La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E POSSIBILITA DI DIFFUSIONE SUL TERRITORIO LUCCHESE 21 NOVEMBRE 2007 ALERR Foundation Agenzia Lucchese Energia Recupero Risorse.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E POSSIBILITA DI DIFFUSIONE SUL TERRITORIO LUCCHESE 21 NOVEMBRE 2007 ALERR Foundation Agenzia Lucchese Energia Recupero Risorse."— Transcript della presentazione:

1 FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E POSSIBILITA DI DIFFUSIONE SUL TERRITORIO LUCCHESE 21 NOVEMBRE 2007 ALERR Foundation Agenzia Lucchese Energia Recupero Risorse RELATORE : Ing. Francesco Girardi PARCO APUANE - SERAVEZZA

2 Le fonti di energia rinnovabili sono : idroelettrica biomassa energia solare energia dalle maree energia dalle onde energia eolica A tale proposito si deve ricordare che il 99% dellenergia presente sul nostro pianeta proviene dallesterno e soprattutto dal sole, sottoforma di radiazione Le riserve di combustibile (interne) sono limitate e sono sempre più care (e non solo economicamente…) Le fonti di energia rinnovabile non dipendono dai combustibili

3 Rinnovabili per vocazione?!?

4 Obiettivi da protocollo di Kyoto

5 ENERGIA TERMICA : emissioni di CO 2 complessive tipiche di una città di ab. (anni 1991/2003) 3 TonnellateEquivalentiPetrolio= 1 Tonnellata CO 2

6 ENERGIA TERMICA : consumi % combustibili

7 Impieghi di fonti rinnovabili nelle regioni italiane, in kTEP (=1000 TEP) (2003)

8

9 Energia Eolica Sfruttata fin dall'antichità per la navigazione e il pompaggio dell'acqua. Il primo esempio di mulino eolico compare nel 644 a.c. In Persia In Europa fanno la loro prima apparizione intorno al 1200.

10 Energia Eolica Gli aerogeneratori possono essere suddivisi per caratteristiche: Costruttive Ad asse verticale Ad asse orizzontale Di funzionamento A portanza (forza sollevamento) A resistenza (attrito) Sopravento Sottovento Una torre eolica ha lo scopo di estrarre l'energia cinetica del vento per convertirla in energia meccanica o elettrica. E' fondamentale l'attenta progettazione fluidodinamica del profilo alare delle pale del generatore.

11 Energia Eolica Impianti ad asse orizzontale Impianti ad asse verticale

12 Energia Eolica L'installazione di una torre eolica necessita di almeno un anno di raccolta dati mediante l'utilizzo di una torre anemologica sul sito ritenuto idoneo. Dalle informazioni raccolte verrà individuata il tipo e la taglia dell'aerogeneratore da installare. Il costo di questa tecnologia si attesta intorno a 1000 euro/kWp per i grandi impianti. Caratterizzazione eolica della provincia di Lucca L'Alerr ha sviluppato la Caratterizzazione eolica della provincia di Lucca con la collaborazione di LAMMA e ENEA.

13 Mini eolico da 400 W a 20 kW IL DIAMETRO DEI ROTORI È DI CIRCA 2-2,5 m E HANNO UNA POTENZA DI PICCO DI 1,5-1,6 kW. SONO MACCHINE AD ASSE ORIZZONTALE, A TRE PALE (DI SOLITO IN FIBRA DI VETRO E NON ORIENTABILI) E CON TORRE DI SOSTEGNO TUBOLARE CON ALTEZZE VARIABILI DA 9 A 32 m. LA VELOCITÀ MINIMA DEL VENTO NECESSARIA AL FUNZIONAMENTO DI QUESTE MACCHINE È DI 3 m/s. LA VELOCITÀ MASSIMA DI FUNZIONAMENTO È DI 55 m/s. IL FUNZIONAMENTO PUÒ SUPERARE LE ORE ALLANNO. Produzione media [kWh] giornalieramensileannuale Vcel. Media vento m/s 3,51, , ,53, , ,56, , ,58,

14 Energia da biomasse Con il termine biomassa solitamente si indica un vasto insieme di materiali di natura vegetale estremamente eterogenea. colture energetiche colture energetiche (dedicate) sia arboree che erbacee (ad esempio, Short Rotation Forestry); residui agricoli, agroindustriali, artigianali, industriali, civili residui agricoli, agroindustriali, artigianali, industriali, civili (esempi: paglia, sansa di oliva, legna vecchia, vinacce, buccette, gusci di frutta secca, stocchi di mais, lolla di riso, particolari frazioni di rifiuti urbani (RU) e di rifiuti assimilabili agli urbani (A)); residui forestali, residui forestali, legna da ardere, altri prodotti ligneo-cellulosici puri.

