La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FAMIGLIA,Credi IN Ciò CHE SEI Giovanni Paolo II Famiglia soggetto sociale: radici, sfide, progetti NON SCORAGGIATEVI! Care famiglie, nellaffrontare queste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FAMIGLIA,Credi IN Ciò CHE SEI Giovanni Paolo II Famiglia soggetto sociale: radici, sfide, progetti NON SCORAGGIATEVI! Care famiglie, nellaffrontare queste."— Transcript della presentazione:

1 FAMIGLIA,Credi IN Ciò CHE SEI Giovanni Paolo II Famiglia soggetto sociale: radici, sfide, progetti NON SCORAGGIATEVI! Care famiglie, nellaffrontare queste grandi sfide non vi scoraggiate e non sentitevi sole: Il Signore crede in voi; la Chiesa cammina con voi; gli uomini di buona volontà guardano con fiducia a voi!

2 La Famiglia e la Dottrina Sociale della Chiesa l'insieme dei principi e delle direttive emanate dal magistero cattolico in ordine ai problemi di natura sociale ed economica manifestatisi nella società moderna vincolo coniugale o "compimento" della correlazione La correlazione coniugale si compie nella correlazione paternità-maternità "piego le ginocchia al Padre dal quale trae nome ogni paternità in cielo e sulla terra" [Ef 3,14-15] La paternità [-maternità] umana trae la sua "origine" dalla paternità divina. Un grande mistero La Famiglia … Comunità domestica, Piccola Chiesa Nucleo sociale di due persone legate col vincolo coniugale La Dottrina Sociale della Chiesa …

3 ... Il cristiano sa di poter trovare nella dottrina sociale della Chiesa i principi di riflessione, i criteri di giudizio e le direttive di azione da cui partire per promuovere un umanesimo integrale e solidale. Diffondere tale dottrina costituisce, pertanto, un'autentica priorità pastorale, affinché le persone, da essa illuminate, si rendano capaci di interpretare la realtà di oggi e di cercare appropriate vie per l'azione: « L'insegnamento e la diffusione della dottrina sociale fanno parte della missione evangelizzatrice della Chiesa »... … Gaudium et spes … La Costituzione Pastorale "Sulla Chiesa nel mondo contemporaneo"

4 .

5 Questa è la mia Casa

6

7 stimola dialettica pastorale e dibattito parrocchiale progettare azione formativa ed educativa in un contesto di uguaglianza e giustizia intese nelle Leggi della Natura, nel Diritto naturale ed Etica sociale, da integrare nel Diritto positivo

8

9

10 Matrimonio e Famiglia Costituiscono uno dei beni più preziosi dellumanità (F.C.,1) La Famiglia è la prima comunità chiamata ad annunciare il Vangelo alla persona umana in crescita … (F.C.,2)

11 Il compendio Dottrina Sociale definisce La Famiglia, cellula vitale della Società La Famiglia, cellula vitale della Società prima società naturale il Matrimonio è il suo fondamento è sacramento ordinato alla procreazione e alleducazione dei figli pone in rilievo La soggettività sociale della famiglia la illustra come Lamore e la formazione di una comunità di persone la certifica come il santuario della vita gli affida il compito educativo garantisce dignità e diritti dei bambini Rivendica alla Famiglia il ruolo di protagonista della vita sociale sprona la società a servizio della famiglia

12 La Persona e la Famiglia … Il Diritto positivo … e lidea di Costituzione Un popolo, che non riconosce i diritti delluomo e non attua la divisione dei poteri, non ha Costituzione La nostra CARTA nei principi fondamentali, art. 2, recita: La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede ladempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale Listituto familiare esplica nel titolo II°, i Rapporti etico sociali, allart. 29 i diritti della famiglia come società naturale, i diritti naturali agli artt. 30, 31 e allart.33, la libertà della scuola. Lart. 29: La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sulleguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dellunità familiare Complesso normativo che rende la famiglia, società naturale fondata sul matrimonio, soggetto primario della tutela costituzionale. La giurisprudenza e il diritto costituzionale non mancano di ribadire che il matrimonio è ciò che fa pubblica la scelta sponsale.

