La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ADVISOR MASTER ADVISOR MASTER – Via Radio Relatore : Ing. Generoso Trisciuzzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ADVISOR MASTER ADVISOR MASTER – Via Radio Relatore : Ing. Generoso Trisciuzzi."— Transcript della presentazione:

1 ADVISOR MASTER ADVISOR MASTER – Via Radio Relatore : Ing. Generoso Trisciuzzi

2 ATS1230 DGP LATS1230 è linterfaccia tra la centrale e i vari componenti Via Radio; il DGP è considerato come uno dei 15 DGP disponibili per centrale Ogni centrale Advisor Master può gestire fino a 15 DGP ATS1230 per ingressi Via Radio n.15 DGPn.7 DGP 16 max. Set 16 Set max.

3 ATS1230 DGP Impostazione degli ingressi gestibili da ogni DGP ( 16 / 32 ) selezionabile per DGP 2115 max. 16max. 32 Set 16 Set 32 Fino a 240 ingressi utilizzando lATS4000

4 – Sono gestibili fino a 240 ingressi Via Radio in funzione della centrale utilizzata (ATS2010=32, ATS3010=64, ATS4010=240) – Nel sistema ATS possono essere utilizzati contemporaneamente ingressi cablati e ingressi Via Radio. – Supporto completo di sensori e radiocomandi – Possibilità di attivare uscite tramite i radiocomandi – Connessione tramite il bus Standard ATS – Indirizzo Standard ATS DGP – Nessuna terminazione del bus richiesta – Nessun led Rx/Tx sul DGP – Configurabile tramite tastiera o Titan – Versione minima software per la gestione del DGP Altre informazioni

5 Lunghezza del bus ATS 218 Lunghezza massima del Bus 335 mt

6 Estensione del bus ATS ATS mt 1,5 Km ATS1740

7 Componenti Via Radio disponibili – RF320i4 Sensore porta/finestra – RF425i4 Sensore IR EV425 – RF572Si4 Rivelatore di fumo – RF360i4 Pulsante panico impermeabile – RF354i4 Radiocomando a 4 pulsanti – RF352i4 Radiocomando a 2 pulsanti – RF620i4 Sensore durto – RF903i4 Sensore rottura vetro audio – RF310i4Micro sensore a incasso per porte / finestre – RF356i4Micro pulsante panico

8 Prestazioni – 30 metri nominali – 150 metri in campo libero – I valori possono variare in funzione dellapplicazione e del dispositivo utilizzato

9 RF320I4 Sensore porta/finestra Via Radio Possibilità di gestire con lo stesso sensore n.2 ingressi separati In condizioni normali il sensore trasmette un segnale di apertura (ATTIVAZIONE) e di chiusura (RIPRISTINO) alla centrale. Il sensore invia anche un segnale di supervisione alla centrale ogni 64 minuti.

10 RF425I4 Sensore IR Via Radio EV425 Copertura volumentrico portata 16 m Copertura a lunga portata 1 tenda integrale 25 m x 5 m in altezza Circuito ASIC di nuova generazione con elaborazione «4D», che offre migliori capacità di rivelazione e una maggiore immunità dai falsi allarmi Elaborazione a doppia tenda per gli ambienti difficili (solo volumetrico) Specchio di precisione con tende a focale continua Effettivo controllo del campo (autofocus) per ottenere prestazioni costanti in ambienti di qualsiasi dimensione Funzione di attivazione/disattivazione a distanza del LED del test di movimento

11 RF572SI4 Rivelatore di fumo Via Radio (no EN54) Per migliorare le prestazioni del rilevatore e ridurre il numero di falsi allarmi, attenersi alle seguenti istruzioni di posizionamento oltre che alle norme anti incendio in vigore: Posizionare i rilevatori di fumo da soffitto al centro della stanza o dellingresso, ad almeno 10 cm da muri o pareti. Posizionare i rilevatori di fumo da parete in modo che la parte superiore del rilevatore si trovi a 10 –30 cm dal soffitto. Posizionare i rilevatori lontano da condizionatori daria, termosifoni e altre fonti di ventilazione che potrebbero impedire lingresso del fumo nel rilevatore. NON installare il rilevatore su pannelli da soffitto rimovibili in quanto la rimozione di tali pannelli renderebbe inutilizzabile il rilevatore

