La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell. 328 6965402 Leadership e stili di comunicazione: guidare ad apprendere Vigarano Mainarda, 15 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell. 328 6965402 Leadership e stili di comunicazione: guidare ad apprendere Vigarano Mainarda, 15 marzo."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Leadership e stili di comunicazione: guidare ad apprendere Vigarano Mainarda, 15 marzo 2005

2 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Essere un leader per i propri alunni significa avere la capacità di fungere da esempio, essere in grado di motivare, trascinare e coinvolgere affinché agiscano in un certo modo perché lo vogliono e non semplicemente perché devono. Comunicazione e Leadership

3 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Penso che una volta leadership significasse imporsi, oggi è possedere le qualità necessarie per meritare la stima delle persone I. Gandhi

4 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Linsegnante può costringere gli alunni ad eseguire i compiti Linsegnante leader li ispira, incoraggia e guida, influenzandoli così a lavorare nel modo desiderato Comunicazione e Leadership leader non sempre si nasce, ma si può diventarlo attraverso atteggiamenti condotte e stili comunicativi adeguati

5 Dott.ssa Fabbri Giorgia I principali stili comunicativi: Aggressivo Passivo Assertivo

6 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Lo stile adatto Non esistono a priori uno stile giusto ed uno sbagliato, ma stili diversi che possono facilitare o meno lottenimento di un determinato risultato.

7 Dott.ssa Fabbri Stile aggressivo Impone e pretende Scarica le responsabilità Non fornisce spiegazioni razionali Tende a generalizzare, interpretare, giudicare Cerca di sopraffare e condizionare Vuole acquisire potere sociale, apparire forte, mettere soggezione.

8 Dott.ssa Fabbri Giorgia Espressioni tipicamente aggressive: Non devi fare questo... Sei sempre il solito! Non hai capito! Stai zitto! Smettila! Forza, sveglia, sbrigati! Non farmi perdere tempo! Ma rifletti su quello che fai !

9 Dott.ssa Fabbri Giorgia Stile passivo Cerca lapprovazione Subisce e rinuncia Evita il conflitto Non manifesta dissenso Non affronta o rimanda i problemi Tende al conformismo È facilmente condizionabile Lascia agli altri le decisioni Non si assume rischi Dà ragione al più forte

10 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Espressioni tipicamente passive: Posso avere la vostra attenzione? Posso farti una domanda? Ti dispiace se… Forse... Non saprei Mi spiace, scusami… Va bene, come vuoi Hai ragione… Come facciamo? Dai ragazzi comportatevi bene

11 Dott.ssa Fabbri Giorgia Stile assertivo Si assume le proprie responsabilità Rispetta i diritti altrui e propri Esprime desideri, dissenso, sentimenti Ragiona sulla base di fatti Ammette i propri errori È cooperativo È propositivo Mira al successo di sé assieme agli altri

12 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Espressioni tipicamente assertive: Ognuno può intervenire alzando la mano Questo compito è incompleto, ma sono convinta che tu possa fare meglio Proviamo a trovare la soluzione La mia opinione è che… Non sono daccordo Ho deciso di….

13 Dott.ssa Fabbri Giorgia Segnali non verbali dello stile assertivo: Gesti Contatto visivo Postura Tono di voce Ritmo Cordiali, aperti Diretto, costante Aperta, rilassata Volume medio Moderato e modulato

14 Dott.ssa Fabbri Giorgia Lascolto attivo e la critica costruttiva sono caratteristiche peculiari della comunicazione assertiva.

15 Dott.ssa Fabbri Giorgia Lascolto attivo Comunicare attenzione e comprensione Non interrompere e non saltare alle conclusioni Riformulare e ricapitolare ciò che lalunno ha detto Fare domande per capire meglio

16 Dott.ssa Fabbri Giorgia La critica costruttiva: Mira a correggere e migliorare, non a mortificare Si rivolge al comportamento non alla persona È specifica, riguarda dati di fatto Mira a risolvere problemi e situazioni difficili senza accusare

17 Dott.ssa Fabbri Giorgia Atteggiamento aggressivo che mira a mortificare Non sei capace di fare niente!! Sei sempre il solito!! Non ti impegni mai!! Lo sapevo che non ci saresti riuscito! Mi hai proprio deluso!

18 Dott.ssa Fabbri Giorgia Il feedback positivo che accresce lautostima Ti stai impegnando, sono contento di te!! Sono sicura che ce la puoi fare! Sono daccordo con te! Non scoraggiarti, puoi sempre contare su di me!

19 Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell Lessere umano può venire semplicemente addestrato, domato, istruito meccanicamente, o veramente illuminato. Si addestrano cani e cavalli e si possono addestrare anche gli esseri umani. Comunque laddestramento fa poco; ciò che conta soprattutto è che i bambini imparino a pensare. I. Kant

20 Riferimenti Bibliografici Burly-Allen Madelyn (2002), La direzione assertiva. Come sviluppare le proprie capacità di trattare con le persone, Franco Angeli, Milano. Cialdini Robert B. (1989), Le armi della persuasione, Giunti, Firenze. De Sario P. (2002), Non solo parole, Franco Angeli, Milano. Fiorenza A., Nardone G. (1995), Lintervento strategico nei contesti educativi. Comunicazione e problem-solving per i problemi scolastici, Giuffrè, Milano. Fiorenza A. (2000), Bambini e ragazzi difficili, Ponte alle Grazie, Milano. Fiorenza A. (2004), Come rovinare la vita ai propri genitori, Edizioni Pendragon, Bologna. Marcato P., Alfieri G., Musumeci L. (2004), Ascoltare e parlare, Edizioni la Meridiana, Bari. Nardone G., Watzlawick P. (1990), LArte del cambiamento, Ponte alle Grazie, Milano. Nardone G (1991), Suggestione, Ristrutturazione, Cambiamento. Lapproccio strategico e costruttivista alla psicoterapia breve, Giuffrè, Milano. Nardone G., Verbitz T., Milanese R. (1999), Le prigioni del cibo, Ponte alle Grazie, Milano. Nardone G., Mariotti R., Milanese R., Fiorenza A. (2000), La terapia dellazienda malata. Problem-solving strategico per organizzazioni, Ponte alle Grazie, Milano. Nardone G., Giannotti E., Rocchi R. (2001), Modelli di famiglia, Ponte alle Grazie, Milano. Nardone G. (2003), Cavalcare la propria tigre, Ponte alle Grazie, Milano. Nardone G., Salvini A. (2004), Il dialogo strategico, Ponte alle Grazie, Milano. Olweus D. (1996), Bullismo a scuola, Giunti, Firenze. Pascal B. (1962), Pensieri, Einaudi, Torino. Phillips A. (1999), I no che aiutano a crescere, Feltrinelli, Milano. Skorjanec B. (2000), Il linguaggio della terapia breve, Ponte alle Grazie, Milano. Watzlawick P., Nardone G. (a cura di), (1997), Terapia Breve Strategica, Raffaello Cortina, Milano. Watzlawick P., Beavin J. H., Jackson Don D. (1971), Pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio, Roma. Watzlawick P., Weakland J. H., Fish R. (1974), Change: la formazione e la soluzione dei problemi, Astrolabio, Roma. Watzlawick P. (1980), Il linguaggio del cambiamento: elementi di comunicazione terapeutica, Feltrinelli, Milano. Wilde O. (1986), Aforismi, Mondatori, Milano. Dott.ssa Fabbri Giorgia


Scaricare ppt "Dott.ssa Fabbri Giorgia Cell. 328 6965402 Leadership e stili di comunicazione: guidare ad apprendere Vigarano Mainarda, 15 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google