La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1/69 Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro: aspetti morfologici Giulia dAmati Dip. Medicina Sperimentale e Patologia Università La Sapienza,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1/69 Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro: aspetti morfologici Giulia dAmati Dip. Medicina Sperimentale e Patologia Università La Sapienza,"— Transcript della presentazione:

1 1/69 Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro: aspetti morfologici Giulia dAmati Dip. Medicina Sperimentale e Patologia Università La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia

2 Cardiomiopatia Aritmogena 2/69 Etiopatogenesi Definizione Prevalenza Anatomia Patologica Correlazioni anatomo-cliniche

3 Definizione 3/69 La Cardiomiopatia Aritmogena (ACM) è una condizione 1 primitiva caratterizzata da progressiva sostituzione adiposa o fibroadiposa del miocardio ventricolare. 1 Ununica malattia? Più malattie parzialmente sovrapposte? Un end-point sindromico?

4 Cardiomiopatia Aritmogena 4/69 Etiopatogenesi Definizione Prevalenza Anatomia Patologica Correlazioni anatomo-cliniche

5 Prevalenza 5/69 La prevalenza della ACM è particolarmente elevata nella morte improvvisa giovanile (età 40 a). Casistica Regione LAZIO Sett 2000-Aprile 2003 (n=61)

6 Cardiomiopatia Aritmogena 4/69 Etiopatogenesi Definizione Prevalenza Anatomia Patologica Correlazioni anatomo-cliniche

7 Anatomia Patologica 7/69 Forme microscopiche Forme macroscopiche Forma del ventricolo destro Ruolo della biopsia endomiocardica Pattern infiltrativo Forma biventricolare Pattern cardiomiopatico

8 ACM monoventricolare E la forma più frequente. Interessa il ventricolo destro, in cui si possono osservare aneurismi, spesso a livello infundibolare e/o posterobasale. Il ventricolo destro può presentarsi dilatato. La sostituzione adiposa o fibroadiposa è trasmurale ed interessa almeno due delle tre sedi del triangolo della displasia.

9 Sostituzione adiposa: il triangolo della displasia 10/69 Il triangolo della displasia Posterobasale Infundibolo Apice

10 Anatomia Patologica 14/69 Forme microscopiche Forme macroscopiche Forma del ventricolo destro Ruolo della Biopsia endomiocardica Pattern infiltrativo Forma biventricolare Pattern cardiomiopatico

11 ACM biventricolare La ACM è stata descritta originariamente a carico del ventricolo destro, per cui sono ancora molti a chiamarla ACM del ventricolo destro, mentre noi 1 adottiamo tout court il termine di ACM. 15/69 1 Gallo, dAmati, Pelliccia, Hum. Pathol. 23:948, 1992.

12 ACM biventricolare La natura biventricolare della malattia è stata stabilita contemporaneamente su base ecocardiografica 1 ed anatomopatologica. 2 16/69 1 Pinamonti, Sinagra, Salvi et al., Am. Heart J. 123:711, Gallo, dAmati, Pelliccia, Hum. Pathol. 23:948, 1992.

13 ACM biventricolare A sinistra non sono state descritte sedi preferenziali. I pazienti con forma biventricolare sono meno giovani, hanno un cuore più ipertrofico, e presentano più spesso aneurismi a destra. Linfiltrazione fibroadiposa a sinistra non è mai trasmurale. 17/69

14 Anatomia Patologica 14/69 Forme microscopiche Forme macroscopiche Forma del ventricolo destro Ruolo della Biopsia endomiocardica Pattern infiltrativo Forma biventricolare Pattern cardiomiopatico

15 Forme microscopiche La classificazione classica 1 prevede una forma adiposa ed una fibroadiposa. Il nostro gruppo 2 distingue una forma infiltrativa da una cardiomiopatica. 1 Thiene, Nava, Corrado et al., N. Engl. J. Med. 318:129, dAmati, Leone, di Gioia et al., Hum. Pathol. 32:1078, /69

16 Anatomia Patologica 22/69 Forme microscopiche Ruolo della biopsia endomiocardica Pattern infiltrativo Pattern cardiomiopatico

17 Pattern infiltrativo 23/69 I miociti sono sostituiti da adipociti maturi. La sostituzione adiposa ha laspetto di uninfiltrazione retiforme, a merletto, che spiega linstabilità elettrica. Le cellule miocardiche sono normali, al massimo lievemente atrofiche.

18 Pattern infiltrativo Predilige la forma monoventricolare destra (con interessamento focale del triangolo della displasia). Il cuore è più pesante, e mostra più raramente aneurismi e focolai di miocardite. 27/69

19 Pattern infiltrativo Si associa più spesso a prolasso della mitrale 1 e morte improvvisa. 28/69 1 Burke, Farb, Tashko et al., Circulation 97:1571, dAmati, Leone, di Gioia et al., Hum. Pathol. 32:1078, 2001.

20 Anatomia Patologica 29/69 Forme microscopiche Ruolo della biopsia endomiocardica Pattern infiltrativo Pattern cardiomiopatico

21 30/69 I miociti sono sostituiti da un tessuto fibro-adiposo. Sono a volte presenti lipoblasti. La sostituzione del miocardio è massiva, spesso transmurale. Le cellule miocardiche residue sono disposte in nidi. I miociti sono ipertrofici.

