La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sociologia a.a. 2010\2011 Prof. Vincenzo Romania Genere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sociologia a.a. 2010\2011 Prof. Vincenzo Romania Genere."— Transcript della presentazione:

1 Sociologia a.a. 2010\2011 Prof. Vincenzo Romania Genere

2 Indovinello Un uomo va a pescare con il figlio. Al ritorno a casa, i due sono vittime di un incidente stradale. Il padre muore. Il ragazzo, rimasto gravemente ferito, viene soccorso e trasferito allospedale. Il chirurgo entra nella sala operatoria ed esclama esterrefatto: Oh Dio, ma questo è mio figlio!. Qual è il rapporto di parentela fra il chirurgo e il figlio?

3 Molte differenze fra uomini e donne non sono un prodotto diretto del sesso biologico Sesso: differenze anatomiche e fisiologiche che caratterizzano i corpi maschili e femminili. Nelle nostre società vale un diformismo sessuale dato per scontato, che non viene problematizzato neanche dalla scienza Genere: differenze psicologiche, culturali e sociali tra maschi e femmine è collegato alle nozioni socialmente costruite di maschilità e femminilità.

4 Essenzialismo dualismo assoluto dei due sessi -> le differenze fra mascolinità e femminilità sono naturali, universali, immodificabili = uomini e donne si nasce. Costruttivismo sociale somiglianza dei generi -> le differenze fra mascolinità e femminilità sono una costruzione sociale = uomini e donne si diventa.

5 La differenza naturale Determinati aspetti della biologia umana comportano differenze innate di comportamento tra uomini e donne. Esempio: in quasi tutte le culture la partecipazione alla caccia e alla guerra è riservata agli uomini. Critiche a queste teorie: - il grado di aggressività dei maschi varia da cultura a cultura; - si basano spesso sul comportamento animale piuttosto che su evidenze antropologiche e storiche; - il fatto che certe caratteristiche siano universali non significa che debbano essere di origine biologica; - si trascura il ruolo dellinterazione sociale nella definizione del comportamento umano.

6 Le teorie essenzialiste vengono spesso sostenute da studiosi di scienze naturali di sesso maschile. Esse sono frequentemente di tipo biologico e riconducono la mascolinità e la femminilità a differenze: ormonali degli emisferi celebrali: lateralizzazione del cervello o asimmetria emisferica della capacità riproduttiva (investimento parentale)

7 Il genere (la mascolinità e la femminilità) è una essenza che esiste indipendentemente dalla definizione culturale o sociale. Uomini e donne hanno personalità universalmente diverse, perché radicalmente diverse sono le loro prime esperienze relazionali. Fondamentale il ruolo della figura materna nella costruzione dellidentità di genere.

8 Il genere è una costruzione sociale : le differenze negli atteggiamenti e nei comportamenti degli uomini e delle donne variano culturalmente. La divisione sessuale del lavoro è un universale culturale.

9 Per spiegare nel tempo e nello spazio, lo status delle donne si possono impiegare tre fattori: il sistema di parentela: limportanza sociale delle donne è maggiore nelle società a sistema matrilineare la frequenza con cui una società è in guerra: maggiore è la frequenza, tanto più è probabile che le relazioni fra uomini e donne siano andro-centriche lentità del contributo che le donne esercitano sulla produzione e controllo delle risorse economiche

10 Lidentità di genere si forma così precocemente nella vita che da adulti la consideriamo per lo più scontata. Lidentità di genere è pertanto un prodotto della socializzazione

11 La socializzazione di genere Sesso biologico Genere sociale Definito alla nascita del bambino Il bambino, attraverso il contatto con gli agenti sociali, interiorizza le norme e le aspettative sociali corrispondenti al proprio sesso Le differenze di genere sono un prodotto culturale e bisogna distinguere fra: Nel processo di apprendimento del proprio genere, i bambini sono guidati da sanzioni positive e negative, che agiscono per ricompensare o reprimere determinati comportamenti.

12 Ricerche di Zammuner, dimostrano come le differenze di socializzazione siano più forti nella cultura italiana che in quella ad esempio olandese (Zammuner, 1987)

13

14 I principali filoni sociologici interpretativi delle differenze di genere insistono su: differenza naturale tra uomini e donne fondata su base biologica; base biologica del sesso, ma socializzazione di genere; assenza completa di una base biologica, poiché genere e sesso sono entrambi il risultato esclusivo della costruzione sociale.

