La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università"— Transcript della presentazione:

1 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma XVII Congresso Siculo-Calabro di Igiene Siracusa 26 giugno 2005 Le esigenze del Servizio Sanitario Nazionale e la formazione manageriale degli operatori sanitari

2 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Perché il management per gli operatori sanitari in Italia Cosa succede adesso nelle Regioni italiane Cosa dovrebbe succedere Qual è il ruolo della Società Italiana di Igiene

3 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Otto von Bismarck (Schonhausen Friedrichsruh 1898) Lord William Henry Beveridge (Rangpur Oxford 1963) von Bismarck, Lord Beveridge e Wild West Wild West

4 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma BismarckBeveridge Tipo Assicurativo Sociale (1887) Servizio Sanitario Nazionale (1948) Stato Garante Controllore Finanziatore Garante Controllore Finanziatore Erogatore Erogazione Prevalente dei Servizi PrivataPubblica Operatori Sanitari Liberi Professionisti Dipendenti Privati Dipendenti Pubblici Copertura Universale Entitlement AssicurazioneCittadinanza Tipologie di sistemi sanitari

5 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Sistemi Pluralistici Sistemi Assicurativo Sociali Servizi Sanitari Nazionali USA Francia, Germania, Olanda Italia, UK Il bene salute è considerato come Bene di ConsumoBene di Consumo garantito e regolamentato Diritto del Cittadino Lo Stato Gli operatori sanitari I Medici di Sanità Pubblica Non interviene nel finanziamento dellassistenza sanitaria alla quale provvedono i cittadini attraverso assicurazioni commerciali E responsabile per la politica sanitaria nazionale Non è responsabile della produzione dei servizi e non possiede ospedali Può possedere a sua volta alcune mutue In parte possiede le strutture sanitarie Controlla le strutture Possiede la maggioranza delle strutture Non fanno management Sono manager Possono fare management Possono essere manager Debbono fare management Debbono essere manager Estensione dellIntervento Pubblico nel Settore Sanitario Intervento dello Stato

6 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma INTRODUZIONE DELLA GESTIONE MANAGERIALE USACANADASVEZIAUKFRANCIABENELUXGERMANIADANIMARCASPAGNAPORTOGALLOGRECIAITALIA SI (30) SI (40) SI (70) SI (80) SI (90) SI (2000) NO?

7 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Evoluzione Comparata dei Sistemi Sanitari Inglese ed Italiano 1948 Fase Istitutiva: Creazione e Consolidamento 1964 Fase di Programmazione e Riorganizzazione 1979 Rivoluzione Manageriale 1990 Devoluzione Clinical Governance 1978 Fase istitutiva: Creazione e Consolidamento 1991 Crisi e Riordino 1999 Una Riforma in Controtendenza 2000 Federalismo? Clinical governance? Regno Unito Italia

8 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Negli anni 80 in Gran Bretagna grande sforzo formativo per formare gli operatori sanitari al management: –Master –Corsi ad hoc –Training on the job

9 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Lemergenza del Speculazione internazionale sulla lira Difesa inutile della Banca dItalia (minimo storico riserve finanziarie) Italia fuori dallo SME e svalutazione lira Manovra finanziaria da miliardi Indebitamento internazionale per esigenze di cassa (pagare stipendi dipendenti pubblici ed ordinaria amministrazione) Imposizione da parte dei creditori internazionali di azioni correttive Decreti delegati 501, 502, 503, 504

10 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Due epoche organizzativo-funzionali 1991ad oggi (il cambiamento in atto) Regionalizzazione Aziendalizzazione Cambiamento dei sistemi contabili per controllo di gestione Attenzione ai ricavi (es. DRGs) Attenzione al cliente

11 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma TRASFERIMENTO COMPETENZE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI ALLE REGIONI LE REGIONI HANNO UN RUOLO FONDAMENTALE SIA PER IL CONTROLLO DELLECONOMICITA DEL SISTEMA CHE PER LA QUALITA DEI SERVIZI EROGATI: ENTRAMBI QUESTI FATTORI RISULTANO PERO DA STRATEGIE AUTONOMAMENTE PERSEGUITE DALLE AZIENDE SANITARIE.