22 Pattern cardiomiopatico Si associa quasi sempre alla forma biventricolare (con interessamento esteso del triangolo della displasia). La sostituzione miocardica è fibroadiposa a destra, più fibrosa a sinistra. 33/69

23 1 Basso, Thiene, Corrado et al., Circulation 94:983, Lobo, Silver, Butany et al., Can. J. Cardiol. 15:1239, Pattern cardiomiopatico I pazienti sono meno giovani, hanno parete ventricolare destra più sottile, più spesso aneurismi e miocardite 1, e vanno in genere incontro a scompenso di pompa. 34/69

24 La biopsia endomiocardica La BEM nella ACM è diagnostica 1 purché adeguatamente mirata. Larea percentuale media occupata da tessuto adiposo o fibroadiposo varia in letteratura dal 13.3% al 19.8%. 36/69 1 Hasumi, Sekiguki, Hiroe et al., Jpn. Circ. J. 5:242, Gallo, G. Ital. Cardiol. 25:1499, 1995.

25 Cardiomiopatia Aritmogena 40/69 Etiopatogenesi Definizione Prevalenza Anatomia Patologica Correlazioni anatomo-cliniche

26 Etiopatogenesi 41/69 Fattori acquisiti Cause genetiche

27 Fattori genetici In circa il 30% dei casi, lACM è ereditata come un carattere autosomico dominante a penetranza incompleta. Nella malattia di Naxos (ACM + cheratosi palmoplantare + capelli riccioluti) la trasmissione è autosomica recessiva. 44/69

28 Fattori genetici Nella forma AD sono stati identificati 8 loci: ARVD1 (14q23-q24) ARVD7 (10q22.3) ARVD2 (1q42-q43)ARVD8 (6p24) ARVD3 (14q12-q22) ARVD4 (2q32.1-q32.3) ARVD5 (3p23) ARVD6 (10p12-p14) 45/69

29 Fattori genetici Il gene responsabile è stato individuato nella ARVD2 e nella ARVD8. Nel primo caso si tratta del gene che codifica per lisoforma cardiaca del recettore per la rianodina (RYR2). Nel secondo caso si tratta del gene che codifica per la desmoplachina (DSP), una proteina delle giunzioni intercellulari. 46/69

30 Fattori genetici Nella forma autosomica recessiva è stato individuato il gene responsabile della malattia di Naxos, che codifica per la placoglobina. 48/69

31 Etiopatogenesi 41/69 Fattori acquisiti Cause genetiche

32 1 Thiene, Corrado, Rossi, Eur. Heart J. 12:22, Fontaliran, Fontaine, Brestescher et al., Arch. Mal. Cœur Vaiss. 88:1021, Pinamonti, Miani, Sinagra et al., Heart 76:66, Fattori acquisiti Teoria infiammatoria: lACM potrebbe essere il portato di una miocardite cronica. 1 50/69

33 1 Hisaoka, Kawai, Ohi et al., Heart Vessels 5:51, Sabel, Blomstrom-Lundqvist, Olsson et al., Pediatr. Cardiol. 11:113, Pinamonti, Miani, Sinagra et al., Heart 76:66, DAmati, Fiore, Giordano et al., Cardiovasc. Pathol. 7:39, Fattori acquisiti Miocardite e fattori genetici non si escludono a vicenda: sono state descritte forme familiari di ACM+miocardite. 1 52/69

34 Cardiomiopatia Aritmogena 2/69 Etiopatogenesi Definizione Prevalenza Anatomia Patologica Correlazioni anatomo-cliniche

35 59/69 Storia naturale Dati clinici e diagnosi

36 Storia naturale Sono descritte quattro varianti: Forma clinicamente silente: il paziente ha solo lievi aritmie 1 e la diagnosi è fatta dopo una morte improvvisa o intra vitam nel corso di screening per ACM familiare. 60/69 1 Nava, Thiene, Canciani et al., Int. J. Cardiol. 35:195, 1992.

37 Storia naturale Forma manifestamente aritmica: il paziente – generalmente giovane 1 - ha aritmie ventricolari minacciose, di solito sintomatiche, e corre il rischio di arresto cardiaco. 61/69 1 Daliento, Turrini, Nava et al., J. Am. Coll. Cardiol. 25:655, 1995.

38 Storia naturale Forma con scompenso cardiaco destro Forma con scompenso cardiaco biventricolare: cè una progressiva dilatazione dei ventricoli con scompenso cardiaco che richiede il trapianto o porta a morte. Predilige i casi familiari, e si associa alla forma biventricolare ed al pattern cardio- miopatico. 62/69

39 Conclusioni Poniamo sotto la denominazione di CMA un insieme di condizioni morbose accomunate da una sostituzione (fibro)adiposa del miocardio ventricolare, ma che hanno etio- patogenesi, quadro morfologico e storia naturale diverse. Con laumentare della casistica sarà probabilmente possibile raccogliere sottoinsiemi omogenei. 68/69

40 Conclusioni La diagnosi, anche post mortem, di CMA è di grande importanza perché permette di individuare casi familiari e di prevenire ulteriori casi di morte improvvisa. Il ruolo del patologo nella diagnosi di CMA è molto delicato perché si trova quello che si cerca e si cerca quello che si sa. 69/69


Scaricare ppt "1/69 Cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro: aspetti morfologici Giulia dAmati Dip. Medicina Sperimentale e Patologia Università La Sapienza,"

Presentazioni simili


Annunci Google