La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MINISTERO DELLISTRUZIONE, DELLUNIVERSITA E DELLA RICERCA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MINISTERO DELLISTRUZIONE, DELLUNIVERSITA E DELLA RICERCA."— Transcript della presentazione:

1 MINISTERO DELLISTRUZIONE, DELLUNIVERSITA E DELLA RICERCA

2

3 SantAntimo ieri SantAntimo ieri Il territorio del comune di Sant'Antimo appartiene a quello dell'Antica Atella, esteso comprensorio tra la provincia di Napoli e quella di Caserta. I centri che lo componevano oltre ad ospitare nel tempo la civiltà osca, greca ed etrusca, erano attraversati dalla via Atellana che collegava Napoli con Capua. L'origine di Sant'Antimo è legata comunque al nome del santo, ed è unorigine remota e contraddittoria. Nel corso degli anni, il borgo si è trasformato in un centro operoso che ha dato i natali a personaggi che hanno fatto la storia del commercio e dell'industria Italiana. Uno per tutti l'Ing. Nicola Romeo fondatore dell'attuale Alfa Romeo.

4 < I nonni raccontano e si chiedono Nella mia famiglia gli uomini si occupavano, in larga parte, della coltivazione delle terre, della lavorazione del cremore e tartaro, della frutta secca o della lana; Le donne ricamavano, impastavano il pane, preparavano dolci tradizionali,conservavano i pomodori in bottiglia, vinificavano, cardavano e filavano la lana e la canapa. Occupazioni ormai del tutto scomparse, cos ì come le tante industrie artigianali, a conduzione familiare, che hanno portato, per il passato, notoriet à, ricchezza e lavoro sul territorio. Con queste sono scomparse anche i valori, i principi di un popolo orgoglioso del suo lavoro e delle sue tradizioni. La Scuola, deve educare gli alunni, futuri cittadini della nostra societ à alla comprensione e al rispetto dei valori civili, ponendo particolare attenzione ai loro bisogni individuali.

5 UNA SOCIETA MIGLIORE E POSSIBILE UNA SOCIETA MIGLIORE E POSSIBILE Con la collaborazione della FAMIGLIA FAMIGLIA e del e del TERRITORIO TERRITORIO Nella nostra SCUOLA agli alunni sinsegna ad Nella nostra SCUOLA agli alunni sinsegna ad apprendere e ad essere apprendere e ad essere

6 Finalità e scelte educative di una scuola di qualità Il 3°CD di Sant Antimo, Don Lorenzo Milani è inserito in un contesto di mista composizione socio- culturale, a tratti a rischio, che risente dei problemi che affliggono il nostro Sud e in generale il paese: disagio socio economico, disoccupazione, insicurezza, degrado paesaggistico. Nel suo operare si impegna a creare un ambiente di apprendimento, dove ogni bambino si senta riconosciuto, sostenuto e valorizzato a raggiungere, nella sua integralit à, lo sviluppo della personalit à. La scuola offre il suo servizio con una pianificazione di azioni che, in maniera orizzontale, verticale e trasversale alle discipline, risponde alla domanda dell utenza allo scopo di favorire la cultura alla legalit à, il diritto allo studio e migliorare l integrazione sociale di tutti.

7 LA NOSTRA MISSION "La gestione strategica delle risorse per rispondere alla diversità dei bisogni in un percorso di continuità. Il 3° Circolo Didattico Don Lorenzo Milani si propone di educare gli alunni, futuri cittadini della nostra società, alla comprensione ed al rispetto dei valori civili, ponendo particolare attenzione ai loro bisogni individuali. Assicura unofferta formativa articolata, organizzata, correlata con il territorio, tesa ad innovarsi per un miglioramento continuo del servizio.

