La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I fondi a gestione diretta SICILMED Via Terrasanta 93 – Palermo Dott. Fabrizio Cavallaro Programmi e finanziamenti europei per gli Enti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I fondi a gestione diretta SICILMED Via Terrasanta 93 – Palermo Dott. Fabrizio Cavallaro Programmi e finanziamenti europei per gli Enti."— Transcript della presentazione:

1 I fondi a gestione diretta SICILMED Via Terrasanta 93 – Palermo Dott. Fabrizio Cavallaro Programmi e finanziamenti europei per gli Enti Locali Seminario formativo Chiaramonte Gulfi – 26 maggio 2011

2 I programmi comunitari rappresentano gli strumenti di finanziamento con i quali la Commissione europea finanzia i suoi obiettivi. La gestione dei finanziamenti europei può avvenire secondo due procedure: gestione indiretta; gestione diretta della Commissione europea. Premessa

3 I programmi a gestione indiretta La gestione dei finanziamenti è affidata agli Stati membri attraverso le amministrazioni centrali e locali. Nel caso, per esempio dei fondi strutturali, le risorse sono assegnate agli Stati membri, in particolare alle Regioni che ne dispongono l'utilizzazione sulla base di una programmazione che deve essere approvata dalla Commissione. I bandi vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana o sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana.

4 Lattuale programmazione di fondi strutturali tra il 2007 e il 2013 mette in campo strumenti di coesione che ammonteranno a 308 miliardi così suddivisi: obiettivo convergenza (82% dell'importo complessivo dedicato alle regioni in ritardo di sviluppo); obiettivo competitività regionale e occupazione (16% dei fondi che verranno concentrati a sostegno dell'innovazione, dello sviluppo sostenibile, di una migliore accessibilità e di progetti di formazione); obiettivo cooperazione territoriale europea (2,5% dedicato alla cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale).

5 Gli strumenti principali di attuazione della politica di coesione sono: il fondo europeo di sviluppo regionale (FESR): promuove gli investimenti pubblici e privati al fine di ridurre le disparità regionali nellUnione, sostiene programmi di potenziamento della competitività e di cooperazione territoriale. Tra le priorità vi sono la ricerca, linnovazione, la protezione dellambiente, la prevenzione dei rischi e gli investimenti infrastrutturale (soprattutto nelle regioni in ritardo di sviluppo).

6 il fondo sociale europeo (FSE): si concentra su quattro ambiti chiave: accrescere ladattabilità dei lavoratori e delle imprese, migliorare l'accesso all'occupazione e alla partecipazione al mercato del lavoro, rafforzare linclusione sociale combattendo la discriminazione e agevolando laccesso dei disabili al mercato del lavoro.

7 il fondo di coesione contribuisce a interventi nei settori dellambiente e delle reti di trasporti transeuropee.Si attiva per Stati membri aventi un reddito nazionale lordo (RNL) inferiore al 90% della media comunitaria, esso copre quindi i nuovi Stati membri come anche la Grecia e il Portogallo.

8 I programmi a gestione diretta I programmi comunitari a gestione diretta rappresentano gli strumenti di finanziamento diretto creati per sostenere le politiche comunitarie. Essi sono delle autentiche potenzialitá, di cui la Commissione Europea dispone per raggiungere i suoi obiettivi. Dal 1 gennaio 2007 sono operativi dei grandi programmi quadro che riguardano temi come la cultura, la competitivitá e linnovazione, la ricerca, la gioventú ed altri di eguale interesse. Il rapporto contrattuale è tra la Commissione europea e lutilizzatore finale. La loro natura permette, con la costituzione di partenariati tra enti, imprese e associazioni, sia pubblici che privati in Stati membri diversi, di attuare progetti di elevato interesse innovativo, incentivando la collaborazione tra i 27 Paesi dellUE.

9 La Commissione europea, gestisce i finanziamenti, eroga i fondi e stabilisce autonomamente i principi di funzionamento dei vari programmi. Attraverso la pubblicazione di inviti a presentare proposte sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea o sui vari siti internet dell'Unione europea, si avvia il procedimento ufficiale per l'attuazione di un programma. La GUUE è la fonte ufficiale della documentazione europea ed è articolata in tre serie: serie C (Comunicazioni e Informazioni), serie L (Legislazione), serie S (Supplemento). Gli inviti a presentare proposte vengono pubblicati nella serie C; sulla serie L vengono pubblicati invece i documenti attuativi (regolamenti o decisioni) dei programmi.

10 L'invito a presentare proposte contiene: la descrizione del programma; la sua dotazione finanziaria; la procedura e i termini di presentazione delle proposte; l'importo del contributo finanziario della Comunità; i requisiti minimi per poter partecipare; i criteri di selezione; gli indirizzi ai quali richiedere la documentazione informativa.

11 La natura dei fondi NON PREVEDE la possibilità di realizzare investimenti in opere a carattere strutturale che ricadono in gran parte nelle competenze dei Fondi Strutturali, se non in casi specifici e per importi limitati. La TRANSNAZIONALITA è una condizione sempre richiesta, tranne rare eccezioni. E' necessaria quindi un partenariato di soggetti provenienti da 3 o più Stati, di cui uno assume le funzioni di capofila, mentre gli altri partecipano in qualità di partner. I contributi vengono accordati sempre a fondo perduto e coprono percentuali comprese tra il 50% e l80% dei costi. I massimali di finanziamento sono riportati nei bandi. La parte del budget non coperta dal sostegno UE deve essere co-finanziata dai partner.

