La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Guatemala - Mojoca - Amistrada geografia storia società la strada il movimento le attività del movimento le case di transizione le persone uscite dalla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Guatemala - Mojoca - Amistrada geografia storia società la strada il movimento le attività del movimento le case di transizione le persone uscite dalla."— Transcript della presentazione:

1 Guatemala - Mojoca - Amistrada geografia storia società la strada il movimento le attività del movimento le case di transizione le persone uscite dalla strada le reti di amicizia

2 Il Guatemala stato dellAmerica Centrale circa kmq (1/3 dellItalia) LA GEOGRAFIA - 1

3 LA GEOGRAFIA - 2

4 LA GEOGRAFIA - 3 selva tropicale al nord, altopiani e sierra al centro coste a nord-est e sud ovest

5 LA GEOGRAFIA - 4 la selva tropicale nel nord

6 LA GEOGRAFIA - 5 i vulcani e i laghi negli altopiani del centro

7 LA GEOGRAFIA - 6 la costa del pacifico nel sud

8 LA GEOGRAFIA - 7 il rio Dulce che sfocia a nord-est nel mar Caribe

9 LA STORIA - 1 (dal 2000 a.c. al 900 d.c.) il sito archeologico di Tikal 3 millenni di civiltà maya

10 LA STORIA - 2 (dal 2000 a.c. al 900 d.c.) la cultura maya: intreccio indissolubile tra uomo e natura il sole è il cuore del cielo la terra è madre luomo è impastato col mais le scoperte e realizzazioni maya: astronomia e calendario architettura comunicazioni terrestri e marittime glifografia matematica

11 LA STORIA - 3 (dal 1524 al 1821) la ex capitale Antigua 3 secoli di colonizzazione spagnola: milioni di indios sterminati

12 LA STORIA - 4 (dal 1524 al 1821) lindipendenza

13 LA STORIA – 5 (dal 1821 a oggi) la capitale Città del Guatemala 2 secoli di egemonia nordamericana: - dittature militari e governi civili autoritari - sfruttamento da parte di multinazionali

14 LA STORIA - 6 (dal 1821 a oggi) la redistribuzione delle terre ai contadini 10 anni di democrazia (dal 1944 al 1954)

15 LA STORIA – 7 (dal 1821 a oggi) il voto alle donne

16 LA STORIA – 8 (dal 1821 a oggi) 36 anni di guerra civile: dal 1960 al 1996: villaggi indigeni incendiati assassinati desaparecidos orfani profughi

17 LA STORIA – 9 (dal 1821 a oggi) migrazioni profughi verso: il Messico, la Sierra, la Capitale

18 LA STORIA – 10 (dal 1821 a oggi) baracche nei burroni alla periferia della Capitale

19 LA SITUAZIONE ATTUALE milioni di abitanti: - 70% indigeni maya (22 etnie e idiomi) - 50% ha meno di 20 anni - 2,5 milioni a Città del Guatemala - 80 % cattolici (sincretismo culti maya) - 20% protestanti (sette pentecostali)

20 LA SITUAZIONE ATTUALE - 2 livello di sviluppo: nel 2002 il Guatemala si situava al 121° posto fra i 177 paesi riportati nellindice di sviluppo umano delle Nazioni Unite (HDI) sperequazione sociale e discriminazione etnica: 2% popolazione possiede 2/3 delle terre una ventina di famiglie detiene il potere economico, politico, militare (oligarchia) 45% analfabetismo (75% tra indigeni) 75% povertà (90% tra indigeni)

21 LA SITUAZIONE ATTUALE - 3 occupazione e condizioni di lavoro: braccianti agricoli licenziati dopo il crollo del prezzo del caffè (1999) metà degli operai guadagna meno di 2 dollari al giorno le operaie delle maquilas (fabbriche tessili in zone franche) lavorano 10 ore al giorno senza diritti, per dollari al giorno

22 LA SITUAZIONE ATTUALE - 4 miniere a cielo aperto: concessioni governative pluriennali esentasse a compagnie minerarie straniere mancata consultazione popolazioni indigene esproprio terre, deforestazione, distruzione villaggi, deportazione abitanti sottrazione acqua, inquinameno falde acquifere, intossicazioni, mortalità infantile (88 %) 95% profitti allestero fallimenti per evitare eliminazione scorie nocive