12 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma FUNZIONE DELLA REGIONE CAPO GRUPPO DI AZIENDE DOTATE DI AUTONOMIA GESTIONALE NON GOVERNABILI CON RIGIDI VINCOLI STABILITI A PRIORI, MA ANCHE MEDIANTE LA NOMINA DI DIRETTORI CAPACI, IN POSSESSO DI MODERNI STRUMENTI MANAGERIALI CON I QUALI ORGANIZZARE, AVVALENDOSI DI DIVERSE PROFESSIONALITA SANITARIE, UNA RISPOSTA ESAURIENTE AL BISOGNO DELLUTENTE

13 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma [8] MACRO- ENVIRONMENTAL FORCES ECOLOGICAL ETHICAL/LEGAL POLITICAL (including government policy) CULTURAL/ SOCIOLOGICAL (including values) PUBLIC/EXPECTATIONS (including community, i nterest groups, media) ECONOMIC EXTERNAL ENVIRONMENT HEALTH SERVICES ORGANIZATION (HSO) [5] MANAGERS MANAGING (Senior, Middle-level, First-line) MANAGEMENT FUNCTIONS MANAGERIAL ROLES [1] INPUTS 1. Human resources 2. Material/Supplies 3. Technology 4. Informatio 5. Capital 6. Patients/cumtomers 7. Other [2] CONVERSION Structure Tasks/ Technology People ] INTEGRATION CAUSES [2A][2B] [3] OUTPUTS [3A] [3B] [7] O R G A N I Z A T I O N A L CULTURE/VALUESCULTURE/VALUES STAKEHOLDERS Individual and Organizational Work Results [4] Results Desirable? OBJECTIVE ACCOMPLISHMENT 1 Patient care/ customer services 2 Quality/ quality improvement 3 Appropriate costs 4 Growth/survival/fiscal integrity 5 Social/stakeholder responsibility 6 Education/training/ research 7 Reputation/Image 8 Other objectives yes no [7] O C R U G L A T N U I R Z E A / T V I A O L N U A E L S STAKEHOLDERS [3C] CONTINUOUS IMPROVEMENTCHANGE [6] [9] HEALTH CARE ENVIRONMENTAL FORCES PLANNING AND PUBLYC POLICY (regulatio, licensure, accreditatio) COMPETITION (private practitioners, alternate delivery, marketplace risk) HEALTH CARE FINANCING (third-party payors-public and private-financial risk) TECHNOLOGY (equipment, material, supply entities) HEALTH RESEARCH AND EDUCATION HEALTH STATUS HEALTH PROMOTION (wellness and disease) PUBLIC HEALTH (sanitatio, environmental protectio) Feedback environmental interface

14 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma IL MANAGEMENT MANAGEMENT le risorse umane, finanziarie E fisiche le risorse umane, finanziarie E fisiche Programma Organizza Dirige Controlla Programma Organizza Dirige Controlla per raggiungere gli obiettivi aziendali per raggiungere gli obiettivi aziendali (da Megginson, Mosley e Pietri jr)

15 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Le abilità e le diverse categorie di managers sanitari (da Rakich, Longest e Darr, mod.) ALTA MEDIA BASSA ALTA MEDIA BASSA ALTO MEDIO BASSO ALTO MEDIO BASSO POSIZIONE NELLA GERARCHIA ORGANIZZATIVA GRADO DI AUTORITÀ E LIVELLO DI RESPONSABILITÀ TOP MANAGER: Direttore Generale MANAGER INTERMEDIO: Direttore di Dipartimento MANAGER DI LINEA: Direttore UOC ABILITÀ TECNICHE ABILITÀ CONCETTUALI ABILITÀ UMANE ABILITÀ TECNICHE ABILITÀ CONCETTUALI ABILITÀ UMANE ABILITÀ TECNICHE ABILITÀ CONCETTUALI ABILITÀ UMANE

16 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma

17 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma REALTÀ SEMPLICIREALTÀ COMPLESSE INDIVIDUI OBIETTIVI RISULTATI AGGREGAZIONE DI PROFESSIONALITÀ NON GARANZIA DI BUON FUNZIONAMENTO

18 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma

19 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma DIFFICOLTÀ DI DISTINGUERE TRA TRA Ruoli e funzioni DIREZIONALI PROFESSIONALI