12 Le possibilitá di finanziamento di un progetto dipendono da diversi fattori. La dimensione europea ed il carattere innovativo e trasnazionale del progetto sono fattori che contribuiscono ad aumentare le probabilitá di successo. Inoltre temi quali la tutela ambientale, la societá dellinformazione e delle pari opportunitá e la competivitá sono considerati prioritari in quanto legati a tematiche trasversali in tutti i programmi. È fondamentale discutere lidea progettuale con gli interlocutori sia a livello comunitario che a livello nazionale, per poterne verificare la coerenza con le linee programmatiche stabilite dai bandi.

13 In definitiva i passi fondamentali da compiere per poter ottenere un finanziamento sono: verifica dellapprovazione definitiva (vd. Decisione); individuazione degli inviti periodici a presentare proposte; individuazione delle linee guida, dei vademecum e dei formulari ufficiali, disponibili sul sito della Direzione generale competente per la gestione del programma; visione di tutta la documentazione messa a disposizione dalla Commissione e redazione del progetto seguendo attentamente le indicazioni; invio del progetto, entro la data di scadenza prevista, allindirizzo indicato nellinvito a presentare proposte.

14 Alcuni tra i principali programmi approvati dalla Commissione per il periodo di programmazione sono: Europa per i cittadini Life+ strumento finanziario per l'ambiente Apprendimento permanente - Lifelong Learning Giovani in azione Progress. Occupazione e solidarietá sociale Reazione alle emergenze Programma quadro Competitività e Innovazione (CIP) Daphne. Lotta alla violenza Cultura Programma quadro per la cultura

15 Europa per i cittadini Obiettivi: incoraggiare i cittadini a partecipare attivamente alla costruzione dellEuropa, promuovere la collaborazione tra cittadini e organizzazioni di diversi Paesi, stimolandoli a incontrarsi. Temi prioritari del Programma Europa per i cittadini: 1. Futuro dellUnione europea e suoi valori di base 2. Cittadinanza europea attiva: partecipazione e democrazia in Europa 3. Dialogo interculturale 4. Benessere dei cittadini in Europa: occupazione, coesione sociale e sviluppo sostenibile 5. Impatto delle politiche dellUE sulle società

16 Settori di attività e temi specifici di lavoro: azione 1: cittadini attivi per lEuropa. I.gemellaggi di città: favorisce gli incontri fra i cittadini di città gemellate o intenzionate a gemellarsi, mediante la loro partecipazione ad attività previste dal gemellaggio (max 21 giorni, contributo da a ). Scadenze 01/02, 01/06, 01/09 II.progetti dei cittadini: progetti innovativi per incoraggiare la partecipazione attiva dei cittadini a livello europeo stimolando il dialogo tra cittadini europei e istituzioni europee (min. 5 partner, max.60%, contributo tra / Scad. 2011: 01/06 III. misure di sostegno/buone prassi: 2 paesi, 80%, / Scadenze 2011: 01/06

17 azione 2: una società civile attiva in Europa. E' composta da 3 misure. I. sostegno strutturale ai centri di ricerca sulle politiche europee gruppi di riflessione. Scadenza: 15 ottobre II. sostegno strutturale alle organizzazioni della società civile a livello europeo. Scadenza: 15 ottobre III. sostegno a favore di progetti promossi dalle organizzazioni della società civile. Sostiene la cooperazione con progetti concreti di organizzazioni di almeno 2 paesi, su questioni specifiche legate agli obiettivi e alle priorità del programma. Importo max , sovvenzione massima 70%. Scaduto: 1/02/2011

18 azione 3: insieme per lEuropa (eventi e studi gestiti dalla DG.). azione 4: memoria europea attiva: ha come scopo la commemorazione delle vittime del nazismo e dello stalinismo in Europa, stimolando così la riflessione sui principi alla base dell'Unione Europea - come la democrazia, il rispetto dei diritti umani, la libertà - e sulla gravità della loro violazione. Saranno a tal fine selezionati progetti impegnati nella realizzazione di attività in memoria delle vittime, nonché volte alla preservazione dei siti e degli archivi connessi alle deportazioni e agli stermini di massa. Particolare attenzione dovrà essere dedicata altresì al coinvolgimento delle nuove generazioni e dei superstiti. Scadenza: 1/06/2011.

19 Destinatari dei finanziamenti: enti locali, Ong, associazioni e fondazioni. In generale tutti i soggetti che promuovono la cittadinanza europea attiva. Budget: la dotazione finanziaria per lattuazione del presente programma, è fissata a 215 milioni di EUR. Ulteriori informazioni: Europe for Citizens Point Italy: Sito della DG Istruzione e cultura della Commissione europea Sito della Agenzia Esecutiva per listruzione, gli audiovisivi e la cultura

20 Apprendimento permanente Obiettivo: contribuire, attraverso lapprendimento permanente, allo sviluppo della UE quale società avanzata basata sulla conoscenza e promuovere gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra i vari sistemi di istruzione e formazione. Gli obiettivi del programma di educazione permanente sono perseguiti attraverso lattuazione di quattro sottoprogrammi settoriali, di un programma trasversale e del programma Jean Monnet.