15 Gli agenti della socializzazione contribuiscono al mantenimento dellordine sociale sovrintendendo a unefficace socializzazione delle nuove generazioni. Critiche a queste teorie: - la socializzazione di genere non è processo intrinsecamente armonioso diversi agenti sociali possono essere in contrasto fra loro; - si ignora la capacità degli individui di respingere o modificare le aspettative sociali connesse ai ruoli sessuali.

16 Lidea di qualsiasi fondamento biologico dellidentità di genere viene respinta sia il sesso, sia il genere sono dei costrutti sociali. Non solo il genere, ma anche il corpo umano è soggetto a forze sociali che lo plasmano e modificano in vari modi. Se le differenze sessuali condizionano le identità di genere, è vero anche che le identità di genere modellano le differenze sessuali.

17 I tre principali filoni del pensiero femminista sono: femminismo liberale: attenzione ai singoli fattori che contribuiscono alle disuguaglianze di genere (es. sessismo, discriminazione sul lavoro) tentativi di riforma graduale del sistema dallinterno; femminismo radicale: la subordinazione femminile è il prodotto di un sistema complessivo (patriarcato) luguaglianza si può raggiungere solo con il rovesciamento dellordine patriarcale; femminismo nero: attenzione alle donne nere svantaggiate su diversi piani a causa del colore della pelle, del sesso e della collocazione di classe.

18 Gender stereotyping in ads: la pubblicità riproduce ruoli sociali

19

20

21

22 Genere e marketing Gli stereotipi di genere sono tanto forti da influenzare profondamente i modelli di design e marketing della maggior parte dei prodotti.

23

24 Teorie dello sviluppo sessuale Nascono in ambito psicologico. E vengono influenzate dalle credenze del tempo sul genere: Teoria di Freud Teoria di Chodorow Teoria interazionista

25 Lapprendimento delle differenze di genere da parte dei bambini è incentrato sulla presenza o lassenza del pene differenza anatomica + espressione simbolica della maschilità e femminilità. La formazione delle identità di genere ha inizio in quella che Freud chiama fase edipica, attorno ai 4 o 5 anni. Fase edipica maschile: il bambino vede il padre come rivale nella lotta per le attenzioni della madre, fino a quando ne accetta la superiorità, reprime lattrazione per la madre e si identifica con il padre, assumendone gli atteggiamenti aggressivi. Fase edipica femminile le bambine soffrono linvidia del pene e si identificano con la madre assumendone gli atteggiamenti remissivi.

26 Molte delle critiche alla teoria di Freud sono state sollevate da studiose femministe, poiché: si identifica troppo lidentità di genere con il problema dei genitali; si attribuisce una naturale superiorità al pene; si considera il padre come principale fonte di autorità; si crede che lapprendimento delle differenze di genere sia concentrato alletà di 4 o 5 anni.

27 La formazione dellidentità di genere è unesperienza molto precoce, che deriva dallattaccamento del bambino alla madre; lattaccamento deve poi essere spezzato per poter acquisire un senso di sé separato. Bambina: rimane più vicino alla madre senso di sé meno separato dagli altri, maggiore dipendenza. Bambino: separazione più netta dalla madre senso di sé più separato dagli altri, maggiore indipendenza.

28 Il lavoro della Chodorow ha sollevato diverse critiche: non spiega la lotta delle donne per conquistare la propria autonomia e indipendenza; le donne (e gli uomini) hanno una costituzione psicologica molto più ibrida e contraddittoria; la femminilità può nascondere sentimenti di aggressività e autoaffermazione. Questo contributo rimane comunque importante per la spiegazione della cosiddetta inespressività maschile.

29 Teoria interazionista Il genere come tutti ruoli è un prodotto performativo che non si basa su alcuna essenza, ma sui comportamenti e le apparenze manifeste del suo portatore. Comportarsi da uomini o donne = essere uomini o donne => il ruolo è un performativo dato per scontato che si riconosce legittimamente ad ogni persona in quanto entità morale.

30 Genere e disuguaglianze Le differenze di genere sono una fonte di disuguaglianze sociali uomini e donne hanno diverso potere, prestigio e ricchezza. I ruoli maschili sono più reputati e premiati di quelli femminili: alle donne sono affidati i lavori domestici e la cura dei figli, gli uomini provvedono al mantenimento della famiglia divisione sessuale del lavoro.

31 Approcci I principali approcci alla natura delle disuguaglianze di genere a livello sociale generale sono: approcci funzionalisti; approcci femministi.

