La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTRODUZIONE ALLITIL Information Technology Infrastructure Library Maggio 2007 Annamaria Iannelli Consigliere itSMF Italia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTRODUZIONE ALLITIL Information Technology Infrastructure Library Maggio 2007 Annamaria Iannelli Consigliere itSMF Italia."— Transcript della presentazione:

1 INTRODUZIONE ALLITIL Information Technology Infrastructure Library Maggio 2007 Annamaria Iannelli Consigliere itSMF Italia

2 Lorigine di ITIL Nascita: 1989 nellambito del CCTA (Organismo tecnico del Governo inglese), con la scrittura di circa 30 manuali delle best practice dei Servizi IT Diffusione: Inghilterra, poi Olanda e quindi USA, Canada e vari Paesi Europei e extraeuropei Oggi: ITIL, standard di fatto per le best practice dei Servizi Informatici 43 chapter nel mondo struttura metodologica di ISO20000

3 Obiettivi di ITIL portare ordine e sistematicità nellambito dei Servizi IT per consentire l'erogazione di Servizi di Qualità nel rispetto del Controllo dei Costi

4 Cosa è ITIL ITIL è un insieme completo di indicazioni e di linee guida per organizzare ed erogare al meglio (best practice) i Servizi Informatici E un modello e non un metodo, poiché non fornisce indicazioni operative univoche e vincolanti Le sue norme di riferimento vanno adattate alle situazioni operative di ogni singola azienda

5 Che tipo di Modello Il modello analizza e descrive i Servizi fondamentali come Processi, in cui sono integrate le attività componenti Limpostazione richiesta, sia in fase di analisi sia di proposta evolutiva, è quindi orientata ad individuare le attività già svolte in azienda (anche non formalizzate), e confrontarle con i Processi descritti negli schemi di ITIL

6 Come si applica Approvazione del management Analisi e comprensione della situazione esistente Identificazione e razionalizzazione degli obiettivi Applicazione graduale tale da rispettare l'esistente Coinvolgimento attivo e sensibilizzazione delle Persone (lindustrializzazione dei comportamenti, può essere resa possibile solo dallaccettazione delle persone) Verifica delleffettivo conseguimento dei benefici potenziali, attraverso il costante monitoraggio degli indicatori dei Servizi

7 La struttura del modello e le relative Pubblicazioni Service Delivery Service Level Mgmt Capacity Mgmt Availability Mgmt Financial Mgmt IT Service Continuity Mgmt Service Support Incident Mgmt Problem Mgmt Change Mgmt Configuration Mgmt Release Mgmt Service Desk ICT Infrastructure Mgmt Design & Planning DeploymentOperations Technical Support Application Management Application Lifecycle (Requirements- Design-Build-Deploy-Operate- Optimize) IT Security Management Planning, implementation, evaluation &audit Planning to implement Service Management Assessment Process definition Performance improvement Business perspective Business Relationship Mgmt Liaison, education and communication of IT

8 Lo schema funzionale

9 Come ITIL aiuta le Aziende Allineare i Processi IT ai Processi di Business Operare in ottica IT Service Management Introdurre nuovi servizi Gestire i cambiamenti Ottimizzare i costi in relazione al livello di servizio Continuo processo di miglioramento: Persone Processi Prodotti Partner

10 Vantaggi di ITIL Le definizioni e i consigli di ITIL Costituiscono di fatto un linguaggio comune riconosciuto a livello mondiale che facilita la comprensione e il dialogo tra tutti i suoi utenti di qualsiasi settore I Forum Sulla base di tale linguaggio sono nati i Forum di confronto sui problemi, sulle difficoltà e sui successi conseguiti, gestiti dalle associazioni itSMF dei diversi paesi Standard ISO20000 Il modello ITIL è la base dello standard ISO20000 (evoluzione del precedente BS 15000). Ladozione di ITIL facilita notevolmente le aziende che vorranno certificarsi ISO20000.

11 Vantaggi di ITIL La legge Sarbanes Oxley A seguito del caso Enron (che ha truccato i bilanci fino al crack finale, mandando in rovina migliaia di piccoli investitori) è stata varata questa legge che sancisce la responsabilità penale per chi firma bilanci falsi. ITIL è il modello di gestione dei servizi informatici che viene sempre più ampiamente adottato a garanzia del fatto che i processi sottostanti alla predisposizione del bilancio aziendale siano corretti e correttamente gestiti

12 ITIL V3 Dal 5 Giugno 2007 è ufficialmente annunciata la disponibilità della Versione 3 di ITIL, approvata da itSMF International La principale novità concettuale sta nellintroduzione del ciclo di vita del servizio Da questa data sono resi progressivamente disponibili i manuali relativi

13 La costituzione di itSMF Italia Fondata a Torino il 19 Aprile 2004 Da un gruppo di 16 manager e professionisti provenienti da aziende della domanda e dellofferta di servizi Approvata da itSMF International, diventa il 18° chapter nazionale in una struttura mondiale in progressiva crescita I Soci fondatori avviano immediatamente un programma di diffusione della conoscenza di ITIL e di ricerca di nuovi soci

14 3 anni dopo … La Conferenza Annuale 30 Novembre 2006 Hotel Melià – Milano 530 partecipanti oltre 700 iscrizioni

15 Recentemente … LEvento di Primavera 18 Aprile 2007 Roma 288 partecipanti oltre 556 iscrizioni

16


Scaricare ppt "INTRODUZIONE ALLITIL Information Technology Infrastructure Library Maggio 2007 Annamaria Iannelli Consigliere itSMF Italia."

Presentazioni simili


Annunci Google