21 Per il 2011 – 2013 è stato pubblicato un unico invito a presentare proposte e una serie di priorità strategiche: 1.elaborazione delle strategie per l'apprendimento permanente e la mobilità; 2.incoraggiare la cooperazione tra mondo dell'istruzione, della formazione e del lavoro; 3.sostenere la formazione iniziale e continua degli insegnanti, dei formatori e dei dirigenti degli istituti d'istruzione e formazione; 4.promuovere l'acquisizione di competenze chiave nell'ambito del sistema di istruzione e formazione; in questo contesto, il multilinguismo verrà specificatamente promosso; 5.promozione dell'inclusione sociale e della parità di genere nell'istruzione e nella formazione, ivi inclusa l'integrazione dei migranti;

22 Il budget complessivo ammonta a 6,97 miliardi di euro. I quattro sottoprogrammi settoriali sono: Comenius, Erasmus, Leonardo, Grundving. L'entità delle sovvenzioni concesse, nonché la durata dei progetti varieranno in base a fattori quali il tipo di progetto e il numero di paesi partecipanti; tali sovvenzioni variano tra il 50 e il 75%.

23 Il sottoprogramma COMENIUS riguarda listruzione prescolastica e scolastica fino al termine degli studi secondari superiori. Gli obiettivi mirano a sviluppare tra i giovani la conoscenza della diversitá culturale per meglio acquisire una cittadinanza europea attiva. Beneficiari del programma possono essere gli allievi o gli istituti scolastici, il personale docente, associazioni, organizzazioni senza scopo di lucro, persone e organismi responsabili dell'organizzazione e dell'erogazione dell'istruzione a livello locale, regionale e nazionale; centri e istituti di ricerca che si occupano delle tematiche dell'apprendimento permanente; istituti di istruzione superiore; organismi fornitori di servizi di orientamento, consulenza e informazione su qualsiasi aspetto dell'apprendimento permanente.

24 Tipologia di azioni del sottoprogramma Comenius: 1. reti multilaterali finalizzate a: sviluppare l'istruzione nella disciplina o nel settore tematico della rete, a beneficio della rete stessa e più in generale dell'istruzione; acquisire e diffondere le buone prassi e l'innovazione pertinenti; fornire un sostegno a progetti e partenariati realizzati da altri; promuovere l'analisi dei bisogni e delle sue applicazioni pratiche nell'ambito dell'istruzione scolastica. La scadenza è fissata per il 28 febbraio 2011.

25 1.Progetti multilaterali finalizzati a: sviluppare e diffondere le migliori prassi nel settore dell'istruzione, incluso nuovi metodi o materiali didattici; acquisire o scambiare esperienze su sistemi di informazione o di orientamento; elaborare, promuovere e diffondere nuovi corsi o nuovi contenuti didattici per la formazione degli insegnanti. La scadenza è fissata per il 28 febbraio 2011.

26 2.sviluppo di partenariati bi-multilaterali (scad.: 21/02/2011): a) tra scuole con la finalità di sviluppare progetti di apprendimento per gli allievi e i loro insegnanti («partenariati scolastici Comenius»); b) tra organizzazioni del settore dell'istruzione scolastica, per stimolare la cooperazione interregionale («partenariati Comenius-Regio»); 3.mobilità delle persone (per favorire scambi di allievi e personale; tirocini presso istituti scolastici o imprese per i docenti; partecipazione di insegnanti e di altro personale docente a corsi di formazione; visite di studio e di preparazione di altri progetti). Questa azione permette agli alunni delle scuole superiori di trascorrere un periodo dai 3 ai 10 mesi presso una scuola e una famiglia allestero. Scaduto: 4 febbraio 2011.

27 Ricordiamo che possono candidarsi per inviare uno o più alunni in mobilità, scuole secondarie di II° grado che abbiano già un'espereinza di cooperazione all'interno dei Partenariati Comenius (conclusa o attualmente in corso). L'80% degli importi stanziati per questo programma è destinato a sostenere la mobilità.

28 Il sottoprogramma ERASMUS: questo programma mira alla realizzazione di uno spazio europeo dellistruzione superiore ed al rafforzamento del contributo che listruzione superiore e professionale forniscono al processo di innovazione. In particolare Erasmun intende migliorare la mobilità di studenti e del personale docente e la cooperazione multilaterale tra gli istituti di istruzione superiore in Europa e accrescere il livello di compatibilità tra le qualifiche dell'istruzione superiore e professionale europee. Scaduto l 11 marzo Anche nel programma Erasmus almeno l80% degli importi stanziati è destinato a sostenere la mobilitá.