15 COME VIENE UTILIZZATA? Attraverso dei processi di trasformazione a carico di frazioni più fermentescibili : Attraverso dei processi di trasformazione a carico di frazioni più fermentescibili : digestione anaerobica, digestione aerobica, pirolisi, fermentazione alcolica,… digestione anaerobica, digestione aerobica, pirolisi, fermentazione alcolica,… Da essi si ricavano dei combustibili (biodiesel, bioetanolo, metano, ecc.) che verranno successivamente utilizzati in impianti per la produzione di energia elettrica e/o energia termica. Attraverso combustione diretta : Attraverso combustione diretta : di scarti (p.es. paglia, cippati,…) ricavati dalla lavorazione del legno Da essi si ricavano calore da immettere in reti di distribuzione centralizzate cittadine e/o vapor acqueo da far espandere in turbine

16 Biomasse fermentescibili Bovini da latte circa 420 capi V dig = 720 m 3 Cogeneratore 70kWe Investimento circa

17 Cogenerazione da biomasse energia termica + energia elettrica

18 BENEFICI ECONOMICI Dipendono molto dallopportunità di reperire in prossimità della stufa o caldaia materie prime Dipendono molto dallopportunità di reperire in prossimità della stufa o caldaia materie prime

19 BENEFICI AMBIENTALI La biomassa è un combustibile, l'anidride carbonica che emette quando brucia è pari a quella assorbita dalla pianta durante la sua crescita prima di essere tagliata e può essere riassorbita da una nuova pianta che cresce in modo da creare un ciclo ad eccesso di CO 2 nullo. La biomassa è un combustibile, l'anidride carbonica che emette quando brucia è pari a quella assorbita dalla pianta durante la sua crescita prima di essere tagliata e può essere riassorbita da una nuova pianta che cresce in modo da creare un ciclo ad eccesso di CO 2 nullo.

20 Energia Geotermica Consiste nel calore endogeno liberato da attività di isotopiche in profondità. Conosciuta sin dall'antichità (terme). Prima applicazione fatta dal Principe Piero Ginori Conti a Larderello nel 1904: si accendono 5 lampadine. 790 Mwp Attualmente in Toscana sono presenti 32 centrali per 790 Mwp, 5400 GWh con una produzione annua pari a 5400 GWh

21 Applicazioni principali Produzione energia elettrica: pozzi ad alta entalpia Teleriscaldamento, pozzi a bassa entalpia Piancastagnaio, acqua a 92 °C, mq di serre Ferrara, acqua a 102°C, teleriscaldamento cittadino Svantaggi emissione di CO2,acido solfidrico e acido borico in atmosfera rischio di subsidenza Energia Geotermica

22 Geotermia a scala casalinga

23 Pompe di calore geotermiche (terra-aria)

24 MICRO-IDROELETTRICO PER PRODURRE ELETTRICITÀ DALL'ACQUA (flussi fluviali) La variabilità dei costi di investimento è una caratteristica sia dei grandi che dei piccoli impianti idroelettrici, in quanto è legata allentità delle opere civili necessarie alla realizzazione dello sbarramento e delle opere di adduzione. Per queste ragioni, in Italia, il costo unitario di investimento può variare tra e /kW installato. I costi operativi sono in genere compresi tra il 2% e il 3% del costo di investimento, per un numero di ore equivalenti di produzione pari a circa Sotto queste ipotesi il costo di produzione è compreso tra 4,5 e 11 c/kWh (Fonte ENEA). La variabilità dei costi di investimento è una caratteristica sia dei grandi che dei piccoli impianti idroelettrici, in quanto è legata allentità delle opere civili necessarie alla realizzazione dello sbarramento e delle opere di adduzione. Per queste ragioni, in Italia, il costo unitario di investimento può variare tra e /kW installato. I costi operativi sono in genere compresi tra il 2% e il 3% del costo di investimento, per un numero di ore equivalenti di produzione pari a circa Sotto queste ipotesi il costo di produzione è compreso tra 4,5 e 11 c/kWh (Fonte ENEA).

