La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Formazione Formatori Simonetta Bettiol, Torino, 25 Febbraio 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Formazione Formatori Simonetta Bettiol, Torino, 25 Febbraio 2004."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Formazione Formatori Simonetta Bettiol, Torino, 25 Febbraio 2004

2 PD e I.F.T.S. a confonto PD e I.F.T.S. a confonto PD e I.F.T.S. nello scenario PD e I.F.T.S. nello scenario

3 PD e I.F.T.S. a confronto Che cosa Che cosa Come Come

4 Che Cosa Due esigenze apparentemente contrastanti: Soddisfare ai bisogni formativi o occupazionali Una corrispondenza biunivoca titolo/mestiere

5 Che Cosa Le Référentiel du Diplôme Référentiels du Mêtier Figura professionale Profilo professionale

6 Che Cosa I sistemi federalisti alla ricerca di modalità comuni e condivise che garantiscano la mobilità del cittadino lavoratore e/o studente attraverso sia la leggibilità e trasparenza del sistema (standard, certificazione, crediti) sia il riconoscimento e il rispetto dei background socio-economico - culturali di ciascuna nazione, regione, territorio

7 Che Cosa Volet commun Volet commun Volet de la subsidiarité (un lungo percorso iniziato a Maastricht e sostenuto a Copenaghen) Volet de la subsidiarité (un lungo percorso iniziato a Maastricht e sostenuto a Copenaghen) Standard di competenze (un lungo percorso iniziato con il DPR 112) Standard di competenze (un lungo percorso iniziato con il DPR 112)

8 Che Cosa Volet Commun Volet Commun (Accordo 1 agosto novembre 2002)

9 Volet 1: Le Profil Professionel (activités clès – taches clès) Volet 1: Le Profil Professionel (activités clès – taches clès) Che Cosa (Accordo 1 Agosto 2002) Le figure professionali di riferimento: Descrizione Attività professionali fondamentali

10 Che Cosa Volet 2: le réféntiel des competences (compétences prof. Item cogenti (accordo e nuovo 04) Distinzione fra UC base e trasversali e tecnico professionali Titolo UC Parte A – standard minimo competenze Il soggetto è in grado di (competenze) ressources – Ensemble des moyens nécessaires à la réalisation de la tâche moyens; informations - procedures – methodes; savoirs associes (exigences prof.) ma per essere in grado di … il soggetto ha bisogno di sapere come

11 Che Cosa Volet 3 : objectifs de certification objectifs de certification objectifs à atteindre par la personne qui cherche à acquérir le diplôme objectifs à atteindre par la personne qui cherche à acquérir le diplôme outils pour le certificateur qui doit vérifier le professionnalisme de chaque candidat, acquis par la voie de la formation ou bien par celle de l'expérience. outils pour le certificateur qui doit vérifier le professionnalisme de chaque candidat, acquis par la voie de la formation ou bien par celle de l'expérience. Ils sont regroupés par Unités de certification qui sont tirées des Axes du diplôme (le cœur) u.c. sistema Ifts focalizzato su obiettivi formativi non tanto su obiettivi di certificazione

12 Che Cosa Volet subsidiarité Ruolo bandi regionali e CTS

13 Che Cosa Volet 4: Modes daccès au diplome

14 Che Cosa Volet 4.1 Guide de la formation Objectifs de formation Contenus de formation Validation de la formation Item non cogenti Parte B – Declinazione di livello per essere in grado di: Parte B – Declinazione di livello per essere in grado di: Il soggetto deve dimostrare di sapere e gli indicatori sono: Il soggetto deve dimostrare di sapere e gli indicatori sono:

15 Che Cosa Volet 4.2 Objectifs de valitation des acquis (F.N.I.) Le modalités de validation des acquis (F.N.I) Validation des acquis Modalità per accreditamento competenze acquisite in percorsi non formali ed informali sono realizzate diversamente da regione e a regione. Si sono definiti requisiti di accesso minimi

16 Che Cosa { validation de la formation} U { validation des acquis} = { certification de procedures}

17 Che Cosa Volet 5: Attestation du diplôme Accordo marzo 2000

18 Come Condivisione volontaria Condivisione istituzionalizzata Acc all.c

19 Come Obiettivo comune e condiviso Obiettivi e metodi comuni e condivisi

20 Come Ricerca in progress – prodotti di laboratorio Ricerca azione in progress – realizzazioni su piccoli numeri

21 Come Processo buttom up Processo circolare

22 Come Risorse economiche nazionali e comunitarie Risorse regionali e nazionali (parzialmente FSE)

23 Standard Distinzione fra parte comune e sussidiarietà Figura o profilo per il sistema della formazione europea? Figura o profilo per il sistema della formazione europea? Lanalisi dei fabbisogni formativi distinti da quelli occupazionali Lanalisi dei fabbisogni formativi distinti da quelli occupazionali La complessità e lesaustività dellinformazione sono veramente garanzia di efficacia? La complessità e lesaustività dellinformazione sono veramente garanzia di efficacia? I progetti Pilota Leonardo Pilota italiani e stranieri I progetti Pilota Leonardo Pilota italiani e stranieri

24 Certificazione Finalità della certificazione Finalità della certificazione Garanzia mobilità Garanzia mobilità trasparenza e leggibilità sistemi formativi trasparenza e leggibilità sistemi formativi Laccreditamento delle competenze nei percorsi formali Laccreditamento delle competenze nei percorsi formali Laccreditamento delle competenze nei percorsi informali e non formali Laccreditamento delle competenze nei percorsi informali e non formali Strumenti Strumenti road map del Framework Europass road map del Framework Europass il certificate supplement il certificate supplement Come inserire un certificato di specializzazione di tecnico superiore I.F.T.S. nel certificate supplement Come inserire un certificato di specializzazione di tecnico superiore I.F.T.S. nel certificate supplement Il progetto Leonardo Beatric Il progetto Leonardo Beatric


Scaricare ppt "Progetto Formazione Formatori Simonetta Bettiol, Torino, 25 Febbraio 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google