La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Cristina Scardanzan Le fonti del diritto Copyright © 2010 Pearson Italia S.p.A. All Right Reserved.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Cristina Scardanzan Le fonti del diritto Copyright © 2010 Pearson Italia S.p.A. All Right Reserved."— Transcript della presentazione:

1 A cura di Cristina Scardanzan Le fonti del diritto Copyright © 2010 Pearson Italia S.p.A. All Right Reserved

2 rieducativa punitiva riparatoria preventiva funzione tipologia detentiva pecuniariapecuniaria< sanzione precetto soggetto passivo soggetto attivo rapporto giuridico bilaterale astratta generale coercitiva Si crea un E troviamo un CostituzioneCostituzione e leggi costituzionali leggi costituzionali Gerarchia delle fonti Leggi ordinarieLeggi ordinarie, atti aventi forza di legge e leggi regionaliatti aventi forza di leggeleggi regionali Regolamenti locali e statali RegolamentiRegolamenti e Direttive UEDirettive NORMA GIURIDICA Ordinamento giuridico Consuetudine caratteri

3 È una regola di comportamento imposta dallo Stato e costituita da Un precetto Una sanzione La norma giuridica

4 Precetto È il comando contenuto nella norma giuridica. Ad esempio il Codice della strada ci obbliga a indossare il casco se usiamo il ciclomotore.

5 Sanzione Se non rispettiamo il precetto incorriamo in una sanzione, cioè una punizione inflitta dallo Stato. Ad esempio se non indossiamo il casco quando usiamo lo scooter saremo sanzionati.

6 Sanzione pecuniaria Consiste nel pagamento di una somma di denaro. Art. 624 c.p. Furto: Chiunque si impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 32,57 a euro 526,31.

7 Sanzione detentiva Consiste nella privazione della libertà personale per un certo periodo di tempo. Art. 624 c.p. Furto: Chiunque si impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 32,57 a euro 526,31.

8 La funzione della sanzione PREVENTIVA: se mira a evitare linfrazione della norma C RIPARATORIA: se il suo scopo è rimediare al danno arrecato da un comportamento negativo PUNITIVA: se lo scopo è punire un certo comportamento negativo RIEDUCATIVA: se mira a far comprendere al colpevole lerrore, in modo da poterlo evitare in futuro

9 Caratteri della norma giuridica Coercitività La norma giuridica s impone con la minaccia di una sanzione Generalità La norma giuridica si rivolge a tutti coloro che si trovano nel territorio dello Stato Bilateralità : La norma giuridica pone un soggetto in posizione di vantaggio (soggetto attivo) e uno in posizione di svantaggio (soggetto passivo) Astrattezza : La norma giuridica disciplina casi ipotetici che possono verificarsi nella realtà

10 Rapporto giuridico Il soggetto attivo è in posizione di vantaggio Il soggetto passivo è in posizione di svantaggio È una relazione fra più soggetti regolamentata dalla norma giuridica

11 Soggetto del rapporto giuridico Soggetto attivo Fulvio può pretendere da Mario il risarcimento del danno Soggetto passivo Mario ha il dovere di pagare a Fulvio il danno provocato Mario, con la macchina, urta la bicicletta di Fulvio e la danneggia. Chi sarà il soggetto passivo? E chi lattivo?

12 Ordinamento giuridico È linsieme delle norme giuridiche esistenti in uno Stato È sinonimo di diritto oggettivo Il diritto soggettivo invece è il potere di un soggetto, riconosciuto e tutelato dal diritto oggettivo Esempio: Marco ha il diritto soggettivo di essere mantenuto, istruito ed educato dai genitori

13 La gerarchia delle fonti Rappresenta limportanza che le diverse norme giuridiche hanno nel diritto oggettivo.diritto oggettivo Fa sì che la norma di grado inferiore non possa mai modificare la norma di grado superiore

14 La Costituzione È il pilastro su cui si fonda tutto il nostro ordinamento giuridico Tutte le norme prodotte dalle fonti inferiori devono rispettare i principi in essa contenuti Le leggi costituzionali sono dirette a integrare e modificare la Costituzione. Sono approvate dal Parlamento mediante una procedura speciale detta procedimento aggravato. Scritta dallAssemblea Costituente ed entrata in vigore l1 gennaio 1948

15 Regolamenti U.E. Creano norme giuridiche immediatamente obbligatorie per gli Stati membri e prevalgono sulle leggi interne grazie allarticolo 249 del Trattato CE. Sono usati per garantire una disciplina identica negli Stati dellUnione. Hanno uno scopo diverso dalle Direttive. Direttive Prodotti dal Consiglio dellUnione europea in collaborazione con il Parlamento europeo

16 Direttive U.E. Dettano gli obiettivi che gli Stati membri devono raggiungere attraverso norme giuridiche create con una propria fonte di diritto interno (per esempio: legge ordinaria o decreto legislativo). Non sono immediatamente obbligatori. Atti normativi che hanno lo scopo di creare una disciplina uniforme nei Paesi UE.

17 Leggi ordinarie Larticolo 117 della Costituzione elenca le materie nelle quali solo lo Stato può legiferare (competenza esclusiva). Sono atti normativi emanati dal Parlamento attraverso liter legislativo

18 Atti aventi forza di legge Decreti legge Atti normativi prodotti dal Governo, di propria iniziativa, in casi di necessità ed urgenza. Devono essere convertiti in legge dal Parlamento entro 60 giorni, altrimenti decadono e cessano di produrre effetti. Decreti legislativi Atti normativi prodotti dal Governo su incarico del Parlamento. Nella delega sono indicati: oggetto, tempi, principi e criteri direttivi della delega stessa. (Codici e Testi unici)Codici e Testi unici

19 I codici Sono leggi che disciplinano in maniera organica una determinata materia. Ne sono un esempio il Codice civile e il Codice della strada I testi unici Sono raccolte di leggi realizzate dal Governo, in cui sono riunite e coordinate tutte le disposizioni legislative relative a una determinata materia Hanno la stessa forza di una legge ordinaria

20 Leggi regionali Vengono prodotte dal Consiglio regionale Competenza legislativa delle Regioni: concorrente con lo Stato nelle materie previste dallart. 117 c. 3 Cost. residuale per tutte le materie non riservate allo Stato o alla competenza concorrente con lo Stato

21 Regolamenti LOCALI Atti normativi emanati da un ente pubblico territoriale: la Regione, la Provincia, il Comune o la Città metropolitana STATALI Atti normativi emanati dal Governo con lo scopo di chiarire i criteri di applicazione delle leggi

22 Consuetudine Si tratta di un comportamento che i componenti di una comunità rispettano nella convinzione che sia imposto da una norma giuridica Praeter legem Contra legem Secundum legem


Scaricare ppt "A cura di Cristina Scardanzan Le fonti del diritto Copyright © 2010 Pearson Italia S.p.A. All Right Reserved."

Presentazioni simili


Annunci Google