32 Negli ultimi decenni, in molti campi, vi sono stati profondi cambiamenti nelle differenze di genere : lavoro politica salute

33 Per quanto riguarda il lavoro, alcune ricerche hanno messo in luce importanti differenze tra uomini e donne circa: uso del tempo istruzione tassi di attività segregazione occupazionale retribuzione

34 Differenze nelluso del tempo Le donne: lavorano in media di più degli uomini hanno meno tempo da impiegare per le cure personali e il tempo libero occupano un maggior numero di ore nelle varie forme del lavoro Le non retribuito, soprattutto nelle attività di cura

35 Differenze nelluso del tempo Uomini lavorano in media di meno occupano un maggior numero di ore nel lavoro retribuito hanno più tempo libero

36 Istruzione in tutto il mondo, tradizionalmente, la popolazione maschile ha avuto livelli di istruzione più alti di quella femminile. Oggi, al contrario, in tutti i paesi dellOcse, con leccezione della Svizzera e della Turchia, gli uomini hanno un titolo di studio inferiore a quello delle donne Tassi di attività in molte parti del mondo si registra una significativa diminuzione delle differenze di genere nella partecipazione al mercato del lavoro, a causa soprattutto del forte aumento del tasso di attività

37 Segregazione occupazionale orizzontale secondo il sesso sebbene il numero delle donne che svolgono unattività extradomestica sia fortemente aumentato, lindice di dissimilarità si attesta a valori ancora importanti

38 Nei paesi più moderni e avanzati, anche se lo sviluppo economico, la modernizzazione e le politiche sociali egualitarie provocano una riduzione della segregazione, altri importanti processi in corso spingono in senso opposto: dequalificazione delle occupazioni impiegatizie sviluppo del settore dei servizi sociali e personali Retribuzione nonostante la situazione sia molto cambiata e migliorata rispetto al passato, le donne guadagnano mediamente l80% del salario maschile

39 Tra le spiegazioni del perché le donne abbiano tassi di attività più bassi, svolgano occupazioni meno qualificate e guadagnino meno degli uomini: teoria del capitale umano teoria della socializzazione di genere teoria della discriminazione statistica teoria delle barriere

40 Gli individui compiono scelte razionali dal punto di vista economico: le donne fortemente orientate verso la famiglia, si aspettano di lasciare il lavoro quando diventano madri. Per tale ragione: non investono in quella formazione che permette di far carriera scelgono occupazioni che consentono una certa flessibilità, possono essere svolte in modo intermittente, non richiedono lavori straordinari e imprevisti, lunghi viaggi e una forte mobilità geografica

41 Le donne sono orientate più verso la famiglia, perché dalla nascita in poi, negli anni dellinfanzia e delladolescenza, la famiglia, il gruppo dei pari, la scuola e i mezzi di comunicazione di massa insegnano loro il modo appropriato di parlare, di vestirsi, di passare il tempo e suggeriscono le aspirazioni scolastiche e professionali più adatte.

42 Vi sono delle barriere formali di accesso alle professioni e alle scuole, che forniscono i titoli per accedere a tali professioni. Barriere che riducono le opportunità di cui dispongono le donne di scegliere il lavoro che preferiscono.

43 Gli imprenditori trattano gli individui sulla base delle proprie credenze riguardo allintera categoria, a cui questi appartengono.

44 Nellultimo secolo (e in modo ancor più rapido nellultimo trentennio), le disuguaglianze di genere sono sicuramente diminuite anche in questo campo da quando le donne hanno ottenuto il diritto di voto. Nonostante questo, le donne sono ancora fortemente sottorappresentate ai vertici delle organizzazioni e delle istituzioni politiche.

45 Le donne alla camera (2008) sono 133, ossia il 21,1 % del totale. Al Senato, invece, le donne elette sono 55, il 17,4 % del totale. LItalia è al 67° posto nel mondo per rappresentatività delle donne nel parlamento.

46 In questo campo le donne sembrano essere avvantaggiate rispetto agli uomini: in Europa e negli Stati Uniti vivono mediamente sette anni in più rispetto agli uomini. Le spiegazioni di questo fenomeno sono di ordine: biologico ambientale e sociale

47 In molte regioni del terzo mondo, invece, il tasso di mortalità femminile, in certe classi di età, supera quello maschile. In quei paesi in cui le donne non svolgono lavori retribuiti, non hanno proprietà personali e non controllano risorse economiche: le donne ricevono meno cure degli uomini; si fa ricorso allinfanticidio femminile o allaborto selettivo; i genitori dedicano meno tempo e meno risorse allallevamento delle femmine. A. Sen: migliorare la condizione femminile vuol dire migliorare le condizioni dei paesi meno sviluppati.

