La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S. Ronchi Didattica e competenze: i termini della questione, unesperienza sul campo Pescara, 25 gennaio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S. Ronchi Didattica e competenze: i termini della questione, unesperienza sul campo Pescara, 25 gennaio 2010."— Transcript della presentazione:

1 S. Ronchi Didattica e competenze: i termini della questione, unesperienza sul campo Pescara, 25 gennaio 2010

2 S Ronchi Voi dite: Italiano Possiamo anche far finta di nulla e continuare ad insegnare come si è sempre fatto, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti: lItalia è tra gli ultimi posti nella valutazione internazionale delle competenze. Possiamo anche far finta di nulla e continuare ad insegnare come si è sempre fatto, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti: lItalia è tra gli ultimi posti nella valutazione internazionale delle competenze. Esatto!

3 S Ronchi Ipotesi: di necessità…virtù Però... non sono qui a vendere un prodotto Ma a capire come conviverci al meglio E verificare lipotesi! Ci sono numerose zone dombra nel concetto di c. Ma anche illuminazioni sulla didattica

4 S Ronchi permanenze Dpr 275/99 Dpr 275/99 Nuovo esame di stato (1997) Nuovo esame di stato (1997) L.53, DL 59/04 e circ. 85/04 CM 84/05 (Moratti) Circolare 28/07 sugli esami di terza sec 1° e la circolare 28 marzo o8 sulle prove nazionali (Fioroni) le Indicazioni Nazionali per il curricolo (sett. 07) (Fioroni) Il documento sullobbligo (22/08/07) (Fioroni) Legge 169/08 Decreto Gelmini (che pretende di dare i voti alle competenze!) Legge 169/08 Decreto Gelmini (che pretende di dare i voti alle competenze!) Regolamenti per il riordino Licei e Istituti tecnici e professionali Regolamenti per il riordino Licei e Istituti tecnici e professionali Qual è elemento di continuità?

5 S Ronchi Competenze e Regolamenti riordino secondo ciclo Schema Regolamento Licei (art. 10): I percorsi dei licei si riferiscono a risultati di apprendimento declinati in conoscenze, abilità e competenze in relazione alla raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2008 sulla costituzione del quadro europeo delle qualifiche per lapprendimento permanente…

6 S Ronchi Competenze e Regolamenti riordino secondo ciclo Non si danno definizioni Non si danno definizioni Ma si rimanda al decreto sullobbligo (agosto 2007) Ma si rimanda al decreto sullobbligo (agosto 2007) A cui si rifà tutto limpianto del riordino A cui si rifà tutto limpianto del riordino Anche dal punto di vista dellimpostazione della didattica per competenze Anche dal punto di vista dellimpostazione della didattica per competenze

7 S Ronchi Il documento sullobbligo (nicoli) inizio di costruzione di un sistema per competenze intese in senso non riduttivo al mero saper-fare (altrimenti sarebbero abilità) inizio di costruzione di un sistema per competenze intese in senso non riduttivo al mero saper-fare (altrimenti sarebbero abilità) Questa è la riduzione della didattica per obiettivi Questa è la riduzione della didattica per obiettivi

8 S Ronchi si nota una forte tendenza disciplinare si nota una forte tendenza disciplinare Però si nota anche il tentativo di superarla Però si nota anche il tentativo di superarla Sia accorpandole negli assi Sia accorpandole negli assi Sia definendo le competenze per assi Sia definendo le competenze per assi Il documento tecnico

9 S Ronchi Asse dei linguaggi Asse matematico Asse scientifico-tecnnoogico Asse storico-sociale italiano Lingue straniere arte multimedialità matematica informatica scienze Teconologia/fisica storia economia tecnologia informatica ed. civica Competenze chiave Uguali x tutte le scuole

10 S Ronchi abilità conoscenze abilità conoscenze Abilità capacità Comp. tic Comp. lingue Comp.arte Com. ita Asse dei linguaggi Competenze chiave Competenze asse italiano arte lingue tic