23 LA SITUAZIONE ATTUALE - 5 Guatemala – terra dingustizia? (rapporto Amnesty 2006) pena di morte: 21 detenuti in attesa esecuzione violenza sulle donne: 665 assassinate nel 2005 repressione dissenso (contro il Cafta e le concessioni minerarie) minacce ad attivisti diritti umani: 278 nel 2005 sgomberi forzati contadini nelle dispute agrarie: 1052 dispute nel 2005 e 22 sgomberi violenti

24 LE ELEZIONI assassinati durante la campagna elettorale settembre 2007 primo turno (astensione 40%) : - Alvaro Colom (UNE): 28,5% - Otto Perez Molina (PP): 23,5% - Rigoberta Menchú (IG-WINAQ): 3,0%

25 LE ELEZIONI novembre 2007 ballottaggio (astensione 60%) : - Alvaro Colom (UNE): 52,7% eletto presidente - Otto Perez Molina (PP): 47,3%

26 LE DENUNCE – 1 testimonianza di una donna di etnia Quiché contro: espropriazione terre, repressione, discriminazione delle comunità indigene

27 LE DENUNCE - 2 nel 1999 Rigoberta Menchú denuncia ai tribunali spagnoli i generali ex-dittatori per: genocidio, torture e crimini contro lumanità

28 LE DENUNCE - 3 nel 1998 assassinio del vescovo Gerardi in seguito a denuncia violazioni diritti umani durante le dittature militari ( )

29 LE DENUNCE - 4 Secondo la conferenza episcopale del Guatemala ( ): en Guatemala la vida humana no vale nada I mali più preoccupanti sono: - violenza e omicidi crescenti (specie nei confronti delle donne) - totale impunità (specie per i narcotrafficanti) - disuguaglianza nella distribuzione risorse - povertà lacerante (specie per gli indios) - inefficienza del potere politico e giudiziario

30 LE DENUNCE - 5 Secondo Amnesty International (rapporto sul Guatemala 2006: no protection, no justice, killings of women): - nel 2005 il numero degli omicidi è cresciuto del 23%, specie nei confronti delle donne Secondo Le Monde Diplomatique (settembre 2006): - il 97 % degli omicidi resta impunito - crescita di assassinii di bambini di strada da parte dei gruppi di pulizia sociale

31 LA STRADA - 1 le maras le maras sono gruppi di giovani che si organizzano in bande, che si contendono il territorio, manipolate dalla criminalità organizzata molti di loro imitano i loro sfruttatori: opprimono la gente dei quartieri popolari, fanno estorsioni, commettono omicidi le maras sono diventate più violente e organizzate gerarchicamente negli anni 90 con linserimento di migliaia di giovani espulsi da Los Angeles e rimpatriati in Centro America e Guatemala

32 LA STRADA – 2i ragazzi di strada i ragazzi di strada (circa soprattutto nella capitale), sono diversi dalle maras: - sono ribelli ma non praticano la violenza - non cercano il predominio sul territorio - stanno in gruppi anarchici senza leaders - vivono in strada sia di giorno che di notte per i ragazzi di strada vengono sistematicamente violati i diritti più elementari: - alla vita - al rispetto della loro dignità di persona - alla salute, alimentazione, istruzione, casa, lavoro

33 LA STRADA - 3 i giovani vanno in strada: - perché orfani o con famiglie disgregate - per sfuggire alla miseria e violenza delle baraccopoli

34 LA STRADA - 4 inalano solvente per sopportare: freddo, fame, solitudine, disattenzione, violenza

35 LA STRADA - 5 si uniscono in gruppi dove sperimentano: incontro, relazione, affettività, amicizia

36 LA STRADA - 6 nel 1994 incontrano Gerardo Lutte che ascolta i loro racconti di vita e i loro sogni per il futuro

37 I SOGNI E PROGETTI… da allora inizia un processo di liberazione, che parte dalla presa di coscienza che: i valori negativi della strada sono prodotti di un mondo e di una società ingiusti è possibile costruire insieme un progetto alternativo di vita basato sui valori positivi della strada: - fiducia in se stessi, spirito di iniziativa, senso di responsabilità - sincerità, rispetto, fiducia negli altri, parità, condivisione