48 Sinottica Eurisko- Grande Mappa

49 Posizionamento La mappa descrive il posizionamento individuale a partire da due grandi assi: quello di genere e quello valoriale, basato sullautorealizzazione (plasticità, vitalità, edonismo) e sui valori di integrazione (socialità, appartenenza). In base ai posizionamenti si studiano delle strategie legate alla definizione dei target di acquisto. Lo studio è realizzato mediante sondaggio periodico su un campione di soggetti.

50 Variabili psicografiche AUTOPROFILO Affinit à uomini Affinit à donne Amo le novita'98102 Sono ordinato93107 Sono molto attivo10199 Sono un tipo semplice100 Sono un po' introverso11289 Di fronte alle difficolta' mi scoraggio80118 Ho successo in molte cose che faccio10496 Il futuro mi preoccupa93107 Agisco d'istinto, piu' emotivo che razionale96104 Preferisco lavorare da solo che con gli altri10694 So dirigere gli altri11289 Ho fiducia in me stesso10397 In genere sono piuttosto nervoso100 Sono sempre in ansia69129 Mi piace rischiare12082

51 Mete nella vita METE NELLA VITA (5 AL MAX) Affinità uomini Fare sport150 Impegno politico134 Intraprendere un'attività in proprio o franchising123 Divertimento, piaceri della vita115 Successo nella professione/studio113 Liberta' da vincoli, doveri113 METE NELLA VITA (5 AL MAX) Affinità donne Esperienza religiosa138 Aspetto gradevole, curato128 Aiutare gli altri120 Casa e famiglia110 Avere figli108

52 ORIENTAMENTI DACQUISTOAffi nità uom ini Affinità donne Spesso mi manca il denaro95105 Spesso compero cose inutili99101 Se una cosa mi piace, non bado al prezzo11091 Confronto i prezzi tra prodotti simili92108 Programmo la spesa settimanale con attenzione98102 Mi informo prima di un acquisto importante100 In genere scelgo convenienza96104 Mi piace cambiare da una marca all'altra97102 Compero di impulso prodotti cui non avevo pensato98102 Compero prodotti delle marche piu' note10298 Se vedo un nuovo prodotto, lo compero88111 Sono molto interessato alle nuove tecnologie13072 Compero solo cose di ottima qualita'10298 I prodotti esprimono la mia personalita'93106 Cerco di differenziarmi dagli altri97103 Bado piu' all'aspetto che alla qualita'97103 Adoro passeggiare nei centri comm./visitare neg Mi piace fare acq. nei piccoli negozi/mercatini76122 Preferisco negozi con personale competente10397

53 ORIENTAMENTI ALIMENTARI Affinità uomini Affinità donne Preparo i dolci in casa20174 Preferisco pollo/tacchino76122 Mangio molta verdura86113 Mangio molto poco68130 Trascuro la mia alimentazione10397 Provo volentieri i nuovi prodotti alimentari96104 Mangio sempre in fretta98101 Evito l'uso dello zucchero71127 Evito di mangiare i grassi78120 Mangio spesso fuori dai pasti, faccio spuntini95105 Sono un buongustaio10595 Tendo ad eliminare la carne dall'alimentazione70127 Mangio molto pane12181 Uso prodotti dietetici63134 Mangio spesso formaggi stagionati (no grana)11289 Mangio molti dolci10496 In casa mia si spende molto per il cibo10397 Leggo spesso gli ingredienti sulle etichette75123 Faccio molto uso di alimenti integrali64133

54 La centralità del corpo nellidentità di genere femminile (propensione a diete dimagranti)

55 ORIENTAMENTI ABBIGLIAMENTOAffinità uomini Affinità donne Porto abitualmente i jeans12379 Di solito porto un abito completo10298 Mi vesto come capita, senza preoccuparmi troppo11686 Cerco di vestirmi nel modo piu' pratico10298 Mi vesto solo con lo stile dei giovani10892 Porto spesso un orologio di valore10992 Quando esco, voglio avere un aspetto elegante79119 A ogni nuova stagione acquisto qualche capo95105 Acquisto solo capi di moda93106 Ho capi di abbigliamento firmati10199 Vesto in modo personale93106 Do molta importanza agli accessori75123 Compero capi di abbigl. in negozi di prestigio90109