25 Applicazioni mini-idro Se si ha la disponibilità di un corso d'acqua, tali impianti servono a produrre energia sia per utenze isolate (le aree montane difficilmente raggiungibili o non servite della rete nazionale, piccole comunità locali, fattorie o alberghi isolati) che utenze collegate alla rete. Un altro settore di applicazione è quello del recupero energetico nelle applicazioni idrauliche. Ogni volta che ci si trova di fronte a sistemi di tipo dissipativo, quali sono ad esempio punti di controllo o di regolazione della portata con presenza di salti (vasche di sconnessione, sfioratori, paratoie,…), è possibile installare una turbina per il recupero energetico della corrente. Problemi : Inserimento ambientale (ricerca di idonei salti, canali larghi,etc) Inserimento ambientale (ricerca di idonei salti, canali larghi,etc) Inserimento urbano Inserimento urbano DMV DMV

26 Dal grande …al piccolo

27 Distributori e società di vendita di energia al dettaglio Precisi obblighi anche per gli operatori del settore : Precisi obblighi anche per gli operatori del settore : - astenersi da attività che possano impedire la richiesta e la prestazione dei servizi energetici o ostacolare lo sviluppo dei relativi mercati; - garantire la disponibilità al cliente finale e la promozione di diagnosi energetiche competitive sotto il profilo dei prezzi; - effettuate autonomamente di misure di miglioramento dell'efficienza energetica; - comunicare a richiesta le informazioni statistiche aggregate sui loro clienti finali alle autorità o agenzie competenti. Misure finanziarie ed incentivi Gli Stati membri devono eliminare le misure che impediscono o limitano inutilmente o in modo sproporzionato l'uso di strumenti finanziari a fini di risparmio energetico nel mercato dei servizi energetici. Essi devono altresì sopprimere i sistemi di incentivi nelle tariffe per la trasmissione e la distribuzione, che aumentano inutilmente il volume di energia distribuita o trasmessa. Sono fatti salvi i fondi per sovvenzionare la fornitura di programmi di miglioramento dell'efficienza energetica e di altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica e per promuovere lo sviluppo di un mercato di dette misure.

28 Anche lItalia cè : CERTIFICATI VERDI Certificazione di produzione che il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN) emette a favore dei produttori di energia rinnovabile in ragione di 50MWh/anno Certificazione di produzione che il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN) emette a favore dei produttori di energia rinnovabile in ragione di 50MWh/anno Definiscono ufficialmente ed univocamente la quantità di energia rinnovabile prodotta da ciascun impianto. Definiscono ufficialmente ed univocamente la quantità di energia rinnovabile prodotta da ciascun impianto. I produttori e gli importatori di energia elettrica, a decorrere dal 2001, hanno l'obbligo di immettere nel sistema elettrico nazionale, nell'anno successivo, una quota di energia prodotta da impianti da fonti rinnovabili pari al 2% della loro produzione (o importazione). I produttori e gli importatori di energia elettrica, a decorrere dal 2001, hanno l'obbligo di immettere nel sistema elettrico nazionale, nell'anno successivo, una quota di energia prodotta da impianti da fonti rinnovabili pari al 2% della loro produzione (o importazione). Essi potranno adempiere a questo obbligo costruendo e gestendo impianti alimentati da fonti rinnovabili oppure acquistando certificati verdi dalle aziende che ne dispongono. Essi potranno adempiere a questo obbligo costruendo e gestendo impianti alimentati da fonti rinnovabili oppure acquistando certificati verdi dalle aziende che ne dispongono. Il prezzo dei certificati è determinato dall'incontro tra la domanda e l'offerta degli stessi Il prezzo dei certificati è determinato dall'incontro tra la domanda e l'offerta degli stessi

29 TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (TEE) Ogni distributore di energia ( elettrica o gas) ha lobbligo di determinare la riduzione del consumo energetico attraverso iniziative specifiche. Gli effetti di tali iniziative sono attestati dai Titoli di Efficienza Energetica; Ogni distributore di energia ( elettrica o gas) ha lobbligo di determinare la riduzione del consumo energetico attraverso iniziative specifiche. Gli effetti di tali iniziative sono attestati dai Titoli di Efficienza Energetica; Le iniziative possono essere anche promosse da ESCO; Le iniziative possono essere anche promosse da ESCO; I TEE sono negoziabili e il mancato raggiungimento dell obiettivo di cui sopra è sanzionato ; I TEE sono negoziabili e il mancato raggiungimento dell obiettivo di cui sopra è sanzionato ;