29 Il sottoprogramma LEONARDO DA VINCI. Obiettivi operativi del sottoprogramma: migliorare la qualità e incrementare la mobilità in Europa delle persone coinvolte nell'istruzione e formazione per raggiungere entro il 2013 almeno tirocini in azienda all'anno; migliorare la qualità e incrementare la cooperazione tra istituti o organizzazioni che offrono opportunità di apprendimento, imprese, parti sociali e altri organismi pertinenti in tutta Europa; agevolare lo sviluppo e il trasferimento di prassi innovative nel settore dell'istruzione e formazione professionale; migliorare il riconoscimento delle qualifiche e delle competenze; incoraggiare l'apprendimento delle lingue straniere; promuovere lo sviluppo di contenuti e prassi basati sulle TIC.

30 Leonardo da Vinci beneficia di almeno il 25% dello stanziamento assegnato al programma. Almeno il 60% degli importi stanziati è destinato a sostenere la mobilitá. Le azioni previste sono: 1.mobilità transnazionale delle persone coinvolte nellistruzione e formazione professionale, escluso quelle di terzo livello: tirocini transnazionali presso imprese o istituti di formazione; tirocini e scambi finalizzati allo sviluppo professionale dei formatori e dei consulenti di orientamento, nonché dei responsabili degli istituti di formazione e della programmazione della formazione e dell'orientamento professionale all'interno delle imprese. Scaduto il 4 febbraio partenariati bilaterali e multilaterali incentrati su temi di interesse comune per le organizzazioni partecipanti. Scaduto il 21 febbraio 2011.

31 3.Progetti multilaterali (28 febbraio 2011): progetti volti a migliorare i sistemi di formazione attraverso il trasferimento dell'innovazione, adattando alle esigenze nazionali (sotto i profili linguistico, culturale e giuridico) i prodotti e i processi innovativi sviluppati in contesti diversi. progetti volti a migliorare i sistemi di formazione attraverso lo sviluppo dell'innovazione e delle buone prassi. 4.Reti multilaterali di esperti e organizzazioni che si occupano di temi specifici connessi all'istruzione e alla formazione professionale (Reti tematiche) (28 febbraio 2011). 5.Misure di accompagnamento, ossia altre iniziative volte a promuovere gli obiettivi del sottoprogramma (28 febbraio 2011). I beneficiari sono tutti quei soggetti che seguono un qualsiasi tipo di istruzione e formazione professionale non di terzo livello.

32 Il sottoprogramma GRUNDTVIG. Il programma risponde alle esigenze didattiche e di ogni forma di apprendimento rivolta a persone adulte. Gli obiettivi specifici di questo programma riguardano soprattutto la sfida educativa posta dallinvecchiamento della popolazione europea e lofferta di percorsi formativi per adulti per arricchire le loro conoscenze e competenze. Il programma mira perciò a migliorare laccessibilitá degli adulti alle attività formative in particolare tra coloro che hanno lasciato gli studi acquisito qualifiche di base. Almeno il 55% degli importi stanziati è destinato a sostenere la mobilitá e i partenariati.

33 Gli obiettivi operativi del sottoprogramma sono: prestare assistenza alle persone appartenenti a gruppi sociali vulnerabili e a contesti sociali marginali, particolare agli anziani e a coloro che hanno lasciato gli studi senza aver acquisito qualifiche, per offrire loro opportunità di accesso all'istruzione degli adulti; agevolare lo sviluppo e il trasferimento di prassi innovative nel settore dell'istruzione degli adulti; incrementarne le opportunità di mobiltà in tutta Europa delle persone coinvolte nell'istruzione degli adulti; migliorare la cooperazione tra le organizzazioni del settore; promuovere lo sviluppo, anche in questo settore, di contenuti, servizi, soluzioni pedagogiche e prassi innovativi basati sulle TIC.

34 Le azioni previste sono: 1.mobilità transnazionale delle persone coinvolte nellistruzione degli adulti. La mobilità può comprendere visite, assistentati e scambi destinati alle persone coinvolte nell'istruzione degli adulti di tipo formale e non formale, inclusi la formazione e lo sviluppo professionale del personale impegnato nell'istruzione degli adulti, specialmente in sinergia con i partenariati e i progetti. (Nessuna scadenza è prevista per il 2011) 2.partenariati bilaterali e multilaterali incentrati su temi di interesse comune per le organizzazioni partecipanti (Partenariati di apprendimento Grundtvig). Scaduto il 21 febbraio 2011.

35 3.progetti multilaterali volti a migliorare i sistemi di istruzione degli adulti attraverso lo sviluppo e il trasferimento dell'innovazione e delle buone prassi. Scaduto il 28 febbraio reti multilaterali di esperti e organizzazioni (Reti Grundtvig) finalizzate in particolare a: - sviluppare l'istruzione degli adulti nella disciplina, nel settore tematico o sotto il profilo gestionale propri dell'attività della rete; - migliorare e diffondere le buone prassi e l'innovazione pertinenti; Scaduto il 28 febbraio misure di accompagnamento, ossia altre iniziative volte a promuovere gli obiettivi del sottoprogramma.

36 Il programma trasversale comprendente attività di cooperazione politica nel settore dellapprendimento permanente, apprendimento delle lingue, sviluppo delle Tlc e scambi di buone pratiche. L'Azione J. Monnet riguarda il sostegno ad attivitá didattiche di ricerca e di riflessione nel settore degli studi sullintegrazione europea nonché ad associazioni che si occupano di temi connessi allintegrazione europea. Per la presentazione e selezione delle proposte di progetto viene usata una procedura decentrata ad opera delle Agenzie nazionali oppure centralizzata ad opera della Commissione UE (tramite l'Agenzia esecutiva EACEA). Scaduto il 15 febbraio 2011.

