La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 08/11/2013 Direzione Centrale Comunicazione Responsabile della Trasparenza dott. Pierpaolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 08/11/2013 Direzione Centrale Comunicazione Responsabile della Trasparenza dott. Pierpaolo."— Transcript della presentazione:

1 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/ /11/2013 Direzione Centrale Comunicazione Responsabile della Trasparenza dott. Pierpaolo Sarnari

2 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Indice 1. Introduzione: lInpdap confluisce nellInps 2. Il Programma triennale per la Trasparenza e lintegrità: oggetto e strumenti Selezione dei dati da pubblicare Descrizione delle iniziative Descrizione delle modalità di pubblicazione on line dei dati 3. Procedimento di elaborazione e adozione del programma: Obiettivi strategici desunti da atti di indirizzo Collegamenti con il piano della performance Modalità di coinvolgimento degli Stakeholder: il Nucleo di Rilevazione Termini e modalità di adozione del Programma 4. Iniziative per la trasparenza, la legalità e la promozione della cultura dellintegrità: Giornate della trasparenza Il ciclo integrato della trasparenza della Performance Attività di promozione e di diffusione dei contenuti del Programma e dei dati pubblicati 5. Monitoraggio interno sullattuazione del programma.

3 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Introduzione lInpdap confluisce nellInps La redazione del presente documento programmatico triennale coincide con una fase cruciale nella vita dellIstituto: dal 1 gennaio 2012 lInpdap è soppresso e le relative funzioni sono trasferite allInps. Poiché allatto dellemanazione del decreto di soppressione il Programma della Trasparenza era in fase di predisposizione, tenuto conto delle indicazioni scaturite nel corso della riunione del 10 u.s. si è proseguito nella redazione, rispettando gli impegni assunti con gli stakeholder nel documento programmatico In attesa che vengano emanati i decreti per il trasferimento allInps delle risorse umane, strumentali e finanziarie, viene emanato il programma Triennale per la Trasparenza e lIntegrità 2012/2014, nel rispetto dei contenuti delle delibere Civit n.105/2010 e n.2/2012, al fine di far conoscere ai portatori dinteresse come vengono tradotte in azioni concrete le loro istanze, ovvero in quale modo lIstituto persegue il pubblico interesse, rendendo possibile il controllo diffuso, in una posizione di reciproca responsabilità, di condivisione delle informazioni e di impegno continuo nella risoluzione dei problemi. Le azioni individuate nel Piano , saranno verosimilmente oggetto di modifiche nel corso dellanno, in funzione della omogeneizzazione con il Programma triennale redatto dallInps.

4 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: oggetto e strumenti lInpdap confluisce nellInps Il 2011 ha rappresentato per lIstituto un vero e proprio «laboratorio»: si è cercato di rispettare la ratio del D. Lgs. 150/09, realizzando un programma che rendicontasse in modo chiaro e comprensibile lazione amministrativa, lorganizzazione, i risultati e, quindi, lutilizzo delle risorse economiche che provengono dalla fiscalità generale e dalla contribuzione degli iscritti. LInpdap ha scelto di realizzare la Trasparenza coinvolgendo tutta la dirigenza e, successivamente, il personale nellindividuazione e realizzazione delle azioni. Il rapporto con i portatori di interesse è stato avviato ed è necessario che sia portato a compimento per sviluppare partecipazione e rifondare lalleanza tra PA e società civile, cittadini e organizzazioni sociali. In questa logica LINPS Gestione ex Inpdap predispone il Programma triennale per la trasparenza e lintegrità, in attuazione dellart.11, comma 2, del D.lgs.27/10/2009 n.150, per favorire il controllo diffuso dei cittadini sul proprio operato e verificarne la rispondenza alle finalità di pubblico interesse; garantisce ai cittadini-utenti laccessibilità totale delle informazioni concernenti ogni aspetto dellorganizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e allutilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dellattività di misurazione e valutazione (art. 11 c.1 D.lgs. n.150/2009).

