La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Parte I. Aspetti legali p. 2 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro - 1 - Rev.2 - 10-10-2003 INDICE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Parte I. Aspetti legali p. 2 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro - 1 - Rev.2 - 10-10-2003 INDICE."— Transcript della presentazione:

1 LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Parte I

2 Aspetti legali p. 2 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev INDICE GENERALE Riforma del mercato del lavoro Riforma del collocamento Agenzie per il lavoro Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutela sul mercato-disposizioni speciali Forme contrattuali P. 3 P. 6 P. 8 P. 12 P. 14 P. 15

3 Aspetti legali p. 3 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Iter Storico Libro Bianco di Marco Biagi (ampie previsioni riformistiche tra cui abrogazione art. 18 L. 300/70, ammortizzatori sociali) Patto per lItalia (cd. Patto di Luglio) firmato dal Governo con la CISL e la UIL (mancato accordo con CGIL) previo stralcio dei due argomenti sopra riportati Legge delega 14 febbraio 2003 n° 30 Riforma del mercato Agenzia per il lavoro Riforma Colloca mento Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

4 Aspetti legali p. 4 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Iter Storico Schema di decreto legislativo (6 giugno 2003). Schema del 31 luglio 2003 approvazione in via definitiva del Consiglio dei ministri del decreto attuativo della Legge 30/03. Riforma del mercato Agenzia per il lavoro Riforma colloca mento Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one 9 ottobre 2003 viene pubblicato sulla G.U n° 235 supplemento ordinario n° 159 il Decreto Legislativo 10 settembre 2003 n° ottobre (post vacatio legis) entrata in vigore

5 Aspetti legali p. 5 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Obiettivi della della riforma riforma Aumentare FLESSIBILITA Aumentare TASSO DI OCCUPAZIONE QUALITA e STABILITA del lavoro Riforma del mercato Agenzia per il lavoro Riforma Colloca mento Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

6 Aspetti legali p. 6 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev LA RIFORMA DEL COLLOCAMENTO Obiettivo: Abrogazione della L. 1369/60: (art. 85 c. 1 lett. c) Via libera agli intermediari privati nella gestione della domanda e dellofferta di lavoro Sia per le Società di fornitura di lavoro temporaneo che per le società di collocamento privato. Alle agenzie autorizzate sarà quindi consentito di svolgere contemporaneamente lattività di fornitura di manodopera e lattività di collocamento Compensare le mancanze del servizio pubblico. Fino ad oggi il tasso di intermediazione è pari al 4% Eliminazione oggetto sociale esclusivo Agenzia per il lavoro Riforma colloca mento Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

7 Aspetti legali p. 7 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev LA RIFORMA DEL COLLOCAMENTO. I soggetti abilitati allattività di intermediazione Previa autorizzazione o accreditamento intermediari privati ordine nazionale dei consulenti attraverso una FONDAZIONE; Soggetti autorizzati ope legis ( senza scopo di lucro requisiti art 5 c. 1 lett.c)f)g) università pubbliche/private (comprese le fondazioni universitarie che hanno come oggetto lalta formazione) Regimi agevolati di autorizzazione (requisiti art 5 c.1 c)d)e)f)g) associazioni costituiti da associazioni dei datori e dei lavoratori Enti bilaterali Regimi agevolati di autorizzazione ( senza scopo di lucro) scuole secondarie di secondo grado statali/paritari camere di commercio; Comuni Soggetti abilitati Agenzia per il lavoro Riforma colloca mento Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

8 Aspetti legali p. 8 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev AGENZIE PER IL LAVORO Prevista listituzione di un albo Prevista listituzione di un albo di Agenzie per il lavoro presso il Ministero del Lavoro diviso in 5 sezioni: a) agenzie di somministrazione di lavoro b) agenzie di somministrazione a tempo indeterminato ( per unattività specifica di cui elenco art. 20 Decreto attuativo ); c) agenzie di intermediazione; d) agenzie di ricerca e selezione; e) agenzie di supporto alla ricollocazione professionale; Albo delle Agenzie per il lavoro Agenzia per il lavoro Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

