La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A scuola Senza Zaino Marco Orsi Responsabile Nazionale Rete Senza Zaino Dirigente Scolastico Asiago 06.09.2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A scuola Senza Zaino Marco Orsi Responsabile Nazionale Rete Senza Zaino Dirigente Scolastico Asiago 06.09.2013."— Transcript della presentazione:

1 A scuola Senza Zaino Marco Orsi Responsabile Nazionale Rete Senza Zaino Dirigente Scolastico Asiago

2 A scuola Senza Zaino Sommario: 1.SENZA ZAINO: un gesto concreto e simbolico 2.LA RETE 3.I 3 VALORI 4.IL M ETODO: Global Curriculum Approach Approcci globali classici Approcci globali recenti Global Curriculum Approach 5. LA VALUTAZIONE di efficacia

3 SENZA ZAINO: un gesto concreto e simbolico

4 A scuola Senza Zaino Utilizzo di una cartellina leggera: le scuole vengono arredate in modo funzionale e attrezzate con materiali didattici avanzati Togliere lo zaino un gesto reale

5 A scuola Senza Zaino La persona è globale Le classi non sono più standard La scuola non è più lunica a illuminare La conoscenza è centrale Apprendere significa scegliere, costruire, essere responsabili Togliere lo zaino un gesto simbolico per cambiare

6 LA RETE

7 A scuola Senza Zaino

8 I 3 VALORI

9 A scuola Senza Zaino Responsabilità nellapprendimento per lapprendimento I tre valori

10 A scuola Senza Zaino Comunità La comunità (apprendimento situato) degli alunni dei docenti dei genitori I tre valori

11 A scuola Senza Zaino Ospitalità Accogliere il gruppo e la persona Accogliere le diversità Riconoscere la pluralità di intelligenze Organizzare gli spazi e gli arredi in modo funzionale I tre valori

12 IL METODO: Global Curriculum Approach

13 Approcci globali classici

14 A scuola Senza Zaino Approcci globali classici: alcune suggestioni M. Montessori: un approccio globale Freneit: aula auditorium vs. aula laboratorium Foucault: il panopticon

15 Approcci globali recenti

16 A scuola Senza Zaino Approcci globali recenti: alcune suggestioni Differentiated Instruction (pedagogia: Tomlinson) Comunità di pratiche e apprendimento situato – modello dellartigiano (sociologia, psicologia, pedagogia, management: Wenger, Sennett) Cooperative Learning (Johnson – Johnson, Comoglio…) Design share (architettura) Universal Design e Universal Design for learning (architettura, pedagogia) MMECCA (pedagogia, psicologia, architettura: Voltz, Sims, Nelson) Practices Based Studies e la dimensione oggettuale dellorganizz. (sociologia, psicologia sociale : Gherardi, Mc Luhan, Latour, Sennett)

17 Global Curriculum Approach

18 A scuola Senza Zaino Lunico modo per gli adulti di controllare coscientemente il genere di educazione che ricevono gli immaturi, è il controllo dellambiente nel quale agiscono, e perciò sentono e pensano. E pertanto noi non educhiamo mai direttamente, ma indirettamente attraverso lambiente, [in quanto] fa una gran differenza che noi si permetta a un ambiente casuale di compiere il suo lavoro, o che si crei lambiente adatto allo scopo. Ed ogni ambiente è casuale, per quel che riguarda la sua influenza educativa, a meno che non sia deliberatamente regolato con riferimento alla sua efficacia educativa Dewey J. (2000 ed or. 1916), Democrazia e educazione, Firenze, La Nuova Italia, p. 24– 25. Global Curriculum Approach

19 A scuola Senza Zaino Il curricolo non si identifica con i contenuti in senso culturale dellinsegnamento (le tradizionali materie) ma comprende lintera gamma delle risorse e contingenze educative; il curricolo, in ultima analisi, è la scuola in quanto esperienza vissuta dallalunno in tutte le sue dimensioni e occasioni, per cui elaborare una visone curricolare equivale a costruire una intera e compiuta teoria e pedagogia della scuola e delleducazione (C.Scurati, 1977, p. 21). Global Curriculum Approach

20 A scuola Senza Zaino Global Curriculum Approach La globalità e la persona (stili e intelligenze, cultura, genere, dimensioni) La globalità e le relazioni (dal plesso alla scuola, apprendere nelle relazioni, le componenti...) La globalità e i saperi (pensiero che unisce, interdisciplinairetà, ecc...) La globalità e la realtà (esperienza generatrice, significato e competenze, l'esperienza ricomposta)

21 A scuola Senza Zaino Soggetti Software Hardware 1.Mete 2.Contenuti/Saperi 3.Metodologie 1.Spazi/Arredi 2.Materiali/Tecn. 3.Com. visuale Global Curriculum Approach

22 A scuola Senza Zaino Attività Front 1.attività didattiche 2.Attività rituali 3.attività di gestione 4.attività intermedie (entrata/uscita, mensa ) 5.attività straordinarie 6.attività a casa Attività Back 1.collegi docenti /consigli di istituto 2.riunioni (team, consigli di classe) 3.commissioni di lavoro/assemblee 4.lavoro del personale amministrativo e non docente 5.lavoro del dirigente con lo staff 6.Ufficio amm.vo Global Curriculum Approach

23 A scuola Senza Zaino Laula

24 A scuola Senza Zaino La stanza docenti

25 LA VALUTAZIONE di efficacia

26 A scuola Senza Zaino Autovalutazione EDC Università di Sassari 2007

27 A scuola Senza Zaino Università di Firenze Dipartimento di Psicologia

28 A scuola Senza Zaino Università di Firenze Dipartimento di Psicologia

29 A scuola Senza Zaino Università di Firenze Dipartimento di Psicologia

30 A scuola Senza Zaino Relazione indiretta tra comportamento pro sociale, comprensione del testo e rendimento scolastico: Senza Zaino 11, controllo 0,05. Università di Firenze Dipartimento di Psicologia

31 A scuola Senza Zaino Grazie per la vostra attenzione


Scaricare ppt "A scuola Senza Zaino Marco Orsi Responsabile Nazionale Rete Senza Zaino Dirigente Scolastico Asiago 06.09.2013."

Presentazioni simili


Annunci Google