5 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: oggetto e strumenti La trasparenza costituisce pertanto un livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche, a norma dellart.117, 2 comma, lettera m. della Costituzione (art 11, comma 1, d.lgs.150/2009) ed è pertanto la condizione essenziale per favorire il controllo dei cittadini-utenti sullazione amministrativa. Lattuazione del principio di trasparenza è funzionale a tre scopi: 1.sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento; 2.assicurare la conoscenza da parte dei cittadini dei servizi resi dallIstituto, delle loro caratteristiche quantitative e qualitative nonché delle modalità di erogazione; 3.Prevenire fenomeni corruttivi e promuovere lintegrità.

6 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: selezione dei dati da pubblicare I dati da pubblicare Dal 2011 è pubblicato, con cadenza annuale, il Piano della Performance e i relativi target, con dati disaggregati per aree Organizzative Omogenee. Il monitoraggio del Piano della performance, rispetto agli obiettivi, avverrà con cadenza trimestrale. Dal 2012 sarà disponibile la Relazione della Performance, che conterrà lanalisi sui servizi erogati e gli scostamenti rispetto ai target del Piano di Performance. I dati pubblicati renderanno possibile esplicitare le responsabilità dei diversi attori in merito alla definizione degli obiettivi di performance, al relativo conseguimento e allassolvimento degli obblighi di trasparenza relativamente alla performance attesa e realizzata, assicurandone una facile comprensione per gli stakeholder.

7 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Iniziative previste per garantire un adeguato livello di trasparenza, la legalità e lo sviluppo della cultura dellIntegrità Carta dei valori Carta dei servizi Partecipazione ai procedimenti amministrativi Piano per lindividuazione dei settori a rischio Sito istituzionale Sezione Trasparenza, Valutazione e Merito Diritto di accesso Pubblicità dei costi relativi ai servizi e al personale Posta elettronica certificata Accertamento istanze stakeholder territoriali Stakeholder engagement/ giornate della trasparenza Pubblicità nei contratti pubblici Bilancio trasparente e comprensibile La trasparenza interna

8 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Carta dei valori Rappresenta linsieme dei valori condivisi che costituiscono il fondamento dellidentità dellINPDAP e orientano i comportamenti di tutto il personale. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Diffusione dei valori: identificati 7 principi che devono guidare le scelte dellorganizzazione e delle persone. 1.Centralità delle persone 2.Valorizzazione delle persone 3.Lealtà e Integrità 4. Condivisione e Collaborazione 5.Identità e Appartenenza 6.Responsabilità 7.Equità e Meritocrazia. I valori devono essere conosciuti, compresi e interiorizzati da tutti i lavoratori dellIstituto. A tale riguardo: è stata realizzata unampia campagna di diffusione i valori sono stati integrati con le capacità oggetto di valutazione del sistema di valutazione delle prestazioni 2012 Attivazione dei sistema di valutazione delle prestazioni 2013 Verifica risultati del sistema di valutazione delle prestazioni Risorse interne Verifica nel tempo della crescita del livello delle capacità possedute e dei comportamenti agiti Verifica della coerenza delle valutazioni delle prestazioni con gli indicatori di qualità ed efficienza di erogazione dei servizi D..C. Risorse Umane D.C. Organizzazione D.C. Audit D.C. Comunicazione Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione dott. Pellegrino Marinelli