56 Uso cellulari

57 Motivazioni per lacquisto

58 Scarpe, borse..

59 Famiglia e generazioni Sociologia a.a. 2010\2011 (Vincenzo Romania)

60 Due definizioni Famiglia: insieme di persone legate da legami di parentela, affetto, servizio, ospitalità riunite sotto lo stesso tetto; Famiglia: insieme di persone legate da legami di parentela, affetto, servizio, ospitalità riunite sotto lo stesso tetto; Parentela: tutti coloro che, convivano o no, sono legati da vincoli di filiazione, matrimonio e adozione; Parentela: tutti coloro che, convivano o no, sono legati da vincoli di filiazione, matrimonio e adozione;

61 Parentado e clan Discendenza cognatica: il gruppo di parentela (parentado) è formato da tutti i discendenti di una persona sia attraverso la linea maschile che quella femminile; Discendenza cognatica: il gruppo di parentela (parentado) è formato da tutti i discendenti di una persona sia attraverso la linea maschile che quella femminile; Discendenza unilineare (patrilineare e matrilineare): il parentado è basato su una sola delle due linee di genere. Discendenza unilineare (patrilineare e matrilineare): il parentado è basato su una sola delle due linee di genere. Differenze relative al possesso, solidarietà, legame. Differenze relative al possesso, solidarietà, legame. Tendenze regionali alla matrilateralità (tutta lItalia centro-meridionale) ed alla patrilateralità (Veneto ed Emilia Romagna, soprattutto).

62 Tipi di matrimonio Endogamia:ci si sposa allinterno dello stesso gruppo: es. India, il matrimonio di casta; paesi arabi: matrimonio con cugini paralleli (amm indica sia il suocero, che lo zio paterno) Endogamia:ci si sposa allinterno dello stesso gruppo: es. India, il matrimonio di casta; paesi arabi: matrimonio con cugini paralleli (amm indica sia il suocero, che lo zio paterno) Esogamia: si contrae il matrimonio al difuori del proprio gruppo. È listituto più diffuso nellOccidente. Esogamia: si contrae il matrimonio al difuori del proprio gruppo. È listituto più diffuso nellOccidente. Il tabù dellincesto è uno dei più forti universali culturali. Il tabù dellincesto è uno dei più forti universali culturali. Monogamia e poligamia (poliandria e poliginia). Monogamia e poligamia (poliandria e poliginia). La poliginia è un istituto ancora molto importante in Africa che comporta vantaggi importanti da parte degli uomini, di tipo economico. La poliginia è un istituto ancora molto importante in Africa che comporta vantaggi importanti da parte degli uomini, di tipo economico.

63 Tipi di famiglia monogamica Nucleare Nucleare Senza struttura Senza struttura Solitario Solitario Estesa (verticale e orizzontale) Estesa (verticale e orizzontale) Multipla (orizzontale o verticale) Multipla (orizzontale o verticale) Residenza: matrilocale, patrilocale, neolocale)

64 Sistemi di formazione delle famiglie in età premoderna Nord-Europeo (matrimonio tardivo, neolocale, servizio in altre famiglie) Nord-Europeo (matrimonio tardivo, neolocale, servizio in altre famiglie) Non europeo: matrimonio in giovane età, residenza patrilocale, nessun servizio pre- matrimoniale. Non europeo: matrimonio in giovane età, residenza patrilocale, nessun servizio pre- matrimoniale.

65 Casi italiani Sardegna 700: luso ha stabilito che alcuno non si mariti se prima quanto ai maschi non sono provveduti di buoi ed attrezzi diversi [..] e le femmine del letto e altri mobili ed utensili familiari., Toscana 400: sistema simile al modello non europeo Sicilia 800: Letà preferita per luomo è di 28 anni, per la donna di 18. E raro assai che i giovani sposi coabitino coi genitori e suoceri. Di solito il figlio sposandosi esce di casa. Sicilia 800: Letà preferita per luomo è di 28 anni, per la donna di 18. E raro assai che i giovani sposi coabitino coi genitori e suoceri. Di solito il figlio sposandosi esce di casa.

