La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, 28.02.2007 Precipitazioni osservate, SPI index, Po, previsioni a breve, medio e lungo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, 28.02.2007 Precipitazioni osservate, SPI index, Po, previsioni a breve, medio e lungo."— Transcript della presentazione:

1 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Precipitazioni osservate, SPI index, Po, previsioni a breve, medio e lungo termine e stagionali e progetto Pedro Aree Sala Operativa, Previsioni Stagionali, Agrometeo e Idrologia di Arpa-Sim

2 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Precipitazioni osservate

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Il Po

14

15 PO a PIACENZA

16 PO a CREMONA

17 PO a BORETTO

18 PO a BORGOFORTE

19 PO a PONTELAGOSCURO

20 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Previsioni a breve, medio e lungo termine

21 Precipitazione totale prevista dal 28/03 al 01/04 Sulla base della corsa ECMWF del UTC

22 Campiture colorate: 5, 10, 20, 50, 100, 200, 300, 500 mm 28/3-1/4 Precipitazioni previste

23 Le anomalie corrispondenti alle precipitazionin previste

24 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Previsioni stagionali: modello dettagliato dellECMWF

25

26

27

28

29

30 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Previsioni stagionali: previsioni dinamico-statistiche multimodello (ECMWF, UKMO) Arpa-Sim (quelle per il DPC Nazionale)

31 Previsioni stagionali operative ad alta risoluzione per il Nord Italia Tipo di schema di regionalizzazione: Multi Linear Regression applicato alle previsioni operative stagionali di ensemble di tipo multi-model prodotte presso ECMWF (ECMWF operat. + UKMO operat. Utilizzando per i 2 modelli lo stesso numero di membri di ensemble) Due versioni: MOS and Perfect Prog (PP)

32 MAM 1° Dic Lag 2 1° Gen Lag 1 1° Feb Lag 0 Previsione per la primavera 2007 (Marzo-Aprile-Maggio) Confronto MOS-PP eseguito con diverse simulazioni, emesse con anticipo temporale diverso:

33 + -

34 Temperature massime

35 Precipitazione

36 Lag 0 Lag 1 Lag 2 mos pp PREC - MAM

37 SPI - MAM mos pp Lag 0 Lag 1 Lag 2

38 Sintesi delle previsioni Primavera 2007 (da Marzo a Maggio): –Temperature massime attorno alla media climatica –Probabilmente delle TMIN di qualche grado al di sopra della norma (notti più calde) –Precipitazioni prossime alla media, probabilmente non sufficienti a colmare i deficit idrici osservati (vedasi monitoraggio siccità)

39 Giu-Lug-Ago 1° Mar Lag 2 1° Apr Lag 1 1° Mag Lag 0 Previsione per lestate 2007 (Giugno-Luglio-Agosto) Regionalizzazione con metodi MOS e PP eseguita con diverse simulazioni, emesse con anticipo temporale diverso:

40 Temperature massime MOS T max Durata Onde Cal TM90

41 Precipitazione MOS Prec SPI

42 Sintesi delle previsioni Estate 2007 (da Giugno ad Agosto): temperature massime al di sopra della media anche non poco) e precipitazioni al di sotto della media (ma in estate sono basse in ogni caso…)

43 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Possibili scenari di siccità?

44 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, LSPI a oggi in E-R

45

46

47

48

49 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, LSPI a 3 mesi per uno scenario ottimista

50

51 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, LSPI a 3 mesi per uno scenario medio

52

53 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, LSPI a 3 mesi per uno scenario pessimista

54

55 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, GRAZIE PER LATTENZIONE

56 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, IL PROGETTO PEDRO

57 Progetto PEDRO Gestione integrata delle risorse idriche Il progetto PEDRO prevede la realizzazione di un sistema integrato di gestione delle risorse idriche, utilizzabile anche in casi di analisi e monitoraggio di fenomeni di magra fluviale. La realizzazione del sistema è costituito da tre componenti principali: Ambiente di sistema di catene modellistiche per scenari di gestione della risorsa idrica; Sistema in tempo reale per lindividuazione di situazioni critiche in schemi di gestione della risorsa idrica; Schemi di bilancio e metodologia condivisa per la gestione della risorsa idrica.