9 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Carta dei servizi E lo strumento di tutela dei cittadini ai quali viene attribuito un potere di controllo diretto sulla qualità dei servizi erogati. Con essa adotta standard di quantità e qualità dei servizi, li pubblicizza e ne garantisce il rispetto. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Definizione delle nuove Carte dei servizi. Analisi dei servizi erogati e definizione dei tempi e degli standard di qualità al fine di dare un riferimento certo ai cittadini. Descrizione dei campioni da monitorare. Coerenza tra descrizione dei servizi e la nuova modulistica in formula dinamica; Raccolta dati e analisi dei risultati; Condivisione con i responsabili urp Risorse interne Analisi delle criticità. Predisposizione dei suggerimenti necessari per laccelerazione delle procedure. Valutazione costante dei feedback. Monitoraggio tempi di erogazione dei servizi e degli indicatori di qualità. Esiti dei reclami/ricorsi per inosservanza dei tempi e degli standard. Esiti delle richieste risarcitorie. D.C. Organizzazione D.C. Previdenza D.C. Entrate e Posizione Ass.va D.C. Credito e Welfare D.C. Pianificazione, Budget e Controllodi Gestione D.C. Patrimonio D.C. Sistemi Informativi D.C. Comunicazione Direzioni Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Organizzazione Dott. Paolo Mariani

10 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Partecipazione ai procedimenti amministrativi. E lo strumento con il quale i cittadini e i portatori di interessi collettivi prendono parte ai procedimenti amministrativi che a essi ineriscono. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Conoscenza degli stadi del procedimento amministrativo e pubblicazione per tipologia di prestazione dello stato delliter di trattazione. Accesso on-line riservato agli iscritti e pensionati in relazione alle prestazioni che ad essi afferiscono. Trasparenza delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici Aggiornamento costante Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Richieste istruttorie evase/inevase Ticket call center Attuazione protocolli dintesa con patronati e associazioni pensionati Numero accessi Esiti reclami/ricorsi per mancato rispetto dei tempi Rapporto tra numero ricorsi presentati e numero soccombenze D.C. Sistemi Informativi D.C. Comunicazione D.C. Ragioneria e Finanza D.C. Credito e Welfare D.C. Patrimonio D.C. Entrate e Posizione Assicurativa D.C. Previdenza D.C. Approvvigionamenti e Provveditorato D.C. Organizzazione D.C. Risorse Umane D.C. Pianificazione, Budget e Controllo di gestione Direzioni regionali Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione dott. Pellegrino Marinelli

11 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Piano per lindividuazione dei settori a rischio Individua allinterno dellorganizzazione le aree nelle quali è a maggior rischio lintegrità, ne identifica i punti di criticità e attiva audit di conformità. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Individuazione e identificazione dei rischi (Self risk assessment ). Riscontro delle eventuali falle nel sistema dei controlli e rimozione delle deficienze rilevate. Monitoraggio continuo di tutti i rischi rilevati e dei presidi proposti per la mitigazione e riduzione degli stessi. (monitoraggio e audit di conformità) Audit di processo sui singoli processi dellInpdap (prestazioni, welfare, entrate, patrimonio) Mappa dei rischi comprensiva dei dati antifrode Controlli incrociati tra le banche dati dellIstituto e quelle di altre Amministrazioni Pubbliche Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Monitoraggio delle non conformità rilevate Rapporto tra disallineamenti prima e dopo gli interventi correttivi Alimentazione della banca dati Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Audit Dott. Sergio Fiore

12 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Sito istituzionale: Deve rispettare i principi di accessibilità, chiarezza, affidabilità, semplicità nella struttura e facilità di navigazione, omogeneità, interoperabilità. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Rispetto dellobbligo di pubblicazione di tutti gli atti indicati nellart. 11 comma 8 del d.lgs. 150/2009 Implementazione dei servizi on-line per: -Cittadino (iscritto/pensionato) -Enti -Patronati Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Software specifici per lindividuazione del livello di accessibilità. Verifica usabilità dei servizi attraverso emoticon Verifica in sede redazionale dellaccessibilità a livello di contenuti Utilizzo dei servizi on-line Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione dott. Pellegrino Marinelli