13 Il Magistero Sociale della Chiesa rivela laspetto teologico e antropologico prioritario rispetto quello giuridico La famiglia, principio antropologico è una società naturale, unistituzione di diritto naturale La famiglia icona della Trinità associazione umana assimilata alla SS. Trinità..si costituisce per amore del Padre.. nella Deus Caritas est.. Dio è la perfezione e sorgente dellamore AGAPE e la famiglia nasce nel cuore stesso di Dio la Genesi esperienza storica dellumanità racconta la creazione delluomo e della donna

14 I protagonisti del progetto biblico: UOMINI e DONNE Senso teologico-cristiano: lessere donna e lessere uomo, la dignità che ne deriva. GPII: grazie alla dualità del maschile e del femminile che lessere umano si realizza appieno (collaborazione attiva) Antropologia Biblica: dalla Genesi, la verità rivelata sulluomo come immagine e somiglianza di Dio... Dio creò luomo a sua immagine … maschio e femmina... Luomo e la donna persona in eguale misura.. dallunione biblica.. Il sacramento del matrimonio.... Listituzione della Famiglia..

15 La Famiglia è culla della vita e dellamore, doni di Dio, e luogo primario di umanizzazione.. essenziale: assicurarle una speciale attenzione, valorizzare la sua funzione, fare leva sulle esperienze maturate E necessario avvalorarla quale agenzia educativa primaria di formazione e di socializzazione, nella quale gli operatori naturali si costituiscono mediatori di valori Il disegno educativo enfatizza ruolo dei protagonisti, modalità relazionali, metodi educativi: disciplina le attività formative La famiglia è valore aggiunto

16 .. listituzione familiare è influenzata da mentalità prive di ogni morale, con una propensione a delegittimarla.. Il contesto sociale, lesperienza attuale della famiglia rilevano la sua evoluzione e come sia minacciata da un clima secolarizzato e laicista.. al Cristiano il diritto-dovere di confutare il secolarismo

17 La situazione storica in cui vive la famiglia un insieme di luci e di ombre … investita dalle trasformazioni della società e della cultura. Molte vivono nella fedeltà a quei valori … Altre sono incerte e smarrite quasi ignare del significato ultimo e della verità della vita coniugale e familiare (FC, 1) Al centro dei cambiamenti epocali la persona umana, la sua dignità, il suo destino. Da certe tendenze socio- culturali passa la decostruzione della famiglia, delleducazione, della cultura e specialmente lo smantellamento della religione. Le tendenze di certe culture la condizionano nella sua capacità di giustificare la sua propria natura e di svolgere la sua missione in favore della società, risaltano laiuto cui abbisogna lintervento educativo

18 .. una ragione per coltivare la famiglia.... come la vigna del Signore riconsiderazione delle nostre origini, confacente una riconsiderazione delle nostre origini, il recupero delle storie familiari attualizzare lesperienza generazionale Ripensare le radici familiari, ripercorrere il progetto formativo.. attenzionare i valori della famiglia, ottimizzare limpegno per recuperare credito nei valori della vita.. con amore, dedizione ed umiltà

19 Tendenze, tematiche.. di culture contemporanee i problemi della coppia: unità famiglia {la separazione, il divorzio, la disinibizione dei rapporti uomo/donna}; le questioni di etica matrimoniale e delle relazioni {antiche: come la contraccezione, laborto; più recenti: la procreazione assistita e le diagnosi prenatali, etc}; di etica e dei diritti della persona { come leutanasia, le interferenze di certi movimenti}; le devianze di certa gioventù, sopraffatta dalla depressione, dalle dipendenze, dal malinteso senso del tempo libero: lemergenza educativa; lassuefazione alle violenze che si consumano sulle persone e molti casi riguardano i minori.

20 Le esperienze nelle relazioni : interessi, aspetti organizzativi, condizioni e stati interiori del singolo L organizzazione dei protagonisti, per il lavoro e per la conquista dellautonomia economica e sociale. La conciliazione lavoro-famiglia- società si costituisce come processo, la conseguenza: i figli privati dalla presenza fisica dei genitori. Le questioni di etica matrimoniale che dividono la società: più conosciute, laborto (oggi legalizzato, unopzione/un diritto) e la contraccezione, cui la società ha specularmente ribaltato la terminologia e la realtà come eticamente ammissibile. Dibattute ovviamente quelle di bioetica. Le sofferenze, ov. le esperienze familiari che più fanno pensare, per come le si vive e vi si reagisce, per la contiguità al Divino. Le situazioni di s.f., rientrano nella quotidianità, discriminano lessere individuale e familiare. Anche leducare è fonte di sofferenza, ancorché naturale sofferenza del vivere e del crescere umano. La separazione, la madre delle crisi f.,il divorzio, elemento rivelatore delle fragilità di coppia, il risultato di un processo [che genera cambiamenti]

