La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1MISE-DPS_D_CGM_261109.ppt "A4rb_standard_colored" – 20090824 – do not delete this text object! 1 Progetto Monitoraggio: CGM del 26 novembre 2009 Roma,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1MISE-DPS_D_CGM_261109.ppt "A4rb_standard_colored" – 20090824 – do not delete this text object! 1 Progetto Monitoraggio: CGM del 26 novembre 2009 Roma,"— Transcript della presentazione:

1 1MISE-DPS_D_CGM_ ppt "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! 1 Progetto Monitoraggio: CGM del 26 novembre 2009 Roma, 26 novembre 2009

2 "A4rb_speech" – – do not delete this text object! 2MISE-DPS_D_CGM_ ppt Agenda 1 Stato delle attività del Progetto Monitoraggio 2 Definizione delle prossime attività 4 Presentazione SINIT 3 Prossimi passi

3 3 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! 3 Diffusione delle regole per la migrazione dei dati da AI a SGP; Definizione degli adempimenti tecnico-operativi, finalizzati al perfezionamento della migrazione Individuazione dellinsieme dei controlli di pre-validazione e del relativo contesto di applicazione Definizione della reportistica procedurale adeguata a supportare le attività di Monitoraggio I tre Tavoli Tecnici sono stati istituiti con lobiettivo comune di garantire la continuità con il precedente sistema di monitoraggio e conferire al nuovo Sistema di Gestione Progetti una piena operatività, in termini di strumenti a supporto dellefficace ed efficiente monitoraggio. La composizione dei Tavoli ha previsto rappresentanti del DPS, delle Regioni e P.A. e del RTI. I Tavoli Tecnici hanno discusso e condiviso tre filoni tematici: la Migrazione dei dati da AI ad SGP, i Report e i Controlli a supporto del Monitoraggio Migrazione Controlli Report 1 STATO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO MONITORAGGIO TAVOLI TECNICI Tavolo Obiettivi specificiPartecipazione regionale

4 4 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! 4 I risultati ottenuti nellambito dei lavori condotti sui tre Tavoli consentono: Lentrata a regime di SGP con il patrimonio di dati migrati da AI secondo le regole condivise; La disponibilità degli strumenti di supporto adeguati per espletare le attività procedurali di monitoraggio con la stessa efficacia e la stessa completezza finora garantite. I risultati conseguiti nellambito dei Tavoli rappresentano il presupposto per il passaggio alla gestione del monitoraggio con il nuovo Sistema Sono state discusse e diffuse le regole di migrazione e, nella logica della qualità del dato, sono stati condivisi gli adempimenti tecnico-operativi richiesti a Regioni e Province Autonome per il perfezionamento della migrazione Sono stati individuati i controlli di pre-validazione e i relativi contesti di applicazione, nello specifico: –per la programmazione i controlli saranno rappresentati dai 6 controlli di AI da mantenere su SGP e dai controlli previsti dal QSN , ove applicabili; –sulla programmazione saranno effettuati tutti i controlli previsti dal QSN e presenti in BDU, con laggiunta dei controlli di AI da mantenere su SGP È stato definito un insieme di report aggregati che mantengono il contenuto informativo dei report attualmente previsti in AI e il contenuto di parte dei report di AIQ Regole di Migrazione 16 Report procedurali aggregati Controlli di pre-validazione 1 STATO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO MONITORAGGIO TAVOLI TECNICI Tavolo AttivitàOutput Migrazione Controlli Report

5 5 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! Il processo di selezione dalla ricezione delle preferenze alla condivisione del Piano di Azione definitivo 5 Processo di selezione: azioni TrasversaliSpecifiche Ripetitive Azioni trasver- sali a tutte le Regioni Condivisione del Piano Ricezione delle preferenze Sono stare recepite le preferenze di ciascuna Regione/P.A., organizzate secondo le priorità indicate Sono state attribuite le azioni trasversali A.3, B.6, C.16 e D.19 a tutte le Regioni/P.A. Ogni Piano è stato condiviso con i referenti regionali attraverso specifici incontri ABD Selezione delle azioni specifiche per priorità, per rispettare il budget In caso di budget non capiente, sono state eliminate le azioni specifiche, a partire dalle azioni a priorità più bassa C 1) Le azioni trasversali sono state assegnate a tutte le Regioni con spesa proporzionale alla capacità di budget di ciascuna. BABC D 1 STATO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO MONITORAGGIO PIANI DI AZIONE DI FASE B