8 INSIEME A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE INSIEME A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE C d C DSGSA G E A/ATA/LSU D S L G d L C.D. C. IC/IS C V Leggenda DS Dirigente Scolastico C d C Consiglio di Circolo GE Giunta Esecutiva DSGSA Direttore dei Servizi Generali Amministrativi A/ATA/LSU Amministrativi, ATA, Lavoratori Socialmente Utili L Leadership G d L Gruppi di Lavoro C D Collegio dei Docenti C V Comitato di Valutazione C. IC/IS Consiglio di interclasse e di intersezione

9 Il Dirigente Scolastico assicura di Dirigere, coordinare e valorizzare le risorse umane Collaborare con il territorio Organizzare la scuola secondo criteri di efficacia Gestire le relazioni sindacali Rappresentare lIstituto Definire la politica per la Qualità Riesaminare il sistema qualità per accertare la continua idoneità

10 I VERI PROTAGONISTI DELLA NOSTRA SCUOLA SONO GLI ALUNNI

11 W la scuola Viva il 3° Circolo Didattico Don L. Milani OK E quella giusta

12 Un percorso formativo organico e completo dai 3 agli 11 anni … Un percorso formativo organico e completo dai 3 agli 11 anni … IO CORPO IO IDENTITA SOCIALE IO E GLI ALTRI Narrare di s é per conoscersi ed attivare modalit à relazionali positive con i compagni, la famiglia, gli adulti Attivare atteggiamenti positivi di ascolto e rispetto IO E I DIRITTI E I DOVERI LE NORME E LE REGOLE IO E GLI AMBIENTI SOCIALI IO E GLI AMBIENTI NATURALI I miei diritti e i miei doveri Rispetto delle regole Recuperare la memoria storica per guardare con pi ù ottimismo all avvenire Adottare buone pratiche rispetto verso l ambiente

13 Una Scuola che si Valuta per attivare un miglioramento continuo PROGETTAZIONE Promozione di iniziative di ricerca e sperimentazione Valutazione sull efficacia ed efficienza POF DIDATTICA ED INNOVAZIONE Azione di ricerca sperimentazione del miglioramento dei processi di insegnamento - apprendimento. Valorizzazione e sviluppo del potenziale individuale degli alunni. Interventi specifici per alunni diversamente abili. VALUTAZIONE Monitoraggio interno statistico dei risultati sugli apprendimenti. Prove strutturate per la verifica degli apprendimenti. Monitoraggio e misurazione dei processi. Rilevazione del grado di soddisfazione dell utenza.

14 Laboratori pomeridiani che Laboratori pomeridiani che, in un contesto di ricerca- azione e di relazione con laltro, promuovono lo sviluppo delle capacità. Laboratorio Corale – Musicale – Teatrale - Un mondo di favole Utilizzare i pluri codici per conoscere meglio se stessi e gli altri. Promuovere lo sviluppo delle capacità linguistico- espressive. Laboratorio Motorio- Espressivo- Riciclo creativo- Sport- Ceramica- Mani attive- Energia da amare- Le reinvenzioni Favorire lacquisizione delle proprie capacità per stimolarne lo sviluppo. Riconoscere esprimere e comunicare le proprie emozioni. Laboratorio Educazione alla legalità- Culturando- Recupero- Welcome Kids Acquisire comportamenti adeguati utilizzando norme e regole condivise. Rafforzare lautonomia e la stima di sé.

15 Limpegno dell Alta Direzione Il Dirigente Scolastico ritiene che la leadership, limpegno e il coinvolgimento siano fattori essenziali per la crescita e il mantenimento di un Sistema Gestione Qualità efficace ed efficiente. La soddisfazione dellalunno e della famiglia rappresenta il fattore di massima importanza per lIstituzione Scolastica, per cui si fa carico di favorire lo sviluppo organizzativo e il conseguimento degli obiettivi definiti per il miglioramento continuo dellofferta formativa. Il Dirigente Scolastico Dr. Raffaele Del Prete

16 Ciao ti aspetto a settembre la Scuola che frequento la consiglio a tutti. Qui puoi imparare Socializzare e stare bene

17 Quando la capacit à e l amore lavorano insieme si crea un capolavoro


Scaricare ppt "MINISTERO DELLISTRUZIONE, DELLUNIVERSITA E DELLA RICERCA."

Presentazioni simili


Annunci Google