La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di BariAldo Moro Interfacoltà Medicina e Economia Master Sociologia della salute e del management socio sanitario Direttore : Ch.mo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di BariAldo Moro Interfacoltà Medicina e Economia Master Sociologia della salute e del management socio sanitario Direttore : Ch.mo."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di BariAldo Moro Interfacoltà Medicina e Economia Master Sociologia della salute e del management socio sanitario Direttore : Ch.mo Prof. Carmine CLEMENTE Il Management nelle Rssa e le Dinamiche Relazionali Relatore : Perruggini Antonio direttore Rssa Cavallino Hotel Bari, 10 maggio 2012

2 MANAGEMENT Insieme delle attività di direzione/gestione di una azienda finalizzate al perseguimento dellobiettivo di impresa. Amministrativa Risorse umane Acquisti/Economato Marketing Sviluppo Contenzioso Pubbliche Relazioni Controllo di Gestione

3 DINAMICHE RELAZIONALI Fattori che interagiscono tra di loro in base allo svolgimento dei ruoli in un gruppo con finalità comuni.

4 FATTORI Clima aziendale/Affiatamento Empatia Aspetti organizzativi Aspetti emotivi Prospettive di crescita/Condivisione Obiettivi Meritocrazia Rapporto con lutenza e con i portatori di interesse Capacità professionali

5 DINAMICHE RELAZIONALI INFLUENZANO IN MANIERA DETERMINANTE LORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ Attuazione protocolli indicati dal management Risposta alle esigenze dellutenza/portatori di interesse

6 RAPPORTO CON LOSPITE Aspetti complessi da affrontare in base alla patologia, alla storia e alla personalità di ogni ospite.

7 OBIETTIVO: MANTENIMENTO CAPACITÀ RESIDUE LOspite e la FAMIGLIA devono percepire lattività personalizzata svolta dal caregiver/animatore/educatore. Operatore protagonista di questa attività attraverso il loro COINVOLGIMENTO ATTIVO e lo stimolo degli INTERESSI che riguardano la storia dellOspite.

8 SUCCESSO Il successo consiste nel riuscire a: Far riconoscere il ruolo di chi si occupa del bisogno dellOspite e della sua famiglia Il valore percepito dellazione che compie chi dona assistenza nei vari ruoli (Care Giver) Le sue potenzialità utili a rafforzare il contrasto verso il processo degenerativo Laboratori occupazionali, rot, attività teatrali, letterarie ludico sportive, gite sociali, pet therapy, musicoterapia, etc…

9 RISORSE UMANE E UTENZA ARMONIA TRA MANAGEMENT E DINAMICHE RELAZIONALI IN FAVORE DI RISORSE UMANE E UTENZA SUCCESSO DIMPRESA

10 RSSA Residenza sociosanitaria assistita Art.66 regolamento regionale 4/2007 e S.M.I. UTENTE RSSA Presa in carico e Gestione: aspetti sanitari, psicologici, familiari, economici.

11 TRAGUARDO Servizio alla persona inteso come esaltazione della sua CENTRALITÀ attraverso il PROTAGONISMO DI ESSO allinterno della nostra Mission.

12 SERVIZIO ALLA PERSONA Il servizio alla persona non deve essere inteso SOLO come un semplice compito previsto dalle normative Servizi sanitari, terapie, alimentazione, animazione, igiene, sicurezza, standard organizzativi, del personale, etc…

13 SERVIZIO ALLA PERSONA Eseguire lanalisi che riguarda lottimizzazione di ogni servizio che offre la RSSA con la cura minuziosa di quegli aspetti di UMANIZZAZIONE che, in armonia tra loro, consentono lassociazione di una RSSA con un luogo di cura e assistenza sicuro, professionale e appropriato.