37 YOUTH – GIOVENTU' IN AZIONE Il programma dazione comunitaria Gioventú in azione mira a sviluppare la cooperazione nel settore della gioventú nellUnione europea. Obiettivi generali sono: promuovere la cittadinanza attiva dei giovani (mobilitá dei giovani, apprendimento interculturale, non discriminazione e rispetto dei diritti umani, agevolare i giovani disabili, paritá di genere); sviluppare la solidarietá e promuovere la tolleranza fra i giovani (volontariato europeo ed internazionale); favorire la comprensione reciproca tra i giovani di paesi diversi (scambi tra i giovani europei);

38 sviluppare sistemi di qualitá a sostegno delle attivitá dei giovani (creazione di reti fra le organizzazioni interessate); favorire la cooperazione europea nel settore della gioventú (scambio di buone pratiche e cooperazione tra amministrazioni e responsabili politici a tutti i livelli). Il programma si rivolge ai giovani in etá compresa fra i 15 e 28 anni. Gli obiettivi del programmi sono attuati attraverso le seguenti azioni: 1.Gioventú per lEuropa: favorisce gli scambi, la mobilitá e le iniziative di gruppi di giovani tra i 13 e i 30 anni, incentiva la loro partecipazione alla vita democratica, sviluppa il loro spirito d'impresa e la loro creatività.

39 2.Il servizio volontario europeo: incoraggia i giovani, individualmente o in gruppo, a partecipare ad attivitá di volontariato allestero per la collettività, per un periodo compreso tra 2 mesi ed un anno in vari settori (cultura, sport, protezione civile, ambiente, aiuto ai poveri e agli anziani). Il SVE riguarda generalmente i giovani tra i 18 e i 30 anni; 3.Gioventú nel mondo: incentiva la cooperazione con i paesi partner (nord africa, medio oriente, Europa orientale e dei Balcani) del programma creando reti, favorendo lo scambio di gruppi di giovani e la creazione di progetti di iniziative di giovani; 4.Sistemi di sostegno per i giovani: promuove lo sviluppo di programmi di scambio, di formazione e di informazione, sostiene gli organismi attivi a livello europeo nel settore della gioventù;

40 5.Sostegno alla cooperazione europea nel settore della gioventú: contribuisce allo sviluppo della cooperazione politica nel settore della gioventú promuovendo incontri di giovani e di responsabili delle politiche per la gioventù, attività volte al miglioramento della comprensione e delle differenza che ci sono nel settori dell'istruzione dei vari paesi. Possono beneficiare dei finanziamenti organizzazioni pubbliche e private, istituzioni ed associazioni e ONG operanti nel settore della gioventú. Il bilancio per lattuazione del presente programma per i 7 anni è stabilito in 885 milioni di euro.

41 PRIORITA' Nellambito di ciascun progetto saranno perseguiti i seguenti obiettivi generali, costituiti da priorità permanenti: cittadinanza europea; partecipazione dei giovani; diversità culturale; inserimento di giovani con minori opportunità. e priorità annuali (2011): anno europeo del volontariato, disoccupazione giovanile, crescita inclusiva, sfide ambientali globali e cambiamenti climatici, creatività e imprenditorialità

42 SCADENZE: i progetti presentati all'Agenzia nazionale Gioventù esistono 5 termini all'anno per la presentazione delle domande. Per progetti che iniziano tra 1/5 e 30/9, scadenza: 1° febbraio. Se iniziano tra il 1/7 e 30/11, scadenza: 1° aprile. Se iniziano tra il 1/9 e 31/1, scadenza: 1° giugno. Se iniziano tra il 1/12 e 30/4, scadenza: 1° settembre. Se iniziano tra il 1/2 e 31/7, scadenza: 1° novembre. Per i progetti presentati all'Agenzia Esecutiva europea (EACEA) ogni anno esistono 3 scadenza. Per progetti che iniziano tra 1/8 e 31/12, scadenza: 1° febbraio. Se iniziano tra 1/12 e 30/04, scadenza: 1° giugno. Se iniziano tra il 1/3 e 31/7, scadenza: 1° settembre.

43 Le risorse finanziarie disponibili per lintero periodo di attuazione del programma ammontano a 885 milioni di euro (30% a Gioventù per lEuropa, 23% al Servizio Volontario Europeo etc.). Per ulteriori informazioni e approfondimenti potete visitare i siti: della DG Istruzione e cultura della Commissione europea (http://ec.europa.eu/youth/index_en.html); della Agenzia Esecutiva per listruzione, gli audiovisivi e la cultura (http://eacea.ec.europa.eu/youth/index_en.htm) dellAgenzia Nazionale per i Giovani (http://www.agenziagiovani.it).