66 La concezione naturalistica del matrimonio e della famiglia/1 Naturalismo: moderno e tradizionale allo stesso tempo Era naturale per un uomo e una donna legarsi definitivamente luno allaltra mediante lamore sessuale; naturale avere figli; naturale rimanere sposati; naturale avere famiglie composte solo da genitori e figli

67 La concezione naturalistica del matrimonio e della famiglia/2 Secondo le statistiche questi modelli non erano affatto tipici. Per esempio: Nel 1970 cerano solo 500mila coppie eterosessuali conviventi negli USA. Nel 1980 il numero era triplicato e nel 1990 ancora raddoppiato Nel 1960 il 75% delle famiglie consisteva in coppie sposate (più della metà avevano figli). Nel 2000 la percentuale è scesa al 53% (e solo un quarto ha figli)

68 La concezione naturalistica del matrimonio e della famiglia/3 I tre quarti delle persone interrogate da un sondaggio effettuato nel 1990 dalla rivista Newsweek hanno definito a famiglia come un gruppo di persone che si amano e si prendono cura le une delle altre, piuttosto che, come avveniva in precedenza, un gruppo di persone legate da vincoli di sangue, matrimonio o adozione

69 Cambiamenti nella famiglia moderna Declino autorità patriarcale; Declino autorità patriarcale; Diminuizione famiglie complesse Diminuizione famiglie complesse Miglioramento nella condizione dei figli, relativamente alle pratiche di allevamento, al tasso di abbandoni, allautorità genitoriale. Miglioramento nella condizione dei figli, relativamente alle pratiche di allevamento, al tasso di abbandoni, allautorità genitoriale.

70 Letture Nato appena mi avete staccato dal seno materno e confidato a poppe mercenarie quasi sdegnaste di compiere meco a questo dovere di natura. Mi avete lasciato legato alle fasce che mi impedivano il moto necessario ai muscoli; mi conservavate sporcamente inzuppato nelle fecce, che talvolta mi strozzavano la circolazione del sangue e la respirazione medesima (Pietro Verri, 1777).

71 Letture Gli uomini sono fatti come le dita della mano: il dito grosso deve far da dito grosso, e il dito piccolo deve far da dito piccolo Gli uomini sono fatti come le dita della mano: il dito grosso deve far da dito grosso, e il dito piccolo deve far da dito piccolo Bastiano filava diritto alla manovra comandata, e non si sarebbe soffiato il naso se suo padre non gli avesse detto soffiato il naso tanto che sera tolta in moglie la Longa quando gli avevano detto pìgliatela (G. Verga, I Malavoglia) Bastiano filava diritto alla manovra comandata, e non si sarebbe soffiato il naso se suo padre non gli avesse detto soffiato il naso tanto che sera tolta in moglie la Longa quando gli avevano detto pìgliatela (G. Verga, I Malavoglia)

72 Cambiamenti famiglie moderne Diminuizione della natalità (60-70) per: Diminuizione della natalità (60-70) per: Aumento giovani single; Aumento giovani single; Propensione a vivere più a lungo a casa dei genitori; Propensione a vivere più a lungo a casa dei genitori; Instabilità economica; Instabilità economica; Aumento convivenze more uxorio (come sperimentazione; come scelta flessibile) Aumento convivenze more uxorio (come sperimentazione; come scelta flessibile)

73

74

75 Alexander, Thompson, Sociologia, Il Mulino, 2010 Capitolo quinto. Il matrimonio e la famiglia 25

76 Cambiamenti nella famiglia moderna Aumento dellinstabilità coniugale (dal divorzio sanzione, al divorzio fallimento o rimedio): Aumento dellinstabilità coniugale (dal divorzio sanzione, al divorzio fallimento o rimedio): Secolarizzazione Secolarizzazione Aumento tasso di attività femminile Aumento tasso di attività femminile Mutamenti legislativi; Mutamenti legislativi;

77 Le trasformazioni del matrimonio Riguardano i tentativi postmoderni di denaturalizzare il matrimonio e ridefinire la forma del contratto matrimoniale. La trasformazione del significato del divorzio e il movimento in favore del matrimonio gay negli Stati Uniti sono forse gli esempi più chiari di tale trasformazione

78 La denaturalizzazione della riproduzione Tecnologie della riproduzione: progressi tecnologici – dalla contraccezione alla inseminazione artificiale – che hanno permesso di separare completamente il sesso dal concepimento dei figli La famiglia può esistere indipendentemente dalle dinamiche riproduttive

79 Nuove forme familiari Famiglie di persone sole Famiglie di persone sole Famiglie nucleari incomplete Famiglie nucleari incomplete Famiglie ricostituite Famiglie ricostituite Famiglie di seconde nozze; Famiglie di seconde nozze;