13 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Sito istituzionale: La sezione trasparenza valutazione e merito contiene gli atti di cui allart.11, comma 8, del D.Lgs. 150/2009 Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Programma triennale di trasparenza e integrità Piano della performance Relazione della performance Organigramma e Articolazione degli uffici Curricula e retribuzioni dei dirigenti Curricula dei titolari di posizioni organizzative Curricula e retribuzioni degli organi di indirizzo politico- amministrativo Incarichi a dirigenti con contratto a tempo determinato 2012 Aggiornamento costante Aggiornamento costante 2012 Aggiornamento costante Aggiornamento costante Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Numero accessi Numero richieste/chiarimenti forniti sui dati pubblicati Utilizzo dei dati pubblicati da parte degli stakeholder verificato con la web sentiment analysis Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione Dott. Pierpaolo Sarnari

14 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Sito istituzionale: Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Nominativi e curricula componenti OIV Contratto Integrativo di Ente Tassi di assenza e di maggiore presenza del personale Ruolo dl personale Ammontare complessivo dei premi collegati alle performance ed effettivamente distribuiti Analisi dei dati relativi al grado di differenziazione nei premi Utilizzo delle risorse per fini istituzionali: Rendiconti Bilanci previsionali Dati concernenti consorzi, enti o società di cui lIstituto è parte Aggiornamento costante 2012 Aggiornamento costante 2012 Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Numero accessi Numero richieste/chiarimenti forniti sui dati pubblicati Utilizzo dei dati pubblicati da parte degli stakeholder verificato con la web sentiment analysis e con strumenti di rilevazione del grado di soddisfazione dellutenza (emoticon) on line Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione Dott. Pierpaolo Sarnari

15 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Diritto di accesso. LIstituto individua e aggiorna almeno una volta allanno le categorie dei documenti sottratti allaccesso, comunicando sul sito i criteri di scelta; assicura la pubblicazione degli atti di carattere generale e dei dati personali, nel rispetto della normativa vigente, e provvede alla archiviazione dei dati non più aggiornati, con particolare riguardo alle informazioni riguardanti le persone. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Gestione dellacceso agli atti amministrativi Eventuale adeguamento del regolamento per laccesso agli atti amm.vi e per lindividuazione dei documenti sottratti allaccesso Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Eventuale pubblicazione del regolamento per lesercizio del diritto di accesso e dei documenti sottratti allaccesso. Monitoraggio accesso atti Rispetto dei tempi di risposta Esiti del contenzioso attivato sullaccesso Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D. C. Comunicazione Dott. Pellegrino Marinelli

16 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Pubblicità dei costi relativi ai servizi e al personale Pubblicazione sul sito dei servizi erogati agli utenti finali e intermedi, contabilizzazione dei costi effettivi e del personale Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Delineare percorsi di facile consultazione. Contabilizzazione costi effettivi e relativi al personale. Monitoraggio dellandamento dei costi Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Software specifici di verifica Pubblicazione sul sito internet Tutte le Direzioni Centrali e Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Pianificazione e budget Dott. Enrico Patiti

17 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Posta elettronica certificata PEC E attivata per ogni sede provinciale, per le direzioni regionali e per tutte le direzioni centrali con la finalità di migliorare e semplificare i rapporti con i cittadini. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Rilascio PEC Uffici centrali Incentivazione allutilizzo della PEC per gli stakeholder e i cittadini Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Numero PEC assegnate a AEO, Enti. Cittadini e stakeholder nel 1° anno % di incremento D.C. Sistemi Informativi D.C. Organizzazione D.C. Comunicazione Responsabile dellIniziativa D.C. Sistemi Informativi Dott. Gianluigi Raiss