6 6 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! 6 I Piani proposti hanno un valore totale superiore a 3,6 Eur m e le sinergie totali ottenute sono pari a Eur 1) Versione ridimensionata nelle attività e nei deliverable, per riuscire a soddisfare le richieste della Regione rispettando i vincoli di budget Quadro sinottico delle azioni proposte alle Regioni [Eur 000] Azione erogata 1 STATO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO MONITORAGGIO PIANI DI AZIONE DI FASE B Differenza tra valore erogato e valore corrisposto Somma risparmi Totale (Extra budget + risparmi)

7 7 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! I Piani di azione definitivi saranno inviati alle Regioni il 15 dicembre, a valle della condivisione con i referenti MISE e le Regioni stesse 7 A.Progettazione esecutiva Fase B A.1Scrittura bozza Azioni da erogare (Trasversali + Specifiche) Azioni trasversali A.2Richiesta nominativi "Referenti" (Azioni Trasversali Azioni specifiche A.3Condivisione con le Regioni delle azioni Specifiche ed eventuali personalizzazioni Piani esecutivi A.4Pianificazione delle tempistiche di erogazione D.1Invio dei Piani esecutivi A.5Eventuale Perfezionamento dei Piani esecutivi D.1Approvazione dei Piani esecutivi e tempistiche di erogazione Incontri con i Referenti per finalizza- zione delle Azioni Trasversali Stesura Azioni Trasversali NovembreDicembreGennaio DeliverableAttività 1 STATO DELLE ATTIVITÀ DEL PROGETTO MONITORAGGIO PIANI DI AZIONE DI FASE B

8 8 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! Sarà istituito un Tavolo Strategico finalizzato alla definizione delle nuove regole del FAS nellottica del Monitoraggio Unitario 8 2 DEFINIZIONE DELLE PROSSIME ATTIVITÀ Soggetti coinvolti Rappresentanti delle Regioni/Province Autonome (nominati dal CGM); DPS; Amm.ni Centrali coinvolte; IGRUE; CIPE. Risultati attesi Definizione della nuova circolare di Monitoraggio; Supporto nellimplementazione della Banca Dati Unitaria; Predisposizione di strumenti di condivisione di informazioni ed output tra gli attori coinvolti (apposita sezione sul Portale del DPS). Obiettivi del tavolo Regolamentazione del FAS in termini di omogeneità con i Fondi Strutturali, anche finalizzata allefficace alimentazione della Banca Dati Unitaria; Semplificazione e snellimento procedurale; Incremento della Trasparenza dei processi. Tavolo delle Regole del FAS

9 9 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! Le Regioni che lo chiederanno parteciperanno ad un Tavolo Tecnico dedicato alla Progettazione della Formazione 9 9 Soggetti coinvolti Rappresentanti delle Regioni/Province Autonome che vorranno partecipare; DPS (divisioni coinvolte dalla nuova Normativa e dai nuovi sistemi; RTI Risultati attesi Progettazione della Formazione, in termini di: –Contenuti –Tempistiche –Metodologie di comunicazione –… Obiettivi del tavolo Definizione delle metodologie di progettazione ed erogazione della formazione: –Moduli formativi (numero dei moduli, contenuti, tempistiche, metodologie,..) –Progettazione esecutiva (in funzione del numero di formandi, ecc) Tavolo della Formazione 2 DEFINIZIONE DELLE PROSSIME ATTIVITÀ

10 10 "A4rb_standard_colored" – – do not delete this text object! Le attività di progettazione di Fase B termineranno a gennaio 2010, si darà poi il via all'erogazione delle azioni cominciando dalle Trasversali Organizzazione indicativa delle attività progettuali 10 Fase A Fasi/Attività A Fase B B Progettazione esecutiva A1 Erogazione Azioni traversali B2 Stesura della circolare A2 Progettazione programma formativo B1 Erogazioni Azioni Specifiche B3 Erogazioni Formazione B4 Definizione nuove regole monitoraggio A3 Fine progettazione Fase B Mesi PROSSIMI PASSI Tavolo Strategico delle Regole Vincolo di propedeuticità Linee informatiche A4 Tavolo Progettazione Formazione


Scaricare ppt "1MISE-DPS_D_CGM_261109.ppt "A4rb_standard_colored" – 20090824 – do not delete this text object! 1 Progetto Monitoraggio: CGM del 26 novembre 2009 Roma,"

Presentazioni simili


Annunci Google