11 S Ronchi Asse dei linguaggi Analogamente nei regolamenti del secondo ciclo

12 S Ronchi

13

14 Elementi di forza dellesperienza Un compito in situazione reale Lattivazione di conoscenze e abilità in un contesto dotato di senso (parlare ai propri compagni; andare in gita…) La costruzione del progetto/percorso Lessere attivi, protagonisti in prima persona Il poter esplicitare il proprio compito a partire dai propri interessi e bisogni Questa è lapproccio per competenze

15 S Ronchi Perché imparano i ragazzi? Responsabilità Responsabilità Autonomia Autonomia Interesse personale Interesse personale Compito reale Compito reale Intraprendenza Intraprendenza …. …. Esperienza Esperienza Bellezza Bellezza

16 S Ronchi La competenza Sarebbe più corretto parlare di competenza e non di competenze Sarebbe più corretto parlare di competenza e non di competenze Perché la competenza è una e personale Perché la competenza è una e personale

17 S Ronchi Competenze: Competenza storica Lingua 1 e 2 Matematica Scienze ecc + Conoscenze e abilità

18 S Ronchi programmazione finalità finalità Prerequisiti Prerequisiti Obiettivi formativi Obiettivi formativi Obiettivi cognitivi Obiettivi cognitivi Metodi Metodi Strumenti Strumenti Tempi Tempi Attività Attività Verifiche e valutazione Verifiche e valutazione Sono divisi

19 S Ronchi Radici teoriche

20 S Ronchi Perché le competenze? Ormai tutta lEuropa le richiede anche a livello lavorativo: (fine estrinseco) perché sono strumento didattico efficace (fine intrinseco) da quali riflessioni pedagogiche nascono queste riflessioni ? Oltre da quelle che abbiamo visto, anche da altre considerazioni

21 S Ronchi 1.apprendimento meccanico fallimentare 2.Conoscenze tacite (Polanij) 3. trasformazione del sapere in vita: significatività (Ausubel)

22 S Ronchi 1.Sapere situato (Bruner) 2.Al di fuori dello scolastic view (Austin) 3.Unità del sapere (Morin)

23 S Ronchi Perché unità? Nella realtà non si insegna PER DISCIPLINE! Ma in modo unitario

24 S Ronchi unità Nella scuola tutto diviso: Ore Materie Classi ….

25 S Ronchi In fondo è limparare facendo…. In fondo è limparare facendo…. Come in fondo si è sempre fatto… Come in fondo si è sempre fatto… Infatti… nellantichità e nel Medioevo… Infatti… nellantichità e nel Medioevo… Radici storiche

26 S Ronchi Fare…. Capiamo tutti che cè una differenza tra Capiamo tutti che cè una differenza tra fare una ricerca sul campo… fare una ricerca sul campo… Ad es. Liceo di Varese… Ad es. Liceo di Varese…

27 S Ronchi Studiare… e studiare Dante, Michelangelo, i teoremi… e studiare Dante, Michelangelo, i teoremi…

28 S Ronchi Vostre riflessioni: Italiano e latino Nella parte introduttiva agli Assi culturali si fa riferimento alla necessità di stimolare atteggiamenti positivi verso lapprendimento: motivazione e curiosità stimolano la conoscenza. Al riguardo il documento invita a privilegiare la valorizzazione delle attività di laboratorio e lapprendimento centrato sullesperienza. Nella parte introduttiva agli Assi culturali si fa riferimento alla necessità di stimolare atteggiamenti positivi verso lapprendimento: motivazione e curiosità stimolano la conoscenza. Al riguardo il documento invita a privilegiare la valorizzazione delle attività di laboratorio e lapprendimento centrato sullesperienza. … lesperienza richiede tempo. … lesperienza richiede tempo.