80 Nuove forme familiari Famiglie di persone sole Famiglie di persone sole Famiglie nucleari incomplete Famiglie nucleari incomplete Famiglie ricostituite o patchwork. Esse comprendono: i figli nati dalla prima unione, i nuovi partner, i loro figli eventuali, la rete parentale di entrambi. Nel 60% dei casi sono unioni non coniugate. Famiglie ricostituite o patchwork. Esse comprendono: i figli nati dalla prima unione, i nuovi partner, i loro figli eventuali, la rete parentale di entrambi. Nel 60% dei casi sono unioni non coniugate. Famiglia tana: 7/10 uomini fino ai 29 anni vive ancora con la famiglia, 9/10 in alcune regioni; 55% delle donne fino a 29anni. Ciò, oltre che alle difficoltà economiche, è dovuto anche alle proiezioni di vita dei genitori sui figli. Famiglia tana: 7/10 uomini fino ai 29 anni vive ancora con la famiglia, 9/10 in alcune regioni; 55% delle donne fino a 29anni. Ciò, oltre che alle difficoltà economiche, è dovuto anche alle proiezioni di vita dei genitori sui figli.

81 Le unioni civili Si definiscono unioni civili tutte quelle forme di convivenza fra due persone, legate da vincoli affettivi ed economici, che non accedono volontariamente all'istituto giuridico del matrimonio, o che sono impossibilitate a contrarlo, alle quali gli ordinamenti giuridici abbiano dato rilevanza o alle quali abbiano riconosciuto uno status giuridico.

82 I pacs in Francia Il termine deriva dalla legge n del 1999 chiamata Du pacte civil de solidarité et du concubinage. Il PACS è un contratto tra due persone maggiorenni dello stesso sesso o di sesso diverso, al fine di organizzare la loro vita in comune. Il Pacs offre ampia tutela alla convivenza (diritti di rilevanza pubblicistica, regola il rapporto di locazione, contempla misure fiscali e altro). In particolare, il Pacs è un contratto, concluso con una dichiarazione congiunta scritta alla cancelleria del Tribunal d'instance nella giurisdizione di residenza. Il testo della convenzione è iscritto in un registro tenuto presso la cancelleria.

83 Cosa comporta: impegno a condurre una vita in comune impegno a condurre una vita in comune aiuto reciproco materiale aiuto reciproco materiale responsabilità comune per i debiti contratti dalla firma del Pacs. responsabilità comune per i debiti contratti dalla firma del Pacs.

84 Cosa non sono i PACS Una forma di unione civile rivolta solo ai gay Una forma di unione civile rivolta solo ai gay Un metodo alternativo al matrimonio per ottenere ladozione Un metodo alternativo al matrimonio per ottenere ladozione Un istituto anti-cattolico o anti-religioso. Un istituto anti-cattolico o anti-religioso.

85 + Le unioni civili nellUE

86 Età e ruolo Ogni società è suddivisa in strati di età, cioè individui di età simili aggregati. Ad ogni strato sono connesse capacità biologiche, atteggiamenti nei confronti della vita e del mondo, rapporti sociali, aspettative, attività che è possibile svolgere. Letà come gli altri ruoli è quindi un dato biologico a cui si associano condotte sociali. Gli individui tenderanno a concepire le età a partire dalla condotta manifesta.

87

88 Le fasi del corso di vita Infanzia Infanzia Gioventù Gioventù Età adulta Età adulta Anzianità Anzianità

89 Piramide delle età, Italia 1996.

90 Distinzione fra coorte e generazione La generazione, secondo quanto sostenuto da Mannheim, non è un semplice insieme biologico di individui accomunati da un medesimo intervallo di nascita, ma un gruppo alla cui formazione contribuiscono forze multidimensionali, fra cui lesposizione a medesimi eventi culturali e storici rilevanti. La generazione, secondo quanto sostenuto da Mannheim, non è un semplice insieme biologico di individui accomunati da un medesimo intervallo di nascita, ma un gruppo alla cui formazione contribuiscono forze multidimensionali, fra cui lesposizione a medesimi eventi culturali e storici rilevanti. La coorte è linsieme delle persone che nascono in un anno, o in un altro lasso di tempo determinato. Le coorti si vanno restringendo in senso lineare. La coorte è linsieme delle persone che nascono in un anno, o in un altro lasso di tempo determinato. Le coorti si vanno restringendo in senso lineare.

