La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 MANCATA APPLICAZIONE IL RUOLO DELLA MAGISTRATURA 1) DISCONOSCIMENTO DEI CRITERI DI DEROGA 2) APPLICAZIONE FORMALE,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 MANCATA APPLICAZIONE IL RUOLO DELLA MAGISTRATURA 1) DISCONOSCIMENTO DEI CRITERI DI DEROGA 2) APPLICAZIONE FORMALE,"— Transcript della presentazione:

1 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 MANCATA APPLICAZIONE IL RUOLO DELLA MAGISTRATURA 1) DISCONOSCIMENTO DEI CRITERI DI DEROGA 2) APPLICAZIONE FORMALE, SVUOTATA DI CONTENUTI IL RUOLO DELLE PARTI 3) L'UTILIZZO STRUMENTALE DELLE FALSE ACCUSE 4) CONNIVENZE E CONCAUSE AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

2 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 il ruolo della magistratura: COSA ACCADE 1) CRITERI DI DEROGA MUTUATI DALLA GIURISPRUDENZA ANTECEDENTE ALLA RIFORMA - CONFLITTUALITÀ FRA LE PARTI - DISTANZA FRA LE ABITAZIONI DEI GENITORI - TENERA ETÀ DEL MINORE INCOMPATIBILITÀ FRA IL PRINCIPIO DI DISCREZIONALITÀ ED UNA RISCRITTURA DISTORTA DELLA NORMA AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

3 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONE I CIVILE, SENTENZA N /08 DEL 29/4/08 : nel quadro della nuova disciplina (…) laffidamento condiviso (…) si pone non più come evenienza residuale, bensì come regola; rispetto alla quale costituisce eccezione la soluzione dellaffidamento esclusivo. laffidamento condiviso non può ritenersi precluso dalla mera conflittualità tra i coniugi, poiché avrebbe altrimenti una applicazione solo residuale (…). occorre viceversa, (…), che risulti, nei confronti di uno dei genitori, una manifesta carenza o inidoneità educativa tale da rendere quellaffidamento in concreto pregiudizievole per il minore provvedimento motivato, con riferimento alla peculiarità della fattispecie che giustifichi, in via di eccezione, laffido esclusivo. AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

4 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 il ruolo della magistratura – COME ACCADE 2) APPLICAZIONE FORMALE, SPOGLIATA DEI CONTENUTI - GENITORE PREVALENTE: affidatario collocatario - DIRITTO DI VISITA - MANTENIMENTO DIRETTO: ove necessario sempre - OMOLOGA CONSENSUALI AFFIDO ESCLUSIVO AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

5 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

6 RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

7 TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA Il Presidente informa le parti che a seguito dellentrata in vigore della legge che ha modificato lart. 155 cc laffido dei figli minori è previsto in via prioritaria in forma condivisa, per cui la potestà genitoriale deve essere esercitata da entrambi i genitori … (omissis) Le parti, preso atto di quanto sopra, dichiarano di voler confermare le condizioni già indicate in ricorso, ritenendo che le stesse, pur prevedendo un affido monogenitoriale, siano comunque le più idonee a garantire un rapporto equilibrato e continuativo …(omissis).

8 DIVORZI: 50% (2007) e 42% (2008) dei genitori italiani sarebbero dannosi (pregiudizievoli) per i propri figli FONTE: Annuario ISTAT 2010 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011 AFFIDO CONDIVISO SEPARAZIONI 66% SEPARAZIONI 70% DIVORZI 50% DIVORZI 58%

9 il ruolo delle parti – COSA ACCADE 3) UTILIZZO STRUMENTALE DELLE FALSE ACCUSE Maltrattamenti, violenze di vario genere Abusi sessuali Stalking Disturbi comportamentali – PAS, MMS Minori: violenza assistita, violenza fisica, abusi sessuali AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

10 il ruolo delle parti – COME ACCADE Referti medici risibili, terapie nulle Referti medici costruiti, anche con atti di autolesionismo Ricorso immotivato a cure ospedaliere Testimonianze de relato Stalking indotto Provocazioni fisiche e psicologiche AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

11 « I maltrattamenti in famiglia stanno diventando un'arma di ritorsione per i contenziosi civili durante le separazioni» «Solo in 2 casi su 10 si tratta di maltrattamenti veri. Il resto sono querele usate come ricatto nei confronti dei mariti durante la separazione. Se non mi concedi tot benefici, io ti denuncio» Una tirata d'orecchi alle associazioni che operano a tutela delle donne: «non fanno l'operazione di filtro che dovrebbero fare: incitano le assistite a denunciare, ma poi si disinteressano del percorso giudiziario, di verificare come finirà la vicenda.» Carmen Pugliese, Sost. Proc. c/o Trib. di Bergamo, inaugurazione dell'anno giudiziario '09 – 29 gennaio 2009 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

