dichiarazione di Stoccolma) introduce un: obbligo generale di cooperazione tra gli Stati al fine di controllare, prevenire, ridurre ed eliminare gli effetti nocivi dellinquinamento e del degrado ambientale; approccio transfrontaliero e non globale alle questioni ambientali.

11 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio dello sviluppo sostenibile (I) La definizione del Rapporto Brundtland:Sustainable development is development that meets the needs of the present without compromising the ability of future generations to meet their own needs. La definizione è basata su due concetti: bisogni e limiti.

12 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio dello sviluppo sostenibile(II) Elementi costitutivi del concetto: uso equo, prudente e razionale delle risorse naturali equità inter-generazionale (concetto di trust). equità intra-generazionale integrazione tra politiche di sviluppo economico, politiche ambientali e sociali.

13 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Levoluzione del principio dello sviluppo sostenibile Il principio dello sviluppo sostenibile nella Conferenza di Rio (1992): pone al primo posto la tutela dellambiente. Il principio dello sviluppo sostenibile nella Conferenza di Johannesburg (2002): si basa su tre pilastri reciprocamente integrati: lo sviluppo economico, lo sviluppo sociale e la protezione ambientale.

14 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Lo sviluppo sostenibile nellera della globalizzazione economica Lobiettivo dello sviluppo sostenibile nellera della globalizzazione economica si può raggiungere solo migliorando le condizioni (sociali) che costituiscono severi limiti allo sviluppo dei popoli. Forte collegamento tra sviluppo economico e dimensione sociale. Minore importanza della dimensione ambientale.

15 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio precauzionale Il principio precauzionale (principio 15 – Dichiarazione di Rio) introduce: la possibilità per uno Stato di adottare misure nazionali per prevenire il degrado ambientale, anche in assenza di piena certezza scientifica, a condizione che: vi sia il rischio di danni seri ed irreversibili; vi sia un principio di prova; le misure siano temporalmente limitate.

16 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Cenni sullevoluzione storica del diritto comunitario Il Trattato Istitutivo della CEE (1957) LAtto Unico (1986) Il Trattato di Maastricht (la CE e lUE) (1991) I Trattati di Amsterdam (1997) e Nizza (2001) Il progetto di Costituzione Europea (2004) Il Trattato di Lisbona (2007)

17 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Levoluzione storica del diritto comunitario dellambiente *Evoluzione storica in 5 fasi * I fase ( ): assenza politica ambientale II fase ( ): avvio politica ambientale III fase ( ):consolidamento politica amb. IV fase ( ): sviluppo politica amb. V fase (1999-oggi): integrazione politica amb.

18 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Le norme del Trattato CE Art. 2 e 3: fini e politiche del Trattato CE Art. 6: principio di integrazione e principio dello sviluppo sostenibile Art. 174: base della politica ambientale (obiettivi, principi, criteri per la politica ambientale) Art. 175: la procedura decisionale Art. 176: le deroghe per gli Stati Membri

19 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Gli obiettivi del diritto comunitario dellambiente Salvaguardia, tutela e miglioramento della qualità dellambiente; protezione della salute umana; utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali; promozione sul piano internazionale di misure per la tutela dellambiente a livello regionale o mondiale.

20 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond I principi del diritto comunitario dellambiente Il principio precauzionale Il principio di prevenzione Il principio della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati allambiente Il principio chi inquina paga Il principio di integrazione (art. 6) Il principio dello sviluppo sostenibile (art.6)

21 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio precauzionale Approccio anticipatorio ai problemi ambientali (assenza di certezza scientifica) Assenza di definizione nel Trattato CE Comunicazione Commissione CE (2000) Risk-assessment e Risk-management Es. Direttiva CE 98/81 sugli OGM

22 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio di prevenzione Approccio anticipatorio ai problemi ambientali (presenza di certezza scientifica) Assenza di definizione nel Trattato CE Meglio prevenire che riparare il danno Es. Direttiva CE 2008/98 su rifiuti; Direttive 85/337 e 97/11 sulla VIA

23 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio della correzione alla fonte dei danni causati allambiente Riparazione del danno alla fonte per ridurre il rischio ambientale e i costi di riparazione Standard di emissione o obiettivi di qualità? Es. CGCE caso C-2/90 (Rifiuti Valloni) Es. Direttiva CE 2000/60 sulle acque

24 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio chi inquina paga Obbligo di sostenere i costi dei prevedibili danni amb. a carico dei soggetti responsabili (non della collettività) Internalizzazione dei costi ambientali Criterio ispiratore della normativa e non principio con contenuto precettivo e risarcitorio Es. BATNEEC e tassazione verde Es. Direttiva 2004/35 (risarcimento danno ambientale) Es. Direttive 2000/53 (veicoli fuori uso) and 2002/96 (rifiuti elettrici ed elettronici).

25 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio di integrazione Obbligo di integrare le esigenze connesse con la tutela dellambiente nella definizione e attuazione delle altre politiche comunitarie Quali sono tali esigenze? Che tipo di inverdimento è richiesto? Richiamo alla prospettiva di promuovere lo sviluppo sostenibile

26 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il principio dello sviluppo sostenibile Obiettivo della politica ambientale CE, piuttosto che principio ispiratore delle singole normative ambientali Assenza di definizione nel Trattato CE Quinto e Sesto Programma Quadro di Azione Ambientale CE (1993 e 2002) La Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile (2001 e 2006) Collegamento con principio di integrazione

27 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Il ruolo dei principi nel diritto ambientale I principi hanno un ruolo fondamentale nel diritto ambientale (soprattutto a livello internazionale e comunitario), in quanto: il loro contenuto è vago, ma flessibile; possono colmare le lacune del diritto positivo; possono guidare linterpretazione; possono ispirare norme di diritto positivo.

28 Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Università degli Studi di Siena Corso di Perfezionamento per Esperti in Legislazione Ambientale Siena, 17 marzo 2009 I Principi Internazionali e Comunitari nel Diritto Ambientale Prof. Massimiliano Montini Università degli Studi di Siena


Scaricare ppt "Environmental Legal TeamEnvironment and Beyond Università degli Studi di Siena Corso di Perfezionamento per Esperti in Legislazione Ambientale Siena, 17."

Presentazioni simili


Annunci Google