12 RF572SI4 Rivelatore di fumo Via Radio Il rilevatore di fumo prevede una modalità di verifica del livello di sensibilità che consente di valutare la sua sensibilità tramite il pulsante Test e lindicatore LED del rilevatore come indicato di seguito: 1. Premere il pulsante Test del rilevatore di fumo per 2 secondi. Allinizio della verifica, il LED dellallarme lampeggia da una a nove volte. 2. Contare il numero di lampeggiamenti del LED e utilizzare la seguente tabella per determinare la sensibilità del rilevatore e le eventuali operazioni da eseguire.

13 Pulsante antipanico impermeabile RF360I4 Pulsante di allarme utilizzabile da qualsiasi punto dell'area di installazione per attivare un allarme di polizia, medico o ausiliario. Premendo il pulsante, il trasmettitore incorporato invia un segnale alla centrale. 1. Impostare il ricevitore in modalità di programmazione 2. Azionare il sensore premendo il pulsante di allarme. Il ricevitore risponderà con un segnale acustico o un LED lampeggiante (controllare le istruzioni di installazione del ricevitore o della centrale in uso per individuare la risposta del ricevitore). Ripetere il passaggio per programmare più pulsanti di allarme. 3. Uscire dalla modalità di programmazione. Programmazione:

14 RF354I4 Radiocomando a 4 pulsanti Configurabile come: n.2 Utenti / Gruppi allarme oppure n.1 Utente + Attivazione uscita oppure Attivazione di n.2 uscite

15 RF352I4 Radiocomando a 2 pulsanti Configurabile come: n.1 Utente oppure Attivazione di n.1 uscita

16 RF35xI4 – E possibile configurare fino a 16 radiocomandi (utenti/uscite)che saranno riconosciuti da ogni DGP (dopo aver eseguito lacquisizione su ogni DGP) 2115 max. 16

17 – E possibile configurare fino a 16 radiocomandi (utenti/uscite)che saranno riconosciuti solo dal DGP su cui sono stati acquisiti. – Il numero massimo di radiocomandi sarà 240 (16x15 DGP) 2 1 max RF35xI4

18 RF620i4 Sensore durto Il sensore ha tre funzioni principali: Rivelare le vibrazioni prodotte dal tentativo di un intruso di rompere una porta o una finestra. Rivelare l'apertura di una porta o di una finestra. Rivelare situazioni di manomissione. L'unità dispone di due modalità di rilevazione: Urti violenti (Gross Attack): rileva un colpo di durata sufficiente ad attivare il sensore. Conteggio impulsi (Pulse Count): rileva un numero sufficiente di colpi meno violenti (come un picchiettio) attivazione conta impulsi.

19 RF903i4 Sensore rottura vetro audio 360° gradi. Può essere montato a soffitto o sulle pareti opposte o adiacenti alla finestra da proteggere. Ha un campo di copertura sino a 6 metri per vetrate di dimensioni pari ad almeno 0,3 x 0,6 metri. Il campo di copertura massimo è di 6 metri per per pannelli di vetro, vetro temperato, laminato o armato.

20 RF310i4 Micro sensore a incasso per porte / finestre Tenere ciascun sensore a meno di 100 m dalla centrale o dal ripetitore. Non esporre all'umidità. Non montare il sensore in zone in cui la temperatura sia superiore ai 49°C. Non montare il sensore in zone in cui la temperatura sia inferiore ai -10°C. LINEE GUIDA PER L'INSTALLAZIONE Non montare il sensore in zone in cui potrebbe essere esposto a vibrazioni eccessive, che riducono la durata della batteria.