29 S Ronchi Italiano e latino(triennio) Per essere più chiari: una cosa è spiegare ad un alunno, ad esempio, che cosè lo Zibaldone di G. Leopardi, spiegare come è scritto, che si tratta di un diario intellettuale, che cosa questo significa, etc. etc…, altra cosa è LEGGERE lo Zibaldone: Per essere più chiari: una cosa è spiegare ad un alunno, ad esempio, che cosè lo Zibaldone di G. Leopardi, spiegare come è scritto, che si tratta di un diario intellettuale, che cosa questo significa, etc. etc…, altra cosa è LEGGERE lo Zibaldone: ovviamente leggendolo ed analizzandolo in classe lalunno capisce assai meglio e per esperienza diretta di che si tratta. ovviamente leggendolo ed analizzandolo in classe lalunno capisce assai meglio e per esperienza diretta di che si tratta. [infatti la teoria è molto più economica [infatti la teoria è molto più economica Ma meno significativa] Ma meno significativa]

30 S Ronchi Italiano e latino(triennio) La nostra riflessione ci induce a ritenere imprescindibile la necessità di rivedere la mole dei contenuti, attraverso lindividuazione dei nuclei fondanti della disciplina, cioè conoscenze caratterizzanti, sia in funzione delle conoscenze che delle competenze. La nostra riflessione ci induce a ritenere imprescindibile la necessità di rivedere la mole dei contenuti, attraverso lindividuazione dei nuclei fondanti della disciplina, cioè conoscenze caratterizzanti, sia in funzione delle conoscenze che delle competenze. Solo riducendo e scegliendo in maniera intelligente il contenuto esso cessa di essere il fine del processo di apprendimento e diventa strumento per lacquisizione di capacità e di competenze. Solo riducendo e scegliendo in maniera intelligente il contenuto esso cessa di essere il fine del processo di apprendimento e diventa strumento per lacquisizione di capacità e di competenze.

31 S Ronchi Italiano e latino(triennio) ESATTAMENTE!...qui cè già la risposta…daltra parte: ESATTAMENTE!...qui cè già la risposta…daltra parte: che cosa significa conoscenza? che cosa significa conoscenza? Che cosa significa conoscere lo Zibaldone? Che cosa significa conoscere lo Zibaldone? E perché è importante? E perché conoscere Leopardi? E perché è importante? E perché conoscere Leopardi? Perché le discipline sono un mezzo? Perché le discipline sono un mezzo? Qual è il fine? Qual è il fine? Che cosa vogliamo dalle materie? Che cosa vogliamo dalle materie? Occorre una risposta… Occorre una risposta… La risposta determina affermare una certa visione di scuola e educazione La risposta determina affermare una certa visione di scuola e educazione

32 S Ronchi indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale; le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia (Raccomandazioni del parlamento Europeo e del Consiglio del 7 settembre 2006 – Quadro europeo delle qualifiche e dei titoli per lapprendimento permanente) Competnze Competenza: 1^ definizione

33 S Ronchi COMPETENZECONOSCENZE/ABILITA Imprescindibili dalla incorporazione di conoscenze/abilità Nozionismo, memorizzazione, tecnicismo Sapere e saper fare + emozione, sentimento, volontà, motricità, socialità, espressività, apprezzamento estetico, azione, intuito Sapere, sapere del fare, sapere come si fa e perché Testimoniabili, raccontabili, ammirabili, da altri più o meno esperti Insegnabili, trasferibili da una persona allaltra (con il linguaggio e lesercizio) Emergenti nella vita quotidiana in occasione della risoluzione di problemi Studiabili sui libri, imparabili, ripetibili quanto si vuole (nella memoria, nei laboratori, nelle esercitazioni) Senza rete, live, (dimostrabili dinanzi a e in problemi reali) Poggiate su reti di protezione (un oggetto non capito può essere ripreso)