20 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Necessità professionali per il management sanitario Sanità pubblica Epidemiologia Biostatistica Economia sanitaria Information technology Management

21 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva STATUTO Area B. EPIDEMIOLOGICA E DEI SISTEMI INFORMATIVI Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: pianificare, realizzare e valutare studi ecologici, trasversali, analitici, sperimentali e di intervento. utilizzare la statistica descrittiva ed inferenziale, i modelli matematici, la statistica multivariata; i sistemi informativi; il software per la gestione di testi, per la gestione di database, per l' analisi statistica ed epidemiologica. Area C. SCIENZE SOCIALI E GIURIDICHE APPLICATE Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: discutere ed utilizzare metodi finalizzati alla comunicazione medico/paziente, alla comunicazione di massa, alla conduzione di gruppi, alla formazione permanente. discutere ed applicare i metodi di studio in campo demografico, sociologico, antropologico, psicologico utili alla pratica della Sanità Pubblica. discutere ed applicare i principi giuridici fondamentali, anche privatistici, nell' approccio alla soluzione dei problemi di Sanità Pubblica e nella formazione di provvedimenti amministrativi

22 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva STATUTO Area D. PROGRAMMAZIONE, ORGANIZZAZIONE E VALUTAZIONE Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: descrivere i modelli dei sistemi sanitari, ed i relativi meccanismi di controllo di direzione, di finanziamento e di gestione. attuare l' analisi organizzativa, l' analisi del ruolo professionale, la programmazione per obiettivi, le procedure operative, il controllo di gestione e di spesa e il coordinamento dei servizi inerenti al settore professionale. utilizzare ed attuare modelli di analisi costi/efficacia, costi/beneficio, costi/utilità, ed i principi di economia sanitaria. effettuare la valutazione di tecnologie biomediche e sanitarie; la verifica e revisione di qualità delle attività assistenziali dei problemi di Sanità Pubblica e nella formazione di provvedimenti amministrativi Area E. VALUTAZIONE E CONTROLLO DEI FATTORI INFLUENTI LA SALUTE Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: discutere la tipologia ed i meccanismi di azione dei fattori che influiscono positivamente o negativamente sulla salute di tipo genetico, ambientale e comportamentale. dimostrare la conoscenza dei metodi, delle tecniche e degli eventuali sostegni laboratoristici per il controllo dei rischi di malattia e dei fattori positivi di salute. programmare, gestire e valutare anche ai fini della revisione di qualità, gli interventi nei servizi inerenti il proprio ambito professionale.

23 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva STATUTO Area F. IGIENE, SANITA' PUBBLICA E MEDICINA DI COMUNITA' Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: descrivere e discutere le origini e lo sviluppo della Sanità Pubblica; l' etica negli interventi di carattere sovraindividuale, i modelli di prevenzione e di promozione sull' individuo, sulla comunità e sull' ambiente fisico e sociale. programmare, organizzare e valutare interventi di prevenzione e di promozione della salute a livello sia dell' individuo che della comunità, con riferimento al controllo delle malattie infettive e non infettive, all' igiene delle abitazioni e degli ambienti di vita e di lavoro, alla prevenzione ed assistenza nelle comunità e nelle varie fasce di età ed in gruppi di soggetti a rischio. programmare, organizzare e valutare interventi mirati alla prevenzione dei rischio ed alla tutela dell' ambiente. Area G. IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: programmare, organizzare e valutare interventi di vigilanza, ispezione e controllo di alimenti e bevande nelle fasi di produzione, trasporto, manipolazione, commercio, somministrazione ed utilizzazione. applicare i principi della corretta nutrizione in ambito ospedaliero ed in altre comunità organizzate. programmare, attuare e valutare interventi di educazione alimentare.

24 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva STATUTO Area H. ORGANIZZAZIONE E DIREZIONE SANITARIA Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: programmare, organizzare e valutare in ambiente ospedaliero ed extraospedaliero i servizi e le loro qualità. programmare, organizzare e valutare in ambiente ospedaliero ed extraospedaliero l' idoneità igienico-sanitaria delle strutture, apparecchi ed arredi. programmare, organizzare e valutare in ambiente ospedaliero ed interventi di prevenzione degli utenti e di tutela del personale. Area I. PRESIDI DI PREVENZIONE E LABORATORI DI SANITA' PUBBLICA Obiettivo: Lo specializzando deve essere in grado di: programmare, organizzare e valutare gli interventi analitici di secondo livello necessari per l' attività dei servizi e presidi di prevenzione sanitarie. effettuare le principali analisi di laboratorio (chimiche, fisiche e microbiologiche) di interesse per la Sanità Pubblica. effettuare la valutazione di qualità delle attività analitiche.