91 Le transizioni di età sono accompagnate da riti di passaggio Idea del rito di passaggio Arnold van Gennep (1908) parla dei riti di Arnold van Gennep (1908) parla dei riti di passaggio come dellattraversamento dei passaggio come dellattraversamento dei confini e del passaggio da uno status allaltro. I riti di passaggio possono prevedere un periodo di isolamento e/o confini e del passaggio da uno status allaltro. I riti di passaggio possono prevedere un periodo di isolamento e/o prove pericolose.

92 Ogni rito di passaggio prevede tre stadi Separazione Separazione Margine Margine Aggregazione Aggregazione I riti di passaggio classici tendono a perdere di importanza, se ne sostituiscono parzialmente di nuovi

93 Giovani e società Lo studio della gioventù è un tema fondamentale della sociologia, perché permette di anticipare i fenomeni della società, intercettando il mutamento sociale al suo primo stadio di diffusione. Fenomeni: consumo culturale, ruoli, socializzazione, transizione alla vita adulta, valori, rapporto con la famiglia, religiosità, salute.

94 Le cinque soglie di transizione alletà adulta. Asse scolastico-professionale Uscita dal percorso formativo Uscita dal percorso formativo Entrata in modo continuativo nel mondo del lavoro Entrata in modo continuativo nel mondo del lavoro Uscita dalla residenza familiare Uscita dalla residenza familiare Asse familiare-matrimoniale La formazione di una nuova famiglia La formazione di una nuova famiglia Assunzione di un ruolo genitoriale Assunzione di un ruolo genitoriale

95 Rapporto IARD sulla condizione giovanile in Italia. Tendenze: Restringimento della fase dellinfanzia e prolungamento della transizione alla età adulta (campione di giovani: negli anni 80 <24anni; 90 <29; 2000 <34 anni); Restringimento della fase dellinfanzia e prolungamento della transizione alla età adulta (campione di giovani: negli anni 80 <24anni; 90 <29; 2000 <34 anni); Prolungamento del ciclo formativo, aumento diplomi e aumento permanenza scolastica anche oltre i 30 anni; Prolungamento del ciclo formativo, aumento diplomi e aumento permanenza scolastica anche oltre i 30 anni; Entrata nel mondo del lavoro sempre più tardiva Entrata nel mondo del lavoro sempre più tardiva Prolungamento della permanenza in casa dei genitori Prolungamento della permanenza in casa dei genitori Abbassamento nuzialità (dal 32 al 24% <29) Abbassamento nuzialità (dal 32 al 24% <29)

96 Tendenze 2 Si esce di casa solo per iniziare una nuova convivenza; Si esce di casa solo per iniziare una nuova convivenza; Il matrimonio è più frequente fra i 30 e i 34 anni; Il matrimonio è più frequente fra i 30 e i 34 anni; Nello stesso periodo si spostano le prime natalità ( 34 il 45% ha un figlio). Nello stesso periodo si spostano le prime natalità ( 34 il 45% ha un figlio). Aumentano i giovani che vivono con la famiglia malgrado entrati nel mondo del lavoro. Aumentano i giovani che vivono con la famiglia malgrado entrati nel mondo del lavoro. Tensione presentistica, ispirata alla flessibilità nel lavoro e nelle relazioni; Tensione presentistica, ispirata alla flessibilità nel lavoro e nelle relazioni; La classe sociale dei genitori influisce molto sulla transizione alletà adulta. La classe sociale dei genitori influisce molto sulla transizione alletà adulta.

97 Condizione occupazionale del campione 35% giovani studenti 35% giovani studenti 11% scolarizzazione completa, senza lavoro 11% scolarizzazione completa, senza lavoro 6,2 % fuori casa, senza lavoro 6,2 % fuori casa, senza lavoro 26 % lavoratori che vivono con i genitori 26 % lavoratori che vivono con i genitori 15, 9 lavoratori indipendenti 15, 9 lavoratori indipendenti Fonte: IARD,2000.

98 Valori. Quali sono le cose più importanti nella vita? Salute 92 % Salute 92 % Famiglia 87% Famiglia 87% Pace 80% Pace 80% Amore 76% Amore 76% Amicizia 74% (+20% dall80) Amicizia 74% (+20% dall80) Lavoro 61% (- 8%, carriera -12%) Lavoro 61% (- 8%, carriera -12%) Solidarietà 42% (-17%) Solidarietà 42% (-17%) Maggiore accentuazione dei valori postmateriali e della sfera della socialità ristretta. Fonte IARD, 2004.


Scaricare ppt "Sociologia a.a. 2010\2011 Prof. Vincenzo Romania Genere."

Presentazioni simili


Annunci Google