14 CENTRALITÀ DELLA PERSONA FAMIGLIA OSPITE

15 SERVIZIO ALLA PERSONA Partecipazione attiva delle famiglie Controllo costante attività della Rssa Presa di coscienza delle criticità Orientamento adeguato e coerente con la patologia dellospite Soluzioni condivise Presa in carico APPROPRIATA

16 RUOLO RISORSE UMANE MOTIVAZIONE DETERMINAZIONE FORMAZIONE CULTURA DIMPRESA CONDIVISA, AL PASSO CON I PROCESSI DI CAMBIAMENTO SOCIALE EUROPEO

17 IMPRESA DEL CAPITALE (Consiglio di Amm.) DEL LAVORO (Risorse Umane) Adeguata al cambiamento Quanto ci chiedono le famiglie e operatori Capacità di anticipare le esigenze della popolazione Capacità di lettura del disagio e degli aspetti socio-economici del territorio Prospettive di mercato/proiezione

18 IL MANAGER Un manager è diligente e si differenzia dalla media se: Sa programmare le attività di impresa quando tutto va bene È pronto ad affrontare agevolmente cambiamenti e difficoltà È aggiornato sullevoluzione normativa

19 METODO LAVORARE SENZA GUARDARE AL FUTURO, IN EMERGENZA O IN AFFANNO PORTA INEVITABILMENTE ALLINSUCCESSO Ci fa viaggiare a testa bassa e non ci fa vedere dove andiamo IL RISULTATO SARÀ DELUDENTE

20 TEMPESTIVITÀ DI AZIONE RISOLVERE UN PROBLEMA HA UN COSTO NON RISOLVERLO COSTA MOLTO DI PIÙ SAPERSI DISTINGUERE

21 RAPPORTI RAPPORTO RSSA - ENTE PUBBLICO - FAMIGLIA

22 BAD HISTORY GESTIONE ACCORDI CONTRATTUALI TRA ASL E SERVIZI RESIDENZIALI GESTIONE SPESA PROTESICA E FARMACEUTICA ALMENO INADEGUATA LETTURA INEFFICACE DEL BISOGNO INCAPACITÀ DI SPERIMENTARE NUOVI PERCORSI NORMATIVI E ORGANIZZATIVI

23 ATTUALE NORMATIVA (persona riconosciuta non autosufficiente) Integrazione retta 50% a carico ente pubblico (quota sanitaria) Totale spesa protesica e farmaceutica a carico ente pubblico Verso qualsiasi persona in condizione di non autosufficienza accertata con qualsiasi reddito dichiarato

24 EVIDENTE CRITICITÀ OTTIMIZZARE METODO DI VALUTAZIONE DEL BISOGNO SOCIO SANITARIO E ECONOMICO NUOVA ISEE (Decreto Salva Italia art. 5) CRITICITÀ DEL SISTEMA ORGANIZZATIVO DI ASSISTENZA (assenza di coordinamento e comunicazione – Fabbisogno posti letto non omogeneo e insufficiente. Criteri ragioneristici lontani dallaCentralità della Persona e dal contrasto efficace del disagio) NECESSITÀ DI SCELTE POLITICHE IMPOPOLARI

25 GOOD CASE HISTORY LE OLIMPIADI DEL NONNO

26 PROPOSITIVITÀ Spesso, i reali problemi legati alla crisi economica, alla disoccupazione, sono un comodo alibi per non dimostrarsi incapaci di proporre nuove idee, nuovi progetti.

27 SAPER VEDERE OLTRE Lo sviluppo dipende fondamentalmente dalle persone che sanno vedere oltre e che non temono il cambiamento riuscendo a farsi trovare pronte. Quelle persone potete essere voi con la vostra professione e la vostra passione nel perseguire lobiettivo in cui credete.

28 Ringrazio tutti per lattenzione e in particolare il prof. Carmine Clemente per la fiducia e lonore accordatomi.


Scaricare ppt "Università degli Studi di BariAldo Moro Interfacoltà Medicina e Economia Master Sociologia della salute e del management socio sanitario Direttore : Ch.mo."

Presentazioni simili


Annunci Google