La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Informatica umanistica moduli B, C e D

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Informatica umanistica moduli B, C e D"— Transcript della presentazione:

1 Informatica umanistica moduli B, C e D Massimo Poesio Roberto Zamparelli

2 Obiettivi del corso Fornire conoscenze di base su strumenti e concetti informatici, e sul loro utilizzo in aree umanistiche

3 Perche mai uno studente di Lettere dovrebbe apprendere nozioni di base di Informatica?

4 Informatica come tool Saper usare strumenti informatici per Web Scrivere un documento Usare spreadsheets e database fa ormai parte delle qualificazioni richieste da qualunque professione Un sito web e ormai un modo standard per distribuire informazioni e farsi pubblicita E anche un sito molto semplice puo essere utilissimo!

5 Siti web Il sito di Lettere Esse3 Il sito non-ufficiale del corso Vari siti: Un sito turistico Un sito storico Un sito di storia dellarte

6 Informatica come tool specifico per accademici e per le materie umanistiche Il web e stato creato per facilitare la circolazione di articoli scientifici Web publishing sempre piu diffuso Storici, materie letterarie: Archivi di testi Analisi di testo (per esempio, riconoscere gli autori)riconoscere gli autori Archeologia: strumenti CAD per visualizzare ed analizzare repertistrumenti CAD per visualizzare ed analizzare reperti Lingue, mediazione linguistica: Dizionari online, creazione di dizionari Traduzione automatica

7 Concetti informatici entrati nelluso comune Fisica: Entropia Relativita Principio di intedeterminazione Informatica: Informazione, codice (e crittografia) Problem solving ed astrazione Computabilita e limiti del computabile

8 Informatica Umanistica: moduli Modulo A (prerequisito): introduzione alluso di strumenti informatici Modulo B: Concetti teorici di base dellInformatica Modulo C: Introduzione ai markup languages (HTML, XML) per le materie umanistiche (a partire dal 16 Marzo) LABORATORI!! (dal 13 Marzo) Modulo D: Lessicografia e computers (dal 16 Marzo)

9 Divisione in gruppi Tanto il modulo B che il modulo C sono divisi in tre gruppi: B1, B2, B3 C2, C2, C3 Ci saranno cinque laboratori Almeno allinizio, la scelta del gruppo da frequentare sara lasciata agli studenti (correzioni possibili)

10 Modulo B: obiettivi Comprendere i problemi che sorgono dalla digitalizzazione dellinformazione, ed i vantaggi che ne derivano Apprendere i rudimenti di architettura dei calcolatori e delle reti Prima introduzione alla nozione di programma Introdurre gli studenti alle applicazioni moderne dellInformatica, particolarmente per le materie umanistiche

11 Modulo B: testi Lucidi Powerpoint (disponibili online) Ciotti e Roncaglia, Il mondo digitale (Laterza)Il mondo digitale L'articolo di Ciotti dal titolo Testi elettronici e banche dati testuali: problemi teorici e tecnologie, disponibile online. online G. Landow, L'ipertesto (Bruno Mondadori)L'ipertesto Materiale di approfondimento

12 Orari: B1, B2 e B3 LUNMARMERGIOVEN B B B1

13 Modulo C: obiettivi Introduzione ai concetti di base dellinformatica applicata alla gestione di testi Markup Codifica Ipertesti Introduzione allHTML (contenuto e presentazione) XML (contenuto e struttura di un documento)

14 Html Hyper Text Markup Language è una applicazione SGML (Standard Generalized Markup Language) conforme allo Standard Internazionale ISO 8879, viene considerato da tutti il linguaggio standard per le pubblicazioni World Wide Web. Si tratta di un linguaggio di descrizione di documenti ipertestuali orientato soprattutto alla presentazione mediante browser (Netscape, IExplorer, Mozilla, Firefox, Opera, ecc.).

15 Xml Extensible Markup Language Di tale strumento verranno evidenziati i vantaggi che derivano dalla netta separazione che esso permette di fare tra contenuto e presentazione di un documento. In particolare, si farà vedere come questo permetta l'interoperabilità tra applicazioni eterogenee, sia dal punto di vista sintattico (formato), sia dal punto di vista semantico (significato).