21 I cambiamenti generano esperienze nuove Le trasformazioni sociali interessano la generalità delle famiglie; sono i giovani a incidere nella loro fisionomia. In molti casi, i genitori hanno a che fare con problemi quotidiani che se, mal gestiti, possono ingrandirsi, degenerare e minare la serenità familiare, indiziati: Situazioni e stili familiari piuttosto complessi, in cui a problemi esplicitati se ne nascondono altri meni visibili. Situazioni e stili familiari piuttosto complessi, in cui a problemi esplicitati se ne nascondono altri meni visibili. I comportamenti inadeguati dei figli, ingestibili sul piano educativo e disciplinare. Atteggiamenti di sfida, di trasgressione alle regole che spesso scaturiscono da relazioni permissive. I comportamenti inadeguati dei figli, ingestibili sul piano educativo e disciplinare. Atteggiamenti di sfida, di trasgressione alle regole che spesso scaturiscono da relazioni permissive. La moderna comunicazione spesso inquinata dai Media. La moderna comunicazione spesso inquinata dai Media. Le potenzialità genitoriali si correlano alla capacità di imparare dai propri errori e di attenersi alla responsabilità dei propri ruoli.

22 Educazione nella famiglia … educare alla famiglia il primato della persona in famiglia è naturale, si sente amata e non funzionale a un disegno In famiglia si deve convivere nel rispetto di regole condivise, flessibili di fronte agli imprevisti e ai bisogni: una assunzione di responsabilità sociale Sintesi educativa: cardine fondamentale è la scoperta dellamore, il rapporto che si instaura con leducando; si basa su ascolto, parola, sacrificio, sostegno: Spirito di famiglia [adatto il Sistema Preventivo (don Bosco)].. In relazione appare fondamentale un progetto di..

23 Ripensare la Famiglia = Mediare sui ruoli dei protagonisti Ripensare la famiglia, significa anche mediare sul ruolo dei coniugi nella specificità della loro singolarità e sulla loro reciproca capacità di costituire una comunità, di affiliarsi, di comunicare, di adottare modelli familiari e sociali, innovando quelle progettualità, vuoi nella funzione paterna, vuoi accentrate nella figura materna. Il ruolo di genitori, di ciascun coniuge, è collegato alla questione delleducazione e della formazione, in quel substrato di principi e valori culturali che plasmano le personalità. Per la famiglia cristiana quella di coltivare e testimoniare i propri valori religiosi e morali ai quali è ispirata.

24 IL RUOLO GENITORIALE I coniugi, naturali educatori, I coniugi, naturali educatori, devono assumere il compito di incoraggiare i figli a valorizzare le proprie risorse personali, risaltare il loro spirito di iniziativa, stimolarli alla riflessione, aiutarli in ogni loro azione ed attività creativa e, soprattutto, rappresentare loro i valori cristiani, della morale e della solidarietà, nonché il senso della disciplina. [La vera creatività sorge quando il ragazzo a degli ideali, aspira a una meta e, imparando dai grandi, si costruisce un suo metodo rigoroso]. Le figure di uomo-padre, donna-madre, Le figure di uomo-padre, donna-madre, sono garanti della continuità di un flusso di amore e di affetti, prospettano indirizzi familiari e sociali con autorevolezza, assumendo responsabilità e infondendo condivisioni. Le specifiche parti del singolo genitore attribuiscono valore aggiunto agli obiettivi familiari.