34 S Ronchi Dalle UD alle UA… Questo è il passaggio dalle unità didattiche Questo è il passaggio dalle unità didattiche Da un sapere ridotto a conoscenze /abilità o performances prevedibili, meccaniche, riproduttive, scolastiche (rs. Analisi di un testo poetico…) Da un sapere ridotto a conoscenze /abilità o performances prevedibili, meccaniche, riproduttive, scolastiche (rs. Analisi di un testo poetico…) Agli apprendimenti unitari, che mobilitano tutta la persona e tutte le discipline (necessarie)…che sono personali, imprevedibili, sempre diversi… Agli apprendimenti unitari, che mobilitano tutta la persona e tutte le discipline (necessarie)…che sono personali, imprevedibili, sempre diversi…

35 S Ronchi Dalle UD alle UA… Per fare questo passaggio Per fare questo passaggio Almeno un espediente tecnico o formale dal punto di vista didattico Almeno un espediente tecnico o formale dal punto di vista didattico Il compito in situazione, o il compito di realtà…(sapere situato) Il compito in situazione, o il compito di realtà…(sapere situato)

36 S Ronchi I compiti di realtà situazioni reali, se ne possono trovare a iosa nella scuola… situazioni reali, se ne possono trovare a iosa nella scuola… Bisogna saperle trovare Bisogna saperle trovare Bisogna volerle trovare Bisogna volerle trovare Valorizzare ciò che cè Valorizzare ciò che cè Bisogna vedere ciò che cè nella realtà.. Bisogna vedere ciò che cè nella realtà.. Mentre di solito noi partiamo da ciò che non cè…(non hanno interesse, non studiano, ecc.) Mentre di solito noi partiamo da ciò che non cè…(non hanno interesse, non studiano, ecc.)

37 S Ronchi obiezione Che differenza cè con la lezione tradizionale? Che differenza cè con la lezione tradizionale? Nessuna…se la lezione tradizionale diventa apprendimento attivo che evidenzia competenze… Nessuna…se la lezione tradizionale diventa apprendimento attivo che evidenzia competenze…

38 S Ronchi obiezione È la differenza che avete evidenziato voi.. È la differenza che avete evidenziato voi.. Spiegare lo Zibaldone… Spiegare lo Zibaldone… O leggere lo Zibaldone… O leggere lo Zibaldone… Facendolo diventare unesperienza Facendolo diventare unesperienza

39 S Ronchi Per questo Anche la conoscenza … Anche la conoscenza … Può essere una competenza! Può essere una competenza! Purché susciti interesse, passione, coinvolgimento emotivo… Purché susciti interesse, passione, coinvolgimento emotivo… Se ne capisca il senso… Se ne capisca il senso…

40 S Ronchi Per questo Ci sono conoscenze morte, meccaniche Ci sono conoscenze morte, meccaniche E conoscenze attive (competenze) E conoscenze attive (competenze)

41 S Ronchi Per questo Non è possibile sempre utilizzare la didattica laboratoriale, occorre anche insegnare per via teorica Non è possibile sempre utilizzare la didattica laboratoriale, occorre anche insegnare per via teorica Ma se insegno lo Zibaldone e non lo comprendono…perdo il tempo… Ma se insegno lo Zibaldone e non lo comprendono…perdo il tempo… Forse allora devo utilizzarlo in modo diverso ed economizzarlo Forse allora devo utilizzarlo in modo diverso ed economizzarlo

42 S Ronchi Partire dalle competenze Es. posso utilizzare come saggio breve anche la relazione di laboratorio (che stendono per fisica o chimica…) Es. posso utilizzare come saggio breve anche la relazione di laboratorio (che stendono per fisica o chimica…) Si lavora insieme su alcune finalità comuni (es. esposizione, errori di sintassi ecc.) Si lavora insieme su alcune finalità comuni (es. esposizione, errori di sintassi ecc.) cavo fuori da italiano, anche storia o viceversa…(es. progetti su Etty Hillesum: storia, italiano, esposizione, ecc..)cavo fuori da italiano, anche storia o viceversa…(es. progetti su Etty Hillesum: storia, italiano, esposizione, ecc..) O semplicemente presentano a gruppi Leopardi: mentre spiegano, espongono, si vedono in azione, si valutano…(2 in uno…) O semplicemente presentano a gruppi Leopardi: mentre spiegano, espongono, si vedono in azione, si valutano…(2 in uno…)