18 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Stakeholder engagement/giornate della trasparenza Processo di coinvolgimento dei portatori di interesse nelle decisioni strategiche dellistituto e organizzazione ogni anno due giornate della trasparenza, per valutare con gli stakeholder il livello dei servizi erogati allutenza, rispetto al livello atteso Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Realizzazione del Piano di coinvolgimento Realizzazione 2 giornate annuali della Trasparenza Risorse interneLinee di indirizzo elaborate con gli stakeholder Comunicazione dei piani di attuazione delle linee Comunicazione dei risultati raggiunti (performance) Valutazione condivisa con gli stakeholder del piano di coinvolgimento e del livello dei servizi erogati rispetto al livello atteso D.C. Comunicazione D.C. Organi D.C. Pianificazione, Budget e Controllo di gestione D.C. Ragioneria e Finanza Direzioni Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Organi Dott. Gaetano Corsini

19 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Accoglimento istanze stakeholder territoriali Coinvolgimento dei portatori dinteresse a livello territoriale per valutarne le istanze ed effettuare analisi di customer satisfaction. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Avvicinamento dellEnte ai cittadini attraverso Apertura centri informativi. Costituzione di poli informativi e/o integrati. Evoluzione degli URP e sperimentazione di modalità di adozione clienti da parte degli operatori. Adeguamento nuovo modello URP Analisi delle istanze degli stakeholder Accoglimento delle istanze degli stakeholder /13/14 Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Monitoraggio costante dei tempi di risposta e della qualità del servizio reso. Analisi di customer satisfaction anche on line sui principali servizi. D.C. Comunicazione D.C. Organi D.C. Pianificazione, Budget e Controllo di gestione D.C. Ragioneria e Finanza Direzioni Regionali Responsabile delliniziativa D.C. Comunicazione Dott. Pellegrino Marinelli

20 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Pubblicità nei contratti pubblici Trasparenza nelle procedure negoziali, assicurando, nellambito delle prerogative sancite dalle norme vigenti, la piena partecipazione degli interessati e la pubblicità dei provvedimenti finali. Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Pubblicazione sul sito dei criteri di scelta del contraente per laffidamento di lavori, forniture e servizi Pubblicazione esiti delle procedure Pubblicazione dati su pagamenti per acquisti di forniture di bei e servizi Aggiornamento costante 2012 Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Numero procedure espletate/numero pubblicazioni aggiudicazioni effettuate Monitoraggio accessi sito su sezione concorsi e gare Monitoraggio del rispetto dei tempi medi di pagamento (indicatore di tempestività dei pagamenti) D.C. Approvvigionamenti e Provveditorato D.C. Sistemi Informativi D.C. Ragioneria e Finanza D.C. Risorse Umane D.C. Comunicazione Responsabile delliniziativa D.C. Approvvigionamenti e Provveditorato Dott.ssa Valeria Vittimberga

21 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative Bilancio trasparente e comprensibile consente allInpdap di comunicare ai cittadini, in modo comprensibile, la situazione economico – patrimoniale dellistituto, le attività svolte, le spese sostenute, la destinazione degli investimenti, i risultati ottenuti in termini di qualità ed economicità dei servizi erogati Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Rilevazione delle informazioni. Redazione e approvazione del documento di Bilancio trasparente. Diffusione e partecipazione del documento allinterno e allesterno dellIstituto Risorse interne Pubblicazione del Bilancio trasparente e comprensibile. Valutazione della trasparenza del bilancio nelle giornate della Trasparenza D.C. Ragioneria e Finanza D.C. Organi D.C. Pianificazione, Budget e Controllo di gestione D.C. Comunicazione Responsabile delliniziativa D.C. Ragioneria e Finanza dott. Alessandro Tombolini

22 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: descrizione delle iniziative La trasparenza interna LInpdap garantisce la massima trasparenza allinterno della propria organizzazione Modalità di attuazione Tempi di attuazione Risorse dedicate Strumenti di verifica dellefficacia Strutture competenti per laggiornamento e lesecuzione Pubblicazione dellelenco dei titolari di posizione organizzativa e delle relative attività coordinate. Pubblicazione dei curricula dei titolari di posizione organizzativa Interpello sedi vacanti per i dirigenti sulla base di criteri trasparenti Procedure trasparenti nelle selezioni interne Attribuzione trasparente degli istituti connessi con il sistema premiale Regolamento per il conferimento degli incarichi dirigenziali Regolamento per la disciplina di trasferimenti, distacchi, mobilità 2012 Aggiornamento costante Risorse interne per gestione e implementazione dei contenuti, Esterne per la gestione della piattaforma Pubblicazione su intranet e internet D.C. Risorse Umane D.C. Organizzazione D.C. Audit D.C. Organi D.C. Comunicazione Direzioni regionali Responsabile delliniziativa D.C. Risorse Umane dott. Vincenzo Caridi