9 Aspetti legali p. 9 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev AGENZIE PER IL LAVORO Forma: Società di Capitali o Cooperativa (Società di persone solo per Soc. di Selezione e Ricollocazione Personale) Sede legale: in Italia o UE Uffici in locali idonei alluso e competenze professionali adeguate Assenza condanne penali in capo agli Amministratori Nel caso di soggetti polifunzionali presenza di distinte divisioni operative gestite con strumenti di contabilità analitica; - Interconnessione con la Borsa Continua Nazionale del Lavoro; rispetto delle disposizioni di cui allart. 8 decreto attuativo a tutela del diritto del lavoratore alla diffusione dei propri dati nellambito da essi indicato Requisitisocietari per periscrizione allalbo allalbo Agenzia per il lavoro Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

10 Aspetti legali p. 10 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev BORSA CONTINUA NAZIONALE LAVORO Definizione Sistema aperto e trasparente di incontro tra domanda e offerta di lavoro basato su una rete di nodi regionali; Da chi Da chi èalimentata? Il sistema è alimentato da tutte le informazioni utili immesse liberamente nel sistema stesso da operatori pubblici e privati, autorizzati/accreditati, e direttamente dai lavoratori e dalle imprese Caratteristiche liberamente accessibile da qualsiasi punto di rete; i lavoratori e le imprese hanno facoltà di inserire nuove candidature o richieste di personale direttamente senza rivolgersi ad alcun intermediario attraverso gli accessi appositamente dedicati dai soggetti pubblici/privati autorizzati/accreditati Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one Tutti gli operatori devono interconnetersi

11 Aspetti legali p. 11 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev BORSA CONTINUA NAZIONALE LAVORO Livello NazionaleLivello regionale Finalità Definizione degli standard tecnici e dei flussi informativi di scambio; integrazione dei sistemi regionali; definizione dellinsieme delle informazioni che permettano la massima efficacia e trasparenza del processo di incontro tra domanda e offerta di lavoro Realizzazione dellintegrazione dei sistemi pubblici e privati presenti sul territorio; definizione e realizzazione del modello di servizi al lavoro; cooperazione alla definizione degli standard nazionali di intercomunicazione Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

12 Aspetti legali p. 12 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev DISPOSIZIONI SPECIALI A TUTELA LAVORATORE ex art. 8 Divieti 1) Divieto di indagini sulle opinioni e trattamenti discriminatori E fatto divieto alle agenzie per il lavoro e agli altri soggetti pubblici e privati autorizzati/accreditati di effettuare indagini (anche con il consenso del lavoratore sui dati sensibili del candidato/lavoratore. Eccezione Se si tratta di informazioni che incidono sulle modalità di svolgimento dellattività lavorativa o che costituiscono un requisito essenziale/determinante ai fini dello svolgimento dellattività stessa 3) Divieto di oneri in capo ai lavoratori E fatto divieto ai soggetti autorizzati/accreditati di esigere/percepire compensi dal lavoratore Particolarità I CCNL possono prevedere lapplicabilità del divieto di cui sopra per specifiche categorie di lavoratori altamente professionalizzati o per specifici servizi offerti da soggetti autorizzati o accreditati. 2) Divieto di comunicazioni a mezzo stampa, internet, o altri mezzi di informazione in forma anonima da parte di soggetti non autorizzati accreditati allincontro di domanda e offerta di lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

13 Aspetti legali p. 13 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev AGENZIE PER IL LAVORO A) Presentazione della richiesta al Ministero del lavoro e delle politiche sociali; B) verifica (entro 60 gg) da parte del Ministero dellesistenza dei requisiti giuridico/finanziari e rilascio dellautorizzazione provvisoria Contestuale iscrizione allalbo; C) Decorsi 2 anni, su richiesta del soggetto interessato, entro 90 gg viene rilasciata lautorizzazione a tempo indeterminato (dopo la verifica del corretto andamento dellattività) Procedura iscrizione iscrizione albo albo Definizione di diautorizzazione Provvedimento mediante il quale lo Stato abilita le agenzie per il lavoro allo svolgimento dellattività di collocamento Agenzia per il lavoro Borsa Continua Nazionale lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one

14 Aspetti legali p. 14 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev REGIME TRANSITORIO Art. 86 comma 6 Agenzia per il lavoro Borsa Continua Nazionale Lavoro Tutele sul mercato Forme contrattuali Certificazi one per le società di somministrazione, intermediazione,ricerca e selezione del personale, ricollocamento professionale già autorizzate ai sensi della normativa previgente opera una disciplina transitoria e di raccordo definita con apposito DM. In attesa della disciplina transitoria restano in vigore le norme di legge e regolamento vigenti alla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo AGENZIE PER IL LAVORO