58 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Realizzazione di PEDRO Gli input alla catena modellistica saranno le osservazioni idrologiche in tempo reale, le previsioni meteorologiche, gli scenari di cambiamento climatico e le osservazioni riguardanti periodi nel passato idrologicamente simili. Tutti i modelli stocastici e deterministici saranno integrati in un unico ambiente di sistema (FEWS).

59 Le informazioni necessarie per lapplicazione dei modelli di simulazione sono le seguenti: input idrologici al bacino; regime idrologico dei fiumi; dati relativi ai serbatoi e loro vincoli di gestione; dati relativi ai laghi; lista dei prelievi idrici domestici, per scopi irrigui o industriali; cambiamenti climatici. Per una programmazione a breve e a lungo termine dellallocazione della risorsa idrica saranno resi disponibili agli utenti strumenti software di supporto alle decisioni a scala di bacino, che permettano di valutare una varietà di azioni e di misure legate alle infrastrutture e alla gestione operativa della domanda, fornendo risultati in termini di quantità e qualità dacqua. Realizzazione di PEDRO

60 Il progetto PEDRO si propone di realizzare un ambiente di sistema, condiviso tra gli utenti, per la gestione sostenibile della risorsa idrica a scala di bacino con le seguenti caratteristiche: condivisione di osservazioni e previsioni di variabili idrologiche; automazione di strumenti numerici per le simulazioni di scenari; condivisione dei risultati della simulazione; rispetto dei vincoli normativi internazionali, nazionali e dei piani di tutela delle acque elaborati dalle singole Regioni. Quando la risorsa idrica diventa insufficiente a soddisfare i diversi utilizzatori, possono sorgere conflitti tra di essi; per risolvere questo viene introdotto il concetto di Priorità duso della risorsa, basato sul fatto che a differenti utilizzatori della stessa è assegnata una differente priorità duso, sulla base di scelte economiche, sociali e di sviluppo. Realizzazione di PEDRO

61

62

63

64

65 Precipitazioni, le previsioni per i prossimi mesi Federico Grazzini, Carlo Cacciamani, Valentina Pavan ARPA-SIM

66 Il ciclo stagionale delle precipitazioni settimanali in Romagna

67 Confronto con la pioggia caduta nel 2006 Tot annuo 2006: 713 mm (-30 %)

68 E nel 2007……….?!

69 La quantificazione del deficit di precipitazione L SPI (Standardized Precipitation Index) è un indice che serve a quantificare il deficit di precipitazione per diverse scale temporali. Viene calcolato considerando la deviazione della precipitazione rispetto al suo valore medio su un dato intervallo di tempo, divisa per la sua deviazione standard. Ognuna di queste scale riflette l'impatto della siccità sulla disponibilità di differenti risorse d'acqua. L'umidità del suolo risponde alle anomalie di precipitazione su scale temporali brevi, mentre l'acqua nel sottosuolo, fiumi e invasi tendono a rispondere su scale oggettivamente più lunghe.

70 Andamento del deficit/surplus di precipitazione annuale sullEmilia-Romagna

71 Situazione del deficit idrico allinizio di Marzo 2007 (acque superficiali)

72 La previsione per la settimana: precipitazioni previste dal al 25-03

73 La tendenza fino ad un mese, anomalie di prec e pressione al suolo

74 La tendenza fino ad un mese, anomalie in quota

75 mos pp Previsioni stagionali ad alta risoluzione per il Nord Italia operative ad ARPA-SIM Previsione di Febbraio 2007 Previsione di Gennaio 2007Previsione di Dicembre 2007 anomalie di precipitazione prevista per la primavera

76 La previsione stagionale ECMWF : l anomalia di precipitazione per la primavera

77 La previsione stagionale ECMWF : lanomalia di precipitazione per lestate

78 La previsione stagionale ECMWF : lanomalia di temperatura per la primavera

79 La previsione stagionale ECMWF : lanomalia di temperatura per lestate

80 Scenario dellSPI assumendo che le piogge di Marzo e Aprile siano nella norma

81 Fine Marzo 2007: –Temperature intorno alla media o lievemente inferiori –Precipitazioni prossime alla media o leggermente inferiori Primavera 2007: –Temperature sopra le media (in particolare in Aprile) –Precipitazioni lievemente inferiori alla media Estate 2007: –Temperature ancora sopra la media (in particolare giugno e agosto) –Precipitazioni prossime alla media. Sommario

