La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE DIREZIONE GENERALE AFFARI INTERNAZIONALI UFFICIO IV PIANO UNITARIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE DIREZIONE GENERALE AFFARI INTERNAZIONALI UFFICIO IV PIANO UNITARIO."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE DIREZIONE GENERALE AFFARI INTERNAZIONALI UFFICIO IV PIANO UNITARIO DI VALUTAZIONE PON istruzione FSE - FESR 2007/2013 __________________ Stato di avanzamento e prospettive di intervento

2 Valutazione di sistema delle scuole raccordata con quella del Servizio Nazionale Avvio dellautovalutazione e potenziamento capacità diagnostica Valutazione competenze chiave raccordata con quella nazionale ed internazionale Questionario Nazionale di Sistema INVALSI Scheda di Autodiagnosi e Referente valutazione Prove INVALSI Prove OCSE-PISA Valutazione strategica ed operativa degli interventi Processo di Valutazione Indipendente AZIONI VALUTATIVE AVVIATE A DIVERSI LIVELLI

3 I processi di VALUTAZIONE INTERNA Elaborazione dei Questionari di Sistema e costruzione di un quadro delle condizioni di partenza delle scuole Rilevazione delle competenze degli studenti prioritariamente nelle seguenti aree: italiano, lingua straniera, matematica, scienze, competenze digitali Valutazione dellefficacia dei Piani Nazionali Poseidon, Matabel, Fortic, per la formazione dei docenti in ordine alle ricadute sia sullapprendimento degli studenti, sia sulla didattica Prosecuzione e perfezionamento delle attività di valutazione partecipativa (Auditing) già realizzate nella precedente programmazione Piano di formazione per i Referenti della Valutazione delle scuole PON, per lacquisizione di competenze valutative volte a garantire una corretta misurazione dei risultati Individuazione delle buone prassi per assicurare la conoscenza, la disseminazione e lapplicazione in altri contesti scolastici degli elementi significativi trasferibili

4 I processi di VALUTAZIONE ESTERNA Valutazione dellattualità della diagnosi e della strategia ed esame della collocazione dei Programmi Operativi nel contesto degli altri interventi Valutazione di coerenza e pertinenza dellintervento effettivamente avviato e dei criteri di selezione applicati Valutazione di efficacia e di efficienza e individuazione dei primi impatti Valutazione della funzionalità ed adeguatezza del sistema di gestione, del partenariato e dellavanzamento istituzionale complessivo Valutazione della qualità e del funzionamento del sistema di monitoraggio

5 2. Valutazione dimpatto delle azioni avviate a livello centrale (MACRO) I LIVELLI OPERATIVI DELLA VALUTAZIONE Iniziative centralizzate promosse dallAdG Iniziative delle singole istituzioni scolastiche Entrambi i livelli di azioni concorrono a determinare limpatto globale dei PON rispetto agli obiettivi di servizio (contrasto dispersione e livelli apprendimenti) 1. Valutazione dimpatto delle azioni avviate a livello locale (MICRO)

6 Impatto dei Piani Nazionali di formazione dei docenti Poseidon (italiano) (matematica) Fortic (tecnologie) rispetto a 2 aspetti: La valutazione delle azioni avviate a livello centrale (MACRO) 1) ricaduta sui livelli di innalzamento delle competenze degli allievi delle classi i cui docenti hanno partecipato ai Piani Nazionali 2) modificazioni introdotte nella pratica didattica dagli insegnanti partecipanti ai Piani di formazione Le azioni centralizzate per potenziare la formazione dei docenti come uno dei presupposti per il superamento delle criticità relative alle competenze degli studenti

7 Disegno sperimentale di valutazione La valutazione del progetto nazionale volto ad incrementare i materiali didattici innovativi per linsegnamento della GLI OBIETTIVI DELLAZIONE VALUTATIVA 1.Comprendere gli effetti del progetto sui livelli di apprendimento della matematica degli studenti esposti a questa metodologia innovativa 2.Conoscere le caratteristiche degli studenti e dei docenti che fruiscono di questo approccio innovativo per capire perché si manifestano certi effetti 3.Indagare aspetti legati allimplementazione del progetto per individuare i fattori che facilitano e quelli che ostacolano la corretta attuazione dellintervento? per stimarne gli effetti sullapprendimento degli studenti e in particolare sulla capacità di applicare la matematica a problemi reali

8 LE FINALITA Portare innovazione nelle aree della Convergenza per migliorare gli apprendimenti degli studenti e contrastare la dispersione Migliorare la gestione pedagogico-manageriale di ciascuna istituzione scolastica Promuovere una leadership efficace e la motivazione ad apprendere di tutta lorganizzazione scolastica: studenti, docenti, direzione Ragionare in prospettiva sistemica della singola istituzione scolastica LA VALUTAZIONE A LIVELLO LOCALE (MICRO) Lazione di AUDIT 2007/2013

9 Analisi dei livelli di partenza delle scuole Misurazione del trend degli apprendimenti nel corso di attuazione dei PON Lapproccio metodologico dellAUDIT 1. Per valutare limpatto sulle competenze degli studenti delle singole scuole Livelli di innalzamento delle competenze di base: italiano, matematica e scienze competenze chiave: lingua straniera, competenza digitale, imparare ad apprendere Creazione di un data-base integrato come risorsa cruciale per rilevare il valore aggiunto

10 Sviluppare la capacità delle scuole di migliorare gli apprendimenti degli studenti e la qualità del servizio 2. Per valutare limpatto sulla qualità complessiva del servizio erogato dalle singole scuole Individuare le criticità progettuali, organizzative e gestionali sostenendo le scuole nellautodiagnosi e nella riprogettazione Rilevazione delle modalità di pianificazione e di attuazione dei singoli progetti Focalizzare lattenzione non solo sui prodotti finali ma anche sui processi


Scaricare ppt "Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE DIREZIONE GENERALE AFFARI INTERNAZIONALI UFFICIO IV PIANO UNITARIO."

Presentazioni simili


Annunci Google