15 Aspetti legali p. 15 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev NUOVE FORME CONTRATTUALI SOMMINISTRAZIONE DI MANODOPERA E lattività di fornitura professionale di manodopera a tempo determinato - a tempo determinato - a tempo indeterminato (STAFF LEASING) Questa tipologia contrattuale può essere conclusa da ogni soggetto (Utilizzatore) che si rivolga ad un altro soggetto (Somministratore) I lavoratori svolgono la propria attività nellinteresse nonché sotto la direzione e controllo dellutilizzatore. I soggetti autorizzati alla somministrazione sono tenuti a versare ai fondi di cui al comma 4 un contributo pari al 4% della retribuzione corrisposta ai lavoratori assunti con contrattoa tempo determinato per lesercizio di attività di somministrazione Forme contrattuali Certificazi one art. 20 a 28 decreto attuativo

16 Aspetti legali p. 16 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO è ammesso il ricorso a fronte di esigenze di carattere tecnico, produttivo, organizzativo, sostitutivo anche se riferibili allordinaria attività dellutilizzatore Ambito di applicazione Percentuali di utilizzo lindividuazione, anche in misura non uniforme di limiti quantitativi di utilizzazione della somministrazione è affidata ai CCNL in conformità alle disposizione di cui allart. 10 del D.lgs 368/01 Divieti 1) per la sostituzione di lavoratori che esercitano il diritto di sciopero ; 2) salva diversa disposizione degli accordi sindacali, presso unità entro i 6 mesi precedenti produttive nelle quali si sia proceduto, entro i 6 mesi precedenti, a licenziamenti collettivi ai sensi degli art. 4 e 24 della Legge 23 luglio 1991, n. 223, che abbiano riguardato lavoratori adibiti alle stesse mansioni cui si riferisce il contratto di somministrazione ovvero presso unità produttive nelle quali sia operante una sospensione dei rapporti o una riduzione dellorario, con diritto al trattamento di integrazione salariale, che interessino lavoratori adibiti alle stesse mansioni cui si riferisce il contratto di somministrazione. 3) per le imprese che non abbiano effettuato la Valutazione dei rischi ai sensi del D. Lgs 626/94. Forme contrattuali Certificazi one NUOVE FORME CONTRATTUALI

17 Aspetti legali p. 17 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev NUOVE FORME CONTRATTUALI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO Disciplina rapporto di lavoro di lavoro In caso di somministrazione a tempo determinato il rapporto di lavoro tra somministratore e prestatore di lavoro è soggetto alla disciplina di cui al decreto legislativo 6 settembre 2001, n. 368 per quanto compatibile; ESCLUSIONE N.B.: Non trova applicazione lart. 5 commi 3 e 4 del D.lgs 368/01 Qualora il lavoratore venga riassunto a termine, ai sensi dell'articolo 1, entro un periodo di dieci giorni dalla data di scadenza di un contratto di durata fino a sei mesi, ovvero venti giorni dalla data di scadenza di un contratto di durata superiore ai sei mesi, il secondo contratto si considera a tempo indeterminato. Quando si tratta di due assunzioni successive a termine, intendendosi per tali quelle effettuate senza alcuna soluzione di continuità, il rapporto di lavoro si considera a tempo indeterminato dalla data di stipulazione del primo contratto Forme contrattuali Certificazi one

18 Aspetti legali p. 18 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev NUOVE FORME CONTRATTUALI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO Trattamentoretributivo Art. 23 diritto a un trattamento economico e normativo complessivamente non inferiore a quello dei dipendenti di pari livello dell'utilizzatore, a parità di mansioni svolte. DEROGHE ART. 23 COMMA 1 contratti di somministrazione conclusi da soggetti privati autorizzati nell'ambito di specifici programmi di formazione, inserimento e riqualificazione professionale erogati, a favore dei lavoratori svantaggiati, in concorso con Regioni, centri per l'impiego ed enti locali ai sensi e nei limiti di cui all'articolo 13. Forme contrattuali Certificazi one