30 installazione di dispositivi e soluzioni impiantistiche per la valorizzazione delle fonti rinnovabili presso gli utenti finali con produzione di TEE in base al RSL (t.e.p/anno/W) calcolato installazione di dispositivi e soluzioni impiantistiche per la valorizzazione delle fonti rinnovabili presso gli utenti finali con produzione di TEE in base al RSL (t.e.p/anno/W) calcolato Impiego di impianti alimentati a biomassa per la produzione di calore Impiego di impianti alimentati a biomassa per la produzione di calore Impiego di pannelli solari per la produzione di acqua calda Impiego di pannelli solari per la produzione di acqua calda Uso del calore geotermico a bassa entalpia e del calore da impianti cogenerativi, geotermici o alimentati da prodotti vegetali e rifiuti organici e inorganici, per il riscaldamento di ambienti e per la fornitura di calore in applicazioni civili Uso del calore geotermico a bassa entalpia e del calore da impianti cogenerativi, geotermici o alimentati da prodotti vegetali e rifiuti organici e inorganici, per il riscaldamento di ambienti e per la fornitura di calore in applicazioni civili Impiego di impianti fotovoltaici di potenza elettrica inferiore a 20 kW Impiego di impianti fotovoltaici di potenza elettrica inferiore a 20 kW …. …. Delibera AEEG n.70/2005 (Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas)

31 Il finanziamento previsto nella Finanziaria per le installazioni effettuate nel 2007 riguarda : pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università : fino 60 mila euro FINANZIARIA 2007 : DETRAZIONI FISCALI PER INCENTIVARE LO SFRUTTAMENTO DELLE FONTI RINNOVABILI E LEFFICIENZA ENERGETICA 55 per cento di detrazione fiscale in tre anni

32 riduzione del fabbisogno energetico totale, efficienza del condizionamento estivo e dellilluminazione, per i nuovi edifici o complessi di edifici, di volume superiore a metri cubi: 55% di contributo sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazioni con analoghi apparecchi di classe energetica non inferiore ad A+: detrazione 20% in unica rata, fino a 200 euro efficienza della illuminazione interna ed esterna di esercizi commerciali: ulteriore deduzione del 36% dal reddito dimpresa acquisto o sostituzione di motori elettrici ad alta efficienza: detrazione 20% in rata unica, fino a 1500 euro ALTRI CONTRIBUTI PER LEFFICIENZA ENERGETICA

33 Permesso di costruire nuovi edifici subordinato alla installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, nella misura di almeno 0.2 kW per ciascuna unità abitativa compresa nelledificio FORMIDABILE STRUMENTO PER LO SVILUPPO DEL SETTORE !!! ENERGIA FOTOVOLTAICA : NATURALE COME IL …SOLE !!! FOTOVOLTAICO OBBLIGATORIO SUI NUOVI EDIFICI

34 conto energia Decreto Ministeriale 19/2/2007 : incentivazione del fotovoltaico (impianti connessi in rete), secondo il principio del conto energia Decreto Ministeriale 19/2/2007 : incentivazione del fotovoltaico (impianti connessi in rete), secondo il principio del conto energia Incentivi variabili da 0.36 a 0.49 /kWh in base al tipo dintegrazione architettonica possibile Incentivi variabili da 0.36 a 0.49 /kWh in base al tipo dintegrazione architettonica possibile Ritorno dellinvestimento: intorno a 7-11 anni Ritorno dellinvestimento: intorno a 7-11 anni

35 Energia dal sole: termico e fotovoltaico L'energia solare è la fonte di energia primaria per eccellenza. Ogni anno il sole irradia sulla terra miliardi di tep (tonnellate equivalenti petrolio) mentre la domanda annua di energia è di circa 8 miliardi di tep. Tutta l' energia che oggi utilizziamo ha origine dall'irradiamento solare, compresi i combustibili fossili. Lenergia solare può essere utilizzata sia in modo diretto (solare termico) che in modo indiretto (solare fotovoltaico).

