La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cartografia ed ideologia Le proiezioni di Mercatore ed Arno Peters www.didadada.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cartografia ed ideologia Le proiezioni di Mercatore ed Arno Peters www.didadada.it."— Transcript della presentazione:

1 Cartografia ed ideologia Le proiezioni di Mercatore ed Arno Peters

2 Indice Introduzione: dalla sfera al piano. I. Il planisfero di Mercatore II. Il planisfero di Arno Peters

3 Il modo più esatto per rappresentare la terra è il cosiddetto mappamondo, perché si tratta di una rappresentazione che rispetta l approssimativa sfericità del nostro pianeta Il mappamondo però presenta una serie di inconvenienti pratici: non può essere appeso ad una parete, né steso su un tavolo; non consente una visione dinsieme, simultanea, dei continenti (il mappamondo nellimmagine a fianco mostra il continente americano ma non gli altri); con le sue superfici curve rende difficoltoso luso di compassi e righelli per calcolare distanze e rotte.

4 Le rappresentazioni della terra più usate sono dunque non i mappamondi ma i planisferi: nel planisfero le superfici sferiche vengono proiettate su un piano, diventano piane.

5 Nei planisferi, in tutti i planisferi, la proiezione delle superfici comporta un notevole grado di deformazione senza il quale le superfici curve non possono essere rappresentate sul piano.

6 I planisferi possono essere molto diversi tra loro, a seconda del tipo di proiezione che utilizzano (vedi immagine a fianco). Qui di seguito analizzeremo due planisferi: quello di Mercatore e quello di Arno Peters, che utilizzano la proiezione cilindrica.

7 Ma prima, una domanda… Quale di questi planisferi è quello più giusto? Questo? O forse questo? O questaltro ancora?

8 Alla fine proveremo a rispondere…

9 Il planisfero di Mercatore Il cartografo fiammingo Gerhard Kremmer, soprannominato Mercatore, visse nel XVI secolo. Egli creò molte nuove carte e mappamondi, ma il suo contributo più grande alla cartografia fu senzaltro la proiezione di Mercatore.

10 La proiezione di Mercatore è cilindrica ( la superficie terrestre viene proiettata su un cilindro immaginario che avvolge la terra) e centrografica (il punto di vista della proiezione è al centro della terra); essa provoca la dilatazione delle superfici verso i poli. Verso il polo la deformazione dovuta alla proiezione di Mercatore è massima Vicino all equatore la deformazione dovuta alla proiezione di Mercatore è minima

11 Per effetto della dilatazione verso i poli, la Groenlandia e lAntartide risultano enormemente ingigantite rispetto alla realtà.

12 Il planisfero realizzato con la proiezione di Mercatore è eurocentrico; assegna cioè un ruolo privilegiato allEuropa, collocandola al centro ottico del planisfero. Lequatore è spostato molto in basso: il sud del mondo viene così sminuito, il nord del mondo viene invece sottolineato ed enfatizzato.

13 Non cè alcuna ragione geografica o scientifica per mettere al centro del planisfero lEuropa, come succede nel planisfero di Mercatore. Un planisfero con al centro lAustralia (o qualunque altra parte del mondo) è ugualmente vero. In questo planisfero capovolto lEuropa è un continente marginale, periferico e quasi irriconoscibile Questo tipo di planisfero ci sembra capovolto, sbagliato, o almeno strano. In realtà non è capovolto, perché da un punto di vista astronomico lalto e il basso non esistono, e non è perciò sbagliato. Leffetto di disorientamento che produce su chi lo osserva dipende solo dal fatto che non è molto diffuso, mentre le proiezioni orientate in senso inverso sono diffusissime e presenti in tutte le aule scolastiche. Insomma: è una questione di abitudine.

14 Proiezione di Mercatore. Confronto India-Scandinavia: nonostante lIndia nella realtà sia tre volte più grande della Scandinavia, nel planisfero di Mercatore appaiono di uguali dimensioni.

15 Confronto Africa-Groenlandia La Groenlandia, territorio autonomo della corona danese, quindi politicamente europeo, che in realtà misura Km ², risulta uguale, se non più grande, del continente africano che con i suoi Km ² è oggettivamente quindici volte la Groenlandia Usando la Mercatore ai tempi doggi, si potrebbe quasi leggere in questa distorsione una volontà di sottovalutare l Africa, rimpicciolendo il secondo continente più grande del mondo e con esso gli enormi problemi di malattia e povertà che continua ad avere, rendendolo più piccolo di un territorio sterile e periferico come la Groenlandia.

16 Il continente europeo con i suoi scarsi Km ² risulta nella proiezione di Mercatore della stessa dimensione del continente sudamericano, che con i suoi Km ² è, in realtà, grande quasi il doppio C ONFRONTO E UROPA - A MERICA M ERIDIONALE

17 Conclusioni sulla proiezione di Mercatore Oggi sappiamo con esattezza che il Sud del mondo, rappresentato dall'Africa, da parte dell'Asia e dellAmerica meridionale, è più grande del Nord. Allora perché si utilizza ancora tanto questa proiezione (adottata anche da google maps), creata nel 1500 ed ormai superata, sapendo che non rappresenta in modo corretto tutte le aree? La risposta è molto semplice: perché ci va bene che sia così. LEuropa ha dominato politicamente ed economicamente il mondo ed ha imposto a tutti la sua cartina.

18 Il planisfero di Arno Peters In polemica con il planisfero eurocentrico di Mercatore, Arno Peters, intellettuale tedesco, elaborò nel 1973 un nuovo planisfero afrocentrico.

19 La proiezione di Peters è oggi adottata dallONU È una proiezione equivalente: mantiene inalterato il rapporto tra le aree. Quella di Mercatore è invece isogonica: mantiene inalterato il rapporto tra gli angoli ma deforma notevolmente il rapporto tra le aree

20 Equatore: confrontro Mercatore-Peters Nella proiezione di Peters l equatore è più in alto. Il sud del mondo non è sminuito. La Groenlandia viene ridimensionata. Planisfero di Mercatore Planisfero di Peters

21 Sovrapposizione dei planisferi di Mercatore (verde) e di Peters (marrone).

22 Pregi e difetti del planisfero di Peters Pregi Le inevitabili deformazioni sono distribuite equamente e non tutte a vantaggio dellEuropa, come nella proiezione di Mercatore. La reale proporzione tra le superfici è rispettata. Colori base per ogni continente: tradizionalmente gli stati colonizzati avevano lo stesso colore degli stati colonizzatori. Peters sceglie un colore base per ogni continente ed assegna ai singoli stati una diversa sfumatura di quel colore. Difetti I continenti, in particolare lAfrica, hanno una forma allungata, non molto conforme alla realtà. Eccesso di ideologia terzomondista?

23 Riprendiamo la domanda che abbiamo posto allinizio Tutti i planisferi, compreso quello di Peters, presentano un notevole grado di deformazione, semplicemente perché è impossibile passare senza deformazioni dalla sfera al piano. In genere consideriamo più giusto il planisfero al quale siamo maggiormente abituati, quello che corrisponde meglio alla nostra visione del mondo o quello che riesce a risolvere un qualche problema pratico. La proiezione di Mercatore deve la sua fortuna anche al fatto che, essendo isogonico, consente di calcolare molto facilmente le rotte. Qual è il planisfero più giusto?


Scaricare ppt "Cartografia ed ideologia Le proiezioni di Mercatore ed Arno Peters www.didadada.it."

Presentazioni simili


Annunci Google