La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il ruolo delle Nuove Tecnologie nel Progetto Psicoeducativo per l'alunno autistico Resp. Unità di Valutazione del Centro Integrato per lo studio dellAutismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il ruolo delle Nuove Tecnologie nel Progetto Psicoeducativo per l'alunno autistico Resp. Unità di Valutazione del Centro Integrato per lo studio dellAutismo."— Transcript della presentazione:

1 Il ruolo delle Nuove Tecnologie nel Progetto Psicoeducativo per l'alunno autistico Resp. Unità di Valutazione del Centro Integrato per lo studio dellAutismo (CISA) NeapoliSanit, Ottaviano (NA) Dott. Luigi Iovino

2 Uso didattico del PC per l'INTEGRAZIONE ? Facilita gli apprendimenti Rafforza la motivazione e l'interesse Facilita i processi di attenzione e concentrazione Migliora l'inserimento nel gruppo di pari e rafforza una positiva coscienza di sè

3 Anche con i ragazzi Autistici? E' uno strumento multimediale, con un linguaggio prevalentemente visivo-spaziale (punto di forza dei ragazzi autistici). Risponde alle loro esigenze di chiarezza, sobrietà e precisione comunicativa: il linguaggio dell'informatica è strutturato, chiaro e prevedibile, senza inferenze emotive o sottintesi.

4 La ricerca Uso del PC in interventi riabilitativi dei Servizi Specialistici ASL (logopedia) Ricerche recenti o in atto (vedi Handimatica nel 2004) in: Autismo e computer (libro distribuito da ASPHI ad Handimatica 2006)

5 Autismo e Computer Le moderne Teorie neuropsicologiche definiscono il Disturbo Autistico come dovuto a questi tre tipi di Deficit: 1) Deficit di Teoria della mente 2) Deficit di Coerenza centrale 3) Deficit delle funzioni esecutive

6 Vantaggi dell'uso delle Nuove Tecnologie con ragazzi autistici Deficit della TEORIA DELLA MENTE Anomalia nell'interazione sociale e nella comunicazione Incapacità ad attribuire a sé e altri stati mentali (comprendere le emozioni/opinioni) il PC è anaffettivo (la voce è meccanica), rigido, strutturato e prevedibile Uso del PC per stimolare l'intersoggettività e la socializzazione Uso del PC come comunicatore

7 VantaggiI dell'uso delle Nuove Tecnologie con ragazzi autistici Deficit di COERENZA CENTRALE Difficoltà di generalizzazione, di percezione e attenzione Presenza di abilità visuo-spaziali e necessità di ripetere per apprendere Stimolo alla generalizzazione: uso di programmi autore per attività sia cartacee sia multimediali Materiale prevalentemente visivo Possibilità di ripetizione infinita

8 Vantaggi dell'uso delle Nuove Tecnologie con ragazzi autistici Deficit delle FUNZIONI ESECUTIVE Incapacità di pianificazione degli obiettivi e controllo degli impulsi Mancanza di flessibilità di pensiero ed azione Alta prevedibilità e strutturazione degli stimoli Feedback sistematici come rinforzo Personalizzazione del sistema operativo e dei software: pianificazione delle fasi del compito, strutturazione rispetto ai tempi di attenzione, gradualità.....

9 Nuove Tecnologie con i ragazzi autistici: Si ma... Software flessibile e personalizzabile per non alimentare ulteriormente la naturale rigidità comportamentale Attività al computer integrate in una progettazione psicoeducativa complessa, organizzata e articolata: progettazione e strutturazione attenta di tempi e modalità d'uso.

10 Mai da soli… Stimolare all'uso autonomo dello strumento ma evitare l'abbandono davanti al PC del ragazzo (rischio di irrigidimento in nuove stereotipie, perseverazione incontrollata in attività ripetitive gratificanti.) Affiancamento da parte dell'adulto o di un piccolo gruppo di pari per non alimentare l'isolamento sociale e le stereotipie comportamentali

11 Evitare la ripetitività Variazione delle proposte didattiche e delle esperienze d'uso per incrementare anche le conoscenze tecniche: le stereotipie nascono anche da un repertorio limitato di conoscenze ed esperienze. Proposte di attività che stimolino la comunicazione e l'intersoggettività. Scelta accurata del software: flessibile e Personalizzabile

12 Le insidie che si nascondono nei software Difficile prevedere le insidie che si nascondono in un software innocente Quando il PC va in loop! Per un autistico è quasi impossibile interrompere un ciclo che non abbia inizio e fine ben definiti

13 Nuove Tecnologie nella didattica con i ragazzi autistici: Si ma Come? La parola d'ordine è PERSONALIZZAZIONE HARDWARE SOFTWARE

14 Personalizzazione dell'hardware Rispetto alle capacità motorie, percettive e cognitive: tastiere facilitate, emulatori del mouse, touch screen....