38 MO VIMIENTO JO VENES DE LA CA LLE movimento giovani della strada …DIVENTANO REALTÀ con l'appoggio e l'amicizia di adulti e giovani (soprattutto di altri paesi) nasce il

39 PRINCIPI BASE DEL MOJOCA – AUTOGESTIONE - 1 fiducia in se stessi, spirito di iniziativa, senso di responsabilità

40 assemblea del Mojoca PRINCIPI BASE DEL MOJOCA – AUTOGESTIONE - 2

41 riunione del comitato di gestione del Mojoca PRINCIPI BASE DEL MOJOCA – AUTOGESTIONE - 3

42 PRINCIPI BASE DEL MOJOCA - AMICIZIA LIBERATRICE sincerità, rispetto, fiducia negli altri, parità, condivisione

43 LA CASA DELLAMICIZIA - 1 l a casa dellamicizia o centro sociale del Mojoca

44 LA CASA DELLAMICIZIA - 2 La casa dellamicizia è aperta di giorno dalle 9 alle 17 per: i ragazzi che vivono in strada e che alla sera tornano a dormire in strada quelli che stanno uscendo dalla strada e che alla sera dormono nelle due case di transizione: - 8 marzo per le ragazze - degli amici per i ragazzi quelli che sono usciti stabilmente dalla strada e vivono in una casa propria

45 LA CASA DELLAMICIZIA - 3 La casa è frequentata ogni giorno da 60 – 70 giovani: nei giorni feriali per coloro che hanno scelto di far parte del movimento il sabato per i ragazzi di strada che manifestano curiosità e interesse alla vita del movimento la domenica per coloro che sono usciti dalla strada (QUETZALITAS, MARIPOSAS, NUEVA GENERACI Ó N)

46 usufruiscono di servizi igienici, docce, lavatoi I LORO DIRITTI - 1

47 consumano insieme i pasti I LORO DIRITTI - 2

48 I LORO DIRITTI - 3 assistenza medica, psicologica, legale

49 tengono in ordine la casa I LORO DOVERI - 1

50 I LORO DOVERI - 2 aiutano i loro compagni in strada e nella casa dellamicizia

51 usufruiscono di corsi di alfabetizzazione in strada, tenuti da loro ex-compagni usciti dalla strada LE LORO OPPORTUNITÀ - 1

52 frequentano la scuola nella casa, tenuta da loro ex compagni usciti dalla strada LE LORO OPPORTUNITÀ - 2

53 partecipano al laboratorio di falegnameria LE LORO OPPORTUNITÀ - 3

54 partecipano al laboratorio di sartoria LE LORO OPPORTUNITÀ - 4

55 partecipano al laboratorio di panetteria-pasticceria LE LORO OPPORTUNITÀ - 5

56 partecipano al laboratorio di cucina LE LORO OPPORTUNITÀ - 6

57 LE LORO OPPORTUNITÀ - 7 frequentano corsi esterni di formazione professionale, scuola, università trovano un lavoro dignitoso e una casa

58 LA CASA 8 MARZO - 1 nel 2006 è stata inaugurata una seconda casa: la casa 8 marzo

59 LA CASA 8 MARZO - 2 la casa ospita, di notte, per qualche mese, ragazze e madri in difficoltà, che vogliono uscire dalla strada, con i loro figli

60 LA CASA DEGLI AMICI - 1 nel 2007 è stata inaugurata una terza casa: la casa degli amici

61 LA CASA DEGLI AMICI - 2 la casa ospita, di notte, per qualche mese, ragazzi in difficoltà che vogliono uscire dalla strada

62 NUEVA GENERACIÓN una quindicina di ragazzi usciti dalla strada hanno formato un gruppo di auto-aiuto: Nueva Generación