44 PROGRESS Programmma comunitario per loccupazione e la solidarietá sociale Il programma mira a sostenere finanziariamente la realizzazione degli obiettivi dellUE nei settori delloccupazione e degli affari sociali. Il programma è suddiviso nelle seguenti cinque sezioni: 1.protezione sociale e integrazione; 2.condizioni di lavoro; 3.diversitá e lotta contro la discriminazione; 4.paritá fra uomini e donne. 5.occupazione. Il contributo comunitario può coprire fino all80% dei costi totali del progetto.

45 Azioni previste: attivitá analitiche (statistiche, metodologie e indicatori, studi e analisi, indagini, pubblicazioni guide); attivitá di apprendimento, sensibilizzazione e diffusione (scambio buone prassi, seminari e campagne informative); sostegno ai principali operatori (scambio e formazione di personale fra amministrazioni nazionali, sostenere le spese di funzionamento delle reti, cooperazione con istituti internazionali). Possono partecipare servizi pubblici delloccupazione e relative agenzie, autoritá regionali e locali, organismi specializzati, parti sociali, ONG, istituti di istruzione superiore, istituti statistici nazionali. Per maggiori informazioni visitate il sito della DG Affari sociali:

46 LIFE + Uno strumento per ambiente Il programma LIFE+ è lo strumento finanziario unico dedicato al sostegno dei progetti comunitari in campo ambientale e coprirà gli interventi che in precedenza rientravano in 4 distinti programmi: LIFE III, il Programma per il sostegno alle ONG operative in campo ambientale, Sviluppo urbano sostenibilee Forest Focus. Possono ricevere finanziamenti tramite LIFE+ organismi, soggetti e istituzioni pubblici e/o privati individualmente o in partenariato.

47 LIFE+ è articolato in tre componenti: 1. Natura e Biodiversità L'obiettivo è quello di proteggere, conservare, ripristinare e monitorare il funzionamento dei sistemi naturali, degli habitat naturali, della flora e della fauna. Questa componente, che assorbe da sola la metà del budget stanziato complessivamente, è al suo interno suddivisa in due parti: la sezione Natura, che sostiene progetti riguardanti le migliori pratiche o le misure dimostrative per lattuazione delle direttive Habitate Uccellie la sezione Biodiversità, che finanzia misure innovative o dimostrative tese ad arrestare la perdita di biodiversità.

48 2. Politica ambientale e Governance La componente Politica ambientale e Governance contribuisce allo sviluppo e alla dimostrazione di tecnologie, metodi e strumenti innovativi per il monitoraggio e la valutazione dello stato dellambiente e per il miglioramento della governance ambientale con un maggior coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.

49 3. Informazione e Comunicazione. La componente Informazione e comunicazione sostiene: campagne di informazione sulla protezione dellambiente e la conservazione della natura e della biodiversità; misure di formazione delle guardie forestali per prevenire gli incendi boschivi. L'importo indicativo della allocazione finanziaria nazionale per il 2011 è di ,00 di Euro. La percentuale massima del sostegno finanziario per tutte le componenti è pari al 50 % delle spese ammissibili. Non esiste un minimo/massimo per i bilanci dei progetti. La Commissione tuttavia favorisce progetti ampi, ambiziosi e dal bilancio cospicuo. La sovvenzione media assegnata finora supera il milione di euro.

50 Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea C 62 del 26 febbraio 2011 è stato pubblicato il bando Le proposte di progetto dovranno pervenire entro il 18 luglio 2011 al Focal Point nazionale (Direzione per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e lEnergia del Ministero dellAmbiente). I progetti saranno successivamente trasmessi dal Focal Point nazionale di LIFE alla Commissione europea entro il 9 settembre Per ciascuna componente la Commissione ha predisposto le Linee Guida che contengono le spiegazioni dettagliate sulla procedura di partecipazione, sui requisiti che dovranno soddisfare le proposte e sulle modalità di compilazione della modulistica. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Internet LIFE: o sul sito del ministero dell'ambiente:

51 REAZIONE ALLE EMERGENZE Strumento finanziario per la protezione civile Obiettivi: realizzare una migliore capacità di reazione rapida alle calamità naturali. In particolare sostenere ed integrare le attività degli Stati membri finalizzate principalmente alla protezione delle persone, dell'ambiente e dei beni, compreso il patrimonio culturale, in caso di catastrofi naturali o tecnologiche, atti di terrorismo. Sono previste due tipologie di azione: 1. Settore prevenzione e preparazione; 2. Settore del meccanismo comunitario per agevolare una cooperazione rafforzata negli interventi di protezione civile.

52 Settore prevenzione e preparazione Possono beneficiare del sostegno finanziario le seguenti azioni: studi, indagini, modelli e sviluppo di scenari; formazione, esercitazioni, seminari, scambio di personale ed esperti, creazione di reti, progetti di dimostrazione e trasferimento di tecnologie; informazione dell'opinione pubblica, istruzione e sensibilizzazione e connesse attività di divulgazione; contributo allo sviluppo di sistemi di rilevamento e di allerta rapida per le catastrofi nel territorio degli Stati membri; attività di monitoraggio e valutazione.

53 Settore del meccanismo comunitario Il settore del meccanismo comunitario inteso ad agevolare una cooperazione rafforzata negli interventi di protezione civile. Possono beneficiare del sostegno finanziario le seguenti azioni: mobilitazione di esperti in materia di valutazione e di coordinamento; sostegno agli Stati membri per ottenere l'accesso alle risorse di attrezzature e di trasporto; integrazione del trasporto fornito dagli Stati membri finanziando risorse di trasporto supplementari necessarie per garantire una risposta rapida alle emergenze gravi.