25 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Linterattività del processo manageriale PROGRAMMAZIONE PREVALENTEMENTE TECNICAORGANIZZAZIONE CONTROLLO ASSOLUTAMENTE TECNICODIREZIONE PREVALENTEMENTE SOCIO-COMPORTAMENTALE Sequenza ideale Sequenza reale (da Stoner e Freeman, mod.)

26 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Cosa succede nei paesi con pochi medici? USA: sono quasi tutti dipendenti privati Gran Bretagna: sono quasi tutti dipendenti pubblici Si dedicano al management solo dopo aver fatto attività clinica e quasi sempre transitoriamente, ad eccezione dei medici di sanità pubblica che vi si dedicano sempre più precocemente

27 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma La figura del Medical Director negli USA East Coast Two-tier: individual contracting model Medical Director Controllo di gestione Gestione quotidiana delle attività di miglioramento Singolo Clinico West Coast Three-tier: grouping contracting model Medical Director Leader clinico dei Medical groups o delle IPAs (Indipendence Practice Association) Controllo di gestione Lavoro: Professione e business Budget Risponde al Direttore Generale Dirige attraverso la persuasione e non tramite il controllo Da 64 nel 1975 a nel anni di lavoro clinico negli anni 80 8 anni di lavoro clinico negli anni 90 Gestione strategica delle attività di miglioramento

28 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Clinical Director Clinical Directorate (Dipartimento) Autoregolamentazione professionale Formazione Permanente CEO (Direttore Generale) Board Clinical Director Clinical Directorate (Dipartimento) Clinical Director Clinical Directorate (Dipartimento) Clinical Governance Medical director

29 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma In Italia?

30 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Nel nostro Paese, i medici in attività a fine 2003 sono , di cui impiegati nel S.S.N. (30,3%) Il Sole-24 Ore del Lunedì, 5 luglio 2004

31 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Personale dipendente del Servizio Sanitario Nazionale (Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere) Suddivisione per Ruolo Anno 2003 Ministero della Salute, 2005

32 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Personale delle strutture di Ricovero e Cura Suddivisione per Ruolo e Regione Anno 2003 Ministero della Salute, 2005

33 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

34 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

35 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

36 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

37 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

38 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

39 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

40 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ministero della Salute, 2005

41 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Direttori sanitari aziendali Direttori sanitari ospedale Direttori di dipartimento Direttori di distretto Direttori di UOC etc……………………… Direttori generali

42 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Ogni regione se li forma come crede (se li forma) Grande eterogeneità Forte competizione tra i formatori Disorientamento negli operatori sanitari Ritardi nellattuazione di una vera gestione manageriale

43 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Strategia nel settore pubblico

44 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Le aspettative ambientali

45 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Deficit 2003 (miliardi di £) e provvedimenti

46 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Laurea Specializzazione Master Dottorato di ricerca Mondo del lavoro (inserimento) Mondo del lavoro (posizione dirigenziale) Mondo del lavoro (sviluppo professionale) Mondo del lavoro (ricerca e università) In conclusione

47 Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Non cè niente di più difficile, di più pericoloso o di più incerto che assumere la responsabilità di un nuovo ordine di cose, perché linventore ha per nemici tutti coloro che si trovavano bene nella situazione precedente e blandi sostenitori in tutti coloro che potrebbero fare bene nella nuova. Non cè niente di più difficile, di più pericoloso o di più incerto che assumere la responsabilità di un nuovo ordine di cose, perché linventore ha per nemici tutti coloro che si trovavano bene nella situazione precedente e blandi sostenitori in tutti coloro che potrebbero fare bene nella nuova. Questa resistenza deriva… in parte dalla paura degli uomini che non credono prontamente nelle cose nuove fino a quando non ne divengono esperti (N.Macchiavelli)


Scaricare ppt "Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore Roma Roma Prof. W.Ricciardi Direttore dellIstituto di Igiene Università"

Presentazioni simili


Annunci Google