43 S Ronchi Partire dalle competenze Occorre però partire dalle competenze Occorre però partire dalle competenze Altrimenti tutto più difficoltoso… Altrimenti tutto più difficoltoso… Es. nel Profilo Licei, Italiano: Es. nel Profilo Licei, Italiano: possedere ed utilizzare, in modo ampio e sicuro, un patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nellambito dei vari contesti sociali e culturali; avere consapevolezza e conoscenza delle principali tappe dello sviluppo storico della lingua italiana e del suo rapporto con i dialetti interni…;possedere ed utilizzare, in modo ampio e sicuro, un patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nellambito dei vari contesti sociali e culturali; avere consapevolezza e conoscenza delle principali tappe dello sviluppo storico della lingua italiana e del suo rapporto con i dialetti interni…;

44 S Ronchi Partire dalle competenze Conoscere le linee essenziali della nostra storia letteraria e orientarsi agevolmente tra i testi e autori fondamentali; istituire rapporti significativi e storicamente contestualizzati con i movimenti e le opere più importanti delle letterature classiche e moderne… Conoscere le linee essenziali della nostra storia letteraria e orientarsi agevolmente tra i testi e autori fondamentali; istituire rapporti significativi e storicamente contestualizzati con i movimenti e le opere più importanti delle letterature classiche e moderne… individuare e comprendere le forme moderne di comunicazione, quali messaggi orali, scritti, visivi, digitali, multimediali, nei loro contenuti, nelle loro strategie espressive e negli strumenti tecnici utilizzati individuare e comprendere le forme moderne di comunicazione, quali messaggi orali, scritti, visivi, digitali, multimediali, nei loro contenuti, nelle loro strategie espressive e negli strumenti tecnici utilizzati

45 S Ronchi Una proposta … Occorre un DISPOSITIVO per attivarle DISPOSITIVO MINIMO di una progettazione per competenze (reformandi…)

46 S Ronchi ClasseAnno Docenti coinvolti Competenza attesa (contestualizzata) o Obiettivo formativo generale (ciò che voglio porti a casa..) Compito unitario in situazione Tempi Attività Verifiche e valutazione

47 S Ronchi Ulteriori esemplificazioni

48 S Ronchi CD su Petrarca pianificazione del lavoro tutti devono esporre (esposizione orale) però ad ognuno il suo: chi è bravo con computer: ppt e link chi più problemi: la biografia chi più acuto: cfr. con il presente poi apprendimento cooperativo (gruppi di 2) anche limiti ma si scoprono anche lati interessanti (abili al computer, a disegnare ecc.)

49 S Ronchi maturare e ricostruire un quadro complessivo della civiltà greca, con particolare riguardo agli aspetti economico - sociali - artistici e religiosi ecc. Il fine formativo è quello di far percepire il carattere unitario e di insieme della civiltà greca e il senso di quellesperienza complessiva per loggi Si tratta di evidenziare che cosa sopravvive ancora di quellesperienza nel concreto della nostra civiltà (e anche nella nostra esperienza quotidiana) e quali sono i valori che ancora sopravvivono

50 S Ronchi Le vostre interessanti osservazioni

51 S Ronchi Matematica (biennio) … una delle difficoltà più ricorrenti è nell'uso che gli studenti fanno della terminologia specifica. … una delle difficoltà più ricorrenti è nell'uso che gli studenti fanno della terminologia specifica. Molto spesso lo studente utilizza in modo improprio alcuni simboli matematici né attribuendo ad essi il giusto significato né applicando la regola di cui sono espressione. Molto spesso lo studente utilizza in modo improprio alcuni simboli matematici né attribuendo ad essi il giusto significato né applicando la regola di cui sono espressione. Spesso lo studente trova difficoltà nella comprensione e nell'analisi del testo del problema e, sebbene riescano a risolvere equazioni e sistemi algebrici, trovano difficoltà nella applicazione delle stesse per la soluzione dei problemi. Spesso lo studente trova difficoltà nella comprensione e nell'analisi del testo del problema e, sebbene riescano a risolvere equazioni e sistemi algebrici, trovano difficoltà nella applicazione delle stesse per la soluzione dei problemi. interdisciplinarità Problema riutilizzo