19 Aspetti legali p. 19 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev Trattamentocontributivo Oneri contributivi, previdenziali, assistenziali sono a carico del somministratore che è inquadrato nel settore terziario DEROGA Settore agricolo e Lavoro domestico si applicano gli oneri previdenziali e assistenziali previsti dai relativi settori e comparti Proroga art. 22 comma 2 Il termine inizialmente posto al contratto di lavoro può in ogni caso essere prorogato, con il consenso del lavoratore e per atto scritto, nei casi e per la durata prevista dai contratti collettivi applicati dal somministratore. Forme contrattuali Certificazi one NUOVE FORME CONTRATTUALI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO

20 Aspetti legali p. 20 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO Criterio di dicomputo Il lavoratore non è computato nellorganico dellimpresa utilizzatrice ai fini dellapplicazione di normativa di legge o di contratto collettivo, fatta eccezione per quelle relative alligiene e alla sicurezza sul lavoro. Facoltà di assunzione del dellavoratore da parte da parte I.U I.U Nulla ogni clausola diretta a limitare la facoltà di assunzione del lavoratore da parte dellimpresa utilizzatrice. Deroga art. 23 comma 8 Riconoscimento al lavoratore di una adeguata indennità secondo quanto stabilito dal CCNL applicabile al somministratore Forme contrattuali Certificazi one NUOVE FORME CONTRATTUALI

21 Aspetti legali p. 21 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO Sanzioni La violazione delle disposizioni di cui agli art. 20 e 21, lettere a), b), c) d), ed e), il il lavoratore può chiedere la costituzione di un rapporto di lavoro alle dipendenze dellutilizzatore. Limiti del controllo giudiziale Il potere del giudice è limitato ad accertare lesistenza delle ragioni che giustificano la somministrazione; Non può sindacare nel merito le valutazioni fatte dallimpresa utilizzatrice (tecniche, produttive,organizzative)) Forme contrattuali Certificazi one NUOVE FORME CONTRATTUALI

22 Aspetti legali p. 22 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev NUOVE FORME CONTRATTUALI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO INDETERMINATO Ambito di diapplicazione per lavori di facchinaggio e pulizia; per servizi di vigilanza e custodia; per servizi di consulenza e assistenza informatica compresa la progettazione/manutenzione reti internet, sviluppo software…; per servizi di assistenza e cura della persona; per servizi di ristorazione e portineria; per servizi di trasporto persone/macchinari, merci; per la gestione delle biblioteche, archivi, magazzini, merci; per attività di consulenza direzionale, assistenza alla certificazione, programmazione delle risorse, sviluppo organizzativo e cambiamento, gestione del personale, ricerca e selezione del personale; per attività di marketing, analisi di mercato, organizzazione della funzione commerciale; per la gestione di call-center costruzioni edilizie allinterno degli stabilimenti; installazioni o smontaggio di impianti; per particolari attività (specifico cantieristica) che richiedono + fasi successive di lavorazione, limpiego di manodopera con diversa specializzazione rispetto a normalmente utilizzate; in tutti gli altri casi previsti dai CCNL Forme contrattuali Certificazi one

23 Aspetti legali p. 23 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev SOMMINISTRAZIONE A TEMPO INDETERMINATO Percentuali di di utilizzo utilizzo Potrebbero essere previsti limitazioni percentuali solo per i casi ex art. 20 co.3 lett. i) D.lgs attuativo della L.30/03 (previsione C.C.N.L.) Divieti 1) per la sostituzione di lavoratori che esercitano il diritto di sciopero ; 2) salva diversa disposizione degli accordi sindacali, presso unità entro i 6 mesi precedenti produttive nelle quali si sia proceduto, entro i 6 mesi precedenti, a licenziamenti collettivi ai sensi degli art. 4 e 24 della Legge 23 luglio 1991, n. 223, che abbiano riguardato lavoratori adibiti alle stesse mansioni cui si riferisce il contratto di somministrazione ovvero presso unità produttive nelle quali sia operante una sospensione dei rapporti o una riduzione dellorario, con diritto al trattamento di integrazione salariale, che interessino lavoratori adibiti alle stesse mansioni cui si riferisce il contratto di somministrazione. 3) per le imprese che non abbiano effettuato la Valutazione dei rischi ai sensi del D. Lgs 626/94. Forme contrattuali Certificazi one NUOVE FORME CONTRATTUALI

24 Aspetti legali p. 24 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro Rev Forme contrattuali FINE


Scaricare ppt "LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Parte I. Aspetti legali p. 2 Formazione continua - La Riforma del Mercato del Lavoro - 1 - Rev.2 - 10-10-2003 INDICE."

Presentazioni simili


Annunci Google