82

83

84

85

86 Description of System 3 The resolution of the atmosphere model is increased from TL95L40 to TL159L62. The resolution of the ocean model is unchanged. The ensemble sizes are changed. The real-time forecasts will now have 41 members (previously 40). The re-forecasts will have 11 members uniformly for all start months (previously 5 members, with 40 members for May and November starts only). The dates of the re-forecasts have been extended, and will cover the period , ie a 25 year period. This is significantly longer than the year period of the previous system, and should allow better calibration of the forecasts and better assessment of their skill. The forecast length (for both forecasts and back integrations) is increased from 6 to 7 months. This gives a forecast range of 6.5 months from the release date of the forecasts. Four times a year, from the Feb, May, Aug and Nov starts, 11 members of the forecast ensemble will run to 13 months. This will allow an "ENSO outlook" to be given. The re-forecasts for these start months have 5 ensemble members that extend to 13 months. (The November starts are actually 14 months long in all cases, so they extend to the end of the following calendar year). Note that, at least initially, these extended runs will be classed as experimental rather than operational, and data from them will not be available via dissemination. Scientifically, there have been many enhancements to the ocean analysis system used to prepare ocean initial conditions. The atmosphere model has been upgraded to IFS cycle 31r1, which is the latest version for medium-range forecasting at ECMWF (introduced on 12 Sept 2006). There have also been significant revisions to the perturbation methods used to generate the forecast ensemble. Tests show that the prediction skill for Pacific equatorial SSTs (i.e. El Nino variability) is measurably improved in the new system. Changes in skill for atmospheric variables are less clear cut with the limited test sample presently available. Overall, improvements in predictive skill are expected to be more evident during the Northern Hemisphere summer season, and in tropical regions throughout the year. Full information on the forecast skill, including the WMO SVS scores, will be made available at a later date.

87 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Previsioni stagionali Risultati preliminari Primavera 2007 (MAM) Valentina Pavan, Stefano Marchesi Carlo Cacciamani, Federico Grazzini e Stefano Tibaldi ARPA-SIM

88 Il modello di downscaling statistico PP e/o MOS PREDITTANDI LOCALI PREVISIONE PREDITTORI DI LARGA SCALA PREVISIONE Y PREDITTANDI LOCALI ANALISI REGRESSIONE LINEARE MULTIPLA PREVISIONE DELLANOMALIA STAGIONALE X PREDITTORI DI LARGA SCALA Osservati (PP) o previsti (MOS)

89 Data-set utilizzati Larga-scala OSS: Ri-analisi ECMWF ERA-40 Previsioni larga-scala operative: Data-set Euro-Sip Analisi temperatura e precipitazione su grigliato: Data-set Ucea (MiPaf)

90 Grazie per lattenzione

91 Previsione Primavera 2007 Marzo 2007:Temperature sopra alla media mensile, precipitazioni scarse. Primavera 2007 (da Marzo a Maggio): Molto probabilmente la temperatura massima e la precipitazione stagionale sul Nord Italia non si scosteranno dalla media sugli ultimi 20 anni. Saranno possibili invece anomalie positive di temperatura minima (notti più calde) che potranno risultare in scostamenti medi stagionali anche di alcuni gradi rispetto alla media di lungo periodo

92 - +

93 Lag 0Lag 1Lag 2 mos T MAX - MAM pp

94 - +

95 Lag 0Lag 1Lag 2 mos pp T MIN - MAM

96 Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, Previsioni stagionali Risultati preliminari Estate 2007 (JJA) Valentina Pavan, Stefano Marchesi Carlo Cacciamani e Stefano Tibaldi ARPA-SIM

97 Temperature minime

98 + -

99 Numero di giorni senza pioggia MOS PP

100

101

102

103

104

105

106

107

108

109

110

111

112

113

114 Temperature minime MOS PP T min Tm10


Scaricare ppt "Tavolo Tecnico della Cabina di Regia Crisi Idriche Po, AdBPo, Parma, 28.02.2007 Precipitazioni osservate, SPI index, Po, previsioni a breve, medio e lungo."

Presentazioni simili


Annunci Google