54 Possono beneficiare dei finanziamenti tutte le persone fisiche e giuridiche di diritto pubblico o privato. Lo stanziamento finanziario previsto per l'attuazione dello strumento e di 189,8 milioni di Euro. In generale le sovvenzioni potranno coprire al massimo il 50% dei costi. Per maggiori informazioni visitate la pagina web dedicata al programma nel sito della Direzione generale Ambiente della Commissione europea:

55 CIP. Programma quadro per la competitivitá e linnovazione Il programma CIP contribuisce alla competitività e alla capacità innovativa della Comunità e presta particolare attenzione alle esigenze delle PMI. Persegue i seguenti obiettivi: 1.promuovere la competitività delle imprese, in particolare PMI; 2.promuovere ogni forma di innovazione ed ecoinnovazione; 3.accelerare lo sviluppo di una società dellinformazione sostenibile, competitiva, innovativa e capace dintegrazione; 4.promuovere lefficienza energetica e fonti energetiche nuove e rinnovabili in tutti i settori, compresi i trasporti.

56 Tali obiettivi sono perseguiti mediante lattuazione dei seguenti programmi specifici: 1.il programma per linnovazione e limprenditorialitá (EIP); 2.dellinformazione e della comunicazione (TIC); 3.il programma Energia intelligente – Europa (EIE).

57 Il programma per linnovazione e limprenditorialitá (EIP) Obiettivi e settori dazione: il programma prevede azioni destinate a sostenere, migliorare, incoraggiare e promuovere: laccesso al credito per lavviamento e la crescita delle PMI e gli investimenti in progetti di innovazione; favorire la cooperazione tra le PMI; promuovere ogni forma di innovazione nelle imprese; lecoinnovazione (prodotti, servizi, processi produttivi o metodi di gestione ecoinnovativi finalizzati alla riduzione dell'impatto ambientale e alla ottimizzazione dell'uso delle risorse.

58 Allinizio di ogni anno la Commissione europea pubblica un Programma di lavoro e i relativi bandi che finanziano le azioni ritenute prioritarie. Al momento non sono state pubblicate scadenze interessanti. Per tenersi aggiornati visitate periodicamente il sito della Commissione dedicato al programma:

59 Il programma di sostegno alla politica in materia di TIC Obiettivi: questo programma prevede azioni intese a: sviluppare lo spazio europeo dellinformazione ed il mercato dei prodotti TIC; stimolare linnovazione incoraggiando ladozione delle TIC e maggiori investimenti in queste tecnologie; creare una società dellinformazione con servizi più efficienti ed efficaci in settori dinteresse generale per migliorare la qualità della vita. Il programma di sostegno alla politica in materia di TIC puó essere attuato mediante progetti e azioni relative a migliori pratiche o reti tematiche, in particolare mediante iniziative per la sperimentazione e dimostrazione su vasta scala di servizi pubblici innovativi.

60 Il programma Energia intelligente – Europa (EIE) Questo programma è istituito a favore dellefficienza energetica, delle fonti di energia rinnovabili e della diversificazione energetica e contribuisce ad assicurare unenergia sicura e sostenibile per lEuropa. Obiettivi del programma EIE sono: incoraggiare lefficenza energetica e luso razionale delle risorse energetiche; promuovere le fonti di energia nuove e rinnovabili e incoraggiare la diversificazione energetica; promuovere lefficenza energetica e luso di fonti di energia nuove e rinnovabili nei trasporti.

61 Le azioni previste riguardano: 1.l'efficienza energetica e uso razionale delle risorse energetiche (SAVE) in particolare nei settori industriale ed edilizio 2.le fonti di energia nuove e rinnovabili e incoraggiamento della diversificazione energetica (ALTENER); 3. l'efficienza energetica, luso di fonti di energia nuove e rinnovabili nei trasporti (STEER), la diversificazione dei carburanti promuovendo l'uso di quelli rinnovabili; Scadenza: 12 maggio I contributi possono arrivare ad un massimo del 75%. I progetti devono essere presentati da un partenariato di almeno tre soggetti con sede in 3 diversi paesi ammissibili.

62 Ulteriori informazioni potete trovarle sui siti 1) della Commissione dedicato al programma: ec.europa.eu/energy/intelligent/call_for_proposals/index_en.htm: 2) dell'Agenzia Esecutiva per la Competitività e l'innovazione 3) dell'ENEA – CREA Casaccia Referente: Paolo Coda Tel: Fax: ) del Ministero per lo sviluppo economico Referente: Marcello Capra

63 DAPHNE III Programma dazione per prevenire e combattere la violenza contro i bambini e le donne Obiettivo del programma è contribuire a proteggere i bambini, i giovani e le donne da tutte le forme di violenza. Le azioni sono rivolte a tutelare i diritti dei bambini e a lottare contro la tratta degli esseri umani e lo sfruttamento sessuale con misure di prevenzione e fornendo sostegno e protezione alle vittime e ai gruppi a rischio. Il programma sostiene i seguenti tipi di azione: progetti transnazionali specifici di interesse comunitario che coinvolgano almeno due Stati membri; sostegno alle attività delle ONG e di altre organizzazioni che perseguono un obiettivo di interesse europeo generale.