23 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Il Programma: modalità di pubblicazione on line dei dati Pubblicazione on line dei dati Il Programma triennale per la Trasparenza e lIntegrità è pubblicato nel sito internet della gestione ex Inpdap, nella sezione denominata «Trasparenza, Valutazione e Merito», unitamente al Piano della Performance. Il documento è linkabile dalla prima delle tessere di un puzzle, immagine utilizzata proprio per dare il senso dellunitarietà e complementarietà delle iniziative che compongono il Programma.

24 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: gli obiettivi strategici in materia di trasparenza Gli obiettivi strategici in materia di trasparenza Il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza della gestione ex Inpdap ha approvato con deliberazione n. 344 del 21 aprile 201, le «Linee di Indirizzo e priorità strategiche 2012». Gli obiettivi in materia di trasparenza, qualificati come priorità strategiche 2012, declinati nel presente documento programmatico sono: Completare la reingegnerizzazione del sito attraverso la semplificazione del linguaggio, dei testi e delle tecniche di navigazione, prevedendo altresì ladeguamento della modulistica; Ampliare la sezione trasparenza, valutazione e merito con dati e contenuti facilmente accessibili e consultabili in termini interattivi a favore dei portatori dinteresse; Ampliare lusabilità dei servizi informativi misurando il grado di soddisfazione dellutenza in relazione ai servizi consultati, anche attraverso la procedura emoticon; Dare concreta realizzazione al principio di partecipazione dei portatori dinteresse, potenziandone il coinvolgimento anche attraverso incontri sistematici per superare le eventuali criticità nella compiuta realizzazione degli obiettivi; Transitare, con lausilio di adeguati servizi on line, da un sistema customer-oriented ad un sistema customer-driven, sviluppando le relazioni di comunicazione necessarie a garantire il costante impegno al pieno soddisfacimento dellutenza.

25 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: collegamenti con il Piano della Performance I collegamenti con il Piano della Performance Il Piano della Performance è il documento attraverso il quale listituto presenta agli utenti, ai portatori di interesse, al personale e a tutti coloro che sono interessati a conoscere, i progetti strategici, i servizi ed il relativo livello di qualità che lamministrazione ha intenzione di realizzare nel triennio Allinterno di tale documento lIstituto definisce i propri obiettivi e individua gli indicatori che consentono, al termine di ogni anno, di misurare e valutare il livello di performance raggiunto. Con ladozione del Piano della Performance , lIstituto si propone di: Qualificare il rapporto con i cittadini e gli stakeholder, per favorire il controllo sociale e la partecipazione democratica; Qualificare lattività di programmazione, esplicitando preventivamente progetti strategici, obiettivi e indicatori significativi e credibili; Promuovere la responsabilità attraverso lintroduzione della consuetudine a rendere conto e la promozione dellintegrità. Nel Piano della performance , il Piano della trasparenza sui risultati delle prestazioni e dei servizi costituisce il 6° progetto strategico dellIstituto.

