La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Audizione Provincia di Reggio Emilia, Consiglio Locale, Forum Provinciale per lAcqua Cavriago, 27 giugno 2012 Riflessioni sulla rimunicipalizzazione del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Audizione Provincia di Reggio Emilia, Consiglio Locale, Forum Provinciale per lAcqua Cavriago, 27 giugno 2012 Riflessioni sulla rimunicipalizzazione del."— Transcript della presentazione:

1 Audizione Provincia di Reggio Emilia, Consiglio Locale, Forum Provinciale per lAcqua Cavriago, 27 giugno 2012 Riflessioni sulla rimunicipalizzazione del Servizio Idrico Integrato Emanuele Lobina Public Services International Research Unit (PSIRU) Business School, University of Greenwich, UK

2 Sommario Modalitá di gestione consentite dalla normativa vigente Finanziamento degli investimenti Pro e contro delle modalitá di gestione Costi della rimunicipalizzazione

3 Modalitá di gestione consentite dalla normativa In seguito allesito referendario si applica la normativa comunitaria Laffidamento diretto a societá miste quotate in borsa è contrario alla normativa comunitaria Modalitá consentite: a) affidamento tramite gara; b) societá in-house; c) azienda pubblica (ad es. azienda speciale)

4 Adempimenti richiesti per il passaggio alle varie modalitá di gestione Affidamento tramite gara: esperimento della gara (costoso e rischioso) Societá in-house e azienda speciale: rischio di contenzioso in caso di rescissione del contratto vigente In ogni caso, i costi degli investimenti pregressi saranno a carico dei cittadini/e

5 Finanziamento degli investimenti a seconda della modalitá di gestione A normativa vigente le modalitá di finanziamento degli investimenti sono le stesse per le varie modalitá di gestione La natura pubblicistica dellazienda speciale consente di contenere il costo del finanziamento degli investimenti Il Patto di Stabilitá potrebbe modificare questo scenario ma non è dato che ció avvenga

6 Questo Patto di Stabilitá non sha da fare Il Patto di Stabilitá proposto impedirebbe quella gestione pubblica efficace ed efficiente del SII che si osserva in Europa Il movimento referendario non si è smobilitato e non da segno di smobilitarsi Il movimento referendario ha introdotto la democrazia diretta tra le fonti giuridiche di riforma del settore (novitá dal 1994)

7 La storia della riforma del SII Non è dato che, anche se approvato, il Patto di Stabilitá proposto abbia lunga vita (la permanenza della normativa vigente è lo scenario piú realistico) La storia della riforma di settore del SII dal 1994 ad oggi è a dir poco accidentata Il Patto di Stabilitá si presta a ricorsi in quanto discrimina le aziende speciali nonostante la fonte di finanziamento degli investimenti resti la tariffa

8 Affidamento a terzi tramite gara Problemi dovuti ad asimmetrie informative e di potere (massimizzazione del profitto anteposta a obiettivi di interesse pubblico) I comuni concedenti sono posti di fronte a due scenari: Accettare la perdita di controllo della gestione Entrare in conflitto con il gestore In entrambe i casi sono i cittadini/e ad essere penalizzati nel lungo periodo

9 Azienda speciale Lesperienza europea e internazionale evidenzia i meriti dellazienda speciale La natura pubblicista dellazienda speciale consente di massimizzare la qualitá e quantitá del servizio offerto ai cittadini/e Lazienda speciale consente di introdurre forme avanzate di partecipazione pubblica, trasparenza, e flessibilitá operativa

10 Tariffe sola distribuzione acqua, ( al metro cubo, in termini reali rispetto al valore 2004, per un volume consumato di 120 metri cubi)

11 Investimenti annuali in tubature e allacci (distribuzione acqua), ( 000s)

12 Allacci rinnovati annualmente, (in unità, distribuzione acqua)

13 Condotte idriche rinnovate annualmente, (in metri lineari)

14 Societá in-house Lesperienza europea e internazionale evidenzia luci ed ombre della societá in- house come soluzione ibrida: Rischio di deriva mercantile (i comuni si comportano come azionisti privati) Flessibilitá gestionale al servizio della massimizzazione di qualitá/quantitá del servizio (si vedano i meriti dellazienda speciale) Non vi sono obiettivi a portata della societá in-house che non siano raggiungibili dallazienda speciale

15 Multi-utility di proprietá mista De Witte e Dijkgraaf (2007): le fusioni non portano a economie di scala apprezzabili nè incentivano a ridurre le inefficienze Una multi-utility orientata alla massimizzazione del profitto non trasferisce efficienze ai cittadini/e Il caso di Hera: 95% degli utili distribuiti agli azionisti sotto forma di dividendi

16 Costi della rimunicipalizzazione Rescissione del contratto con lattuale gestore: il rischio non si pone per la scadenza naturale dellaffidamento Investimenti pregressi: andranno pagati comunque indipendentemente dalla modalitá di gestione Trasferimento del personale: mantenimento del regime privatistico anche per lazienda speciale

17 Lesperienza internazionale Piú di 80 casi di rimunicipalizzazione in Europa e nel mondo: anche Atlanta, USA Piú di 40 casi di rimunicipalizzazione in Francia: anche nella stessa Parigi La (ri)municipalizzazione ha fatto la storia dello sviluppo del SII in Europa, USA, Giappone ed altri Paesi industrializzati Non solo SII: 100 casi dal 2007 nel settore energia in Germania; trasporti in Francia

18 Gestioni pubbliche in piú del 90% delle 400 cittá maggiori del mondo

19 Conclusioni Rispetto alle altre modalitá di gestione,lazienda speciale offre maggiori garanzie di sviluppo sostenibile del SII Sostenibilitá socio-economica Sostenibilitá ambientale Sostenibilitá politica: Legittimazione sociale a gestire un bene comune

20 Alcuni riferimenti bibliografici %20by%20Anne%20Le%20Strat%20En_final.pdf


Scaricare ppt "Audizione Provincia di Reggio Emilia, Consiglio Locale, Forum Provinciale per lAcqua Cavriago, 27 giugno 2012 Riflessioni sulla rimunicipalizzazione del."

Presentazioni simili


Annunci Google