52 S Ronchi Matematica (biennio) L'aiuto per una maggiore comprensione della matematica viene dal frequente uso non solo nelle altre discipline scolastiche, quali la fisica, la chimica, la geografia, ma anche per il suo utilizzo più comune nella vita quotidiana. ma anche per il suo utilizzo più comune nella vita quotidiana. interdisciplinarità Giusto…COME? IN CHE SENSO?

53 S Ronchi Scienze una delle difficoltà principali nell'insegnamento delle scienze è l'attuazione di una sperimentazione programmata. una delle difficoltà principali nell'insegnamento delle scienze è l'attuazione di una sperimentazione programmata. Intendiamo con questo termine l'utilizzo sistematico dei laboratori, quello di chimica in particolare. Intendiamo con questo termine l'utilizzo sistematico dei laboratori, quello di chimica in particolare. Affinché si possa realizzare tale progetto … un corso di formazione, …., in collaborazione con un esperto con cui affrontare i temi della programmazione disciplinare da un punto di vista sperimentale. Affinché si possa realizzare tale progetto … un corso di formazione, …., in collaborazione con un esperto con cui affrontare i temi della programmazione disciplinare da un punto di vista sperimentale. Programmazione disciplinare/sperimentazione

54 S Ronchi Scienze Di contro, l'insegnamento teoretico delle scienze ha come punto di forza l'obiettivo di condurre lo studente ad una consapevole e razionale esplorazione del mondo circostante; fornisce all'alunno le conoscenze necessarie per osservare i fenomeni e comprendere il valore delle interazioni tra uomo ed ambiente. perché queste conoscenze non dovrebbero nascere anche dal laboratorio?]

55 S Ronchi Scienze Non per ultimo è fondamentale l'interdisciplinarietà tra l'asse scientifico, matematico e linguistico Non per ultimo è fondamentale l'interdisciplinarietà tra l'asse scientifico, matematico e linguistico [Bene! Come è stata ipotizzata?] [Bene! Come è stata ipotizzata?]

56 S Ronchi Italiano e latino(triennio) …è di fatto impossibile il recupero in itinere dal momento che in aula si è incalzati da una sfilza di cose da fare, tutte doverose, tutte imprescindibili, ma che di certo poco spazio lasciano al recupero di situazioni di svantaggio, per il quale occorre TEMPO. Riteniamo, sinceramente, che il recupero in itinere …, può essere davvero incisivo e dare, quindi, frutti proficui, solo se è svolto INDIVIDUALMENTE, o, al massimo, allinterno di un piccolo gruppo. Accettiamo volentieri suggerimenti in merito.

57 S Ronchi Italiano e latino A questo proposito abbiamo notato che, trasversalmente, un deficit molto forte e diffuso è quello relativo alle competenze linguistiche, orali e scritte. Sempre di più sono gli alunni che approdano al liceo con un patrimonio lessicale ristrettissimo, che utilizzano una sintassi scarnificata, che hanno scarsa dimestichezza con la lettura. Ci preme capire come sia possibile recuperare questi gap e contemporaneamente portare avanti il lavoro ordinario. Nuove condizioni degli studenti: ripensamento anche sulla didattica ordinaria] No ricette esterne, e comunque non ricette. Solo insegnante ha il polso della situazione…però ad esempio articolazione gruppo classe per gruppi di livello o di compito: esempio stesso autore fatto presentare dai ragazzi oppure lavoro di gruppo in classe e a casa… così che si possano sentire protagonisti e di fronte ad una responsabilità…]