26 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: collegamenti con il Piano della Performance I collegamenti con il Piano della Performance Il Piano della performance è stato concepito in modo da rendere il più trasparente possibile la performance dellistituto. E prevista la consultabilità on line della dimensione e valutazione della Performance mediante lo sviluppo di un sistema direzionale e gestionale, sia sul versante della componente dati (contenitore) sia su quella di accesso ai dati, di visualizzazione, di analisi e di supporto decisionale (cruscotti). Il Piano della Performance sarà pubblicato nel sito internet della gestione ex Inpdap, nella sezione «Trasparenza, Valutazione e Merito» in modo da permettere una facile consultazione on line, anche attraverso modalità interattive, per accedere immediatamente allinformazione di specifico interesse concernente la performance. La sezione porrà in primo piano la valutazione della performance attraverso il sistema di rappresentazione raffigurato qui al lato.

27 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: modalità coinvolgimento degli stakeholder Le modalità di coinvolgimento degli stakeholder: il Nucleo di Rilevazione LIstituto, sulla base delliniziativa di stakeholder engagement, già contenuta nel Programma Triennale per la Trasparenza e lIntegrità , ha dapprima realizzato un Piano di coinvolgimento dei portatori dinteresse, per garantirne unorganica partecipazione nella individuazione delle esigenze da segnalare allorgano di vertice politico-amministrativo. Gli stakeholder della gestione ex Inpdap sono stati classificati in quattro gruppi: Parti datoriali (amministrazioni pubbliche) per ladeguamento delle funzioni istituzionali allo scenario politico-istituzionale e socio-economico; Parti sociali (sindacati, patronati) per la protezione sociale dei dipendenti pubblici; Utenti/iscritti (categorie sindacali di riferimento) per efficienza, efficacia, qualità, attualità dei prodotti/servizi Società in generale (consumatori, caf, etc) per le responsabilità nei contatti sociali, rapporti professionali con le imprese, aziende, altre sinergie con il privato-sociale-terzo settore; ulteriormente suddivisi un due aggregati omogenei fondamentali: uno centrale, laltro territoriale. Successivamente, con determinazione direttoriale n.113/2011 è stato istituito il Nucleo di Rilevazione delle esigenze degli stakeholder, composto dai Dirigenti generali titolari dei processi di realizzazione delle attività di coinvolgimento degli stakeholder e relativa comunicazione istituzionale agli organi, interna ed esterna, e del Piano della Performance.

28 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: modalità coinvolgimento degli stakeholder Le modalità di coinvolgimento degli stakeholder: il Nucleo di Rilevazione Nucleo di Rilevazione Stakeholder nazionali Tavoli tecnici regionali Stakeholder territoriali feedback indirizzi

29 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: modalità coinvolgimento degli stakeholder Le modalità di coinvolgimento degli stakeholder: il Nucleo di Rilevazione Il Nucleo effettua a livello centrale un bilanciamento delle esigenze che emergono dai tavoli tecnici, costituiti a livello centrale e regionale, tiene i contatti con il livello nazionale delle associazioni dei consumatori degli utenti, con il CNCU - Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, soprattutto soprattutto in relazione allorganizzazione delle Giornate annuali della Trasparenza; svolge inoltre una attività di indirizzo, coordinamento e monitoraggio dei tavoli tecnici centrali e regionali. La celebrazione dei tavoli tecnici è finalizzata alla raccolta di segnalazioni e proposte di semplificazione e snellimento delle procedure, di miglioramento del clima lavorativo e organizzativo, di introduzione di nuovi servizi, compatibilmente con il contesto normativo di riferimento e con i vincoli di bilancio. Le risultanze dei lavori svolti nei tavoli tecnici vengono trasfuse in report sintetici, inviati al Nucleo di Rilevazione delle esigenze degli stakeholder, che li esamina in relazione alle seguenti finalità: Standardizzazione delle liste mappate a livello regionale Bilanciamento degli interessi coinvolti Analisi dei bisogni sociali selezionati distinguendo, in relazione ai vincoli di natura strumentale, finanziaria e normativa, tra esigenze valutabili a breve, medio e/o lungo termine; Relazione illustrativa agli Organi dei principali bisogni sociali che potrebbero formare oggetto di iniziative dellIstituto, sia sotto il profilo dellevoluzione delle politiche pubbliche interne che dei necessari adattamenti operativi delle prestazioni istituzionali.