16 Modulo C: aspetti pratici Creazione di un sito web (una o più pagine HTML collegate tra loro ipertestualmente) redatta dallo studente (utilizzando un editor di testo, come blocco note, winedt, ecc.). Presentazione di un progetto in XML, redatto dallo studente, consistente in un file XML, corredato di DTD (interna o esterna) e due fogli di stile XSL, rispondenti a due diversi modi di visualizzazione, motivati da esigenze diverse.

17 Modulo C: testi Lucidi Powerpoint Ciotti, Testi elettronici e banche dati testuali: problemi teorici e tecnologie, disponibile onlineonline Lenci, Montemagni e Pirrelli, Testo e Computer, Carocci

18 Orari: C1, C2 e C3 LUNMARMERGIOVEN B C B C1C B1

19 Strumenti utilizzati Articoli Libri Html Xml Xsl … …

20 Modulo D: obiettivi Unesempio di applicazione di metodi informatici e di trattamento di testi nelle materie umanistiche: dizionari e lessicografia Uso di corpora (database testuali) per la creazione dei moderni dizionari Dizionari elettronici (come WordNet)

21 Modulo D: testi Lucidi Powerpoint H. Jackson, Lexicography, Routledge

22 Orari: D LUNMARMERGIOVEN B C B3D 16-18C1C B1

23 Laboratori (dal 13 marzo) 5 laboratori: A, B, C, D, E 10 lezioni Argomenti trattati: Html Xml Dtd Xsl progetto

24 Orari: Laboratori LUNMARMERGIOVEN 8-10LAB A LAB B (B2) LAB E 12-14C LAB D (B3) D 16-18LAB CC1C B1

25 Laboratori Lab A: Paolo Massa Lab B: Nicola Polettini Lab C: Mirko Grosselle Lab D: Mirko Grosselle Lab E: Maurizio Napolitano

26 Esame: non frequentanti Modulo B. L'esame verterà su: Manuale di Ciotti e Roncaglia, Il mondo digitaleIl mondo digitale Testo di G. Landow, L'ipertesto.L'ipertesto L'articolo di Ciotti dal titolo Testi elettronici e banche dati testuali: problemi teorici e tecnologie, disponibile online.online Eventuale materiale di approfondimento Modulo C. Sito web, una o più pagine HTML collegate tra loro ipertestualmente, precedentemente redatto dallo studente (utilizzando un editor di testo, come blocco note, winedt, ecc.).

27 Esame per frequentanti Modulo B. La prova verterà su: Il materiale presentato a lezione ed eventuali articoli di approfondimento I capitoli 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7 del manuale a cura di Ciotti e Roncaglia, Il mondo digitaleIl mondo digitale L'articolo di Ciotti dal titolo Testi elettronici e banche dati testuali: problemi teorici e tecnologie. Modulo C. Progetto in XML composto da: file XML, corredato di DTD (interna o esterna) e due fogli di stile XSL, rispondenti a due diversi modi di visualizzazione, motivati da esigenze diverse.

28 Esempi Progetto Il cioccolato: cibo degli DeiIl cioccolato: cibo degli Dei Progetto Il Novecento ItalianoIl Novecento Italiano Progetto La mia libreriaLa mia libreria

29 Esempi siti HTML Progetto su Eugenio MontaleEugenio Montale Progetto Charles BukowskiCharles Bukowski Progetto sugli Vasilij KandinskijVasilij Kandinskij

30 Modulo D: esame Basato sul testo e sul materiale introdotto nelle lezioni

31 Frequenza La frequenza in aula determina la modalità desame quindi si rende necessaria la raccolta delle firme La frequenza dei laboratori deve essere costante e nello stesso gruppo, gestito in modo autonomo dagli esercitatori (raccolta nomi e dei partecipanti ai laboratori)

32 Siti Web associati al corso Sito del corso su Didattica Online: Informazioni aggiuntive: Siti personali:


Scaricare ppt "Informatica umanistica moduli B, C e D"

Presentazioni simili


Annunci Google