12 «...Onestà intellettuale vuole che si parli anche dei casi di false violenze o meglio di false denunce di violenza subita. Potrebbe sembrare incredibile accusare qualcuno che si sa innocente di un delitto turpe quale quello di violenza sessuale, in particolare su un bambino, eppure succede neanche troppo raramente...» «… per lesperienza fatta le false denunce provengono quasi nella totalità da donne, che in tal modo tentano di allontanare gli ex mariti dai figli (…) rovinano la vita dei propri figli, negandogli il padre e distruggendo la possibilità di fare giustizia per i casi di vere violenze...» Jaqueline Monica Magi, Sost. Proc. c/o Tribunale di Pistoia 24 gennaio 2006 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

13 «...I rischi di strumentalizzazione della giustizia penale aumentano in maniera proporzionale allincremento dei fascicoli per stalking...» «...Sempre più spesso si ricorre alla querela del coniuge o del convivente per risolvere a proprio favore i contenziosi civili per laffidamento dei figli, per la casa o per lassegno di mantenimento. Non sono rari i casi che, a controversia sanata, le querele vengano rimesse, con buona pace per le risorse professionali ed economiche investite dagli inquirenti allo scopo di istruire i fascicoli e raccogliere gli elementi probatori a carico degli indagati...» Barbara Bresci, Sost. Proc. c/o Trib. Di Sanremo – 29 gennaio 2009 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

14 «...L'abuso sui minori è uno dei reati più detestabili. Ma ancora più orribile è l'accusa di violenza e molestia sessuale che viene usata nell'ambito di separazioni e divorzi. False accuse, figli usati quali mezzi di rivalsa. Laccusa di violenza sessuale è il modo più facile per estromettere a lungo tempo il padre dalla vita dei figli....» «...La donna non solo si libera del partner come coniuge ma anche come padre, facendolo uscire definitivamente dalla sua vita...» Maria Carolina Palma, psicologa forense, ctu c/o Trib. di Palermo 13 aprile 2009 FONTE:ANNUARIO ISTAT 2010 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

15 … credo che la tendenza stia crescendo [...] Ad adottare questi sotterfugi sono sempre le donne: se la separazione è in corso, non ci sono strumenti prima dell'udienza per allontanare uno dei due genitori da casa. L'ordine di allontanamento giunge solo in caso di violenza fisica, ed ecco perché arrivano le denunce verso i mariti, per la maggior parte dei casi inventate Clara Cirillo – Pres. AGI (Associazione Giuristi Italiani) 4 feb 2010 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

16 «...Le false accuse di maltrattamenti, percosse, abusi sessuali e violenze di vario genere su donne adulte e figli minori - le querele costruite al solo scopo di eliminare lex marito dalla vita dei figli - oscillano nelle procure italiane da un minimo del 70 ad un massimo del 95%… Sara Pezzuolo, Psicologa Forense, CTU c/o Trib. Di Novara convegno ANFI - Firenze, 29 aprile 2010 AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

17 il ruolo delle parti - PERCHÉ ACCADE 4) CONNIVENZE E CONCAUSE Mancata applicazione dell'art. 155 bis c.c. Centri antiviolenza e residenze protette CTU e servizi sociali – mancato riconoscimento della conflittualità unilaterale Asimmetria valutativa, AAGG, 1522 Cortina di Pizzo AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

18 Cortina di Pizzo - il pregiudizio nei media, nella magistratura, nelle iniziative parlamentari, nelle attività di supporto sociale, nel sistema educativo a favore delle donne in generale e dell'ottica femminista in particolare. - Quando un uomo commette un reato l'attenzione ricade sulla vittima; quando lo commette una donna, l'attenzione si concentra sulle cause che potrebbero averla spinta a commetterlo. Warren Farrell AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

19 La condanna per calunnia (art.368 c..p) ai danni dellex coniuge non costituisce motivo dimpedimento allaffidamento condiviso. Suprema Corte di Cassazione, sentenza 7/12/2010 n Accolto il ricorso avverso la decisione della Corte dAppello di Bari, che aveva disposto laffidamento esclusivo dei tre figli al genitore vittima di false accuse, poiché la controparte era stata condannata per calunnia. AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

20 dal sito – areawww.differenzadonna.It ASSISTENZA LEGALE (...) Le nostre legali, in conformità con gli scopi dell'associazione Differenza Donna, intervengono (…) nei casi di separazione decisa per la violenza agita nei confronti della donna e dei bambini. Sono professioniste molto motivate, sempre al corrente delle ultime leggi, molto valide nel sottolineare le novità negative e trovare il modo di aggirarle (...) AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011

21 STRATEGIA OSTATIVA Disegno premeditato, studiato e guidato nel suo evolversi, pianificato nei tempi e nei modI STUPRO DELLE RELAZIONI affetti e ruoli genitoriali violentati diritti negati interruzione violenta del progetto genitoriale AFFIDAMENTO CONDIVISO STRATEGIE DI DEROGA Congresso Nazionale ANFI Roma 5-6 maggio 2011


Scaricare ppt "RIFORMA APPROVATA NEL FEBBRAIO 2006 MANCATA APPLICAZIONE IL RUOLO DELLA MAGISTRATURA 1) DISCONOSCIMENTO DEI CRITERI DI DEROGA 2) APPLICAZIONE FORMALE,"

Presentazioni simili


Annunci Google