21 RF356i4 Micro pulsante panico

22 Posizionamento del DGP – Lasciare almeno 16 cm di spazio sopra il contenitore per lalloggiamento dellantenna. – Evitare aree nelle quali potrebbe essere esposto allumidità – Evitare luoghi ove vi sia unelevata concentrazione di cavi metallici o elettrici,come locali caldaie o di servizio – Qualora il DGP debba essere montato vicino a oggetti metallici,lasciare più ampio spazio possibili vicino allantenna

23 Collegamento e impostazione del DGP – Collegare il DGP al bus della centrale – Programmare lindirizzo del DGP tramite il dipswitch – Alimentare il sistema – Programmare il DGP Via Radio nella centrale Installatore-menu 19 esteso- menu 4: Interroga DGP Immettere lindirizzo del DGP Enter Selezionare il Tipo di concentratore : 3 DGP Sensori Radio

24 Configurare il DGP tramite tastiera – Entrare in programmazione come Tecnico – Entrare nel menu 28 e selezionare 1-DGP – Immettere il numero del DGP – Il display della tastiera mostra il DGP Via Radio e la sua versione. Configurare il DGP tramite TITAN – Selezionare: Advisor Master/ Ai dispositivi remoti/DGP Via Radio

25 Programmare i dispositivi Via Radio – Selezionare il numero degli ingressi gestiti dal DGP(opzione 6) 16 o 32 ingressi (impostazione di fabbrica =16) – Programmare zone (opzione 1) Il display mostra le zone disponibili Posizionarsi sulla prima zona libera digitando il relativo numero (con il tasto * si scorrono le zone per verificare lo stato di programmazione) – Esempio per DGP1 Program (17-32 ): 17 **** Operare sul tamper del dispositivo (fare riferimento al manuale del dispositivo) 2 beeps zona/dispositivo programmato correttamente (7 beeps dispositivo già presente nel database) Definire la zona nel database zone della centrale

26 Programmare i dispositivi Via Radio Programmare dispositivi per la gestione di più zone (DWS) Utilizzando il dispositivo Sensore porta/finestra (Door Windows Sensor) è possibile gestire due zone con lo stesso sensore Posizionarsi sulla prima zona libera digitando il relativo numero (con il tasto * si scorrono le zone per verificare lo stato di programmazione) – Esempio per DGP1 Program (17-32 ): 17 **** Premere Enter Digitare 2 e premere due volte Enter Operare sul tamper del dispositivo 2 beeps zona/dispositivo programmato correttamente (7 beeps dispositivo già presente nel database) Definire le zone nel database zone della centrale

27 Visualizzazione dello stato del dispositivo – Stato zona (option 3) – Immettere numero ingresso – Il display mostrerà lo stato dellingresso Normale Allarme Tamper Supervisione Batteria bassa warning Sporco (sensore di fumo)

28 Programmare i dispositivi Via Radio tramite TITAN I dispositivi possono essere configurati oltre che da tastiera, anche tramite il Software TITAN. Ogni dispositivo è provvisto di unetichetta dove sono riportati dei codici identificativi che dovranno essere inseriti nella maschera appropriata.

29 Da questo menù potrà essere configurato il DPG, i sensori e i radiocomandi. Il Modo DGP dovrà sempre essere impostato su Espanso, 16 o 32 ingressi Dopo aver definito il DPG nel database DGP,è possibile accedere al menù DGP Via Radio.

30 In funzione dellindirizzo dato Al DGP, verranno visualizzate tutte le zone che fanno riferimento allindirizzo dato e alla modalità impostata (16/32) nel DGP stesso. Selezionando la zona da configurare e cliccando su tasto nuovo verrà visualizzata la finestra per linserimento dei dati sensore.

