La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progettare e valutare la consulenza al ruolo Master triennale in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso 2010/2011 Docente Silvana Tacchio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progettare e valutare la consulenza al ruolo Master triennale in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso 2010/2011 Docente Silvana Tacchio."— Transcript della presentazione:

1 Progettare e valutare la consulenza al ruolo Master triennale in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso 2010/2011 Docente Silvana Tacchio 06/03/2011

2 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo Una definizione di progetto Il progetto individua un insieme di attività, che permettono di passare dalla rilevazione di un bisogno, di un desiderio o di un problema insito in comportamenti personali, professionali e organizzativi (decodifica della domanda) alla definizione di una strategia di cambiamento i cui esiti si traducano in risultati tangibili per la persona e per lorganizzazione

3 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo Il progetto di couselling nel contesto Il progetto di counselling si svolge in un contesto di relazioni sociali, in cui interagiscono una pluralità di attori organizzativi (committenti, clienti, capi, collaboratori, colleghi, fornitori, clienti interni/esterni, enti, istituzioni ecc. ), in cui si intrecciano aspetti riguardanti compito primario, ruoli, obiettivi, vincoli, conoscenze, aspettative, sistemi operativi e normativi, ecc. e conseguentemente richiede la messa in atto di meccanismi di comunicazione e transazione.

4 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo Pensare al plurale Implica lo sviluppo della capacità di pensare insieme le cose, di pensare gli eventi in connessione, di ricercare le reti di relazioni e significati salvaguardando e tenendo assieme, nella loro specificità, tutti gli attori in gioco e tutti gli elementi. Implica appunto pensare in, con e attraverso il gruppo dove il gruppo è dato dalle persone e dagli eventi che compongono, come in un quadro o in una scenografia, il fenomeno che si mostra dinnanzi. Persone o eventi che si pongono allora su più e diversi piani di esistenza e complessità, che distinguiamo, per meglio comprenderli, nei tre livelli definiti coi termini individuo, gruppo, istituzione. A. Ghilardi, E. Ronchi

5 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 1. Lazione progettuale …Pur nella diversità dei campi di applicazione, la progettazione è tuttavia unattività fondamentalmente unitaria, orientata allinvenzione e realizzazione di artefatti anche molto complessi … Lurgenza di progettare e di governare in modo deliberato ambiti sempre più vasti e complessi del nostro mondo sociale stimola un interesse teoretico e pratico per gli aspetti progettuali dellazione umana: le forme emergenti di organizzazione sociale sono la risultante dei progetti, solo in parte deliberati e coordinati, di un gran numero di attori sociali. Ogni attore, che si ponga il problema dellinnovazione o semplicemente dellintervento in una situazione per modificarla, ha di fronte a sé un problema di progettazione …Pur nella diversità dei campi di applicazione, la progettazione è tuttavia unattività fondamentalmente unitaria, orientata allinvenzione e realizzazione di artefatti anche molto complessi … Lurgenza di progettare e di governare in modo deliberato ambiti sempre più vasti e complessi del nostro mondo sociale stimola un interesse teoretico e pratico per gli aspetti progettuali dellazione umana: le forme emergenti di organizzazione sociale sono la risultante dei progetti, solo in parte deliberati e coordinati, di un gran numero di attori sociali. Ogni attore, che si ponga il problema dellinnovazione o semplicemente dellintervento in una situazione per modificarla, ha di fronte a sé un problema di progettazione ( Lanzara, 1985 )

6 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 2. Lazione progettuale Nel progetto di counselling si sistematizzano connessioni, intuizioni, ipotesi nate dalla decodifica della domanda in modo scomposto, non con sequenze lineari; si connettono e ordinano pensieri nati da biforcazioni, analogie, metafore. Si dà ai proponimenti e ai percorsi dellagire consulenziale che si intendono perseguire con il committente, con il cliente, con lorganizzazione una forma comunicabile

7 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 1. Progettare e valutare lazione di counselling 1. Definizione del problema di counselling e rilevazione delle modalità con cui si manifesta 2. Analisi di fattori concomitanti (scelte organizzative, ristrutturazioni, pressioni, ecc) e loro influenza sul processo di consulenza e sul contesto 3. Definizione degli obiettivi del progetto di miglioramento ( qual è il cambiamento desiderato?) e riflessione sui risultati auspicati in termini di esiti specifici operativi/funzionali/ comportamentali misurabili 4. Condivisione degli obiettivi del progetto con il committente e successiva condivisione con il/i cliente/i