30 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Procedimento di elaborazione e adozione del programma: termini e modalità Elaborazione e adozione del Programma triennale per la trasparenza e lIntegrità In conformità di quanto prescritto dalle Linee guida Civit di cui alla delibera n.2/2012, il presente documento programmatico triennale, è stato: elaborato dallInps, gestione ex Inpdap, Direzione Centrale Comunicazione, Ufficio 1°, processo organizzativo «Programma Triennale per la Trasparenza e lIntegrità»; validato dal Responsabile della trasparenza e dal Dirigente generale della D.C. Comunicazione; sottoposto allapprovazione del Direttore generale della gestione ex Inpdap e al Direttore generale dellInps; adottato con deliberazione del Presidente dellInps n. del entro il termine del 31 gennaio, previsto dalla delibera Civit n.105/2010.

31 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Iniziative per la trasparenza, la legalità e la promozione della cultura dellintegrità: le giornate della trasparenza LInps gestione ex Inpdap adotta modalità e strumenti di comunicazione che garantiscono la massima trasparenza delle informazioni concernenti le misurazioni e le valutazioni della performance (D. lgs. 150/09 art.3, c.3). Realizza a tale fine un Ciclo integrato della trasparenza della performance, per dare piena conoscibilità e realizzare il massimo coinvolgimento degli stakeholder. Organizza annualmente due giornate della trasparenza: entro il 31 marzo sul Piano della Performance entro il 31 ottobre sulla Relazione della Performance

32 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Iniziative per la trasparenza, la legalità e la promozione della cultura dellintegrità: il ciclo integrato di trasparenza della Performance

33 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Iniziative per la trasparenza, la legalità e la promozione della cultura dellintegrità: promozione e diffusione dei contenuti del Programma triennale Il Programma triennale per la Trasparenza e lIntegrità è pubblicato nel sito internet della gestione ex Inpdap, nella sezione denominata «Trasparenza, Valutazione e Merito», unitamente al Piano della Performance. Sarà oggetto di confronto con gli stakeholder, oltre che nellambito dellattività del Nucleo di rilevazione, anche nei Tavoli tecnici regionali e sarà oggetto di comunicazione a livello territoriale. Potrà inoltre essere oggetto di attività informative esterne ed interne allistituto (convegni) finalizzate alla condivisione degli obiettivi di trasparenza e alla promozione della cultura della legalità.

34 08/11/ Programma triennale per la trasparenza e lintegrità 2012/2014 Monitoraggio interno sullattuazione del Programma Il Monitoraggio interno sullattuazione del Programma La verifica dellattuazione delle iniziative previste nel presente Programma per garantire un adeguato livello di trasparenza, la legalità e lo sviluppo della cultura dellIntegrità è realizzata dalla D.C. Comunicazione della gestione ex Inpdap ed è in carico al Responsabile della Trasparenza. Per ciascuna iniziativa del Programma triennale per la Trasparenza e lIntegrità, il dirigente responsabile predispone un piano dazione che ne indica azioni, relative fasi, strutture coinvolte, data prevista di realizzazione, obiettivo % di completamento, eventuali note. La Direzione Centrale Comunicazione monitora lattuazione delle iniziative, verificando la rispondenza delle azioni realizzate alle date previste, oltre a curare il rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui allart.11 del D. Lgs. 150/2009, nella sezione denominata «Trasparenza, Valutazione e Merito». A tale riguardo mensilmente predispone una relazione al Direttore generale sullo stato di attuazione e sulle criticità riscontrate nellattività di monitoraggio, con indicazione degli scostamenti eventualmente rilevati.


Scaricare ppt "PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 08/11/2013 Direzione Centrale Comunicazione Responsabile della Trasparenza dott. Pierpaolo."

Presentazioni simili


Annunci Google