15 Personalizzazione del software Non esiste software specifico per allievi autistici ( a parte alcuni software Erickson) Quindi, scelta di software didattico commerciale o liberamente distribuito, a partire da.... SOFTWARE PRESCOLARE SOFTWARE DIDATTICO per gli apprendimenti disciplinari Ma anche... SOFTWARE PRESCOLARE per la costruzione delle ABILITA' di BASE

16 Personalizzazione del Sistema Operativo Schermo con un buon contrasto testo-sfondo, con caratteri chiari e abbastanza grandi (definiz. max 800x600), con un set di puntatori del mouse più grandi e di colore vivace.

17 Personalizzazione del Sistema Operativo Per evitare la distraibilità e favorire la comprensione, evitare schermate troppo complesse, con un numero elevato di icone o con immagini di sfondo che ne riducono il contrasto e la visibilità

18 PERSONALIZZAZIONE del Sistema Operativo Utile creare un PROFILO UTENTE personalizzato, eventualmente con limitazioni se l'alunno ha la brutta abitudine di modificare in modo stereotipo colori e impostazioni dello schermo ecc. L'impostazione di una PASSWORD può essere utile per favorire la memorizzazione di parole scritte.

19 Personalizzazione del software didattico Molto utile, per facilitare la comunicazione, preparare menu cartacei e poi anche multimediali, per la scelta dei programmi preferiti (Vedi CREAMENU, se presente la capacità di letto / scrittura)

20 PERSONALIZZAZIONE del Software didattico Con CREAMENU è possibile organizzare il lavoro al computer del ragazzo autistico, stimolando la capacità di scelta ed evitando la navigazione incontrollata e stereotipata tra i contenuti del PC.

21 Software ERICKSON Autismo e competenze cognitivo-emotive (CD-ROM), il cui scopo è valutare e potenziare le capacità di riconoscere le emozioni e inferire gli stati mentali dell'altro Il CD-ROM presenta sotto forma di cartone animato 8 test e training per valutare e potenziare le competenze cognitive ed emotive (riconoscimento di emozioni e desideri)

22 Nuove Tecnologie per la comunicazione e la socializzazione

23 Il contributo delle Nuove Tecnologie nello sviluppo della Comunicazione L'Autismo è prima di tutto un disturbo comunicativo e della relazione. L'uso didattico e riabilitativo del computer offre proprio la possibilità di migliorare e sviluppare le capacità comunicative, verbali e non. Da ricerche effettuate: maggiori interazioni vocali, maggiore contatto oculare, miglioramenti significativi nella comunicazione spontanea e negli apprendimenti accademici.

24 Osservazioni nell'esperienza didattica di uso del PC Modificazioni delle modalità comunicative nell'attività di piccolo gruppo o individualizzata (in coppia con l'adulto): Contatto oculare più diretto con il compagno o l'adulto Miglioramenti nell'attenzione condivisa, nella reciprocità e condivisione emotiva.

25 Uso del PC integrato nel Progetto Psicoeducativo il computer può essere usato per: l'educazione all'affettività (presentazioni multimediali su emozioni e regole di comportamento, con immagini e video di role playing o situazioni di vita personale ) lo sviluppo dell'interazione fra pari ( attività che prevedano rispetto dei turni, giochi....)

26 Sviluppo dell'interazione fra pari Gioco dei DADI (programma FREE): Rispetto dei turni Intersoggettività Attenzione Condivisa

27 Educazione all'AFFETTIVITA' Esercizi costruiti con programmi-autore come CLICKER 4 o CONTATTO

28 Educazione all'AFFETTIVITA'

29 Nuove tecnologie e Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) Uso del PC come comunicatore con programmi tipo Clicker o Contatto Uso di programmi e attività che favoriscano la vocalizzazione e facciano comprendere l'effetto del linguaggio verbale

30 Il linguaggio verbale Programmi con sintesi vocale Programmi commerciali di ANASTASIS: SUPERQUADERNO C.A.R.L.O. II e C.AR.L.O. Mobile Programmi free: Leggo facile Io scrivo DSpeech Programmi per l'apprendimento della lettura e scrittura:

31 Risorse per i docenti nei Progetti a supporto della comunicazione Facilitare la comunicazione nellautismo (LIBRO+DVDROM): Oltre 2600 immagini per comunicare a casa e a scuola Utile come supporto a progetti di CAA

32 Risorse per i docenti nei Progetti a supporto della comunicazione

33 Link Utili 64-in-evidenza/121-tecnologia-assistiva-per- bambini-con-autismo 64-in-evidenza/121-tecnologia-assistiva-per- bambini-con-autismo 64-in-evidenza/121-tecnologia-assistiva-per- bambini-con-autismo 64-in-evidenza/121-tecnologia-assistiva-per- bambini-con-autismo ?productType=SOFTWARE&categoryId=127 ?productType=SOFTWARE&categoryId=127 ?productType=SOFTWARE&categoryId=127 ?productType=SOFTWARE&categoryId=


Scaricare ppt "Il ruolo delle Nuove Tecnologie nel Progetto Psicoeducativo per l'alunno autistico Resp. Unità di Valutazione del Centro Integrato per lo studio dellAutismo."

Presentazioni simili


Annunci Google