25 La GENITORIALITA La figura paterna è indispensabile per lequilibrio coniugale, genitoriale e familiare, in essa si fonda il ruolo di indirizzo, di guida e sviluppo; con le sue prerogative maschili avvia i figli alla conoscenza della vita e del mondo, a vincere paure e acquisire sicurezza, stabilendo regole di condotta univoche. La figura della donna-madre, al di sopra delle sue stesse prerogative, con il suo amore primordiale e la sua iper-sensibilità è il collante del focolare domestico, la fonte prima delleducazione dei figli, il centro delle relazioni familiari: essa genera, intuisce, assiste, indirizza, comunica, coinvolge, provvede. La donna esprime la propria diversità non rispetto alluomo di per sé, ma come valore in sé, a porre se stessa come un tutto e ad accogliere laltro come un tutto: la madre è maestra di possibilità, esempio essenziale per i figli. Educare i figli significa essere pervenuti ad una corretta educazione degli adulti, ad una puntuale formazione dei singoli genitori, che passa dalla progettazione esistenziale, la ricerca di senso e il significato dellamore.

26 La Famiglia Una Proposta formativa * occasione per confrontarsi * opportunità per ripensare il nostro impegno pastorale formulare una propria dialettica pastorale ed uno specifico dibattito parrocchiale.. una Pastorale della Famiglia..

27 Individuata la via da percorrere e il processo educativo/formativo da adottare è possibile riconoscere e selezionare le priorità, i comportamenti e gli atteggiamenti idonei per conseguire gli obiettivi ideali. Ruoli e funzioni dei singoli –se ben distinti, equilibrati- interagiscono conferendo al gruppo il carattere dinsieme, di un sistema compatto e omogeneo, una famiglia ispirata ed equilibrata, ragionata ma non pragmatica, costruttiva e non imposta … amorevole Un progetto formativo … familiare La finalizzazione di un progetto da improntare ad una educazione alla responsabilità, che accompagna il singolo, la coppia, la famiglia lungo la via dellauto-trascendenza e permette di vivere lautenticità dellamore, di condividere il dono di Dio. Gli aspetti da condividere: la dignità della persona, la sua natura spirituale, la sua capacità di confrontarsi, evolversi e crescere, la sua possibilità di fronteggiare e trascendere anche le situazioni difficili, tragiche.

28 Giovanni Paolo II nel 20° Familiaris Consortio Credere nella famiglia è costruire il futuro Perché credere nella famiglia? Dio crede nella famiglia, ha voluto collocare al centro del suo progetto la realtà dellamore tra luomo e la donna. In quale famiglia credere? Da conciliare Accanto alla dimensione religiosa della famiglia, cè anche una sua dimensione sociale. E importante tutelare la F. fondata sul matrimonio luogo di amore e di autentica solidarietà, atto che sancisce il reciproco impegno.. Lassunzione piena di responsabilità.. La titolarità di diritti e doveri.. Chi deve credere nella famiglia?..per guardare con fiducia con fiducia al futuro è necessario che tutti credano nella famiglia, assumendosi le responsabilità corrispondenti al proprio ruolo: i primi garanti..i coniugi stessi... il Signore crede in voi; la Chiesa cammina con voi; gli uomini di buona volonta guardano con fiducia a voi! Nella Familiaris consortio ebbe a dire: F., diventa ciò che sei. Oggi: Care famiglie,..non vi scoraggiate e non sentitevi sole: il Signore crede in voi; la Chiesa cammina con voi; gli uomini di buona volonta guardano con fiducia a voi!.

29 Dietro ogni storia damore cè una famiglia con la quale confrontarsi, dalla quale attingere il coraggio e la forza di trasmettere gli essenziali valori morali e religiosi, costituenti i fondamentali valori educativi / pedagogici.

30 FAMIGLIA: Progetto Di tenerezza come un padre prova tenerezza per i suoi figli, Così il Signore è tenero verso tutti [Sal 103,13]

31 Affido tutte le famiglie provate alla provvida mano di Dio e allamorevole cura di MARIA, sublime modello di sposa e di Madre, che ben conobbe il soffrire e la fatica del seguire Cristo fin sotto la croce. Carissimi sposi, non lasciatevi mai vincere dallo sconforto: la grazia del sacramento vi sostiene e vi aiuta ad innalzare continuamente le braccia al cielo come Mosè (cfr. Es 17, 11-12). La Chiesa vi è vicina e vi aiuta con la sua preghiera soprattutto nei momenti di difficoltà. ( Giovanni Paolo II )


Scaricare ppt "FAMIGLIA,Credi IN Ciò CHE SEI Giovanni Paolo II Famiglia soggetto sociale: radici, sfide, progetti NON SCORAGGIATEVI! Care famiglie, nellaffrontare queste."

Presentazioni simili


Annunci Google