36 Irraggiamento solare in Italia MESI MJ/mq 1kWh = 3,6 MJ = 860 kCal

37 Efficienza dei collettori solari termici rendimento di tre tipi di collettori di prestazioni e costo molto diversi in gomma sintetica senza vetro piano con un vetro a tubi sotto vuoto In Italia ogni m 2 consente di risparmiare circa 50 kg di petrolio ed evitare limmissione in atmosfera di 180 kg di CO 2 Solare termico Irraggiamento decrescente

38 Collettori solari Insolazione media Italia: kWh/m 2 Insolazione media Italia: kWh/m 2 Rendimento di conversione : 60 – 80 % Rendimento di conversione : 60 – 80 % Ritorno dellinvestimento : 3 – 5 anni Ritorno dellinvestimento : 3 – 5 anni Solare termico

39 Solare termico di prima generazione Sono i primi ad essere stati installati, costano poco e servono quasi esclusivamente per lacqua calda sanitaria. Poiché si raffreddano facilmente nel serbatoio viene posta una resistenza elettrica per sopperire alle carenze energetiche e di efficienza.

40 Solare termico integrato Schema di funzionamento Esempio dinstallazione

41 Solare termico sottovuoto (ultima generazione) 1)Massimo rendimento da tubi sottovuoto in cui circola un liquido con alto calore specifico; 2) Possibilità di utilizzo con diverse inclinazioni del tetto.

42 Energia dal sole: fotovoltaico L'effetto fotovoltaico consiste nella trasformazione della luce in energia elettrica. E noto fin dal secolo scorso, quando si scoprì che era possibile trasformare direttamente l'energia solare in energia elettrica tramite una cella elettrolitica senza passare per processi termodinamici. La prima applicazione commerciale si ebbe nel 1954 negli Stati Uniti, quando i laboratori Bell realizzarono la prima cella fotovoltaica utilizzando il silicio monocristallino.

43 Energia dal sole: fotovoltaico

44

45 Il costo dipende dal metodo di produzione (crescita cristallina) Il fotovoltaico offre enormi vantaggi : Completamente rispettoso dellambiente Sfrutta una forma denergia molto delocalizzata il che permette di produrre energia là dove serve Non dipende da alcuna forma primaria di energia Produce una forma di energia di tipo nobile Energia dal sole: fotovoltaico

46 Delibera AEEG n. 90 del 13/4/2007 in attuazione del Decreto 19/2/2007 Presentazione del progetto preliminare agli ENTI deputati alle autorizzazioni per la costruzione, la connessione in rete e allesercizio dellimpianto FV (Comune – ENEL – Provincia) Presentazione del progetto preliminare agli ENTI deputati alle autorizzazioni per la costruzione, la connessione in rete e allesercizio dellimpianto FV (Comune – ENEL – Provincia) Vengono fissate precise cadenze temporali per effettuare le varie presentazioni e le modalità con cui effettuarle Vengono fissate precise cadenze temporali per effettuare le varie presentazioni e le modalità con cui effettuarle LENEL deve rispondere entro 30 gg dalla presentazone del progetto preliminare con un preventivo di connessione dettagliato di tutte le voci previste per rendere sicura e a norma la connessione dellimpianto alla rete di distribuzione locale LENEL deve rispondere entro 30 gg dalla presentazone del progetto preliminare con un preventivo di connessione dettagliato di tutte le voci previste per rendere sicura e a norma la connessione dellimpianto alla rete di distribuzione locale Il GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) interviene dopo la realizzazione dellimpianto e il suo collaudo e ne verifica la rispondenza a normative tecniche europee (CEI - UNI ) : Il GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) interviene dopo la realizzazione dellimpianto e il suo collaudo e ne verifica la rispondenza a normative tecniche europee (CEI - UNI ) : Se limpianto è realizzato secondo gli standard tecnici e di sicurezza elencati dal Ministero, dall AEEG, dallENEL allora viene riconosciuta la tariffa incentivante allenergia prodotta dallimpianto FV Se limpianto è realizzato secondo gli standard tecnici e di sicurezza elencati dal Ministero, dall AEEG, dallENEL allora viene riconosciuta la tariffa incentivante allenergia prodotta dallimpianto FV

47 Ultimissima frontiera: solare a concentrazione Concentratori solari fotovoltaico con o senza solare termico Concentratori solari fotovoltaico + solare termico

48

49

50

51 ……..GRAZIE PER LATTENZIONE… E LA PAZIENZA. ALERR - Agenzia Lucchese Energia e Recupero Risorse Via dellIsola, 22 - Lunata – Capannori (LU) Tel fax CF e P.IVA


Scaricare ppt "FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E POSSIBILITA DI DIFFUSIONE SUL TERRITORIO LUCCHESE 21 NOVEMBRE 2007 ALERR Foundation Agenzia Lucchese Energia Recupero Risorse."

Presentazioni simili


Annunci Google