58 S Ronchi Italiano (triennio) Innanzi tutto ho trovato qui la divisione che non trovavo più da 10 anni a questa parte, tra biennio e triennio nellinsegnamento delle lettere che fa capo ad ununica classe di concorso. Lesperienza passata mi porta a considerare tale divisione un elemento di difficoltà. Innanzi tutto ho trovato qui la divisione che non trovavo più da 10 anni a questa parte, tra biennio e triennio nellinsegnamento delle lettere che fa capo ad ununica classe di concorso. Lesperienza passata mi porta a considerare tale divisione un elemento di difficoltà. Infatti chi insegna al primo anno ha il polso della situazione dei cambiamenti delle scuole medie, primo fra tutti la presenza di tanti ragazzi stranieri … ciò pone a noi dei problemi enormi per quanto riguarda i prerequisiti di grammatica e sintassi del latino. Le cattedre verticali offrono sicuramente elementi maggiori di consapevolezza. Infatti chi insegna al primo anno ha il polso della situazione dei cambiamenti delle scuole medie, primo fra tutti la presenza di tanti ragazzi stranieri … ciò pone a noi dei problemi enormi per quanto riguarda i prerequisiti di grammatica e sintassi del latino. Le cattedre verticali offrono sicuramente elementi maggiori di consapevolezza.

59 S Ronchi Le competenze. Di questo si è parlato molto poco … Se noi ci poniamo come punto imprescindibile limpossibilità e la non volontà di ridurre i contenuti, il discorso, a mio parere, non può andare avanti. Non solo, ma i contenuti aumentano in maniera vertiginosa, … Per farti un esempio relativo alle mie discipline, io non sono daccordo che, ad esempio, per continuare a fare il Monti o il Tassoni, non si faccia Pasolini. I …. Per farti un esempio relativo alle mie discipline, io non sono daccordo che, ad esempio, per continuare a fare il Monti o il Tassoni, non si faccia Pasolini. I …. una revisione dei contenuti sia IMPRESCINDIBILE. una revisione dei contenuti sia IMPRESCINDIBILE. …(nella scuola in cui insegnavo) le programmazioni, 10 anni fa erano già basate sulle competenze. Ciò aveva necessariamente richiesto una riflessione sui contenuti, andando ad individuare i cosiddetti nuclei fondanti della disciplina, cioè conoscenze imprescindibili sia in quanto caratterizzanti della disciplina stessa, sia in funzione delle conoscenze e competenze successive

60 S Ronchi fisica Un punto di forza dellinsegnamento della fisica, almeno nellindirizzo sperimentale, è il lavoro in laboratorio, che mobilita i ragazzi, accende entusiasmo e domande, permette di acquisire importanti competenze specifiche. Un punto di forza dellinsegnamento della fisica, almeno nellindirizzo sperimentale, è il lavoro in laboratorio, che mobilita i ragazzi, accende entusiasmo e domande, permette di acquisire importanti competenze specifiche. Tuttavia se impostato solo su protocolli rigidi tende a impedire una reale assimilazione dei concetti, ma a ridurre lesperienza in laboratorio allabilità esecutiva e la motivazione dello studente solo alla riuscita e non alla comprensione e alla scoperta. [ESATTO!] Tuttavia se impostato solo su protocolli rigidi tende a impedire una reale assimilazione dei concetti, ma a ridurre lesperienza in laboratorio allabilità esecutiva e la motivazione dello studente solo alla riuscita e non alla comprensione e alla scoperta. [ESATTO!]

61 S Ronchi fisica Un limite che si riscontra è una limitata capacità espositiva, comune anche ad altre discipline, che andrebbe affrontata in modo trasversale, attraverso una metodologia comune Un limite che si riscontra è una limitata capacità espositiva, comune anche ad altre discipline, che andrebbe affrontata in modo trasversale, attraverso una metodologia comune ESATTO: esempio dare il voto di italiano scritto sulla relazione di laboratorio di fisica…]


Scaricare ppt "S. Ronchi Didattica e competenze: i termini della questione, unesperienza sul campo Pescara, 25 gennaio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google