31 Nel campo Etichetta sensore dovrà essere digitato il codice (es.:*0A02A1F) che si trova sulletichetta presente sul sensore, impostare il numero di zone gestite dal sensore e confermare con il tasto OK Il database verrà aggiornato con tutti i riferimenti del sensore. Le zone configurate verranno evidenziate in neretto. Il sistema crea 2 zone e il sensore è stato impostato per questo funzionamento

32 ATTENZIONE !! Questa procedura non crea le zone nel Database delle zone, le configura solamente nellATS1230 Le zone andranno create e configurate come qualsiasi zona cablata

33 Programmare Radiocomandi (Utenti/Uscite) Programmare radiocomandi (opzione 4) Fob N. (1-16) 0-Exit : 1 Selezionare il numero di radiocomando da assegnare e premere Enter Press Program Switch #-Exit Premere i tasti Lucchetto aperto/ Lucchetto chiuso contemporaneamente fino allaccensione del led sul radiocomando; 2 beeps dispositivo programmato correttamente 1: 1-User, 2-Relay Option: 1 Selezionare se assegnare un Utente o una uscita alla PRIMA coppia di tasti (cancelletto aperto/chiuso). 1= Utente 2= Uscita - Premere Enter per confermare Button Set 1 User N.: 12 Selezionare lUtente desiderato e confermare con Enter - Configurazione prima coppia di tasti (lucchetto aperto,lucchetto chiuso)

34 2: 1-User, 2-Relay Option: 2 Selezionare se assegnare un Utente o una uscita alla SECONDA coppia di tasti (lampada/asterisco). Premere Enter per confermare Se il radiocomando è provvisto di 4 tasti è possibile assegnare un Utente/Uscita alla seconda coppia di tasti. Se invece il radiocomando è provvisto solo di 2 tasti premere direttamente Enter - Configurazione seconda coppia di tasti (lampada/asterisco) Button Set 2 Relay N.: 3 Selezionare lUscita desiderata e confermare con Enter

35 Selezionando il menù Keyfob si accede alla programmazione dei radiocomandi. Selezionando il radiocomando da configurare e cliccando poi sullicona nuovo, verrà visualizzata la schermata per linserimento dei dati del radiocomando.

36 Nel campo Etichetta sensore dovrà essere digitato il codice (es.:*0FB9FED) che si trova sulletichetta presente sulla confezione del radiocomando. Impostare le funzioni associate ai tasti (Utente e/o Uscita) e confermare con il tasto OK Il database verrà aggiornato con tutti i riferimenti del radiocomando. I radiocomandi configurati verranno evidenziati in neretto.

37 ATTENZIONE !! Questa procedura non crea Utenti e/o Uscite nei relativi Database. Utilizzare i relativi database per la gestione /creazione degli Utenti e/o Uscite.

38 Supervisione – Tempo di supervisione programmabile (opzione 7) Minimo : 2 ore Massimo: 32 ore Di fabbrica: 24 ore – Ogni 64 Minuti tutti I sensori invieranno un segnale di supervisione – La perdita di questa segnalazione causerà un guasto di supervisione – Supervisione Attiva/disattiva selezionabile per dispositivo (opzione 8)

39 Opzioni Tamper – Tamper coperchio – Tamper posteriore (può essere programmato attivo/disattivo; opzione 9) – Tamper antenna Tutti i tamper devono essere chiusi per resettare la segnalazione di Tamper DGP.

40 Controllo disturbo – Controllo del livello di disturbo RF (option 13) Il valore ottimale deve essere inferiore a 20 dB Esempio 1: anche in presenza di un livello di disturbo elevato, la vicinanza del sensore senza fili consente una potenza di segnale adeguata per un funzionamento affidabile. Esempio 2: anche in presenza di un livello di disturbo basso, si può avere un segnale debole se il sensore senza fili è distante.

41 Test della potenza del segnale radio – Potenza del segnale (option 10) Digitare il numero della zona da verificare e premere Enter Eseguire la tramissione Il valore visualizzato sul display non dobrebbe essere inferiore ai 15 dB

42 Nuovi eventi relativi al Via Radio trasmessi in formato digitale alla stazione di ricevimento – DGP Tamper, riavvio CPU, cambio commutatore DGP – Ingressi Stato sensore, sensore non programmato,tamper sensore, guasto di supervisione del sensore, batteria sensore bassa, sensore fumo sporco


Scaricare ppt "ADVISOR MASTER ADVISOR MASTER – Via Radio Relatore : Ing. Generoso Trisciuzzi."

Presentazioni simili


Annunci Google