8 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 2. Progettare e valutare lazione di counselling 5. Stipulazione del contratto con il committente e con il cliente 6. Definizione di una strategia di intervento ed elaborazione di una traccia dettagliata del percorso del progetto (pianificazione di azioni coerenti per raggiungere gli obiettivi del progetto di miglioramento, modalità operative, assegnazione di risorse personali/funzionali, tappe, punti intermedi di controllo, eventuali rischi, fattori a favore, tempi di svolgimento ecc) 7. Individuazione di indicatori per verificare se gli obiettivi del progetto saranno raggiunti a fronte dei risultati effettivamente ottenuti ottenuti

9 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 3. Progettare e valutare lazione di counselling 8.Ricaduta del progetto sul/i cliente/i, sullorganizzazione, sul contesto 8.Ricaduta del progetto sul/i cliente/i, sullorganizzazione, sul contesto (ruoli, gruppi, individui coinvolti, loro caratteristiche in termini di professionalità, competenze, motivazioni, valori, esigenze più meno compatibili con il progetto di cambiamento) 9.Identificazione delle criticità prevedibili 9.Identificazione delle criticità prevedibili (analisi dei condizionamenti e vincoli interni, organizzativi e ambientali; incertezze, rifiuti e resistenze personali, conflitti ) 10. Identificazione e adozione di contromisure 10. Identificazione e adozione di contromisure concrete di superamento delle criticità interne ed esterne 11. Descrizione e attivazione delle capacità 11. Descrizione e attivazione delle capacità tecniche, gestionali e comportamentali richieste dalla gestione del progetto da parte del consulente e da parte del/i cliente/i

10 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 4. Progettare e valutare lazione di counselling 12. Riconoscimento delle risorse individuali, organizzative e territoriali (in termini di competenze, conoscenze, abilità, motivazioni) già disponibili e identificazione delle modalità per attivarle 13. Analisi delle opportunità del contesto e creazione di un network relazionale (sponsor, alleati), capace di sostenere la motivazione al progetto di miglioramento 14. Definizione di un piano di comunicazione sul cambiamento che si intende realizzare per rassicurare soggetti/gruppi/istituzioni coinvolti nel e dal progetto (riflessi, convenienze, vantaggi, motivazione al progetto di miglioramento 14. Definizione di un piano di comunicazione sul cambiamento che si intende realizzare per rassicurare soggetti/gruppi/istituzioni coinvolti nel e dal progetto (riflessi, convenienze, vantaggi, costi) costi)

11 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 5. Progettare e valutare lazione di counselling 15. Analisi delle modalità di gestire lincertezza necessariamente presente nel periodo iniziale del progetto (collocazione emotiva, intellettiva e culturale rispetto al progetto) 16. Monitoraggio dellavanzamento del progetto di consulenza (eventi significativi, qualità della sua realizzazione, congruennza con gli obiettivi, eventuali difformità e variazioni, incidenti e modifiche) 16. Monitoraggio dellavanzamento del progetto di consulenza (eventi significativi, qualità della sua realizzazione, congruennza con gli obiettivi, eventuali difformità e variazioni, incidenti e modifiche)

12 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 6. Progettare e valutare lazione di counselling 17. Valutazione con il committente dei cambiamenti aggiuntivi e delle modifiche ipotizzate e trasferimento effettivo degli stessi nel piano di progetto 18. Monitoraggio degli impatti e delle conseguenze delle azioni correttive intraprese 19. Rilevazione accurata dei risultati effettivamente ottenuti a fronte di quelli attesi (fattori positivi, elementi di successo, eventuali errori commessi, analisi delle cause ) 20. Stesura di un rapporto conclusivo e valutazione finale con il committente

13 Master in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso Docenti Progettare e valutare la consulenza al ruolo 6. Progettare e valutare lazione di couselling La valutazione del processo di couselling rende possibili aggiustamenti in itinere, fornisce informazioni utili per un eventuale miglioramento o riprogettazione dellintervento nel caso lo scarto fra il piano di counselling e la realizzazione sia consistente o, comunque, se emergono elementi tali da renderla opportuna


Scaricare ppt "Progettare e valutare la consulenza al ruolo Master triennale in Counseling e Sviluppo Organizzativo III^ anno di corso 2010/2011 Docente Silvana Tacchio."

Presentazioni simili


Annunci Google