63 QUETZALITAS - 1 una trentina di ragazze uscite dalla strada hanno formato un gruppo di auto-aiuto: Quetzalitas

64 QUETZALITAS - 2 il nome viene dal quetzal, uccello del Guatemala, simbolo di libertà: non riesce a vivere in gabbia

65 QUETZALITAS - 3 le Quetzalitas coi bambini si riuniscono la domenica nella casa dellamicizia e parlano dei loro problemi

66 MARIPOSAS - 1 i figli delle ragazze di strada si chiamano Mariposas (simbolo di trasformazione: da crisalide a farfalla)

67 MARIPOSAS - 2 ricevono un sostegno economico che permette: a loro di andare allasilo, alle madri di lavorare

68 Nel 2010 sono nati i Laboratori Solidali Mojoca per produrre e vendere pane, pizza, pasticceria, gelati, prodotti di sartoria, prodotti di falegnameria, e dare così uno sbocco lavorativo ai giovani del Mojoca. Laboratori solidali Mojoca - 1

69 Nel 2013 nella casa 8 marzo è stata aperta una pizzeria con produzione e vendita di pizze e gaufrettes Laboratori solidali Mojoca - 2

70 BILANCIO DELLESPERIENZA Più di 1000 giovani hanno frequentato il movimento da quando è nato: alcune/i non ce l'hanno fatta alcune/i vivono tra strada e casa molte/i sono uscite/i dalla strada molte/i sono diventate/i responsabili di attività formative e produttive

71 LE RETI DI AMICIZIA - 1 Sono nate, in appoggio al movimento, due reti di amicizia con le ragazze e i ragazzi di strada: una in Belgio una in Italia (Amistrada) Sono composte di: singoli (diverse centinaia) coppie (diverse decine) gruppi (alcune decine) Sostengono le attività del movimento: con impegno di volontariato con impegno finanziario

72 Premio Città di Ferrara per la difesa dei diritti umani nel mondo ( $) Primo Premio tra i progetti per reintegro sociale dei minori in difficoltà Comitato Lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli (15.000) LE RETI DI AMICIZIA - 2

73 PER COLLABORARE ALLA RETE - 1 volontariato far conoscere lesperienza del Mojoca allargare la solidarietà organizzare un gruppo di amicizia territoriale svolgere un lavoro volontario presso Amistrada svolgere un lavoro volontario presso il Mojoca

74 PER COLLABORARE ALLA RETE - 2 volontarie italiane al Mojoca

75 PER COLLABORARE ALLA RETE - 3 sostegno economico scelta del 5 per 1000 per Amistrada c.f ; contributo libero una o più volte lanno; contributo (anche parziale) a: - spese dei pasti per 50 ragazze/i (85 /giorno) - adozione a distanza di un figlio di ragazze di strada (25 /mese) - borsa di studio scolastica (50 /mese), universitaria (75 /mese) - salario per un giovane del coordinamento del Mojoca (250 /mese) - funzionamento della casa 8 marzo (500 /mese) - funzionamento della casa degli amici (500 /mese) versamenti su CCP n o bonifico a Banco Posta - codice IBAN: Paese Check Cin ABI CAB CONTO CORRENTE IT 55 Z entrambi intestati a: RETE DI AMICIZIA CON LE RAGAZZE E I RAGAZZI DI STRADA, AMISTRADA ONLUS, via Ostiense 152/b, ROMA

76 PER COLLABORARE ALLA RETE - 4 Il funzionamento del Mojoca richiede circa /anno, così coperti: -circa /anno dal Guatemala -circa /anno dal Belgio -circa /anno dallItalia

77 PER INFORMARSI Sito web: Bollettini: Las Quetzalitas Libro: Principesse e sognatori nelle strade in Guatemala, 15,00 Video 1 (VHS o DVD): La loro storia si scrive nella strada, Mirna e Mayra ci raccontano la strada, 5,00 Video 2 (DVD): Principesse e sognatori nelle strade del Guatemala, 10,00 Video 3 (DVD): Educazione è amicizia e libertà, 10 minimo Puoi richiedere bollettini, libro, video al comitato di gestione:


Scaricare ppt "Guatemala - Mojoca - Amistrada geografia storia società la strada il movimento le attività del movimento le case di transizione le persone uscite dalla."

Presentazioni simili


Annunci Google