La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Programma di Integrazione Sociale e Scolastica della Conferenze dei Sindaci dellA.ULSS n.15 Alta Padovana le strategie, le variabili, le risorse (prove.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Programma di Integrazione Sociale e Scolastica della Conferenze dei Sindaci dellA.ULSS n.15 Alta Padovana le strategie, le variabili, le risorse (prove."— Transcript della presentazione:

1 Il Programma di Integrazione Sociale e Scolastica della Conferenze dei Sindaci dellA.ULSS n.15 Alta Padovana le strategie, le variabili, le risorse (prove di co-costruzione di un sistema dal basso) le mini-equipe (prove per imparare a essere attenti senza essere invasivi) PROGRAMMI DI INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA 2008 (a. scol. 2009/2010) Mestre 25 maggio 2010

2 I soggetti coinvolti Mestre 25 maggio 2010 Conferenza dei Sindaci (28 Comuni)

3 Mestre 25 maggio 2010 FASCE DI ETA' N° POPOLAZIONE RESIDENTE % su tot ,46 % ,00 % ,36 % ,25% ,65 % >7547 0,28 % TOTALE ,00 %

4 IL CONTESTO DISTRETTOPOP. NE RESIDENTE POP. NE STRANIERA RESIDENTE % POP. NE STRANIERA SU POP. RESIDENTE NEL COMUNE 1 CAMPOSAMPIERESE ,20% 2 CITTADELLESE ,80% ALTA PADOVANA ,00% Mestre 25 maggio 2010

5 INCIDENZA ALUNNI STRANIERI SU TOTALE ALUNNI PROVINCIA DI PADOVA A.S. 2006/07 Alunni stranieri 8% Totale alunni 92%

6 Quando letimologia provoca… Integrare Rendere integro o intero Rendere completo e conforme a giustizia Integro Ciò cui nulla è stato tolto Ciò cui nulla manca Mestre 25 maggio 2010

7 INTEGRÀRE: completare aggiungendo ciò che manca INTEGRARSI : completarsi aggiungendo ciò di cui manchiamo Mestre 25 maggio 2010 INTEGRÀZIONE: atto, effetto dell'integrare o dell'integrarsi; ciò che integra

8 Lintegrazione nella scuola: … il processo che mira a rendere completo e conforme a giustizia il contesto scolastico italiano, caratterizzato dalla compresenza di persone provenienti da culture differenti e con una diversa padronanza della lingua italiana. E un processo che riguarda i diritti di differenti soggetti: gli insegnanti, gli studenti e le loro famiglie. Mestre 25 maggio 2010

9 Quindi adattando unaffermazione del prof. Milan sullintercultura lINTEGRAZIONE come modo di essere delleducazione come sfida antropologica: riguarda ciascuno e tutti …e la presenza dei minori stranieri funziona in realtà da evidenziatore di sfide che comunque la scuola italiana dovrebbe affrontare anche in assenza di stranieri

10 Unità nella diversità Lumanità contemporanea parla con molte voci e (…) continuerà a farlo per un tempo lunghissimo. La questione centrale della nostra epoca è come trasformare questa polifonia in armonia…; ma sappiamo anche che essa è edificata esclusivamente con la calce e i mattoni degli affetti umani e dellimpegno Allora il suo compito precipuo è quello di trovare l unità nella diversità. Z. Bauman

11 Filosofia dellospitalità Lomicidio dellaltro uomo è limpossibilità per lui di dire sono, laddove quel sono è un eccomi. LAltro ha il diritto di dire sono io. Emmanuel Levinas

12 Quali strumenti per lintegrazione? Art. 9 del CCNL Comparto Scuola – Misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l'emarginazione scolastica. L.R. 9/90 Contributi del Comune Progetti specifici Questi strumenti garantiscono i diritti? Mestre 25 maggio 2010

13 Alcune domande In che lingua deve poter dire sono io ? In che lingua lo devo saper ascoltare? Esiste un diritto dovere allapprendimento dellitaliano come L2 per i migranti? In cosa si traduce? I migranti hanno bisogno di mediatori per difendere i propri diritti? Perché? Per quanto tempo? Quale ruolo per la mediazione? Supplenza temporanea o presenza strutturale? Mestre 25 maggio 2010

14 La domanda La scuola sta facendo tutto quello che è possibile fare per garantire una comunicazione vera con tutti gli studenti e le loro famiglie? Se i costi per una comunicazione vera non sono coperti, o non sono sostenibili, cosa si può fare?

15 Lintegrazione ….. Dal punto di vista dei diritti : Degli studenti italiani Degli studenti non italiani Degli insegnanti Delle famiglie Dal punto di vista delle risorse: Cosa posso fare con quello che mi danno? Cosa posso fare con gli strumenti a disposi- zione? Mestre 25 maggio 2010

16 Alcune conseguenze Quanto serve e cosa serve per garantire i diritti compressi? Verso un protocollo minimo di accoglienza (quello che non si può non fare) Quali risorse posso mobilitare? Per un volontariato per lintegrazione nella scuola.. Come spendo al meglio quello che ho a disposizione? Mestre 25 maggio 2010

17 Fare sistema dal basso…… E necessario. E possibile? Come? – Condividere i materiali esistenti – Decidere cosa serve e le priorità – Dividersi i compiti su quello che resta da fare – Cercare finanziamenti per fare sistema. Mestre 25 maggio 2010


Scaricare ppt "Il Programma di Integrazione Sociale e Scolastica della Conferenze dei Sindaci dellA.ULSS n.15 Alta Padovana le strategie, le variabili, le risorse (prove."

Presentazioni simili


Annunci Google