64 Il contributo comunitario può arrivare fino all80% dei costi. Soggetti ammissibili: enti locali o regionali, Centri di ricerca, ONG, Parti sociali, Università, Organismi senza scopo di lucro. Bando 2010 scaduto il 30 aprile 2010, doveva essere riproposta la stessa scadenza per il 2011, ma ancora non è stato pubblicato nulla. Per maggiori informazioni visitate il sito della DG Giustizia, Libertà e Sicurezza della Commissione europea dedicato al programma: ec.europa.eu/justice_home/funding/daphne3/funding_daphne3_en.htm

65 Programma CULTURA 2007 – 2013 Lobiettivo generale del programma è quello di contribuire alla valorizzazione di uno spazio culturale condiviso dagli europei e basato su un comune patrimonio culturale. Destinatari sono tutte le categorie di operatori culturali pubblici e privati (industrie culturali, in particolare le piccole imprese, che svolgono una funzione culturale senza scopo di lucro). Obiettivi specifici: promuovere la mobilitá trasnazionale degli operatori culturali; incoraggiare la circolazione trasnazionale delle opere e dei prodotti artistici e culturali; favorire il dialogo interculturale.

66 Gli obiettivi sono perseguiti attuando le seguenti azioni: a) Progetti di cooperazione in ambito culturale. Questi progetti intendono promuovere lo spazio culturale europeo e sostenere la formazione di una cittadinanza europea. Si suddividono in: progetti di cooperazione pluriennale (6 partner da paesi diversi, da 3 a 5 anni, con un contributo fino al 50%, tra e 500,000 all'anno – scad. 1/10); progetti di cooperazione (3 partner provenienti di paesi diversi, contributo 50% tra e 200,000, max 2 anni – scad. 1/10); progetti di cooperazione con Paesi Terzi (max 24 mesi, almeno 3 operatori culturali di 3 paesi UE e 1 extra UE, contributo max 50% tra e euro – Scadenza: 03/05);

67 b) progetti di traduzione letteraria per ampliare la diffusione della letteratura europea tra i cittadini, attraverso il sostegno alla traduzione nelle diverse lingue europee. I proponenti ammissibili sono case editrici, o gruppi editoriali pubblici o privati (contributo max 50% tra e euro, scadenza 03/02). c) sostegno a festival culturali europei per incoraggiare gli scambi di esperienza attraverso la mobilità dei professionisti europei nel campo della cultura e per promuovere la circolazione delle opere culturali e il dialogo interculturale. Il proponente deve essere una organizzazione pubblica o privata che opera nel campo della cultura (principalmente festival). Il contributo, non superiore ai euro, può arrivare fino all60% - scad. 15/11); Tra le attività culturali è esclusa quella audiovisiva.

68 Ulteriori informazioni sul sito web della DG Istuzione e cultura della Commissione europea (http://ec.europa.eu/culture/index_en.html), su quello della Agenzia Esecutiva per listruzione, gli audiovisivi e la cultura (http://eacea.ec.europa.eu/culture/index_en.htm) o del Punto di Contatto Nazionale – Antenna Culturale Europea (http://www.antennaculturale.beniculturali.it/).http://ec.europa.eu/culture/index_en.html

69 Altri programmi a gestione diretta Settore ricerca e sviluppo tecnologico (RST). 1) Settimo programma quadro RST ( ) Settore politica sociale, sanitá pubblica, tutela consumatori 1) Sanitá pubblica ( ) (scadenza 2011: 4 maggio) 2) Solidarietá sociale e gestione dei flussi migratori ( ) (Fondo europeo per i rifugiati, Fondo europeo per i rimpatri, Fondo integrazione cittadini di Paesi terzi, Fondo per le frontiere esterne) 3) Terrorismo e rischi correlati alla sicurezza ( ) 4) Sicurezza e libertà ( ) (Prevenzione e lotta contro la criminalità, Prevenzione e gestione conseguenze terrorismo) 6) Tutela consumatori ( ) 7) Internet piú sicuro ( )

70 Settore formazione, gioventú, cultura e media. MEDIA II – Industria audiovisiva ( ) Settore sport Azione preparatoria nel settore dello sport (GUUE C133 del 22/5/2010) a) lotta al doping (5 progetti da euro); b) promozione dell'inclusione sociale nello e attraverso lo sport (5 progetti da euro); c) promozione del volontariato nello sport (3 prog. da euro). Scaduto il 31/08/ partner – Finanziamento: 80% Maggiori informazioni sul sito: Settore agricoltura Azioni di informazione sulla PAC (Bando in autunno. Scadenza ottobre)

71 --- GRAZIE PER LATTENZIONE --- Ulteriori informazioni potete trovarle sul nostro sito web


Scaricare ppt "I fondi a gestione diretta SICILMED Via Terrasanta 93 – Palermo Dott. Fabrizio Cavallaro Programmi e finanziamenti europei per gli Enti."

Presentazioni simili


Annunci Google